apologia del suicidio

In questa sezione puoi ottenere informazioni generali di carattere psicologico dal moderatore o da membri autorizzati, psicologi o psicoterapeuti, dalle Pagine Blu. Gli psicologi possono fornirti tutte le informazioni necessarie per offrire un contributo in merito alla prevenzione del disagio mentale, familiare e sociale ma in nessun caso possono fornire diagnosi o indicazioni sui trattamenti da effettuare.

Moderatore: Dr.ssa Eleonora Arduino

sfigato
Messaggi: 539
Iscritto il: 26 settembre 2007, 13:53

Re: apologia del suicidio

Messaggio da sfigato » 27 settembre 2011, 19:13

non ti rispondo proprio niente! sai che mi frega di darti lezioni...

Avatar utente
francesca
Messaggi: 1132
Iscritto il: 24 aprile 2006, 15:45

Re: apologia del suicidio

Messaggio da francesca » 27 settembre 2011, 19:43

ma quanto sei antipatico...sai cosa, hai detto le lezioni di einstein ------
Pure presuntuoso e narcisista.

:D

Sai che mi frega a me? :)

sfigato
Messaggi: 539
Iscritto il: 26 settembre 2007, 13:53

Re: apologia del suicidio

Messaggio da sfigato » 27 settembre 2011, 21:35

guarda che nessuno ti obbliga a scrivere qui...

Avatar utente
tersite
Messaggi: 573
Iscritto il: 16 dicembre 2005, 12:25
Località: pianeta terra

Re: apologia del suicidio

Messaggio da tersite » 28 settembre 2011, 11:34

leggendovi sapete una cosa? siete buffi :D
invece di stuzzicarvi , potreste approfondire un argomento quello del suicidio
che non è banale ... Di mio vorrei aggiungere che si può anche demonizzarlo
ma non si può dimenticare quanti grandi uomini si sono uccisi
per le motivazioni più diverse, l'ultimo che mi ricordo è Monicelli
il regista di tanti films anche divertenti penso ad amici miei
penso al grandissimo scrittore americano Ernest Hemingway
o al grande filosofo greco Socrate ...sono davvero tantissimi
ma forse questo non è il luogo adatto a parlarne :roll:

Avatar utente
francesca
Messaggi: 1132
Iscritto il: 24 aprile 2006, 15:45

Re: apologia del suicidio

Messaggio da francesca » 28 settembre 2011, 15:08

Poichè abbiamo già tutti un piede nella fossa, potremmo pensare di vivere finchè ci sentiamo utili a qualcosa.
Io personalmente non disdegno l'idea di andare a morire sui ghiacci come le vecchie esquimesi quando non servirò più a nulla, ( PAESE DALLE OMBRE LUNGHE)e non vorrei essere di peso ad altrui, soprattutto.

Nel frattempo...sto a rompere :mrgreen:

Avatar utente
Dr.ssa Eleonora Arduino
Messaggi: 1880
Iscritto il: 2 novembre 2005, 0:28
Località: Torino

Re: apologia del suicidio

Messaggio da Dr.ssa Eleonora Arduino » 28 settembre 2011, 15:10

tersite ha scritto:leggendovi sapete una cosa? siete buffi :D
invece di stuzzicarvi , potreste approfondire un argomento quello del suicidio
che non è banale ... Di mio vorrei aggiungere che si può anche demonizzarlo
ma non si può dimenticare quanti grandi uomini si sono uccisi
per le motivazioni più diverse, l'ultimo che mi ricordo è Monicelli
il regista di tanti films anche divertenti penso ad amici miei
penso al grandissimo scrittore americano Ernest Hemingway
o al grande filosofo greco Socrate ...sono davvero tantissimi
ma forse questo non è il luogo adatto a parlarne :roll:
Be', Socrate si è suicidato per imposizione politica, non è un "vero" suicidio.
Anche Pavese, Salgari, Levi... ci sarebbe molto da dire, ma qui in realtà il tema nascosto non è il suicidio, si disserta per non parlare davvero di quello che gira in testa... o meglio, nel cuore.
Un forum di consulenza psicologica accoglie le problematiche delle persone, non le speculazioni intellettuali, per quanto interessanti. Se ne può parlare riferiti a se stessi, alle proprie esperienza in merito e allora diventa una questione congrua.
Tuttavia, se qualcuno vuole procedere su questa via, non cancello certo il post! :D
Dr.ssa Eleonora Arduino - psicologa e psicoterapeuta - Torino
moderatore dei forum "consulenza psicologica"
www.eleonoraarduino.it

sfigato
Messaggi: 539
Iscritto il: 26 settembre 2007, 13:53

Re: apologia del suicidio

Messaggio da sfigato » 28 settembre 2011, 20:29

mi sa che voi terapeuti vi fidate un po' troppo del vostro sapere così da presumere.
Da parte mia non c'è nulla di nascosto, anzi sono trasparente come l'aria che respiro e quello che Lei ritiene essere una specupazione intellettuale è per me filosofia e non si può esistere senza: filosofia non significa pensare a qualcosa tanto per occupare i tempi morti, è anzi amore per la sapienza e quindi sta alla base del Suo stesso sapere.

Avatar utente
francesca
Messaggi: 1132
Iscritto il: 24 aprile 2006, 15:45

Re: apologia del suicidio

Messaggio da francesca » 30 settembre 2011, 14:35

Non ti risponde, sei aggressivo, e non te ne rendi conto.

