Disoccupazione e depressione

In questa sezione del forum puoi parlare dei tuoi problemi e ricevere risposte e consigli da persone che, come te, stanno vivendo o hanno sperimentato lo stesso disagio

Moderatore: Dott.ssaVeneziani

Rispondi
ConiglioRosa
Messaggi: 1
Iscritto il: 21 settembre 2017, 20:02

Disoccupazione e depressione

Messaggio da ConiglioRosa » 21 settembre 2017, 20:24

Salve a tutti sono una donna di 30 anni e sto vivendo un momento molto difficile a causa del mio stato di disoccupazione.
Sono sempre stata una persona molto brava a scuola, ho sempre ottenuto buoni risultati in materie e ambiti differenti.
Ho iniziato a lavorare fin dalle scuole superiori come barista o cameriera per avere qualche soldino per me e ho continuato per tutti gli anni di università per potermi pagare gli studi da sola, sono andata a vivere da sola a 18 anni perchè avevo messo da parte qualcosa e con i miei lavoretti riuscivo a mantenermi.
Il problema è sorto proprio dopo la laurea, magistrale, all'improvviso le mie opportunità di lavoro sono drasticamente calate fino a sparire del tutto.
Ora non solo non trovo nulla per il mio titolo di studio, ma non trovo neanche più come barista o cameriera proprio perchè essendo laureata temono io possa scappare via alla prima opportunità migliore. Le mie rassicurazioni non servono a nulla, non mi prendono e basta. Ho deciso di prendere un ulteriore titolo in un settore che va di più del mio, ma anche lì dopo tirocini vari non è mai arrivata nessuna assunzione. Tante, tante promesse e niente. Eppure mi sono mostrata sempre al 100% delle mie capacità.
Per i primi anni dopo la laurea mi facevo forza pensando che bisogna avere pazienza e tenere duro e magari racimolavo qualcosina dando ripetizioni o facendo la baby sitter, ma ora che il tempo continua a passare e io continuo a non avere un lavoro inizio seriamente a crollare.
Quest'anno mi sono capitate due occasioni di lavoro e in entrambe sono stata sfruttata in ogni modo possibile, mi sono state fatte infinite promesse e poi tutto è sfumato nel nulla senza darmi alcuna spiegazione.
Da quest'estate ormai piango ogni giorno, ci sono giorni in cui mi sveglio e il solo pensiero che non avrò null'altro da fare se non le solite faccende di casa e qualche commissione per parenti mi fa passare la voglia di vivere. Il mio compagno mi aiuta economicamente e non me lo fa mai pesare, ma a me la cosa umilia profondamente. Non ho nulla contro chi sceglie la vita da casalinga, penso ognuno debba seguire le proprie inclinazioni e i propri desideri, ma io non l'ho mai scelta e voluta. Io che lavoravo fin da ragazzina e a 18 anni già vivevo sola mi trovo a 30 anni a chiedere aiuto economico agli altri. E' profondamente umiliante per me. Inoltre penso a quanto ho investito nei miei studi, a quante cose mi sono sforzata di imparare ed apprendere e nessuna, nessuna, di queste cose viene utilizzata nella mia vita. Mi sento umiliata, svilita, inutile. Ho 30 anni e non ho NIENTE di mio nella mia vita. Vivo le vite degli altri. Inizio a pensare che potrei non uscirne mai, che potrei trascorrere il resto della mia vita ad essere quella che sbriga le faccende degli altri che hanno di meglio da fare, quella che deve chiedere i soldi perchè non ha un lavoro suo. Inizio anche ad odiare segretamente i miei familiari e il mio compagno perchè loro hanno un lavoro e io no, li odio e li invidio e segretamente penso che non hanno nulla più di me, anzi io ho studiato molto di più, non è giusto che loro possano essere indipendenti e io no. Mi chiedo in continuazione ormai se ha senso vivere così. Mi sento l'ombra di me stessa.

Rispondi

Torna a “Forum di auto aiuto”