masochismo morale????

In questa sezione puoi ottenere informazioni generali di carattere psicologico dal moderatore o da membri autorizzati, psicologi o psicoterapeuti, dalle Pagine Blu. Gli psicologi possono fornirti tutte le informazioni necessarie per offrire un contributo in merito alla prevenzione del disagio mentale, familiare e sociale ma in nessun caso possono fornire diagnosi o indicazioni sui trattamenti da effettuare.

Moderatore: Dr.ssa Eleonora Arduino

Rispondi
anna.87
Messaggi: 4
Iscritto il: 13 maggio 2011, 16:22

masochismo morale????

Messaggio da anna.87 » 13 maggio 2011, 17:28

Salve,
è la prima volta che scrivo pur ponendomi queste domande da una vita...cerco di descrivermi un pò prima di arrivare alla domanda.Non so da dove cominciare...
cresco,nonostante lontana da tutti i parenti,in 1famiglia piena di amore e silenzio. Mio padre è affetto da nevrosi ossessiva compulsiva e mia madre,seppur sana, soffre da sempre di crisi abbandoniche (nate da una grave lontananza emotiva di sua madre e un grande amore/gelosia/paura di suo padre). Mio padre 7/8 anni fa si è curato in un centro specializzato dove sono riusciti a sconfiggere/attenuare la sua 'malattia' ma non la sua depressione (o comunque le sua solitudine), mia madre invece ha sfogato 'la sua malattia' in problemi gastrointestinali (seppur riconducibili ad una immunodeficenza genetica scoperta da poco). Ho una sorella più piccola di me di 6 anni e mezzo sulla quale all'inizio ho sfogato la mia autorità per poi, in seguito ad un suo recente sfogo, optare per un approccio più amichevole con risultati decisamente positivi. Dai 15 ai 21 anni sono stata fidanzata con un ragazzo della mia classe al quale ho completamente donato il mio amore,cuore,vita,tutto...lui pure,ma in cambio mi ha dato tantissima gelosia ossessiva che mi ha relegata in una campana di vetro per tutti gli anni del liceo(d'altra parte io forse non ho lottato abbastanza) e quando ho chiesto più libertà l'equilibrio si è rotto e dopo 1anno e mezzo di agonia (impossibilità a lasciarlo) sono riuscita finalmente a trovare la forza per fare questo passo.
libertà ritrovata,vita,amici,conoscenze,futuro,studio,lavoro...durante quest'ultimo trovo lui,il mio capo,poco più grande di me,bellissimo e brillante,l'opposto (non per queste caratteristiche) del mio ex.lo corteggio,scommetto con me stessa che sarà mio, e così è stato.viviamo 3mesi paradisiaci,ma dall'inizio c'era una postilla...io ad agosto partivo per un erasmus di 5mesi nel nord europa.lui mi sprona ad andare e seguire i miei sogni,la nostra forza è la libertà che ci diamo l'un l'altro di seguire la nostra strada.io parto e ancora ora,dopo i 5mesi di erasmus e laurea(nel frattempo lui viene trasferito in un'altra città per lavoro) siamo ancora insieme.
lui è perfetto per me...io no. Lui ama fare l'amore, e all'inizio la sua passione ed istintività mi hanno travolta fino a farmi provare per la prima volta l'orgasmo.ora non più.sono 7mesi che non provo più quell'emozione nel fare l'amore con lui e tantomeno riesco a raggiungere l'orgasmo. Nel mio rapporto precedente fare l'amore era una cosa meccanica,lo facevo per dare piacere a lui,e lui nn ha mai dato piacere a me,sono arrivata al punto del provare disgusto fisico verso di lui ed accettare una violenza fisica su di me pur di non rispondere alla domanda 'perchè non vuoi farlo?non mi ami più?' la mia risposta l'avrebbe ucciso.il mio ex è stato la mia prima volta,ma non il mio primo approccio al sesso. Quando ero piccola (età delle scuole materne/elementari) giocavo con la mia vicina di casa (stessa età) a fare l'amore.l'una conquistava l'altra per poi simulare un rapporto sessuale,prima personificando l'uomo e poi la donna finchè i miei genitori non ci scoprirono e non ci fecero più vedere (forse neanche io lo chiesi data la vergogna e la mortificazione nei loro confronti). Adesso i miei problemi col sesso si fanno sentire e il mio molto limitato desiderio sessuale è la nota negativa del mio rapporto con il mio lui.
Ho deciso di scrivere in seguito ad una ricerca che ho fatto per conto mio sul masochismo morale. Suppongo di esserne afflitta...ho una certa non indifferente facilità nel farmi male da sola: quando ero piccola mi strappavo i capelli in 1 zona della testa,più grandicella mi mangiavo la pelle degli indici fino a procurarmi ferite e cicatrici molto profonde e ora fumo. La mia soddisfazione viene sempre dopo quella delle persone che amo e adesso è ciò che mi sta portando fuoristrada dato che io vorrei fare la specialistica all'estero ma mi blocco e mi creo problemi ed ostacoli da sola pur di non dare questo immenso dispiacere a mia madre.
Disolito cerco una soluzione da sola ma in questo caso mi piacerebbe sentire il parere di altre persone più informate in materia.
Qualsiasi informazione o consiglio possiate darmi vi ringrazio infinitamente. :)

Avatar utente
Dr.ssa Eleonora Arduino
Messaggi: 1880
Iscritto il: 2 novembre 2005, 0:28
Località: Torino

Re: masochismo morale????

