o dentro o fuori

Conversazioni e pensieri nella stanza dell'analisi. Il blog di Adriano Legacci

Moderatore: Dr. Adriano Legacci

Rispondi
Avatar utente
Frà79
Messaggi: 185
Iscritto il: 8 settembre 2013, 18:46

o dentro o fuori

Messaggio da Frà79 » 28 luglio 2015, 23:10

arriva un momento che nonostante la tua fobia sociale devi sciegliere, o dentro o fuori dalla società, per quanto possa fare schifo, la società, è l'unica che esista ed è l'unica che ti può dare qualcosa, perciò la scelta è dentro, vedremo se manterrò la parola...
Amati! è alla base di tutto.

Dario77
Messaggi: 9
Iscritto il: 12 agosto 2015, 8:35
Località: Brescia

Re: o dentro o fuori

Messaggio da Dario77 » 13 agosto 2015, 11:51

mi sembra un ragionamento positivo ed incoraggiante e che potrebbe dare ispirazione ad altre persone nella stessa situazione :)
Immagine
..
Non piangere perché è finita, sorridi perché è accaduto

Avatar utente
Haries Cavalier
Messaggi: 304
Iscritto il: 30 agosto 2011, 17:24

Re: o dentro o fuori

Messaggio da Haries Cavalier » 27 settembre 2015, 23:07

Buon giorno Fra79
quel che esprimi lo sento molto vicino, mi sono avvicinata come persona anch'io a questo tuo stesso pensiero però sai, sono spesso incontrasto ancora tra il vivere col Mondo Fuori di me e il Mondo Dentro di me... In quanto qualche Legame ce lo abbiamo sempre anche se solo con pochissime persone ma ce lo abbiamo, e questo alla fine ci salva dai Demoni che abbiamo dentro, dalla caos frenetico...
Penso più al fatto che mi sono legata fortemente con quei momenti miei in cui entro in conessione con quei Silenzi che ho imparato ad accettare e che nessuno me li può togliere...perchè qui, sto bene e tutte le tensioni svaniscono per un attimo...quindi è una conessione con la mia parte più profonda ma comunque avvolta da un velo magico esterno dato dalla natura, dalla musica, dai lunghi tramonti che contemplo... Questo è un modo che ho scelto per Perdermi ma allo stesso tempo Ritrovarmi, ho scoperto che questo è un modo un po' strano ma magico...dopotutto si dice che forse un modo per Ritrovarsi è proprio perdersi, lasciarsi andare...ho scelto questa strada per ora, vorrei sperimentarla... E la intraprendo, la cerco per distogliermi da questa cruda Realtà...
La gente ha dimenticato l' Arte del saper Ascoltare ma ha imparato in modo crudele a Giudicare senza conoscere chi, gli sta difronte ...

Avatar utente
Frà79
Messaggi: 185
Iscritto il: 8 settembre 2013, 18:46

Re: o dentro o fuori

Messaggio da Frà79 » 28 settembre 2015, 1:30

Certo, sono convinto che conoscersi fino in fondo sia indispensabile nella vita, l'importante è non rimanere ingabbiati nella solitudine e nell'infinità di pensieri dell'introversione, cosa che io sto riuscendo a superare anche grazie ad una correzione terapeutico-farmacologica. Per noi Bipolari pensare in continuazione è altrettanto naturale come respirare in continuazione, io mi ero ingabbiato nel pensare alla mia mente e al mio disturbo, quindi ero chiuso completamente dentro di me. La nostra incessante attività mentale fa parte del genio creativo tipico del Bipolare, ma va sfruttato, utilizzato in maniera produttiva, per esempio facendo un lavoro dove sia richiesta la capacità di rpoblem solving, noi abbiamo una buona intuizione logico-deduttiva, un'altra cosa per la quale siamo portati è la politica, agli altri risulta noiosa perchè piena di cose da considerare e di problemi da risolvere, a noi Bipolari ci piace mettere in moto la mente razionale. Insomma, per me pensare di continuo è praticamente inevitabile, già da prima dell'esordio del disturbo, infatti sono ritenuto da molti una persona parecchio intelligente e per fortuna nella vita ci sono diversi modi di tenere impegnata una mente pensante in maniera produttiva, facendo un lavoro dove saper ragionare conti, io non faccio testo perchè lo sto cercando un lavoro, vivo nella zona più mafiosa e meno produttiva d'Italia, poi avendo mia madre di una certa età e poco scolarizzata mi occupo io di tutto quello che va dalla banca, al CAF, ai contratti di luce e telefono, alle visite mediche, ecc. Non solo, praticamente a casa mia riparo tutto io e anche la manutenzione della mia macchina me la faccio io, prima avevo anche l'abitudine di fare le cose anche per gli "amici", ma poi mi sono reso conto che tanto amici non erano, perchè alla fine non è che ricambiavano granchè. Cmq è giusto risolversi i problemi dell'anima come prima cosa, ma poi se uno ha una mente particolarmente vivace la può tenere occupata con i problemi del corpo (che poi sono indirettamente anche dell'anima).
Amati! è alla base di tutto.

