cambiamento nell'amicizia

In questa sezione del forum puoi parlare dei tuoi problemi e ricevere risposte e consigli da persone che, come te, stanno vivendo o hanno sperimentato lo stesso disagio

Moderatore: Dott.ssaVeneziani

Rispondi
ale00
Messaggi: 1
Iscritto il: 21 marzo 2015, 13:27

cambiamento nell'amicizia

Messaggio da ale00 » 21 marzo 2015, 14:10

Salve, sono nuova nel forum! Mi sono iscritta perchè avevo bisogno di parlare di una cosa che mi fa star male, ma della quale non posso parlare con nessuno perchè tutti i miei amici in questo periodo hanno troppe cose da fare e non riescono nemmeno a dedicarmi mezz'ora del loro tempo per permettermi uno sfogo e mi sento abbastanza sola...comunque vado al sodo, sarà un racconto lungo quindi mi dispiace per chi dovrà leggere tutto! In questo periodo diciamo che io e quella che considero la mia migliore amica ci stiamo allontanando e non so come comportarmi con lei...vi spiego dall'inizio il nostro rapporto così potete farvi un'idea:

Io e lei ci siamo conosciute in università l'anno scorso e ci siamo legate fin da subito, o quasi. Non so, è come se avessimo una intesa speciale che io non avevo con nessuno e neanche lei. Per molte cose siamo gli opposti, lei è estroversa e spigliata, egocentrica e sicura di sè, che se non la conosci può sembrare un pò stronza, ma che sotto nasconde molto di più e che di solito non ama legarsi alle persone perchè non ama la monotonia. Io invece sono la classica ragazza timida e insicura, che si affeziona subito tantissimo e che cerca sempre di essere gentile con tutti. Le uniche cose che sembrano accomunarci sembrano il nostro continuo sognare in grande, la nostra voglia di partire e vedere il mondo, di fare sempre nuove esperienze. Tutti si sono stupiti quando ci hanno visto legare così, sarà che gli opposti si attraggono, ma in poco tempo siamo diventate inseparabili e potevamo parlare di tutto. Il nostro rapporto però è cambiato nel tempo...All'inizio mi abbracciava sempre, mi chiedeva di dormire da lei e stavamo a guardarci negli occhi anche per un'ora senza dire nulla, mi prendeva la mano, e facevamo tutto insieme, studiavamo, andavamo a fare la spesa, la accompagnavo dal dentista, lei mi insegnava lo spagnolo perchè è latina e mi insegnava a ballare, e ridevamo un sacco, passavamo quasi tutti i pomeriggi insieme, è venuta a trovarmi nel mio paese quest'estate(la mia università è molto lontana rispetto a dove sono cresciuta) e ci siamo divertite tantissimo. quando è ripartita ci sentivamo al telefono tutti i giorni, finchè non sono partita anche io e siamo tornate a vederci. Dopo un po' le ho detto di essere lesbica, e per lei non ha fatto differenza anche se le manifestazioni fisiche d'affetto sono calate a 0, ma era anche normale, quindi il nostro rapporto ha continuato normalmente ad andare avanti eccetto per gli abbracci. Siamo diventate ancora più inseparabili, ci beccavamo ad ogni pausa che avevamo tra una lezione e l'altra(non siamo più nello stesso corso) ci scrivevamo sempre, pranzavamo insieme quando potevamo e facevamo tutti i giorni la strada del ritorno insieme, e se le chiedevo se non le pesasse vedermi tutti i giorni dato che con gli altri non lo faceva mai altrimenti si annoiava lei mi diceva che stava bene con me e che non le dispiaceva per niente. Poi è successo che abbiamo organizzato un viaggio insieme, ma lei ha dato buca all'ultimo e abbiamo litigato. Io sono partita lo stesso, da sola, al ritorno poi mi ha scritto e abbiamo chiarito, nel chiarire abbiamo parlato anche delle mie insicurezze sul nostro rapporto e le ho detto che non ero mai sicura se lei tenesse o no a me o se dovessi fidarmi e lei c'è rimasta abbastanza male perchè ha fatto veramente tanto per me e le ho giurato che ci avrei lavorato su perchè questo è un problema mio, più sono legata ad una persona più ho paura di essere ferita e abbandonata. Però alla fine abbiamo chiarito anche questa cosa. Io ho ripreso a scriverle normalmente per qualunque cazzata come facevamo prima, ma era più distante. Così ho smesso di scriverle, ma da lei non arrivava nulla. In più non ci vedevamo da una settimana ed è strano dato che prima ci vedevamo tutti i giorni. Così le ho scritto e le ho chiesto se qualcosa non andava, ma lei continuava a dire che era tutto