Pagina 1 di 1

Attacchi d'ansia o di panico

Inviato: 23 settembre 2012, 13:55
da Jasminelle
Ciao a tutti,

qualcuno di voi ha mai sofferto di attacchi di panico? Non so bene come possano manifestarsi ma temo di soffrirne da qualche tempo. Ogni volta mi preoccupo di avere qualcosa ma poi faccio le analisi e risulta tutto nella norma. Spesso mi capita di sentirmi costretta in un determinato luogo e avverto l'esigenza di andar via. Non sopporto i luoghi chiusi o affollati (anche se all'aperto), ho il terrore di non vedere una via d'uscita. Non so spiegare bene cosa avverto, so solo che non mi sento mai benissimo ma soprattutto vivo con l'incubo di potermi sentire male (anche solo svenire). E' una cosa che mi terrorizza e forse è proprio questa paura che scatena tutto il resto.

Guardo spesso le persone che mi circondano e le vedo sempre così tranquille e pacate.. vorrei anche io poter ritrovare questa tranquillità e non pensare più che mi possa sentire male da un momento all'altro! A pensarci, anche io stessa mi sento assurda perchè come può una persona vivere con questa paura???

Grazie per l' "ascolto", ho scritto qui perchè è qualcosa di cui ho difficoltà a parlarne.

Re: Attacchi d'ansia o di panico

Inviato: 23 settembre 2012, 14:45
da Davide49
Jasminelle ha scritto: Guardo spesso le persone che mi circondano e le vedo sempre così tranquille e pacate

tu le VEDI così, ma non è assolutamente detto che SIANO così.
tra l'essere e il sembrare quasi sempre c'è di mezzo il mare...
ciao

Re: Attacchi d'ansia o di panico

Inviato: 25 settembre 2012, 15:49
da trilly1989
ciao...mi sono appena iscritta...cmq è successo pure a me...ti capisco...forse questo succede per le nostre ansie cioè quando cerchiamo a tutti i costi una soluzione o di scappare da un problema ma vediamo che nn c riusciamo ecco ke l'ansia ci viene sempre...la cs da fr sarebbe cercare di risolvere nel profondo il problema iniziando dal perchè stiamo cs ma è una cs molto difficile...ti ho scritto per dire che nn sei sola e c'è qualcuno che puo capirti...io t capisco...non sei sola...

Re: Attacchi d'ansia o di panico

Inviato: 30 settembre 2012, 12:53
da Haries Cavalier
Ciao Jasminelle,

ho già letto anche le tue riposte a isaProf,e mi son piaciute ...
eppure soffri di queste cose . Una tua forma di paura, quello dei luoghi chiusi si chiama : claustrofobia e sappi che non sei da sola, ci sono tantissime persone che soffrono di queste cose , alcune semplicemente riescono a controllarle e non lo fanno notare ma ci sono .
Io ho sofferto di attacchi di panico per via della Paura dell' Abbandono, sperimentato dopo un periodo d' estate lavorando in un rifugio e per via di come i gestori cercavano di farmi parlare del passato : sono figlia adottiva, per questo un' insieme di queste cose, quelle espresse prima hanno fatto scaturire questi attacchi di panico ed è stato un ' esperienza davvero brutta . Ricordo che durante il ritorno a casa con degli amici di famiglia , mi mettevo a piangere continuamente, mi mancava l' aria e persino mia madre faceva difficoltà a tranquillizarmi : un viaggio che sarebbe dovuto durare 2 ore e mezzo, è durato quasi 4 ore e non sto scherzando .
Gli attacchi di panico mi son durati per più di tre mesi, bastava parlare dell' esperinza fatta nel rifugio e subito mi assalivano quegl attachi di panico, ora riesco a parlarne tranquillamente ma ripensare a quegli attimi è davvero doloroso e pauroso, spero di non averli mai più ... Avevo 16 anni !

Qualche dice Davide49 lo condivido anch' io
e anche trilly1989 ha detto cose vere .
Alla fine perchè ci vengono questi attachi di panico o, agitazione o, mal di testa ?: queste forme sono tutti modi in cui il nostro corpo cerca di farci capire che, qualche cosa in noi, nella vita non va !

Haries Cavalier

Re: Attacchi d'ansia o di panico

Inviato: 16 ottobre 2012, 15:31
da nucleotide
ciao a tutti!
sono una studentessa e ho l'ansia da quasi un anno. non so come nè perchè sia cominciata. ricordo il primo episodio, il più clamoroso, ma non sono sicura che tutto sia scatudito da esso: ho sempre sofferto leggermente di mal di auto e un giorno prendendo l'autobus iniziano a tremare braccia e gambe, sento di svenire, sono agitata e sento un peso enorme sul petto. Da quel giorno ho l'ansia, spesso leggera, che si presenta in genere insieme a difficoltà nella digestione.
non sapendo quale fosse il mio problema ho fatto dei controlli gastro intesinali e risulta tutto ok. il dottore quindi mi ha tranquillizzata dicendomi che è una cosa molto frequente fra gli studenti e che non occorre farmi visitare da uno specialista.

non evito mai le situazioni che mi fanno stare male, perchè voglio affrontarle e superarle pensando sempre positivo!
purtroppo il problema persiste.. rischiando di compromettere i miei studi e forse anche i rapporti con gli alri.


Alla fine perchè ci vengono questi attachi di panico o, agitazione o, mal di testa ?: queste forme sono tutti modi in cui il nostro corpo cerca di farci capire che, qualche cosa in noi, nella vita non va !

come faccio a capire cos'è che non va?

