Troll , OT e metodiche di disturbo

In questa sezione puoi ottenere informazioni generali di carattere psicologico dal moderatore o da membri autorizzati, psicologi o psicoterapeuti, dalle Pagine Blu. Gli psicologi possono fornirti tutte le informazioni necessarie per offrire un contributo in merito alla prevenzione del disagio mentale, familiare e sociale ma in nessun caso possono fornire diagnosi o indicazioni sui trattamenti da effettuare.

Moderatore: Dr.ssa Eleonora Arduino

Avatar utente
Dr.ssa Eleonora Arduino
Messaggi: 1880
Iscritto il: 2 novembre 2005, 0:28
Località: Torino

Re: Troll , OT e metodiche di disturbo

Messaggio da Dr.ssa Eleonora Arduino » 15 ottobre 2012, 23:46

leo ha scritto: PS: uno spunto di riflessione. Cosa spinge una persona dotata di buona intelligenza e buona istruzione (laureata o autodidatta) con un impiego (che si suppone le porti via 8 h al giorno) a comportarsi in questo modo?
se vogliamo ritornare a una riflessione seria oltre le esilaranti performance di amore/amore./sonosolo/gabriele83 e quant'altri (perchè ce ne sono altri, meno certi), direi che si sta ormai attestando una nuova "sindrome da video", tale per cui il video del pc faciliterebbe lo scatenarsi soprattutto delle proprie aggressività represse e/o inespresse. Abbiamo già avuto esempi del genere in passato anche qui sui forum Blu che hanno riguardato addirittura professionisti affermati: francesca e altri più "anziani" si ricorderanno di un certo neurologo che usava non so quanti nick per pontificare e poi scagliarsi contro chi non era d'accordo, proiettando le proprie mancnze. Il suo cavallo di battaglia era la presunta assenza di dialogo.
A ben guardare possiamo riconoscerne almeno una traccia in ciascuno di noi: tutto quello che non abbiamo mai avuto il coraggio di dire e che ora emerge. E soprattutto analizzando il leit motiv che si ripropone, si può individuare la problematica originaria: insomma, le solite questioni proiettive.
Il meccanismo e' simile a certe inaudite violenze che (ci) colgono automobilisti sbraitanti dietro i finestrini chiusi: chi ripeterebbe quelle cose vis-a-vis magari a un pedone che ci ha pestato un piede? di solito accadono di più a persone che nella vita "palesata" fanno fatica a reagire spontaneamente.
Questa è l'ipotesi "aggressività repressa", ma non è l'unica lettura possibile.
ad esempio: cosa spinge un provocatore ad agire così? (oltre a quelli prezzolati, ovviamente)
Forse Gabriele83 vorrà illuminarci...
Dr.ssa Eleonora Arduino - psicologa e psicoterapeuta - Torino
moderatore dei forum "consulenza psicologica"
www.eleonoraarduino.it

Avatar utente
Dr.ssa Eleonora Arduino
Messaggi: 1880
Iscritto il: 2 novembre 2005, 0:28
Località: Torino

Re: Troll , OT e metodiche di disturbo

Messaggio da Dr.ssa Eleonora Arduino » 15 ottobre 2012, 23:57

mi fate riflettere a partire dalla discussione sul bullismo. Qui si sta creando una dinamica provocazione/reazione/messa-a-terra/dileggio che assomiglia moltissimo alle meccaniche del bullismo. Ora ci scateniamo tutti con sarcasmo nei confronti di amore/aliasditutto che ha provocato per molti mesi (anni?), dileggiando a propria volta coloro che riusciva ad esasperare. Che circoli viziosi... un bell'esempio della legge di risonanza
Dr.ssa Eleonora Arduino - psicologa e psicoterapeuta - Torino
moderatore dei forum "consulenza psicologica"
www.eleonoraarduino.it

Avatar utente
francesca
Messaggi: 1132
Iscritto il: 24 aprile 2006, 15:45

Re: Troll , OT e metodiche di disturbo

Messaggio da francesca » 16 ottobre 2012, 18:03

Dr.ssa Eleonora Arduino ha scritto:mi fate riflettere a partire dalla discussione sul bullismo. Qui si sta creando una dinamica provocazione/reazione/messa-a-terra/dileggio che assomiglia moltissimo alle meccaniche del bullismo. Ora ci scateniamo tutti con sarcasmo nei confronti di amore/aliasditutto che ha provocato per molti mesi (anni?), dileggiando a propria volta coloro che riusciva ad esasperare. Che circoli viziosi... un bell'esempio della legge di risonanza
Beh molto interessante, sono dinamiche che non risparmiano gli psicologi non terapeuti, posso testimoniare che dopo il ban definitivo sul forum dei profesionisti fui oggetto di scherno e dileggio, tra l'altro scrissi per email agli amministratori di cancellare alcune prese di giro nei miei riguardi, e lo ottenni subito.

