consigli

Conversazioni e pensieri nella stanza dell'analisi. Il blog di Adriano Legacci

Moderatore: Dr. Adriano Legacci

Rispondi
barbara-
Messaggi: 1
Iscritto il: 12 gennaio 2016, 16:50

consigli

Messaggio da barbara- » 12 gennaio 2016, 18:05

Ciao a tutti sono una ragazza di 24 anni, appena iscritta...motivo: ovviamente perche penso di aver avuto la sfortuna di incappare in una persona alquanto ossessiva. non so se è stalking o cosa, per questo volevo anche sentire il parere di chi già ha subito questo tipo di atteggiamenti da parte di un ragazzo.
Premetto: io non sono la santa della situazione, ma non voglio nemmeno esserne la vittima.
Avevo una relazione di 8 anni con un ragazzo che non amavo piu e non riuscivo comunque a lasciare e in più il mio migliore amico ed io ci stavamo iniziando ad innamorare. Il mio ragazzo ormai gia da anni poco presente non mi dava granche pensieri ma quando il mio amico e sparito per settimane ci sono rimasta davvero male. Tagliando corto, per non pensare ho scoperto la chat. Qua ho conosciuto questo ragazzo che abita a 150 km di distanza da dove mi ero appena trasferita per lavoro. Parliamo per un po e dopo poche ore stupidamente gli ho lasciato il mio numero di telefono. Ci trovavamo davvero bene a parlare (cosa che però mi capita spesso) però in quel momento stavo male e parlare con lui distoglieva la mia attenzione dai miei veri problemi e mi faceva piacere respirare un po. Dopo poche settimane abbiamo organizzato un uscita per aperitivo (che stupidamente data la mia ignoranza e poca malizia, ho organizzato in un bar vicino casa). Lui mi sembrava normalissimo: un ragazzo con la passione per viaggi come me, non troppo bello ma affettuoso. parlava dei suoi amici, dei suoi viaggi, tutto nella norma. Abbiamo proseguito l'aperitivo con una cena e poi una passeggiata. Quella sera molto stupidamente ci siamo baciati e li mi sono tirata la zappa nei piedi.
Abbiamo continuato a sentirci...e non posso negare che l'ho sfruttato per non sentire il mio dolore, molto egoisticamente. Ci siamo rivisti altre due volte, e già dalla seconda si è offerto di dormire li. Ho accettato solo la terza volta e in un hotel. una volta in hotel ci ha provato, ovviamente, e li mi si è aperto un lampo a cel sereno in testa. La persona che volevo li non era lui...punto. Ne ho parlato con lui di questa mia poca propensione a continuare le visite, ma devo essere sincera di averlo fatto in maniera alquanto indiretta. La mattina l'ho riaccompagnato alla macchina. Ovviamente lui ha continuato a scrivermi i giorni seguenti mentre io rispondevo sempre meno frequentemente. Meno io rispondevo più lui scriveva...Gli ho detto che stavo passando un periodo difficile (lui sapeva che ero fidanzata) in piu avevo problemi con la mia coinquilina. Non si è fatto sentire per una settimana circa, e poi ha ripreso! Ho detto molto gentilmente che non mi interessava avere una storia e se voleva potevamo solamente restare amici. Lui sembrava tranquillo quando gliel'ho detto, ma i suoi messaggi non calavano. Fino al giorno in cui mi stavo trasferendo in un altro appartamento e mi manda un messaggio con scritto che veniva a trovarmi e non gli interessava se io non volevo vederlo, che mi doveva parlare, che aveva parlato di me a sua madre e lei lo aveva incoraggiato che lui doveva provarci per lui e per sua madre e per me, perche era giusto e tutte cose senza senso. Io quel giorno già ero nervosa per il trasferimento che mi aveva creato problemi e gli ho risposto molto malamete che se ne tornasse a casa sua che avevo problemi che non lo volevo vedere. Imperterrito si e presentato davanti l'appartamento. io in macchina con