cosa devo fare?

In questa sezione puoi ottenere informazioni generali di carattere psicologico dal moderatore o da membri autorizzati, psicologi o psicoterapeuti, dalle Pagine Blu. Gli psicologi possono fornirti tutte le informazioni necessarie per offrire un contributo in merito alla prevenzione del disagio mentale, familiare e sociale ma in nessun caso possono fornire diagnosi o indicazioni sui trattamenti da effettuare.

Moderatore: Dr.ssa Eleonora Arduino

Rispondi
bonni7333
Messaggi: 2
Iscritto il: 16 febbraio 2011, 20:25

cosa devo fare?

Messaggio da bonni7333 » 16 febbraio 2011, 20:47

salve..
ho un grosso problema.... credo con me stessa.. sto attraversando un periodo di stress sia sul lavoro sia con il mio fidanzato... mi sento male.... ho una madre malata di Alzheimer e non riesco ad accettare la malattia... mi sento sola... e non mi sento amata.... forse è l'uomo sbagliato.. lui non ha esigenze di starmi vicino e di sentirmi dice che sono troppo opprimente e io invece vorrei che mi aiutasse in certi momenti in cui mi sento disperata..
non so che fare......
grazie

Avatar utente
paolettaswim
Messaggi: 14
Iscritto il: 13 agosto 2010, 21:45

Re: cosa devo fare?

Messaggio da paolettaswim » 19 febbraio 2011, 0:35

bonni l'unico consiglio che ti posso dare é di parlarne con qualcuno...credimi é importante e ti aiuterá molto...

Avatar utente
Dr.ssa Eleonora Arduino
Messaggi: 1880
Iscritto il: 2 novembre 2005, 0:28
Località: Torino

Re: cosa devo fare?

Messaggio da Dr.ssa Eleonora Arduino » 19 febbraio 2011, 17:30

cara bonnie, non è facile rispondere alla sua domanda con così poche informazioni. sicuramene ci vorrebbe un equilibrio tra richieste e risposte, cioè è naturale che ci si voglia appoggiare alle persone care nei momenti difficili, ma è anche vero che se il carico è troppo forte non è possibile. Il problema è la definizione di cosa è troppo e cosa invece è ammissibile. Innanzi tutto è una misura molto personale, non tutti abbiamo lo stesso grado di abnegazione e di sensibilità, e non tutti abbiamo lo stesso livello di insistenza e di aspettativa. Trovare un equilibrio non è facile mai, diciamo che per una parte dobbiamo pensare di essere autonomi e auto sufficienti nella gestione del dolore e della difficoltà, d'altro canto è naturale ch chi ci ama sappia anche sostenerci spercie quando c'è bisogno.
Un altro indicatore è "da quanto tempo": perchè in fase di emergenzza è più scontato chiedere e ricevere aiuto, ma se questo diventa una costante di anni, aspettarselo è meno plausibile. Il consiglio di paoletta non è male: spesso un "orecchio e occhio" esterno può aiutare a trovare il giusto equilibrio in una coppia, o a decidere di cambiare se la sitauzione si rivela inadeguata.
Dr.ssa Eleonora Arduino - psicologa e psicoterapeuta - Torino
moderatore dei forum "consulenza psicologica"
www.eleonoraarduino.it

Rispondi

Torna a “Forum di consulenza psicologica”