Mi ricordo lo psichiatra, sì, era fissato su un certo Bion.

tanto per ritornare al punto che neanche gli psicologi conoscono le dinamiche proprie nel gruppo, o meglio le sapranno ma solo in teoria.

A proposito, lo psichiatra che ha messo le mani addosso al bambino le saprà le proprie reazioni, e gliele devono ancora insegnare?

A quanto ne so è proibito toccare la gente, non esiste nessuna legge che autorizzi a toccare fisicamente una persona senza il suo consenso, m, non dovrebbero radiarlo?

E poi anche i padri possono mettere le mani addosso ai figliuoli? Una bella denuncia per maltrattamenti no?

blackbird
Messaggi: 171
Iscritto il: 16 febbraio 2007, 22:39

Re: Troll , OT e metodiche di disturbo

Messaggio da blackbird » 17 ottobre 2012, 0:59

Però però..perchè non ricordare che Amore ha pure scritto e dialogato in maniera regolare, dibattendo intelligentemente su argomenti astratti, apportando opinioni rispettose?
E' vero che non ho avuto lunghi colloqui insieme a lei/lui e che non partecipo assiduamente a questo forum, è pure vero che arrivare a prendere una decisione così drastica succede dopo rinnovati comportamenti inadeguati. E la persona in questine sembra aver davvero malinterpretato, in certi casi, la filosofia di questo forum.
Mi chiedo soltanto se aver agito in questa maniera non sia la risposta aggressiva che dovrebbe rispondere all'attacco agressivo di qualcuno. E quindi il manifestarsi dell'agressività da ambo le parti.. Come non voler tenere la mela marcia dentro al cesto per non rischiarne l'infezione (a contaminazione ormai avvenuta). Come non accettare che qualcuno, in questo grande gruppone, abbia questo sintomo e che non abbia gli strumenti per gridare "aiuto"..ma solo azioni.. a volte calibrate, a volte no.
E poi entrare nel vortice del "meccanismo-troll" non dipenderebbe da noi che rispondiamo? E se noi rispondiamo ci sarà pure un motivo..
Le persone soffrono, è vero, ed avere una persona che le pungola non fa certo diminuire la sofferenza. Avere una persona che ragiona con te forse aiuta. Avere una persona che ti asseconda forse aiuta o forse no.
Però:
Avere una persona che ti pungola non è detto che provochi un aumento di sofferenza, anzi alla lunga, può essere che ti metta di fronte a nodi particolari che prima non avevi voluto vedere..e, riconoscendoli, affrontare.
Avere una persona che ragiona con te non è detto che risponda al tuo sistema logico, non è detto che affettivamente capisca le tue sofferenze, non è detto che accolga la ragione del tuo dolore..
Insomma..non voglio difendere colei/colui che ha fatto sì che questo dibattito fosse aperto. Forse a lungo andare anche io c'avrei litigato con lei/lui.. Vorrei solo sottolineare che dinamiche di questo tipo esistono anche nella vita di tutti i giorni. Dove esistono insiemi di individui si possono innescare meccanismi a catena che, spesso, estrapolano la peggior parte di noi. Nessuno ne è immune. Molto spesso non si capta nemmeno la presenza della zona oscura che fa soffrire l'altra persona. Coerentemente con la perdita del buon senso..

Gabriele83
Messaggi: 2
Iscritto il: 15 ottobre 2012, 21:10

Re: Troll , OT e metodiche di disturbo

Messaggio da Gabriele83 » 17 ottobre 2012, 8:50

Bene Blackbird, sei leale ed hai centrato il punto. Magari è stato eliminato proprio l'utente più bisognoso di aiuto di tutti gli altri attori. Ad ogni modo, ciò che trovo più discutibile è che si sia attuata una specie di "strategia" un po' forzata cercando di cucire addosso all'utente l'etichetta di troll, quasi come a voler giustificare e facilitarne in tale maniera il ban.

leo
Messaggi: 402
Iscritto il: 25 ottobre 2005, 13:36
Località: E.R. - Italia

Re: Troll , OT e metodiche di disturbo

Messaggio da leo » 17 ottobre 2012, 10:58

Se posso rivolgermi direttamente ad amore ed evitare di chiamarti Gabriele..
Cercando di prendere spunto in qualche modo anche a quello che è stato scritto dalla dottoressa,e da blackBird, ti vorrei chiedere:

