Sono Asociale ... a tratti...

In questa sezione puoi ottenere informazioni generali di carattere psicologico dal moderatore o da membri autorizzati, psicologi o psicoterapeuti, dalle Pagine Blu. Gli psicologi possono fornirti tutte le informazioni necessarie per offrire un contributo in merito alla prevenzione del disagio mentale, familiare e sociale ma in nessun caso possono fornire diagnosi o indicazioni sui trattamenti da effettuare.

Moderatore: Dr.ssa Eleonora Arduino

Rispondi
carlojil
Messaggi: 121
Iscritto il: 7 febbraio 2007, 11:31

Sono Asociale ... a tratti...

Messaggio da carlojil » 9 novembre 2011, 10:05

Ciao a tutti,
sono un introverso, timido e associale.... se non sono glia altri a "tendermi" una mano io sto nel mio angolino...
Poi però, ogni tano rompo il giaccio ma è una situazione fine a se stessa, non do continuità e la volta successiva torno sui miei passi... così ri ripeto per diverse volte, finchè o non supero la mia difficoltà o gli altri non mi etichettano per "strano" e mi lasciano nel mio brodo...

Poi ci sono dei momenti in cui vorrei "recuperare" ma ovviamente diventa tutto piùà difficile e mi complico le cose con le mie paranoie...

Spesso mi sento "vuoto", senza argomenti, la mente in tilt e quindi mi sembro uno "strano" e/o un pesce fuor d'acqua... quindi mi rifugio nel "mio mondo" e l'iter sopra descritto ricomincia...

cosa posso fare per "crescere" con costanza ? Ho 34 anni e mi sembra di aver già fatto passi in avanti rispetto a anni fa...

Anche con "i compagni di treno" facico così, sono io che attacco bottone e poi mi rintano... se il giorno dopo li vedo in gruppo "scappo" se li vedo soli allora mi avvicino...
Se poi sono donne le mie difficoltà aumentano perchè nelle mie paranoie, se attacco bottone con una donna mi sembra di fare il rompi scatole, se socializzo con uomoni il problema sembra essere lieve e mi sembra una cosa più normale..

Sto pensado ad una terapia... sia per questi miei comportaenti sia per il "sentirmi" senza argomanenti...mentre tutti gli altri parlano sempre tanto e hanno tanto da dire...
Help me, please !!!!!

elfonero
Messaggi: 23
Iscritto il: 17 ottobre 2011, 2:03

Re: Sono Associale ... a tratti...

Messaggio da elfonero » 9 novembre 2011, 18:28

Non è una consolazione che gli altri abbiano sempre qualcosa da dire. Anzi, di per sé può voler dire che non riuscendo a vivere in pace il silenzio, è necessario coprire i vuoti con parole assolutamente inutile alle volte. Se senti sia il caso, sì. Chiedere una mano di conforto senz'altro può chiarirti le idee e vivere in modo migliore.

Avatar utente
Dr.ssa Eleonora Arduino
Messaggi: 1880
Iscritto il: 2 novembre 2005, 0:28
Località: Torino

Re: Sono Associale ... a tratti...

Messaggio da Dr.ssa Eleonora Arduino » 9 novembre 2011, 22:21

più che una mano di conforto credo sia opportuna una psicoterapia che vada a fondo delle cause del suo problema trovando con lei le risorse per superarlo.
Non so perchè si stia diffondendo sempre più la credenza che la psicotrerapia serva a consolare, a confortare o a dare buoni consogili. Forse sta nell'imamginario collettivo, forse sta nell'incotnro con psicologi poco preparati, non ho idea.
Tuttavia è bene avere molto chiaro che la psicoterapia può essere confortante esostenere, ma il suo scopo primario è arrivare a un superametno del problema attraveso la comprensione, la ricerca e la sperimentazioen su di sè con la guida di un esperto preparato di sufficiente esperienza.
Dr.ssa Eleonora Arduino - psicologa e psicoterapeuta - Torino
moderatore dei forum "consulenza psicologica"
www.eleonoraarduino.it

carlojil
Messaggi: 121
Iscritto il: 7 febbraio 2007, 11:31

Re: Sono Asociale ... a tratti...

Messaggio da carlojil » 14 novembre 2011, 12:00

Dove posso troare un elenco di psicoterapeuti a cui potermi rilvogere?
su questo sito c'è una sezione dedicata ?
uno vale l'altro oppure si sceglie con criterio ?

Avatar utente
Dr.ssa Eleonora Arduino
Messaggi: 1880
Iscritto il: 2 novembre 2005, 0:28
Località: Torino

Re: Sono Asociale ... a tratti...

Messaggio da Dr.ssa Eleonora Arduino » 15 novembre 2011, 1:41

in pagine blu c'è anche il database degli psicologi iscritti per città. Non è facile orientarsi e certamente le persone sono diverse.
Io consiglio sempre di controllare i requisiti che mi sembrano minimi:
- iscrizione all'Ordine e all'albo degli psicoterapeuti
- ricordare che solo uno psicoterapeuta può occuparsi di terapia, non un semplice psicologo
. controllare la provenienza formativa medica oppure psicologica. Spesso i medici e gli psichiatri non hanno una formazione psicologica adeguata, che dai loro studi non è richiesta
- verificare l'esperienza, eventualmente le specializzazioni (ormai quasi tutti hanno un curriculum consultabile)
- fare attenzione a chi promette grandi risultati in poco tempo
Naturalmente quel che è importante è il rapporto che si crea, ma uno sguardo ai requisiti non è male, perchè purtroppo ci sono molte scorrettezze
Dr.ssa Eleonora Arduino - psicologa e psicoterapeuta - Torino
moderatore dei forum "consulenza psicologica"
www.eleonoraarduino.it

Rispondi

Torna a “Forum di consulenza psicologica”