Tristezza o lieve depressione? Sto male

In questa sezione puoi ottenere informazioni generali di carattere psicologico dal moderatore o da membri autorizzati, psicologi o psicoterapeuti, dalle Pagine Blu. Gli psicologi possono fornirti tutte le informazioni necessarie per offrire un contributo in merito alla prevenzione del disagio mentale, familiare e sociale ma in nessun caso possono fornire diagnosi o indicazioni sui trattamenti da effettuare.

Moderatore: Dr.ssa Eleonora Arduino

Rispondi
Fork820swa
Messaggi: 2
Iscritto il: 20 aprile 2019, 17:32

Tristezza o lieve depressione? Sto male

Messaggio da Fork820swa » 20 aprile 2019, 17:54

Buongiorno a tutti, mi presento.
Sono una ragazza di 32 anni. Convivo, ho un lavoro a tempo indeterminato, per il quale ho superato brillantemente concorsi vari, ho una casa di proprietà, ho una buona indipendenza economica e posso viaggiare. Insomma, una bella vita. Tuttavia, mi sento poco interessante. In gioventù sono stata una brava studentessa, ho fatto tutto bene e in tempo, ma non ero l'anima della festa e non stavo bene nei gruppi fighetti e popolari della scuola. I miei genitori non mi hanno spronato a fare tante cose: non so suonare uno strumento, non so sciare, non ho fatto l'Erasmus (e questo è il mio rimpianto più grande).
A lavoro conosco un collega, ci piacciamo, lui è il classico popolare. A 30 anni fa ancora vita da universitario, coinquiline, uscite tutte le sere, vive nel centro della movida della città.. mi incuriosisce. Alla fine, nulla è successo, solo qualche messaggio, ma ho deciso di volergli parlare e esprimere che mi piaceva, che mi aveva messo in crisi perché lo pensavo più del dovuto. Un disastro. Da una parte, per fortuna che l'ho fatto, così ho potuto chiudere sta finestrella che mi si era aperta su di lui.. Lui mi dice che sì, ci piacciamo, ma lui ha interesse solo al sesso, e se io sono fidanzata e non voglio quello allora.. cosa ci siamo visti a fare? Io speravo di parlare con un adulto, e che ci dovessimo "ok, la situazione è questa, per evitare problemi non sentiamoci più, peccato perché c'è interesse, ma ciao". Avremmo chiuso decentemente. Invece mi ha fatto sentire una nullità, non mi ha fatto una domanda personale, non ha insomma interesse a conoscere la mia persona, per lui sono un po' una sfigatella. E in effetti le sue esperienze non sono paragonabili alle mie. Brutte figure insomma, lui conosceva vari locali in zona e io invece brancolavo nel buio.. insomma una sfigata.
Ora questa cosa mi sta logorando. Mi sento una nullità, non sono interessante, non vale la pena perdere tempo a conoscermi.. Sono due giorni che sto a letto e rimugino su questa esperienza e sul mio passato. Sarei voluta essere come lui, almeno da giovane. Vorrei essere parte dei fighetti. Ma so che la mia indole non è quella!
In realtà, avendo scoperto ora che tipo è, non mi piace neanche più! Un 30enne che vive da ragazzino, senza storie serie precedenti, solo sesso, che sembra di mente apertissima ma alla fine è uno snob.
Insomma, non riesco a definire il mio malessere. Temo che il non sentirmi adeguata a persone che io ritengo "cool" mi porti una lieve depressione. Oggi non ho mangiato nulla e non mi sono alzata dal letto.
Chiedo pareri e aiuto, scusate la lunghezza.
Grazie.

Rispondi

Torna a “Forum di consulenza psicologica”