Interruzione di terapia ...chiedo un consiglio è un punto di vista...

In questa sezione puoi ottenere informazioni generali di carattere psicologico dal moderatore o da membri autorizzati, psicologi o psicoterapeuti, dalle Pagine Blu. Gli psicologi possono fornirti tutte le informazioni necessarie per offrire un contributo in merito alla prevenzione del disagio mentale, familiare e sociale ma in nessun caso possono fornire diagnosi o indicazioni sui trattamenti da effettuare.

Moderator: Dr.ssa Eleonora Arduino

Post Reply
CondrioMito
Posts: 1
Joined: 3 April 2022, 19:54

Interruzione di terapia ...chiedo un consiglio è un punto di vista...

Post by CondrioMito »

Salve,
come si intuisce dal titolo, vi scrivo per una interruzione di psicoterapia. Vi sarei infinitamente grata se potreste leggere questo mio breve resoconto e darmi un consiglio, che sarà preziosissimo. Ho interrotto la psicoterapia un anno e mezzo fa perché mi ero innamorata del mio terapeuta. Dopo due anni e mezzo di terapia stavo molto male perché avrei voluto frequentarlo fuori ma non avevo il coraggio di dirglielo. A volte avevo intuito che sarebbe piaciuto anche a lui, con cose dette e non dette. Ho parlato con lui e ho fatto presente la situazione in vari modi, ma lui continuava a far finta di niente. Diceva che non era possibile uscire con una paziente e che in fondo nemmeno io lo desideravo veramente perché non lo conoscevo. Dopo tre o quattro sedute in cui lui non mi chiedeva più niente e mi faceva parlare solo di lavoro, io gli ho detto che non sarei più venuta e così ho fatto.
Poi, dopo qualche mese, lo ho contattato per chiedergli di vederci fuori per conoscerci ma lui ha detto che assolutamente non si poteva fare. Niente di personale ma era assoli impossibile. Ci ho sofferto moltissimo. Poi per uno strano caso del destino lavoro con una persona che è suo parente, mi è capitato di incontrarlo in luoghi impensati e da quel giorno penso di nuovo sempre a lui, lo cerco ogni volta che esco e mi manca moltissimo. So che lui ha detto di no, ma se veramente lui non avesse provato niente per me, io sarei ancora a cercarlo tra la gente ogni volta che esco ? Mi mancherebbe ancora così tanto? So che lui ha detto di no, ma venivo da un periodo orribile, il mio ragazzo era morto da poco. Magari lui ha pensato che io non ero pronta, che non volevo veramente conoscerlo ma lo stato d’animo in cui mi trovavo mi faceva cercare disperatamente un appoggio in lui. Ora so che non è così, sono passati quasi due anni, e mi chiedo se lui possa avermi detto di no non per mancanza di interesse nei miei confronti ma per la situazione difficile in cui mi trovavo e perché la terapia era finita da troppo poco tempo e pensava si trattasse solo di trasfert. Sto pensando seriamente di contattarlo per dirgli che io sono ancora dell’idea di volerlo conoscere e se per lui le cose sono cambiate sono disposta ad aspettare. Cosa ne pensate? Vi chiedo un consiglio con il cuore in mano...grazie infinitamente
Post Reply

Return to “Forum di consulenza psicologica”