Re: Attacchi d'ansia o di panico

Inviato: 17 ottobre 2012, 13:04
da trilly1989
ciao nucleotide,
mi dispiace per questo disagio ma per capire da dove inizia non ne ho idea...forse dentro te hai paura degli esami e quindi il corpo sfoga così...però la cosa buona è che i problemi li affronti in modo positivo... :D

Re: Attacchi d'ansia o di panico

Inviato: 17 ottobre 2012, 16:54
da Haries Cavalier
Buon pomeriggio nucleotide e agli altri !


In parte ha ragione trilly1989,

eppure tutto cìò, come ho gia espresso viene da dentro di noi ...
In base a come ho superato gli attachi di panico, potrei dare dei consigli o, comunque dei punti chiave che magari possano aiutarti, aiutarvi ...

Prima di tutto bisogna farsi travolgere completamente, per quanto sembri di morire, essere all' Inferno ... perchè più si rischia di negare questi attacchi più verrano ( come è successo a me ) e quando vengono, essere sempre in compagnia altrimenti veramente muori ogni volta di più, psicologicamnete ed il corpo ne risente ...perchè da soli non si puo capire il problema che ci ha indotto a queste azioni .
Secondo una volta calmatoci, respirare lentamente e far finta di essere in un luogo a te immaginario ed immergerti con la testa, immagina quel posto, osservalo e descrivilo parlando anche dei suoni che percepisci : per quanto sia un luogo immaginario esso serve per staccare la mente e non pensarci su quel che è accaduto oltre che,ti rilassa ...
Terzo essere calmi e dirti a te stessa che ciò che appena accaduto è del passato e non del presente, non pensando al futuro : mai pensare al Passato, nè al Futuro, ma sempre al Presente altrimenti la tua mente si abituerà a pensare che possa ricapitare e collegherà ogni minima cosa, gesto, azione, parole a ciò che possa scaturire gli attchi di panico, depressione, dipendenze ...
proseguendo con la vita quotidiana o, attività che ti facci sfogare, liberare dalle tensioni che senti dentro .

Per ora questo , non vado oltre perchè prima di tutto bisognerebbe saper usare questi tre punti ...poi si vedrà!

Un saluto affettuoso,

Haries C.

Re: Attacchi d'ansia o di panico

Inviato: 18 ottobre 2012, 10:33
da robes
Ho letto le storie di Jasminelle e nucleotide. Anche io penso che se c'e' un malessere fisico questo puo' essere strettamente collegato alla psiche. Non sono d'accordo con le persone che tendono a liquidarmi, dicendomi che psicosomatizzo le malattie. La mente ed il corpo sono strettamente collegate. Il problema si pone quando non siamo piu' in grado di gestire gli attacchi di panico e quando questi diventano troppo frequenti.
Ho sperimentato diverse tecniche di rilassamento, ma non sempre funzionano. Ora mi sono incuriosito sulla ipnosi e mi chiedevo se qualcuno aveva beneficiato di queste sedute. Ho trovato online anche dei corsi e video sull'autoipnosi.
Alcuni si servono della spirale per autoipnosi

Immagine
(Fonte Immagine: Blog Print24)

Questo e' uno dei modelli utilizzati altri invece invitano a chiudere gli occhi ed immaginare luoghi di pace. Uno degli effetti che mi inducono queste tecniche e' sonnolenza. Voi che ne pensate.

Re: Attacchi d'ansia o di panico

Inviato: 21 ottobre 2012, 13:31
da trilly1989
robes ha scritto:Ho letto le storie di Jasminelle e nucleotide. Anche io penso che se c'e' un malessere fisico questo puo' essere strettamente collegato alla psiche. Non sono d'accordo con le persone che tendono a liquidarmi, dicendomi che psicosomatizzo le malattie. La mente ed il corpo sono strettamente collegate. Il problema si pone quando non siamo piu' in grado di gestire gli attacchi di panico e quando questi diventano troppo frequenti.
Ho sperimentato diverse tecniche di rilassamento, ma non sempre funzionano. Ora mi sono incuriosito sulla ipnosi e mi chiedevo se qualcuno aveva beneficiato di queste sedute. Ho trovato online anche dei corsi e video sull'autoipnosi.
Alcuni si servono della spirale per autoipnosi

Immagine
(Fonte Immagine: Blog Print24)

Questo e' uno dei modelli utilizzati altri invece invitano a chiudere gli occhi ed immaginare luoghi di pace. Uno degli effetti che mi inducono queste tecniche e' sonnolenza. Voi che ne pensate.
concordo pienamente...il primo anno di università le mie ansie sfogavano sull'intestino infatti avevo sempre la pancia gonfia e tesa era impressionante e la dottoressa disse questo...

Re: Attacchi d'ansia o di panico

Inviato: 25 luglio 2013, 13:21
da nerella
Ti sconsiglio vivamente l'ipnositerapia, ti faresti solo rubare soldi come è successo a me, ti renderebbe solo dipendente dal tuo psicoterapeuta senza risolvere i tuoi problemi, che siano di ansia, di attacchi di panico, fobia, depressione e quant'altro.Non lasciarti ingannare da tanti siti sull'ipnosi regressiva, dinamca, analogica, è solo un modo per spillarti soldi. Cerca un buon psicologo/a serio e non VENALE magari di quelli specializzati in terapia cognitivo comportamentale. Auguri