"Come mai non ti sei mai raccontata, su questo forum... Ignorando gli inviti a dire qualcosa di te?
Dici di essere la persona che aveva più bisogno di aiuto... ma ne sei sicura? Conosci forse le altre persone che scrivono qui e ciò che stanno vivendo?
Lo dico anche perché io non sono mai riuscito a capirti.. e penso di averci provato.
E' vero che non ti sei limitata a giudicare ed insultare, ed hai scritto dei post da cui emergeva il ritratto di una persona abbastanza intelligente e colta.. ma questo ti pone automaticamente al di sopra degli altri?
Il contrasto tra l'amore scontrosa ed intrattabile, che offende tutti e tutte, andando sul personale, cinica e incattivita da chissà quale forma di dolore , che non si racconta ed evita spesso e volentieri il dialogo definendo stupide le opinioni altrui e l'amore più 'sensibile' , che cita poesie e canzoni.. che scrive post che denotano passione (anche se anonima, nel senso di impossibile da decifrare) ed intelligenza emerge chiaro. In realtà anche prima dell'accusa di trollin' e dei duplicati sono sempre esistite diverse amore.
Il problema è sorto -per come la vedo io- in seguito alle varie segnalazioni .... Non vi sono state strategie, per come la vedo io
Si è trattato di un caso di reazione (da parte di un numero imprecisato di utenti) alle tue azioni.
Forse hai bisogno di aiuto, ma nei quasi mille messaggi da te scritti non hai mai spiegato perché... Ne cosa provi, ne chi sei (da un punto di vista emotivo)...
E' anche questo che non capisco...
so che mi ignori perché mi consideri uno degli utenti che ha complottato per farti bannare... ma dovresti accettare il fatto che non lo sono. Che non c'è mai stato nessun complotto..
Quindi potresti anche sforzarti di rispondere alla mia domanda.. di comunicare con me in maniera sincera, per una volta"
Ultima modifica di leo il 17 ottobre 2012, 11:25, modificato 1 volta in totale.
"Pago la rimozione/ nessuna reazione
Per questo Lula non vince quasi mai" M.C.

Avatar utente
Dr.ssa Eleonora Arduino
Messaggi: 1880
Iscritto il: 2 novembre 2005, 0:28
Località: Torino

Re: Troll , OT e metodiche di disturbo

Messaggio da Dr.ssa Eleonora Arduino » 17 ottobre 2012, 11:16

in attesa che l'amministrazione rilevi i vari fake, riassumo brevemente la vicenda:
amore in questo forum (e poi abbiamo rilevato anche in altri, con diversi nick/clone) ha scritto cose molto belle ma anche post inaccettabili, con insulti espliciti nei confronti degli utenti, a volte cancellati successivamente, a volte no.
Lo ha fatto ripetutamente per mesi, redarguita con diversi richiami pubblici e cancellazione di post scorretti.
Infine è stata richiamata ufficialmente dall'amministrazione in privato, la quale amministrazione, studiato il caso con ore di applicazione e lettura di infiniti post (amore era molto produttiva, senza contare gli altri clone), l'ha avvisata che alla prima nuova occasione negativa sarebbe scattato il ban. Forse si ignora che la procedura di ban è condotta con molta attenzione a tutta la storia dell'utente, perciò richiede anche molto tempo. Per accelerare la procedura io stessa mi sono presa l'onere di leggere molti post e rilevare i nick da sottoporre all'amministrazione.
L'occasione c'è stata, anzi più di una, quindi il ban.
Abbiamo anche ricevuto numerosissime segnalazioni da altri utenti in privato e in pubblico.

Poichè i fake sono proibiti ora è in studio la valutazione degli altri nick/clone che - se individuati - saranno eliminati NON necessariamente in quanto negativi, ma in quanto cloni.
Davvero non capisco perchè si voglia continuare a confondere le idee su una procedura tanto semplice.(in realtà lo capisco, ma non lo posso avvallare :) - L'effetto è piuttosto esasperante e ci vogliono davvero 25 anni di onorata carriera psicoterapeutica per non perdere del tutto la pazienza! :D si ha idea di quanto tempo ed energie - delle poche disponibili - tutto questo costi agli amministratori e agli utenti, sottraendolo a fruttuose discussioni che si potrebbero aprire?
Purtuttavia l'onorata carriera consente di utilizzare anche questi momenti in modo costruttivo, almeno lo spero... almeno finchè anche l'onorata carriera non basterà più a consentire di adoperarsi.

