Differenza di età, problema superabile?

In questa sezione puoi ottenere informazioni generali di carattere psicologico dal moderatore o da membri autorizzati, psicologi o psicoterapeuti, dalle Pagine Blu. Gli psicologi possono fornirti tutte le informazioni necessarie per offrire un contributo in merito alla prevenzione del disagio mentale, familiare e sociale ma in nessun caso possono fornire diagnosi o indicazioni sui trattamenti da effettuare.

Moderatore: Dr.ssa Eleonora Arduino

Rispondi
Emi
Messaggi: 1
Iscritto il: 29 maggio 2011, 14:56

Differenza di età, problema superabile?

Messaggio da Emi » 29 maggio 2011, 15:47

Ciaoa tutti, ho 26 anni e da 4 ho una relazione con un una persona di 8 anni più grandi di me (lui ne ha 34). Abbiamo molte cose in comune, gusti, amicizie, idee...La nostra è una bella relazione molto profonda, e mi ritengo fortunata perchè riusciamo a dialogare sinceramente su qualsiasi cosa, nel nostro rapporto infatti, nonostante le difficoltà, abbiamo sempre mantenuto la capacità di metterci in discussione e non chiudersi a priori verso l'altro...Ciononostante, gli 8 anni di differenza iniziano a farsi sentire in termini di "fasi della vita". Io sono nel pieno di una trasformazione e di una crescita, che si sa, nel nostro paese è un pò "ritardata" rispetto al resto d'Europa, in cui sto cercando di capire come devo orientare la mia vita lavorativa, quali obiettivi voglio raggiungere, e per ora "mi sbatto" parecchio e raccolgo ancora poco, com'è normale forse che sia, faccio lavori precari e guadagno poco, quindi ho anche iniziato a valutare l'idea di andare all'estero, insomma sto cercando di investire su me stessa perchè, nonostante stare in coppia mi piaccia, sono una persona che non vorrebbe farsi mantenere o rinunciare a una realizzazione professionale per amore, ma avere un rapporto alla pari. Dall'altra parte lui, nonostante faccia un lavoro in campo artistico che quindi lo porta a non avere garanzie di stabilità, per ora ha un lavoro abbastanza sicuro, guadagna bene, ha la casa ecc...Insomma inizia a sentire il desiderio di "costruire una famiglia". Io per ora sono molto spaventata da questa cosa, perchè non mi sento assolutamente pronta ad avere dei figli, mentre inizio a valutare l'idea di una convivenza. La mia non è una presa di posizione "ideologica" contro la famiglia, probabilmente un giorno vorrò dei figli e i bambini mi piacciono ma, come ho già detto, sono una persona piuttosto indipendente e l'idea di fare questo passo in un momento in cui la mia identità professionale/sociale non è chiara mi sembra una cosa di cui potrei pentirmi, anche perchè ho praticamente "cresciuto" mia sorella minore che è nata quando ero adolescente e la mia idea di maternità è abbastanza realistica e non idealizzata!! Quindi so cosa mi aspetta. D'altra parte tutti i suoi amici ormai hanno dei figli (anche se li hanno fatti tutti a 32/33 anni, pertanto mi dico che il fatto che io a 26 non ne voglia non è poi tanto strano!) e lui si dice disponibile ad "aspettarmi" entro certi limiti, ma spesso percepisco che questa cosa lo fa soffrire e mi sento in colpa e mi sento angosciata a non poter realizzare un suo desiderio, dal momento che, se lo facessi, probabilmente poi proverei rancore nei suoi confronti. Vivo molto male questa cosa, perchè so che la fase di vita che sto attraversando potrebbe portarmi a perderlo ma in realtà non posso essere nulla di diverso da ciò che sono adesso, nonostante mi vedo con lui nel futuro. Mi sembra una situazione senza uscita, esiste un modo per stare insieme e crescere insieme senza perdersi a causa delle fasi diverse di vita? Qualcuno ce l'ha fatta?? O alla fine l'unica possibilità in questi casi è separarsi?? Grazie.

