Pagina 1 di 1

Un amico perso

Inviato: 20 agosto 2013, 8:54
da chiara.c
Ciao, sono una ragazza di diciotto anni, e ho un problema, non particolarmente grave o profondo come altri di cui ho letto in questo sito, ma che comunque mi sta dando dei problemi e che non so come risolvere.
In pratica, un anno fa un mio grandissimo amico (per il quale avevo e ho tuttora una cotta) di punto in bianco ha smesso di parlarmi. Pur frequentando la stessa compagnia e vedendoci più o meno tutte le settimane, ha deciso che per qualche ragione che ancora adesso ignoro (quando ho provato a parlargliene ho ricevuto solo risposte vaghe e che di fatto non significavano niente) non dovevamo più essere amici. Io ci sono rimasta molto male, ma ho iniziato a convivere con questo piccolo dolore aspettando pazientemente che passasse. Il punto è questo, un anno dopo il dolore non è ancora passato, anzi. Ogni mattina mi sveglio pensando a lui, passo metà delle mie giornate a chiedermi come sta, cosa fa, a cosa pensa, e a rimpiangere il periodo in cui eravamo così legati. Durante quest'anno, oltretutto, è capitato che andassimo un paio di volte in vacanza con il nostro gruppo, ed ogni volta lui mi ha cercata e mi ha baciata, cosa che non ha contribuito per niente al mio dimenticarmi di lui. Ho anche provato a intrecciare relazioni con altri ragazzi, ma poi mi sono sempre tirata indietro perchè non erano lui, e quindi non avevano niente da offrirmi. Non riesco a staccarmi dal gruppo che frequentiamo entrambi, perchè sono gli unici amici che ho, e non voglio sentirmi più sola di quanto non mi senta già adesso senza di lui.
Ora, so che il mio è un problema cretino, ma non riesco davvero a risolverlo e mi sta impedendo di andare avanti con la mia vita.
Come posso uscire da questa situazione? Cos'è che non va in me?

Re: Un amico perso

Inviato: 20 agosto 2013, 17:40
da Haries Cavalier
Ciao chiara c.

Inanziuttutto non preocuparti di com' è il tuo problema ...spesso quelli piccoli rimangono dentro di noi e diventato un chiodo fisso.

Sai leggendo la tua storia mi hai ricordato di un amico d' Infanzia che dalla Terza Media, da quando si è trasferito, non lo vedo e non lo sento più e questo mi ha lasciato tanta tristezza e mi ha portato a chiedermi come sta, dov' è come è diventato ma sai crescendo poi c' è di mezzo la Paura che forse ci ha bloccato entrambi ed ora siamo qui senza sapere niente l' uno dell' altro ...è la Puara di non Aprirsi, fare il Primo Passo che ci blocca e ci blocca in un Vortice di Emozioni e Pensieri ...e non abbiamo più la forza e ci sentiamo sempre più deboli ...finchè si abbandona...ma rimane il pensiero se abbiamo fatto bene o no, a farlo ...

Io ora sono in questa fase ...

Alla fine, tuttavia quel ragazzo ti ha cercato tanto che ti ha baciata ...allora forse non tutto è perduto ... forse è insicuro anche lui di aprirsi ...di dimostrare ciò che prova realmente nei tuoi confornti ...
Non c' è niente che non vada in te, sei solo un po' tesa lascia che il tempo scorra come ha sempre dovuto fare ...
Non c' è fretta ma se tu sei agitata, pensierosa allora non si aggiusterà niente ...mai ossesionarsi per ottenere qualche cosa...più cerchi una cosa meno la ottienti...
Te lo dico pe diretta esperienza anche se non rigurda magari questo argomento.
Spero di averti almeno confortato o comunque di averti fatto capire che c' èqualche uno disponibile come può e con le seu limitazioni, ad ascoltare.

Un saluto,

Haries Cavalier