Avatar utente
Haries Cavalier
Messaggi: 304
Iscritto il: 30 agosto 2011, 17:24

Re: o dentro o fuori

Messaggio da Haries Cavalier » 28 settembre 2015, 5:10

Ti prego non classificarti in un disturbo che gli altri tendono ad ettichettarci, perchè se ti descrivi come tale disturbo mettendo, - "noi Bibolari siamo fatti così, noi Bibolari, facciamo questo... "-, significa che ti consideri tale, che nè sei ancora prigioniero, assuefatto da quello che gli esperti, chi ti segue continuano a ripetere e ti convici anche tu che lo sei davvero... Nè so qualcosa...
Forse davvero siamo come gli altri ci dicono di essere, Bibolari, Boderline, Disturbo di Personalità, Dislessici ...
Ma sono solo dei nomi Frà79, solo dei nomi... E talvolta sono anche errati, in quanto ogni persona è un caso a sè...
A me piace il mondo della psicologia ma per molti aspetti, alcune persone che operano in tal campo, sono ristrette e tendono ad eticchettare prima ancora di aspettare e conoscere la persona difronte... La Psicologia in questi ultimi tempi nè ha fatti di errori, e continua a farli sempre di più... ha rovinato molte persone solo perchè ha sbagliato diagnosi, non tenendo conti di elementi banali o nascosti ma importanti per non dettare quel tipo di diagnosi che ha classificato inizialmente...
Ma per fortuna che ci sono anche dei progressi, ma i tanti nomi che mettono confondono e basta... Perchè alcune diagnosi sono davvero simili e allora chi ha detto che io sia così e non colà?!

Per l'ultima frase penso di capire cosa intendi dire, scrivere...
La gente ha dimenticato l' Arte del saper Ascoltare ma ha imparato in modo crudele a Giudicare senza conoscere chi, gli sta difronte ...

Avatar utente
Frà79
Messaggi: 185
Iscritto il: 8 settembre 2013, 18:46

Re: o dentro o fuori

Messaggio da Frà79 » 28 settembre 2015, 8:50

ti do ragione. a me mi hanno curato 10 anni per depressione.
si scrivere è un'ottima soluzione.
Amati! è alla base di tutto.

Avatar utente
Haries Cavalier
Messaggi: 304
Iscritto il: 30 agosto 2011, 17:24

Re: o dentro o fuori

Messaggio da Haries Cavalier » 28 settembre 2015, 14:38

Beh, ti ringrazio

ma non so se ho ragione. Esprimo solo quello che penso, un po' per esperienza un po', in base a quello che ascolto e osservo in giro... Un po' perchè cerco di analizzare tutto ciò che passo nella vita, odo, vivo...

È facile eticchettare, giudicare, è più complicato capire davvero quello che passa una persona, ascoltarla davvero e stare in silenzio senza per forza pretender di aiutarla, ma rimanendo lì, con la sola presenza...ed arrivvare a conclusioni superficiali...
La gente ha dimenticato l' Arte del saper Ascoltare ma ha imparato in modo crudele a Giudicare senza conoscere chi, gli sta difronte ...

Rispondi

Torna a “La camera dei segreti”