Ivan Graziani - Scappo di casa

La musica che ti fa bene all'anima

Moderatore: Dr. Adriano Legacci

Rispondi
Avatar utente
nikiland
Messaggi: 193
Iscritto il: 19 aprile 2007, 11:58

Ivan Graziani - Scappo di casa

Messaggio da nikiland » 21 marzo 2011, 11:34

Combinazione questa mattina mi sono svegliata con questa canzone nella testa... forse perché due giorni fa l'ho ascoltata per caso e mi ha toccato i ricordi di adolescente quando l'ascoltavo... ho sempre trovato un po' antipatici alcuni versi di questo testo, ma molto profonda e bella (se mi identifico, e immagino la scena del ragazzo che si "copre con le braccia la testa come faceva da bambino..." posso immaginare il suo stato d'animo...) e così la riporto, così da condividerla con voi... :D

Ivan Graziani - Scappo di casa

Venti giorni di fuga e neanche un appello per radio
evidentemente mia madre non è neanche una buona padrona
perfino per i cani smarriti si fanno appelli per radio
ma io no, non ho imparato a leccare bene la mano di chi mi dà da mangiare.

E la mia cara mamma mi ha voluto grasso ed eunuco
"Non andare con le donne" diceva "hanno il demonio nel ventre
io sarò la tua unica donna come il serpente che si morde la coda
l’ignoranza nel sesso è la base per vivere felici"

Il dottore vicino di casa ammassava quattrini
nel suo cappotto di cammello non c’era posto per la mia adolescenza
"Il ragazzo deperisce" diceva "saranno gli esami di Stato"
ma la mia mente volava ogni giorno sulle gambe della segretaria di scuola.

Venti giorni di fuga e neanche un appello per radio
e in questo bar sotto casa io mi bevo il mio cappuccino
liscio, liscio e il peccato marcisce nella mia cartella di foca
tra le calze le mutande le scarpe e il dentifricio.

Quella rossa che continua a fissarmi abbracciata al suo uomo
sarà così che il diavolo le cova nel ventre
quasi, quasi le domando se è vero, non ci sarebbe niente di male
"tra persone civili" come diceva la mamma "ci si intende sempre".

E allora perché quel suo grosso individuo mi chiama balordo?
Vuole spaccarmi la faccia se non mi tolgo fuori dai piedi
e intanto il padrone del bar vuole che paghi il mio cappuccino
mi coprirò con le braccia la testa come facevo da bambino....

Avatar utente
laura.mi
Messaggi: 9
Iscritto il: 1 agosto 2011, 19:13

Re: Ivan Graziani - Scappo di casa

Messaggio da laura.mi » 3 agosto 2011, 11:12

Certo, da donna è difficile condividere tutti i versi.
Ma ti ringrazio di aver inserito questa canzone, non l'avevo mai sentita.
Il grande Ivan ormai sembra sconosciuto a tutti, e sembra lontano secoli, in questo mondo così diverso da quello di quegli anni.
Alcune sue canzoni credo piacerebbero anche ai ragazzi di adesso, che però non sanno nemmeno che lui è esistito.

Rispondi

Torna a “La tua musica”