La teoria del caos è applicabile al ragionamento umano?

In questa sezione puoi ottenere informazioni generali di carattere psicologico dal moderatore o da membri autorizzati, psicologi o psicoterapeuti, dalle Pagine Blu. Gli psicologi possono fornirti tutte le informazioni necessarie per offrire un contributo in merito alla prevenzione del disagio mentale, familiare e sociale ma in nessun caso possono fornire diagnosi o indicazioni sui trattamenti da effettuare.

Moderatore: Dr.ssa Eleonora Arduino

Rispondi
josephine-Ameliè
Messaggi: 3
Iscritto il: 10 febbraio 2011, 19:11

La teoria del caos è applicabile al ragionamento umano?

Messaggio da josephine-Ameliè » 10 febbraio 2011, 19:30

Mi sono iscritta a questo forum poichè sto sviluppando un tema riguardante la psicoanalisi ed ho delle idee che per ora sono soltato supposizioni ,pertanto volevo un parere "esperto" sulla possibile veridicità di queste mie supposizioni visto che non saprei a chi chiedere.Sto trattando di quanto in realtà sia l'inconscio a governarci ...quante cose ci nascondiamo per paura della verità o le annulliamo perchè troppo dolorose ,l'inconscio le trattiene tutte ed in momenti particolari della nostra vita le fa riemergere ,io credo che si tratti di una sorta di lato oscuro della mente che non possiamo gestire perchè è al di sotto dell'intelletto con il quale agiamo.So che la mia spiegazione è alquanto confusa ma nella mia tesi sto supponendo come poter scoprire questo "lato oscuro della mente" e vorrei un parere,vorrei sapere se matematicamente parlando la teoria del caos potrebbe essere applicata all'imprevedibilità dell'inconscio su di noi ...o se in realtà il ragionamento umano sia prevedibile.

Avatar utente
devil
Messaggi: 34
Iscritto il: 5 gennaio 2010, 1:16

Re: La teoria del caos è applicabile al ragionamento umano?

Messaggio da devil » 14 febbraio 2011, 0:25

L'inconscio non è prevedibile, e senza tecniche particolari neanche conoscibile....di solito si usano libere essociazioni, sogni o paraprassie. diciamo che quasi tutta la nostra vita mentale è inconscia e solo "la punta dell'iceberg" rappresenta ciò che è conscio.
josephine-Ameliè ha scritto:So che la mia spiegazione è alquanto confusa ma nella mia tesi sto supponendo come poter scoprire questo "lato oscuro della mente" e vorrei un parere,vorrei sapere se matematicamente parlando la teoria del caos potrebbe essere applicata all'imprevedibilità dell'inconscio su di noi ...o se in realtà il ragionamento umano sia prevedibile.
Siamo consciamente confusi e inconsciamente controllati, nulla accade per caso forse neanche le nostre scelte lavorative, gli amici, le relazioni amorose... siamo attori che ripetono un copione che è scritto nel nostro inconscio...

ho letto qualche cosa sulla teoria del caos, ma ti devo ammettere che non ne so molto. Credo che andando ad analizzare un sistema complesso, che possa rispondere alla teoria del caos, vi siano moltissime variabili forse quasi infinite. E questo accade anche nello studio della mente, però studiando la personalità di una persona, nel tempo si possono costruire punti fermi, legami, nodi...che permettono (ad un soggetto esperto) di poter porre ordine. Quello che accade poi è che potremmo essere in grado quasi di prevedere il comportamento e forse anche il pensiero dell'altro. La verità è che ci sono forze che a nostro malgrado ci governano...es. meccanismi di difesa...

Argomento interessante...non so se quello che ho scritto è corretto, ma è quello che penso io....da profana della matreria....spero di aver contribuito un pò nel tuo ragionamento...

ciao ciao

Devil :D

Avatar utente
Sergio67
Messaggi: 813
Iscritto il: 26 febbraio 2009, 15:23

Re: La teoria del caos è applicabile al ragionamento umano?

Messaggio da Sergio67 » 15 febbraio 2011, 13:43

beh, io credo che ci possa anche stare...
Puoi sentirti perso, ma non potrai mai perdere te stesso.