E' naturale - detto inter nos, curiosa espressione visto il luogo pubblico in cui siamo - che un utente bannato può re-iscriversi con altro nick e sarebbe persino tollerato se non servisse a ricominciare la manfrina... ovviamente è particolarmente tenuto d'occhio.... perciò...
non vi sembra evidente quanto ci dispiaccia il ban di amore? ma certi comportamenti non sono assolutamente ammissibili.
Dr.ssa Eleonora Arduino - psicologa e psicoterapeuta - Torino
moderatore dei forum "consulenza psicologica"
www.eleonoraarduino.it

blackbird
Messaggi: 171
Iscritto il: 16 febbraio 2007, 22:39

Re: Troll , OT e metodiche di disturbo

Messaggio da blackbird » 17 ottobre 2012, 14:11

Non credo sia un fatto di lealta'..solo mi stanno a cuore le ragioni degli incompresi,credo che esserlo sia fonte di sofferenza. Certo eserre o non essere compresi dipende anche da noi. La sofferenza poi e' soggettiva e scarsament comparabile tra individui.
Questo non dev costituire un alibi per comportamenti poco rispettosi.

Il processo di banning non deve essere uno scherzo. Comporta la dispersione di molte energie. L'amministrazione e la moderatrice devono davvero aver prosciugato il fondo.
Mi chiedo soltanto se non era possibile tenere quelle parti interessanti dei numerosi argomenti ch Amore ha scritto ed a cui ha partecipato. E' stato eliminato tutto di default..Immagino che forse questo avrebbe richiesto ancora piu'attenzione e quindi fatica. E' un peccato pero' aver perso anch quella parte costruttiva e fruttuosa che spesso e' nascosta nelle persone scontrose all'apparenza..maleducate per difesa,chissa'..

Avatar utente
Dr.ssa Eleonora Arduino
Messaggi: 1880
Iscritto il: 2 novembre 2005, 0:28
Località: Torino

Re: Troll , OT e metodiche di disturbo

Messaggio da Dr.ssa Eleonora Arduino » 17 ottobre 2012, 19:46

blackbird ha scritto: Mi chiedo soltanto se non era possibile tenere quelle parti interessanti dei numerosi argomenti ch Amore ha scritto ed a cui ha partecipato. .
No, in realtà non è possibile filtrare i messaggi da eliminare, il ban prevede la cancellazione automatica di tutti i messaggi.
Dr.ssa Eleonora Arduino - psicologa e psicoterapeuta - Torino
moderatore dei forum "consulenza psicologica"
www.eleonoraarduino.it

blackbird
Messaggi: 171
Iscritto il: 16 febbraio 2007, 22:39

Re: Troll , OT e metodiche di disturbo

Messaggio da blackbird » 18 ottobre 2012, 0:05

Si potrebbe costituire una "zona" poco controllata in cui ci si può dire di tutto?
Le regole per entrarvi sarebbero che non ci sono regole, se non quelle di accettare i possibili insulti!
Un luogo in cui, in maniera virtuale, si subisce ma a sua volta si inveisce..Ma non è detto!
Cosa genererebbe?... Malesseri?...Turbamenti?...Risate?..Non saprei! Curioso esperimento!
Della serie: Scateniamo qui tutta la nostra rabbia, tutti i dissapori, tutte le questioni irrisolte senza troppo filosofeggiare.. Strilliamo. Capiamo. Piangiamo. Intuiamo.... E, forse, domani potremo (ri)vederci dopo una metamorfosi. Più consapevoli. Piu' sereni..
Esperimento balzano?

leo
Messaggi: 402
Iscritto il: 25 ottobre 2005, 13:36
Località: E.R. - Italia

Re: Troll , OT e metodiche di disturbo

Messaggio da leo » 18 ottobre 2012, 0:41

Per me no. In alcuni forum ci sono già delle sezioni simili... a me pare una buona idea, non so però quanto potrebbe essere adatta ad un forum di questo genere. Probabilmente sarebbe poco frequentato... perché la media delle persone che qui scrivono stanno vivendo un periodo difficile... ed in una sezione del genere si creerebbe automaticamente un'atmosfera goliardica ed ostile, tra gli eventuali partecipanti.... sicuramente molti insulti personali e molti 'troll'...