i mei genitori, venuti a darmi una mano, e lui in una macchina vicina che continuava a scrivermi che dovevo scendere dalla macchina, che voleva parlarmi. Non sapevo come cacciarlo via ed avevo pura che venisse verso di me. cosi i miei toni sono diventati molto scocciati e cattivi. Doveva rispettare i miei spazi, sopratutto davanti ai miei genitori. Grazie a dio alla fine se ne e andato dicendomi che lo facevo soffrire che lui che capiva che non era il momento ma non sarebbe stato li ad aspettarmi in etreno e una serie di parolacce. Non ho risposto. Questo era di lunedi.
Il venerdi normalmente tornavo a casa dai miei genitori, nel frattempo lui aveva continuato con i messaggi e chiamate ai quali ho risposto che dopo non aver rispettato i miei spazi e il mio volere non doveva scrivermi più, e non volevo avere nemmeno un amicizia con lui, perche questa amicizia non è.
Sono arrivata a casa dei miei quel venerdi, presto, e dopo poco mi suona il campanello di casa ed era lui. All'inizio non sapevo come aveva fatto ad avere l'indirizzo di casa dei miei genitori, ma poi mi sono ricordata di avergli prestato un USB e probabilmente dentro cera qualcosa. Ad ogni modo li non c'ho più visto gli ho detto che doveva andarsene e sono diventata molto cattiva nei suoi confronti, piu mi arrabbiavo piu lui non si muoveva da davanti il cancello...poi ho provato con i perfavore, cosa che ha funzionato. Lui diceva che mi voleva parlare ma per tel non lo voeva fare lo voleva fare solamente di persona.
Il venerdi successivo torno sempre a casa dai miei, lo sapevo che era li, e li era davvero...e entrato dentro il giardino, l'ho spianto fuori e gli ho urlato contro, ma non volevo che i vicini sentissero. sono entrata in casa e gli ho detto che chiamavo i carabinieri. ha continuato a suonare il camapanello e a telefonarmi...ero spaventata, non sapevo cosa fare e cosi ho chiamato il mio amico che lo ha minacciato al telefono e lo ha fatto andare via....nei giorni successivi ha provato svariate volte a telefonare a questo mio amico ma lui non ha mai risposto.
La cosa e morta li e sinceramente io mi ero anche quasi scordardata, fino a l'altro ieri che mi ha richiamato. Saranno passati due mesi dal fatto di casa dei miei. Io non ho risposto l'altro giorno e allora ha scritto al mio amico che doveva ridarmi dei documenti. Sinceramente a me sta ritornando un po di ansia, ma piu che altro per come devo agire, non so cosa fare.
A me sembrano atti alquanto fuori dalla norma, ma non sono sicura che si tratti di molestie, cioe è stato fermo due mesi..perche ora si rifà sentire? non riesco a capire...se qaulcuno mi può dare consigli su come agire lo ringrazio e mi scuso per il racconto prolisso.

Avatar utente
Haries Cavalier
Messaggi: 304
Iscritto il: 30 agosto 2011, 17:24

Re: consigli

Messaggio da Haries Cavalier » 23 gennaio 2016, 23:10

Prova a spiegare tale situazione in questura, secondo me.
Mai dare il proprio numero a uno sconosciuto, ci sono i sociale networks per parlare e sfogarsi se proprio si vuole parlare con una persona che ci sembra all' iniziò aperta, disponibile. Mai fidarsi del tutto di una persona specialmente se si tratta di questo genere di cose... Col tempo poi si capisce se ci si può fidare un pochino ma dare le proprie informazioni é un po' azzardato.
Comunque gli errori ci possono stare.

Se vuuoi io ci sono come posso, con le mie limitazioni ma ci sono quando posso anche solo per ascoltati se ne hai bisogno.

Un saluto sincero,

En H. C.
La gente ha dimenticato l' Arte del saper Ascoltare ma ha imparato in modo crudele a Giudicare senza conoscere chi, gli sta difronte ...

Rispondi

Torna a “La camera dei segreti”