apposto e che se non ci vedevamo spesso era perchè gli orari del nuovo semestre erano più pesanti (da considerare il fatto che abbiamo lezione in aule che sono l'una accanto all'altra quindi il non salutarsi nemmeno mi sembra davvero una cazzata, anche perchè volendo potremmo vederci anche solo per tornare insieme dato che facciamo la stessa strada, senza contare che non aver tempo neanche di rispondere ad un messaggio mi sembra esagerato). Comunque le chiedo una serata io e lei per passare un po' di tempo insieme e per chiarire e all'inizio mi dice di si, poi invita altri amici che poteva evitarsi dato che la serata io e lei aveva lo scopo di riavvicinarci. Alla fine però nessuno viene e la serata la facciamo lo stesso. La serata è andata bene nel complesso, ma c'erano volte in cui sembrava fredda e quasi annoiata, come se non volesse essere lì in quel momento. Ritorno a scriverle normalmente, ancora fredda. Ci rinuncio e ora è una settimana che non ci scriviamo e non ci vediamo. Da parte sua non c'è niente. C'è da dire che prima di tornare a casa avevamo deciso di vederci mercoledì per tornare a casa insieme. Io le ho chiesto di farlo anche martedì dato che finivamo alla stessa ora. La sua risposta è stata:" no, ma poi se ci vediamo sempre sai che noia! E poi a volte preferisco tornare da sola per pensare." Devo dire che lì ci sono rimasta male, è per questo che ho provato a scriverle il giorno dopo e poi ci ho ripensato e ho smesso di farlo. Ogni volta che le scrivo mi sembra di sentirla dall'altra parte del telefono a dire "che palle", anzi "che noia". E mi viene difficile raccontarle le cose. Mi è successa una cosa importante qualche giorno fa e mentre prima sarebbe stata la prima a sapere adesso non sa ancora nulla. Non voglio sembrare appiccicosa giuro, perchè non mi piace esserlo, ma prima mi cercava molto più di quanto la cercassi io e ora mi manca averla nella mia quotidianetà. L'ho vista ieri per caso ed ero molto fredda perchè se devo dire la verità sono un po' delusa. Perciò mi ha scritto lei di tornare insieme e io le ho detto si. Poi ha detto che l'avrebbe detto ad una ragazza che aveva scritto sul gruppo se a qualcuno andasse di fare un giro. Una ragazza che è sempre stata mia amica, ma che lei ha sempre disprezzato. Quindi mi chiedo se non voglia evitare di passare del tempo sola con me e basta. E non so cosa io possa averle fatto a questo punto. Alla fine come se fosse destino questa ragazza era già tornata a casa e siamo tornate sole. Ma l'atmosfera era fredda e c'era tensione da entrambe le parti. Ad un certo punto parlando di un messaggio che lei aveva scritto ad una nostra amica lei ha detto: "sono stata un po' ambigua forse" e io ho risposto con il tono di una frecciatina: "tu sei sempre ambigua" e lei ha mormorato qualcosa del tipo si è vero e poi c'è stato un po' di silenzio. Poi è scesa dal bus prima di me e si è chinata per darmi un bacio sulla guancia mentre io sono stata immobile senza manco guardarla. Non so se mi sono comportata bene dato che avevamo l'occasione per parlarne, ma se vengo delusa mi chiudo a riccio immediatamente. Non capisco cosa le abbia fatto cambiare atteggiamento così rapidamente nei miei confronti. Non riesco proprio a capire. E non so come comportarmi. Secondo me l'unica spiegazione è che abbia capito cosa provo per lei e che quindi si stia allontanando per questo. Se non si fosse capito per me lei è più di un'amica. E non è difficile per lei accorgersene. Ci siamo persino fatte il regalo di san valentino a vicenda. E la tratto come non tratto nessun altro nonostante abbia stretto dei legami forti con altre persone. Forse il fatto che l'abbia resa il centro del mio mondo sta peggiorando la delusione che provo in questo momento e mi fa reagire così. Non so. L'unica cosa che so è che mi manca da morire ogni singolo momento che abbiamo passato insieme e non riesco a non pensarci. Questa situazione mi sta anche distraendo dallo studio. Mi fa stare male e non so se dovrei parlarne con qualcuno, perchè mi è capitato di provocarmi il vomito dopo aver mangiato come non facevo da tanto tempo. Non so se il nostro rapporto possa tornare come prima perchè si è raffreddato molto e se lei non mi parla non possiamo aggiustare le cose e finirà per deteriorarsi tutto ancora di più...