Avatar utente
francesca
Messaggi: 1132
Iscritto il: 24 aprile 2006, 15:45

Re: apologia del suicidio

Messaggio da francesca » 30 settembre 2011, 14:40

E poi non sei trasparente, non parli col cuore, ti nascondi dietro le frasi fatte.

Cosa ci vuole a dire che la filosofia è importante, non ci vuole niente, e poi che sia la base del suo stesso sapere, lo dici tu.

La filosofia è solo una branca del sapere, ma non serve a niente ai fini del benessere personale.
Non è che scambi la psicoterapia con una serie di ragionamenti filosofici.

Se speri di analizzare te stesso a forza di quel che hanno teorizzato altri, prendi una cantonata.

piuttosto guarda il tuo vissuto personale, cosa senti, cosa provi. M.

sfigato
Messaggi: 539
Iscritto il: 26 settembre 2007, 13:53

Re: apologia del suicidio

Messaggio da sfigato » 30 settembre 2011, 15:14

Questa è solo la tua opinione!
Il significato stesso della parola Filosofia è amore per la sapienza.
Se quindi ogniuno di noi AVESSE in cuor suo Filosofia ritengo che ci sarebbero molte sofferenze in meno.
Filosofia è quindi una ricetta per poter stare bene, è la ricerca del sapere fatta con amore e con passione, cosa che oggi manca persino a sedicenti filosofi.
Quanti di voi (terapeuti compresi) sono certi di avere un bricciolo di filosofia nel proprio cuore? quanti ditemi? io almeno ci provo!
Inoltre non sono affatto aggressivo, come ti viene quest'idea?
Sono legato alle parole e al loro significato poichè ritengo che la Verità sia palese nelle cose semplici.

Come ho detto altre volte: perchè tante facce tristi? non esiste alcun antidoto, siete voi stessi a crearvi problemi!

Avatar utente
francesca
Messaggi: 1132
Iscritto il: 24 aprile 2006, 15:45

Re: apologia del suicidio

Messaggio da francesca » 30 settembre 2011, 17:33

Certo che è la mia opinione, siamo qui per esprimere anche opinioni, non è illecito, mi accorgo per fortuna che non ti offendi, ma accogli le opinioni,che non sono giudizi, beninteso.

Non lo so, ho colto la critica nei confronti di una professione, ma in effetti la critica non è necessariamente aggressiva, chiedo venia per questo, può darsi che siano mie proiezioni.

Io personalmente non sono triste, sono riflessiva, poi mi interessano le vicende altrui, trovo che siano istruttive e di aiuto per ciascuno di noi.

Tu come sei?

Avatar utente
tersite
Messaggi: 573
Iscritto il: 16 dicembre 2005, 12:25
Località: pianeta terra

Re: apologia del suicidio

Messaggio da tersite » 30 settembre 2011, 19:43

io invece sono triste, ma ciò porterebbe da un'altra parte rispetto al thread
e poi sono discorsi che ho già fatto e rifatto
quello che non capisco è se sfigato vive ben con se stesso
che motivo c'ha di postare in un forum di psicologia
per dimostrare che la psicoterapia non serve?
Questa è una risposta già data , mi ricordo di una ragazza che diceva più o meno di reagire
di darsi da fare e che la psicoterapia era una balla per chi non ha le "palle"
in realtà la faccenda è molto più complicata, a volte non riesci ad uscire
dalla tua convinzione e la forza di volontà non serve a molto

Avatar utente
francesca
Messaggi: 1132
Iscritto il: 24 aprile 2006, 15:45

Re: apologia del suicidio

Messaggio da francesca » 30 settembre 2011, 19:54

sfigato secondo me è curioso, primo perchè ha sperimentato una psicoterapia, che di per sè sollecita curiosità, sia nei confronti di se stessi, sia nei confronti degli altri, secondo perchè ha ancora delle domande da porre, e non è convimto a pieno di ciò che afferma. pertanto chiede confronto, giustamente.

Qui ci sono interlocutori che condividono le sue esperienze, nonchè una psicoterapeuta, e chiede delucidazioni.

Il dubbio è se deve imbarcarsi in una psicoterapia, o se è tempo perso, almeno questo è quanto c'ho preso.

sfigato
Messaggi: 539
Iscritto il: 26 settembre 2007, 13:53

Re: apologia del suicidio

Messaggio da sfigato » 30 settembre 2011, 23:51

che fine ha fatto l'argomento principale della discussione? perchè vi ostinate a cercare di capire se ho bisogno o no di una terapia? allora vi levo ogni incertezza! non ne ho bisogno soprattutto dopo esserci già passato! chiaro?

Ora se avete qualcosa da dire vi chiedo di rispettare l'argomento in oggetto, altrimenti se avete domande personali da farmi fatelo con un pm... e se ho tempo e voglia vi rispondo.

Avatar utente
francesca
Messaggi: 1132
Iscritto il: 24 aprile 2006, 15:45

Re: apologia del suicidio

Messaggio da francesca » 1 ottobre 2011, 13:01

va bene, oh, atgomentiamo sul suicidio, però in base alle esperienze personali, come ha detto la Dottoressa, sennò ti prendi un testo teorico e facciamo a meno di discutere a vuoto.

Te ti suicideresti quando, dove, come e perchè?

Rispondi

Torna a “Forum di consulenza psicologica”