Pagina 1 di 1

aiutatemi

Inviato: 2 marzo 2014, 13:49
da Anna95
Ho 18 anni lui 22 ci siamo conosciuti il 12 agosto 2012 in una chat, ma ci siamo subito trovati, non mi era mai successo di trovarmi così bene con qualcuno, passavamo notti interi dalle 11 alle 5 del mattino a parlare su msn e ci sembrava che il tempo non passasse mai, facevamo fatica a lasciarci. Per me ma anche per lui ehh. All’inizio era dolcissimo, mi trattava davvero come una principessa, mi dedicava canzoni, mi scriveva cose dolcissime. Ma al di là di questo, per me era speciale perché non era un tipo banale, andava oltre le apparenze, era una persona con cui si poteva parlare di TUTTO ed essendo lui molto intelligente potevo avere sempre un’opinione molto interessante su vari argomenti. Mi faceva SEMPRE ridere. Non sono mai andata d’accordo con nessuno, nel senso conosco gente ma ho sempre avuto punti di vista diversi dalle persone che frequento. Con lui non era così. Mi trovavo proprio bene. Lui voleva che ci mettessimo insieme,che ci vedessimo, che ci sentissimo al cell, ma per me era una cosa nuova, mi vergognavo, un po’ non mi fidavo. Però poi lui mi convinse.La prima volta ci sentimmo al cell il 1° settembre, poi mi si ruppe il pc, e iniziammo a sentirci frequentemente al cell verso gennaio. Poi a marzo dopo che lui insistette (perchè io dicevo sempre no) ci vedemmo. Ci baciammo tutto il tempo per due giorni. Per poterlo ospitare a casa mia ci misi un sacco di tempo perché i miei non volevano. Quando lo conobbero la prima volta dovette dormire in hotel, se lo avessero dovuto sapere i suoi! La seconda volta che venne a casa mia rimase una settimana perchè non ci vedevamo mai, io facevo18 anni, e dovevamo vederci per piu tempo la coerenza dei miei. Abbiamo discusso moltissimo anche perché i miei non volevano mandarmi a casa sua.. Dopo un anno, per le vacanze di natale finalmente mandano. Ci sono sempre stati migliaia motivi di discussione
-i miei non volevano che lui dormisse a casa mia perché mio padre che è del sud italia credeva che se avesse dormito da me ci avrebbe dato il permesso per fare sesso o non so perché non volesse, diceva sempre cos’è la mia casa un hotel?
- i miei non volevano che io andassi a casa sua, i miei non conoscevano i suoi e per mio padre loro da venezia dovevano venire in toscana per conoscerli.
-poi c’erano altri motivi per cui litigavamo sempre vi faccio degli esempi, in un anno che ci conoscevamo lui non ha mai conosciuto i miei amici, anche quando è venuto qui una settimana.Oppure quando sono andata al mare con lui e i miei io mi sono seduta in braccio a lui e mia mamma mi ha detto si spostarmi, allor aio mi sono spostata e lui s’è incazzato. Oppure, sempre al mare io stavo sia con lui che con i miei e lui voleva che stessimo da soli, perché stavamo sempre con i miei ma non era vero che stavamo sempre con i miei.. per lui tutto i discorsi fatti erano cose assurde e c aveva ragione nO?
- All’inizio quando ci siamo conosciuto sembrava che io fossi aperta a tutto e invece poi mi sono accorta che dicevo sempre nodovevamo mangiare fuori mi proponeva un ristorante e ad ogni posto io dicevo sempre no.
Poi c’è anche il fatto che io sono stupida e lui era un tipo molto razionale per cui litgavamo anche perché io facevo cose senza ragionare.. esempio una volta stavamo andando alla stazione ed eravamo leggermente in ritardo. Nel frattempo che arrivassimo, lui mi stava spiegando chi fosse un personaggio, ed io dal niente lo interruppi perchè volevo chiedergli se c'erano vie alternative. Allora lui s'è offeso, giustamente perchè credeva che io non l'ascoltassi .Invece di chiedergli scusa, abbiamo continuato a litigare, ha aumentato il passo e m ha fatto bagnare sotto la pioggia. Quando si stava riavvicinando per coprirmi, io