Messaggio da Dr.ssa Eleonora Arduino » 16 maggio 2011, 11:51

Innanzi tutto mi chiedo perchè fare la specialistica all'estero dia "un immenso dispiacere" a sua madre. NOn credo che una madre possa mettere in secondo ordine la felicità e la realizzazioen dei figli, anceh se personalmetne può dispiacerle e soffrire della lontananza, quindi non potrebbe trattarsi di una sua interpretazione? Cioè: sua madre certo ne soffrirebbe, ma non sarebbe anche contenta per lei?
La sua storia familare è certamente molto pesante e penso che abbia lascaito i suoi segni, come tutte le nostre famiglie ci segnano ma in modo differente, socndo la loro carateristica. La sua potrebbe averle dato una forma di masochismo mentale, se così possiamo definire la tendenza a infliggersi dolore anche "rovinando" quello che c'è di positivo. Per questo eprò è necessario potersi confrontare con uno psicoterapeuta, perchè non ci sono risposte che possano valere per tutti. Forse sarebbe opportuno per lei? Un caro saluto
Dr.ssa Eleonora Arduino - psicologa e psicoterapeuta - Torino
moderatore dei forum "consulenza psicologica"
www.eleonoraarduino.it

anna.87
Messaggi: 4
Iscritto il: 13 maggio 2011, 16:22

Re: masochismo morale????

Messaggio da anna.87 » 16 maggio 2011, 18:52

gentile dottoressa,
innanzitutto la ringrazio per la risposta. Per quanto riguarda come si pone mia madre nei confronti della mia voglia di andare a studiare all'estero, io immagino lei sia comunque contenta per me,ma non ne ho le prove, nel senso che la sua risposta è sempre stata di non capire l'utilità di una esperienza futura di studio all'estero e dal suo punto di vista sarebbe una perdita di tempo contro la facilità di frequentare l'università a casa (anche a livello economico) e poi puntare all'estero nel campo lavorativo, quando secondo me è solo un modo per rimandare il momento della mia partenza.
Qualche giorno fa alla mia felicissima notizia di aver ricevuto un viaggio di 5 giorni all'estero come regalo, lei si è arrabbiata, chiedendomi quindi quando sarei tornata a casa e visto che il ritorno sarebbe stato posticipato di non tornare proprio per festeggiare il compleanno di mia sorella. la grande delusione delle sue parole mi hanno portata ad urlarle contro che allora non l'avrei più informata dei miei spostamenti e lei adesso non mi chiede più niente e se le parlo di un viaggio si irrigidisce e non risponde. probabilmente dovrei avere la forza di affrontare un super discorso con lei e metterla difronte al non-rapporto che abbiamo, ma ancora non mi sento pronta, e a volte penso anche che un passo potrebbe anche farlo lei...secondo lei?
Per quanto riguarda lo psicoterapeuta, è una cosa che ho sempre pensato di voler e dover fare, ma per mancanza di fondi prima, e il non sapere dove starò poi, non l'ho mai effettuato. Se dovessi decidere di restare a casa è una cosa che farò sicuramente, anche perchè per superare la sensazione di fallimento che avrei, ne sarà sicuramente necessario.
cordiali saluti.

anna.87
Messaggi: 4
Iscritto il: 13 maggio 2011, 16:22

Re: masochismo morale????

Messaggio da anna.87 » 16 maggio 2011, 18:58

un'ulteriore domanda, secondo lei questo 'masochismo mentale' può influenzare la mia libido e il desiderio sessuale?o la mia carenza è più riconducibile alle esperienze passate?
grazie ancora.

Avatar utente
BiscottoCapo
Messaggi: 50
Iscritto il: 20 aprile 2011, 20:36
Località: Bari

Re: masochismo morale????

Messaggio da BiscottoCapo » 17 maggio 2011, 22:50

Anch'io ti consiglio di andare da un terapeuta....se decidi di rimanere a casa, anche se io vedendo la situazione non te lo consiglio, ma la scelta sta a te, a cosa pensi che sia meglio e come potrebbe farti sentire, perchè di certo io non conosco nulla di più di quello che hai scritto qui...comunque dicevo, se decidi di rimanere a casa, esistono i CSM, Centro di Salute Mentale. Non si paga nessuno....informati se ce n'è uno nella tua città, o giù di lì, e vacci....è sempre utile...
Odi et amo. Quare id faciam, fortasse requiris.
Nescio, sed fieri sentio et excrucior.

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Re: masochismo morale????