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Re: Differenza di età, problema superabile?

Messaggio da doomgeneration » 29 maggio 2011, 16:50

Ciao.. Io credo che tu sia una persona molto matura e riflessiva e non posso che condividere in pieno tutto quello che dici sul fatto di sentirsi indipendenti e sull'avere chiara la propria identità professionale/sociale prima di darsi dei nuovi "ruoli" come quello di compagna e di madre. Secondo me quello che tiene unita una coppia non è l'età bensì la progettualità comune, avere dei desideri che si incontrano... Onestamente non so proprio cosa "consigliarti", quando si creano queste situazioni nella coppia è necessario parlarne apertamente ed essere onesti al 100%... Però non devi assolutamente sentirti in colpa per non condividere il suo desiderio di "famiglia", perché come hai detto tu hai 26, e per quanto nel resto del mondo a 26 anni molte donne abbiano già figli, in Italia la situazione è questa e la maggior parte dei ragazzi a 26 si è appena laureato, e l'indipendenza economica è ancora lontana...ma per me è la prerogativa per poter fare figli... ! Comunque in bocca al lupo per il tuo futuro, ti auguro di trovare un lavoro che ti soddisfa :) Ciao!

Avatar utente
CC
Messaggi: 415
Iscritto il: 5 novembre 2010, 20:01
Località: Roma

Re: Differenza di età, problema superabile?

Messaggio da CC » 29 maggio 2011, 16:58

Emi ha scritto:Mi sembra una situazione senza uscita, esiste un modo per stare insieme e crescere insieme senza perdersi a causa delle fasi diverse di vita? Qualcuno ce l'ha fatta?? O alla fine l'unica possibilità in questi casi è separarsi?? Grazie.
Non credo che esista una regola generale ma che bisogna valutare caso per caso.
Quello che descrivi tu può accadere anche in coppie in cui non c'è differenza di età.
Riguardo al fatto che lui debba aspettare bisogna vedere quanto questa cosa pesi a te e quanto a lui perchè magari a questo proposito i punti di vista tendono a confondersi e tendiamo a mettere uno stato d'animo nostro sull'altro.
Io credo che arriverà il momento in cui tutto ti si farà più chiaro, non credo di poter dare un consiglio in una situazione come quella che descrivi. Te lo devi sentire tu ciò che c'è da fare! Evitando l'impulsività.
"Lentamente scompare chi sceglie di percorrere ogni giorno la stessa strada, scompare chi maledice l'imprevisto, chi non parla agli sconosciuti, chi non sa sostenere uno sguardo; essere vivo richiede uno sforzo maggiore che il semplice respirare".

Avatar utente
Dr.ssa Eleonora Arduino
Messaggi: 1880
Iscritto il: 2 novembre 2005, 0:28
Località: Torino

Re: Differenza di età, problema superabile?

Messaggio da Dr.ssa Eleonora Arduino » 3 giugno 2011, 23:33

come dice doom quel che fa una coppia è la progettualità comune che può essere la stessa anche con età molto diverse, ma solitamente non è così e se lo è rischia di mostrare le corde col tempo. L'unica cosa è vivere serenamente il presente, agire quello che si sente importante per sè e stare a vedere cosa succede, mettendo in conto di potersi separare se dovesse diventare urgente per qualcuno dei due qualche progetto che per l'altro è inaccettabile. Succcede a tutte le età, ma un divario maggiore ne amenta le probabilità. Quindi, come dice CC, nessuna regola fissa ma la consapevolezza di poter essere caso a sé ma pronto a tutto.
In quanto ai sensi di colpa, maturità insegna che nessun rapporto è perfetto per sempre e c'è sepre qualche mediazione e rinuncia da fare. Ma si può accettare quando si è vissuto un po' di più, non quando bisogna rinunciare a priori.
Dr.ssa Eleonora Arduino - psicologa e psicoterapeuta - Torino
moderatore dei forum "consulenza psicologica"
www.eleonoraarduino.it

Rispondi

Torna a “Forum di consulenza psicologica”