l ho spinto e lui s'è ulteriormente arrabbiato.Un' altra volta invece stavamo guardando un film horror, c'era una bambina che aveva ucciso un sacco di gente, alla fine del film cercava di avvicinare la madre con delle parole dolci e la madre la uccide.Io commentai dicendo "Oh poverina!" e sempre che lui s'è incazzato. Mi ha dato della stupida, ha detto che ero ingenua ecc ecc che è la verità. Io, sempre, invece di dire è vero! e magari finire li la discussione, siccome non volevo passare per scema, ho iniziato ad arrampicarmi sugli specchi dicendo che lei era pazza e non era colpa sua se era malata... E lui ovviamente s'è infuriato ancora di più perchè .S'è sentito preso per il ... La verità è che io davvero sono ingenua e non volevo ammetterlo, ma avevo paura che lui non volesse stare con me perchè troppo stupida. Io so che lui dovrebbe amarmi ,al di là della stupidità ma io non volevo perderlo. Solo che facendo sempre così la situazione è peggiorata e basta.
Lui per la mia stupidità mi offendeva sempre molto pesantemente e le nostre discussioni si protraevano a lungo.
Ogni volta che mi chiedeva di fare una cosa io non la facevo mai. Ho fatto e detto cose molto stupide.
Mi sento uno schifo, non lo biasimo se mi ha lasciato. Ma non sono in pace con me stessa perché ho fatto tutti questi errori, quando lui era sempre dolce e disponibile con me. Certo spesso mi trattava davvero male male, e anche lui alle volte era molto pesante. E’ un tipo sensibile e irascibile. sono stata per tutto il tempo un’immatura,e mi vergogno ai suoi occhi. Ero molto insensibile. A volte poteva bastare uno scusa a risolvere la situazione ma io sono de coccio!  Con me non aveva mai modo di confrontarsi su nulla perché io non sono molto acculturata.. vorrei tanto esserlo.A entrambi piacerebbe avere qualcuno con cui parlare, discutere, confrontarsi, ma con me non poteva farlo. Io fin dal primo giorno che l ho conosciuto gli dissi che ero stupida ma lui non ci credeva.. s’innamorò di me e disse che non voleva lasciarmi, che mi avrebbe amato per sempre. Spesso ce l ho con lui perché non è rimasto con me per sempre, ma che avrebbe dovuto fare. Non è sempre stata colpa mia eh però la mia parte è molto grande. Adesso io mi sento patetica. Ho perso la persona migliore del mondo e lui avrà per sempre un bruttissimo ricordo di me.A Avete dei consigli da darmi?Io non sono in pace con me stessa, mi sento una cogliona! E mi odio. Sono una brutta persona, sono fatta male, sono ingenua, insensibile stupida. Ho perso l’amore della vita e non posso cercarlo perché lui non mi ama più ormai, non si fida più di me, non sono quella che vuole, non lo sono mai stata, me l ha pure detto  Non riesco a farmene una ragione, mi aspetto che torni, ma a me non ci pensa più giustamente. Mi manca. E’ giusto lasciarlo andare, ma mi chiedo se mi innamorerò mai di qualcuno, se cambierò. Aiutatemi!

Re: aiutatemi

Inviato: 2 marzo 2014, 19:34
da tersite
a parte che questo è un forum di psicologia , riservato a chi ha 'problemi seri'
e non la posta del cuore di donna Letizia
ti voglio rispondere dal mio punto di vista : mi sembri una ragazzina molto superficiale ed infantile
se lui ti ha lascaito ci saranno stati problemi un po' più grossi di quelli che dici
ho letto la tua storia molto speranzoso , il fatto di esservi conosciuti sul web in chat
è molto bello e romantico e mi ha ricordato quando lo facevo anch'io
anche se ho un'età molto differente dalla tua , poi la tua storia
si è svliuppata conme si è sviluppata forse non era tutto sto grande amore :)
il consiglio ? Cresci bimba mia e se non sei moto acculturata leggi dei libri
non ti potrà fare che bene! Poi anche il web è pieno di cultura oramai
persino di libri da scaricare e questo #chetelodicoafà è un ottimo sito ;)