Facilitatore gruppo AMA "Sbilànciati!" su AMAEleusi (cercateci)

Guida Autorizzata Pagine Blu (ma non sono psicologo)

Avatar utente
Dr.ssa Eleonora Arduino
Messaggi: 1880
Iscritto il: 2 novembre 2005, 0:28
Località: Torino

Re: La teoria del caos è applicabile al ragionamento umano?

Messaggio da Dr.ssa Eleonora Arduino » 19 febbraio 2011, 17:43

c'è una variante della teoria del caose che sostiene che in realtà il caos non esiste, è solo una mancanza di conoscenza delle leggi armoniche che tutto governano che ce lo fa intendere come caos. Ma confesso la mia ascarsissima conoscenza della detta teoria.
Staando un po' più nel mio campo, sappiamo che la psicanalisi nella sua ortodossia basa tutto i lsuo "discorso" proprio sulla possibilità/necessità di rendere consscio l'inconscio, seppure specifiche successive e correntti diverse sostengano che questra operazione non sia mai possibile in modo totale: "qualcosa" (e più di qualcosa) resterà sempre inconoscibile di noi, e naturalmente ci influenza, spesso più della parte conscia.
Tuttavia alte riflessoni ed esperienze (specie nell'ambito terapeutico) sostengono che è invece possibile attingere alle nostre parti più inconsce e profonde stabilendo un legame che trascenda l'ambito puramente consapevole (la funzione trascendente di Jung) o lo accorpi in un dialogo possibile, utilizzandolo ocme un grande serbatoio di risorse (ipnosi ericksoniana), oppure lasciando alla mente present e "peina" l compito di regolare i "comportamenti" apparentemente caotici e disfunzionali del conscio (mindfullness): insomma solo per citare alcune grandi "correnti" di pensiero e di metodiche in ambito psicologico.
L'interrogativo che lei pone è affascinante e ha riscontro in tantissimi filoni di pensiero filosofico, psicoterapeutico e persino negli ambiti delle nuove frontiere della fisica e della filosofia della scienza. Insomma: non mancano certo i contributi!
Se stiamo "terra terra" (non nel senso svalutativo, bensì divulgativo del termine) si possono leggere i vari testi di intervist e discorsi del Dalai Lama, ricchi di spunti in tal senso, oppure approfondire tutti gli ambito della psicomotricità e dellle dinamiche mentali.
Dr.ssa Eleonora Arduino - psicologa e psicoterapeuta - Torino
moderatore dei forum "consulenza psicologica"
www.eleonoraarduino.it

Avatar utente
Sergio67
Messaggi: 813
Iscritto il: 26 febbraio 2009, 15:23

Re: La teoria del caos è applicabile al ragionamento umano?

Messaggio da Sergio67 » 11 marzo 2011, 12:53

Non c'è niente da fare, questo argomento continua ad attrarmi.

Prima di tutto è opportuno capire cosa vogliamo dire con teoria del caos.
Riporto in sintesi da Wikipedia. Un sistema si dice caotico quando:
- variazioni estremamente piccole delle condizioni iniziali possono comportare variazioni estremamente grandi del risultato finale
- L'andamento del sistema su tempi di scala lunghi non dipende direttamente e in modo evidente dalle condizioni iniziali
- Il sistema è in un certo senso "confinato"

Quindi secondo me la teoria del caos non dice che non possiamo determinare le leggi comportamentali di un sistema, quanto piuttosto che non possiamo prevedere con esattezza cosa succederà in uno specifico sistema, anche conoscendo le leggi che lo regolano. Inoltre il motivo di questa impossibilità è strutturale, e non legato a una mancanza di conoscenza o tecnologia.
Possiamo considerare il cervello un sistema caotico? beh, per certi versi penso proprio di sì.
Una domanda però mi sorge naturale, per quale motivo solo l'inconscio dovrebbe essere imprevedibile? Per quale motivo lo stesso ragionamento non si dovrebbe applicare anche alla parte cosciente?
Puoi sentirti perso, ma non potrai mai perdere te stesso.

Facilitatore gruppo AMA "Sbilànciati!" su AMAEleusi (cercateci)

Guida Autorizzata Pagine Blu (ma non sono psicologo)

Rispondi

Torna a “Forum di consulenza psicologica”