RI92
Messaggi: 1
Iscritto il: 28 marzo 2015, 2:32

Re: cambiamento nell'amicizia

Messaggio da RI92 » 28 marzo 2015, 3:13

Ciao, ho letto ciò che hai scritto e credo di capirti.. Non voglio fare eccessivi giri di parole perciò ti espongo il mio pensiero: per molto tempo anche io ho sofferto per una situazione simile ( con dinamiche, tipo di rapporto e tempistiche diverse) ma capisco bene ciò che si prova, però devo esporre innanzitutto quello che ritengo possa esser e il punto di vista di questa tua amica, lei ha paura e non sa come comportarsi. Io credo che lei lo abbia capito benissimo che tu nei suoi confronti nutri qualcosa di più dell'amicizia, perché credo che quando si ama gli occhi non mentono mai. Uno sguardo innamorato lo si riconosce a chilometri di distanza. Il fatto è che lei non vuole ferire i tuoi sentimenti e su questo non ci piove, di conseguenza per evitare di darti false illusioni preferisce "tagliare" un po' i rapporti. Mi spiego meglio: io personalmente quando mi rapporto con un'altra persona percepisco il grado di interesse che essa ha nei miei confronti (soprattutto nel momento in cui non ho un'eccessiva Influenza di tipo emotivo) e se vedo che ipoteticamente sto instaurando un rapporto con una persona che per me ha come fine l'amicizia mentre per l'altra qualcosa di più preferisco tagliare il rapporto. Non lo faccio con cattiveria ma penso sia la miglior soluzione per non indurre l'altra a false speranze. In sostanza la vedo come "sparisco per un po per fargliela passare". Ciò non viene fatto con cattiveria anzi! È solo un modo di reagire diverso a quello di affrontare faccia a faccia una situazione della quale non si ha la piena certezza di riuscire a gestire. Quello che voglio dire è che la tua amica non sapendo come comportarsi e sapendo bene ciò che tu provi per lei, preferisce non darti false speranze continuando a starti vicino. Si può dire ciò che si vuole ma io sono dell'opinione che ricevere un rifiuto da una persona che si desidera e continuare a mantenere un rapporto stretto con essa non porta a risultati positivi. Non se ne uscirà mai. Anzi, si vive sempre nella vana speranza di poterla avere mentre la realtà delle cose dice altro. Quindi reputo che dopotutto non sta assumendo un brutto comportamento nei tuoi confronti, nel senso che lei ora come ora vuole (a mio parere) fare in modo che passi questa cotta che ti sei presa e una volta messoti l'anima in pace riprendere un sano rapporto di amicizia privo di secondi fini. Spero di esserti stato un po' d'aiuto

Rispondi

Torna a “Forum di auto aiuto”