il marito della mia amica

Conversazioni e pensieri nella stanza dell'analisi. Il blog di Adriano Legacci

Moderatore: Dr. Adriano Legacci

Rispondi
Laury86
Messaggi: 1
Iscritto il: 25 ottobre 2018, 11:19

il marito della mia amica

Messaggio da Laury86 » 25 ottobre 2018, 11:40

Ciao a tutti, mi chiamo laura e ho una voglia matta di parlare di ciò che mi sta succedendo ma che non riesco a "confessare" a nessuno...
Ho 32 anni, sono sposata e ho un bimbo di 3 anni...Credo di amare mio marito e tutto va abbastanza bene..
Ma ultimamente è successa una cosa che mi ha fatto entrare in crisi e sta condizionando la mia vita (per lo spazio che prende nella mia mente quotidianamente)..
Un giorno, in maniera completamente inaspettata mi ha scritto il marito di una mia amica (amica con due bimbe, alla quale voglio molto bene)..
Inizialmente erano discorsi totalmente ingenui, con domande banali su come stavamo etc..ma ad un certo punto sono iniziati dei piccoli e velati doppi sensi..delle faccine equivoche..e sopratutto, la richiesta da parte sua di non parlare dei messaggi con la moglie..di mantenere il segreto di queste nostre chiacchiere...
Io, inizialmente titubante e meravigliata del fatto che mi scrivesse, ho iniziato a desiderare che mi scrivesse..ad emozionarmi per le sue battute...
Le nostre conversazioni avvengono sempre la notte, quando i reciproci partner sono addormentati o a lavoro nel mio caso visto che mio marito fa intere settimane il turno di notte ed io sono spesso e volentieri da sola..
Non siamo mai "andati oltre" nè mai ci siamo detti cose esageratamente esplicite..ma io ci sto pensando un po' troppo spesso..
In una chiacchierata delle nostre abbiamo approfondito il perchè di questi dialoghi e ci siamo detti un generico "per evasione e noia..forse"...e ci siamo anche detti che magari un giorno avremo potuto bere un caffè assieme per capire il significato di tutto ciò..(cosa che mi farebbe molto piacere ma che temo anche in parte)..
Un giorno che siamo andati tutti assieme a mangiare una pizza l'ho anche sorpreso a guardarmi, sguardo al quale sono arrossita e ho abbassato gli occhi immediatamente..
Ho cercato di analizzare tutto, capire..posso dire che era da tanto che non mi emozionavo così per certe frasi..vuoi perchè è da tanto che non capita di flirtare con qualcuno essendo con mio marito da più di 10 anni, vuoi perchè mentre prima di diventare mamma mi sentivo proprio "bella" ed avevo un'alta autostima, da quando ho mio figlio, essendo anche un po' ingrassata, ed essendosi sovrapposto il ruolo di mamma a quello di donna, sono molto meno sicura di me...
Fatto stà che avrei voglia di vederlo, di sentirlo...
Ma ovviamente non voglio far del male a mio marito nè tanto meno a sua moglie, alla quale voglio bene..
E sopratutto penso alle sue bimbe e al mio bimbo...
Mi chiedo se un rapporto del genere possa reggere, se non ci sia nulla di male e possa continuare...non lo so...
Grazie mille

leo
Messaggi: 402
Iscritto il: 25 ottobre 2005, 13:36
Località: E.R. - Italia

Re: il marito della mia amica

Messaggio da leo » 7 novembre 2018, 0:21

Ciao. Posso provare a darti una mia interpretazione?

Tieni conto che non mi son trovato mai nella tua situazione, anche perché non sono mai stato sposato né ho avuto rapporti sentimentali di lunghissima durata.
Io credo che da quello che scrivi tu abbia già tutti gli elementi per capire cosa sta succedendo. Ora, non ti conosco, e non vivo nella tua testa, ma mi sembra abbastanza evidente (correggimi se non è così) che tu ti stia infatuando, oppure ti sia già infatuata, di questo signore.
Quando ci si innamora, al contrario della credenza popolare (derivante dalla cultura monogamico-romantica), non ci si innamora tanto dell'altra persona, quanto di una serie di nostre proiezioni, della situazione, delle emozioni forti, ecc.; ci si innamora dell'effimerità del sentimento, intenso (ossessivo) o meno che sia.
Forse tu e questo signore siete persone affini, che potrebbero diventare oltre che amanti, amici o confidenti, o forse no. Fatto sta che tra voi c'è una sorta di innamoramento, mi sembra da ambo le parti.
Questo è assolutamente naturale. Il problema sorge nel momento in cui nella nostra cultura il poli-amore non è considerato accettabile. In pratica, noi amiamo più persone per volta (sempre) e ci innamoriamo di più persone al tempo stesso (talvolta), ma ci imponiamo di sceglierne una con cui condividere anni della nostra vita, se non l'intera nostra vita.

Secondo me succederà quel che deve succedere. La maggior parte delle coppie sposate tradisce, prima o poi. Sono un po' cinico, ma non vorrei sembrare insensibile, capisco che tu ti senta molto legata alla tua famiglia e voglia il bene di tuo marito e dei tuoi figli.

In un mondo ideale, vi sedereste tutti e quattro attorno ad un tavolo e con calma parlereste delle cose "strane" (ma non certo inconsuete) che tu e l'altro signore provate.
Solo un consiglio: qualunque cosa deciderai di fare, oggi o nel futuro, sii sempre leale e sincera con le persone che ami. Non ingannarle.

Rispondi

Torna a “La camera dei segreti”