Messaggio da doomgeneration » 19 maggio 2011, 16:55

Ciao Anna

Intanto ti dico subito di non farti alcuna remora a partire. Vai subito, senza nemmeno pensarci perché un'occasione come una specialistica all'estero è da cogliere al volo. Tua madre ci rimarrà male ma vedrai che capirà. E in ogni caso la vita è tua, devi seguire i tuoi desideri e non quelli di tua madre... Se invece i tuoi dubbi riguardano più il fatto di rimanere per una psicoterapia, allora le cose cambiano, perché se pensi di averne davvero bisogno allora è il momento giusto per affrontarla...

In secondo luogo per rispondere all'altra tua domanda, io mi trovo in una situazione simile alla tua, per cui mi sento di condividere la mia esperienza, secondo me probabilmente hai delle inibizioni, forse per l'educazione un po' rigida che hai ricevuto ma anche sicuramente per il "trauma" che hai subito nella tua prima storia. Anche io ho fatto un periodo nella mia vita in cui il sesso era una forzatura, una cosa meccanica, e in più questa persona era ossessivamente gelosa, quindi ho avuto molte difficoltà a lasciarlo. Dopo tre anni penso di non essermi ancora ripresa del tutto, nonostante abbia fatto anche io una psicoterapia, che mi ha aiutato moltissimo, e abbia avuto altre brevi relazioni, le inibizioni e l'incapacità di lasciarmi andare sessualmente permangono. L'unica cosa che posso chiederti è se hai notato un cambiamento nella vostra storia (quella attuale) per cui non ti senti più coinvolta come all'inizio. Magari lui è meno attento o cose così, anche se io credo che questa situazione sia dovuta più a un periodo di ansia tuo, in cui hai bisogno di concentrarti su te stessa per capre cosa ti sta succedendo.
Ciao!

anna.87
Messaggi: 4
Iscritto il: 13 maggio 2011, 16:22

Re: masochismo morale????

Messaggio da anna.87 » 20 maggio 2011, 22:36

Ciao,
in realtà non posso dire di aver riscontrato un cambiamento in lui, o meglio, ho riscontrato un abbassamento della sua passione nei miei confronti, ma penso sia solamente riconducibile alla mia incapacità a lasciarmi andare.Ovviamente lui è stufo di 'fare il primo passo' e avere una risposta scarsa e 'bloccata'. So che con questo atteggiamento lo sto portando a non essere felice nel nostro rapporto (seppur perfetto da tutti gli altri punti di vista) e probabilmente anche a buttarlo nelle braccia di qualcun'altra più libera sessualmente, anche solo per appagamento sessuale, ma non riesco proprio ad andare oltre,a superare questo mio problema e a sentirmi libera.D'altra parte non lo vedo come prima e non sono neanche attratta come prima da lui,e potrebbe essere per tutto il tempo che siamo stati lontani (abbiamo stroncato il momento iniziale,più bello, stando lontani per tanti mesi) sia per questa inibizione sessuale che non mi abbandona...è un circolo vizioso e io non ho idea di come si possa affrontare!
Tu hai detto che trovi molte somiglianze tra la mia situazione e la tua,posso chiederti quali?mi hai detto inoltre che sei andata/o da uno psicologo, hai trovato una soluzione a questo problema?ti ha aiutata/o?
p.s:grazie mille per i consigli :)

Avatar utente
Dr.ssa Eleonora Arduino
Messaggi: 1880
Iscritto il: 2 novembre 2005, 0:28
Località: Torino

Re: masochismo morale????

Messaggio da Dr.ssa Eleonora Arduino » 21 maggio 2011, 0:33

anna.87 ha scritto:un'ulteriore domanda, secondo lei questo 'masochismo mentale' può influenzare la mia libido e il desiderio sessuale?o la mia carenza è più riconducibile alle esperienze passate?
grazie ancora.
credo che possa influenzare la libido, di certo: anche negarsi il piacere può essere una forma di masochismo. L'inibizione sessuale è qualcosa che c'è sempre, non va e viene. Si può sentire diversa attrazione o addirittura repulsione per una persona e allora la sessualità certamente si inibisce, non siamo mica automi! Ma se sessualmente va bene e poi cambia, c'è evidentemente qualcosa che è intervenuta nella relazione o nell'interiorità di chi si trova meno propenso ai rapporti e all'abbandono. E quindi sarebbe da comprendere meglio cosa le accade più in generale.
Per quanto concerne le psicoterapie, i centri di salute mentale possono essere consultati, ma in genere devono dare priorità a disturbi più gravi, quindi potrebbe essere iscritta in liste di attesa molto lunghe e/o ricevere una terapia troppo blanda, cioè con incontri troppo diluiti nel tempo. Vale comunque la pena di informarsi presso il proprio centro di riferimento.
In ogni caso, personalmente trovo molto più terapeutico fare un'esperienza forte e nuova, come quella di andare all'estero, piuttosto che rinunciare per andare in terapia: a parte il fatto che psicologi ce n'è in tutto il mondo, darsi delle opportunità può far sorgere risorse interiori insospettate.
Dr.ssa Eleonora Arduino - psicologa e psicoterapeuta - Torino
moderatore dei forum "consulenza psicologica"
www.eleonoraarduino.it

Rispondi

Torna a “Forum di consulenza psicologica”