aiuto mi sento in un baratro

Conversazioni e pensieri nella stanza dell'analisi. Il blog di Adriano Legacci

Moderatore: Dr. Adriano Legacci

Rispondi
mariaontario
Messaggi: 1
Iscritto il: 19 settembre 2011, 18:10

aiuto mi sento in un baratro

Messaggio da mariaontario » 19 settembre 2011, 18:20

Qualcuno mi aiuti, mi sento come in un baratro e non riesco ad uscirne.
mi sono iscritta alla facoltà di medicina più di dieci anni fa con la massima contentezza possibile, ma o la lontananza da casa o la vita senza controllo dei genitori o non so che mi hanno portato a diventare una specie di vegetale che cammina.
i primi anni anche se non sostenevo esami almeno uscivo di casa, andavo in giro con le amiche, ma col passare del tempo mi son sempre rintanata di più nella mia camera senza fare nulla tutto il giorno e per un perido ho anche pensato che uccidermi fosse la cosa migliore. 4 anni fa son riuscita a parlare ai miei genitori della mia situazione e loro si son dimostrati molto vicini e comprensivi, però io dopo aver iniziato ad affrontare gli esami,solo 4, mi sono bloccata di nuovo.
Adesso è da 2 anni che mi trovo di nuovo in una sorta di torpore dal quale non riesco ad uscire. ho ricominciato a raccontare bugie ai miei sugli esami superati, ho continuamente la loro pressione addosso che mi vorrebbero vedere laureata, ma non risco a fare nulla. Parlo con delle ragazze che si trovano nella mia stessa situazione e anche loro hanno i miei stessi problemi, continuo a fare piani di studio che non rispetto mai, non ho più tanta voglia di uscire e confrontarmi con gli altri. Mi sento come rinchiusa in una gabbia.....qualcuno mi aiuti, ho bisogno di ricominciare a vivere Grazie

Avatar utente
Sonia11
Messaggi: 65
Iscritto il: 18 settembre 2008, 18:39

Re: aiuto mi sento in un baratro

Messaggio da Sonia11 » 20 settembre 2011, 18:55

Ciao Maria, dirti che non hai bisogno unicamente della comprensione dei tuoi genitori, bensì di un aiuto professionale, è cosa scontata. Un pensiero mi viene spontaneo : non esiste una legge che ti obblighi a laurearti in medicina, devi dare priorità al tuo equilibrio interiore, il resto viene dopo. Abbi pazienza, vedrai che il Dottor Lagacci non tarderà a darti gli opportuni consigli.

Cloden
Messaggi: 4
Iscritto il: 14 dicembre 2011, 0:08

Re: aiuto mi sento in un baratro

Messaggio da Cloden » 14 dicembre 2011, 0:37

Ciao!
Leggendo le tue parole è come se sentissi un senso di terribile oppressione e costrizione addosso. Hai mai pensato di studiare per te? Senza considerare cosa pensano gli altri... fallo unicamente PER TE. Studiare ti arricchisce dentro ma non di nozioni bensì di capacità di ragionamento, forza critica. Tuttavia a parole so che è facile a dirsi.
Se questa cosa è troppo difficile (visto che hai già ingranato la marcia ricominciando a dare esami), non sentirti in obbligo a fare medicina e non sentirti in obbligo a studiare. Fai qualcosa che ti possa appagare e farti sentire realizzata nella vita.
Spero non ti sembrino parole vuote... dall'esterno sicuramente non è come viverlo in prima persona.
In bocca al lupo per tutto!

dea
Messaggi: 4
Iscritto il: 25 gennaio 2013, 1:58

Re: aiuto mi sento in un baratro

Messaggio da dea » 25 gennaio 2013, 2:24

più stai ferma in una angolo della stanza più ti continuerai a auto rinchiudere allora
1 alzati ed inizia a uscire e conoscere gente
2 invece che fare un piano di studi fai dei progetti sulla tua vita su cio che tu vorresti fare veramente su degli obbiettivi che tu vuoi raggiungere non gli altri
3 trova il coraggio di perseguire i nuovi obbiettivi che ti fisserai
4 fregatene di tutti dei tuoi e degli altri in generale sei tu e solo tu che devi decidere cosa come e quando fare sei tu che devi vivere e scegliere non gli altri dai retta solo a te e vai per la tua strada ogni tanto bisogna essere menefreghisti

Rispondi

Torna a “La camera dei segreti”