Pero come esperimento sarebbe senza dubbio interessante.
"Pago la rimozione/ nessuna reazione
Per questo Lula non vince quasi mai" M.C.

blackbird
Messaggi: 171
Iscritto il: 16 febbraio 2007, 22:39

Re: Troll , OT e metodiche di disturbo

Messaggio da blackbird » 18 ottobre 2012, 1:11

Esistono forum in cui si può davvero fare questo?
Eppure proprio qui forse avrebbe la giusta collocazione..
Quale posto più di questo trarrebbe spunto dalle nostre proiezioni, dai nostri bisogni reconditi? E quali persone più consapevoli di chi ha assaporato e, forse, accettato il "lato oscuro" potrebbero esserci, se non qui?
Ed il senso poi si troverebbe.. Soltanto, cioè, una zona a puro sfogo emozionale!
Certo, chi vi entra dovrebbe ben conoscere quello a cui va incontro. Non può autocommiserarsi alla fine. Nè tantomeno lamentarsi.
Ma, come dici tu, chi viene qui sta vivendo un periodo difficile. Non è pensabile che accetti un sacrificio tanto disarmante. Non sarebbe auspicabile comunque..
Vorrei solo capire che effetto farebbe. Se potesse ledere ancor più la propria autostima, o se,invece, l'aumenterebbe. Perchè reagire a situazioni difficili attuerebbe una sorta di miglior sicurezza. Veramente c'è da capire se poi questo risvolto positivo sarebbe anche applicabile alle situazioni della vita comune. Se il sistema automatico non ne apprenderebbe un meccanismo di difesa estremo..che genera solo aggressività..
Altrimenti, trovarsi ad insultare ed inveire, come quando lo facciamo dal di dietro del finestrino dell'automobile, potesse risultare come catartico.. E subire, invece, il disprezzo, diventerebbe umiliante e denigratorio fino a quale punto. Fino a quale buio sentimento..
Ripeto..forse un esperimento del genere è assurdo. Nel senso che, alla fine, non ha senso!

leo
Messaggi: 402
Iscritto il: 25 ottobre 2005, 13:36
Località: E.R. - Italia

Re: Troll , OT e metodiche di disturbo

Messaggio da leo » 18 ottobre 2012, 23:02

Si, lo potresti proporre alla direzione...

Comunque il risultato (basandomi almeno su quello che mi è sembrato di capire) è creare una sezione (quasi) priva di regole.. aumentano gli insulti diretti ad altri utenti (perché è concesso) e le volgarità... niente di male, però non so quanto possa essere utile (almeno in questo contesto) ....

Chi entra nella sezione sa già quello che l'aspetta quindi si prepara psicologicamente, per così dire.....

Non lo so davvero. Se abbia o no una funzione catartica è impossibile dirlo...

Secondo me la sincerità ha una funzione molto più utile( almeno in un forum come questo). Infatti quello che accomuna molti utenti è che appena iscritti si raccontano... o per lo meno raccontano per filo e per segno i motivi del loro disagio....
Se non lo fanno nel primo post, lo fanno gradualmente .... anche perché non tutti hanno un'unica questione con cui fare i conti....

Scrivere è sicuramente terapeutico... siccome non siamo tutti romanzieri ci si può limitare a scrivere qualcosa di se'..... raccontare eventi specifici, protetti dall'anonimato. Mi pare che il senso sia questo.... Non è poi così diverso dal tenere un blog come se fosse un vero e proprio diario.. con la consapevolezza che decine o centinaia di persone possono leggere ed intervenire...

Sull'esperimento che proponevi bisognerebbe avere il parere di qualche gestore del forum....

Comunque secondo me gli esperimenti, fallimentari o meno, sensati o meno, hanno sempre una loro utilità (mi sono appena contraddetto.. va be' fa niente) ....
"Pago la rimozione/ nessuna reazione
Per questo Lula non vince quasi mai" M.C.

gufo
Messaggi: 186
Iscritto il: 26 aprile 2012, 10:49

Re: Troll , OT e metodiche di disturbo

Messaggio da gufo » 19 ottobre 2012, 10:18

Sarebbe un esperimento interessante ma credo difficile da controllare.
Sa da tener conto che chi ci entrerebbe, difficilmente si limiterebbe a parlare o insultare o ecc ecc con le sole persone che frequentano la sezione. E probabilmente prima o poi qualcuno andrebbe a nominare qualcuno che magari non ha la voglia di partecipare a quella sezione, e che accadrebbe in quel caso?
Ed anche se una persona frequentasse la sezione e magari "scherzasse" o si sfogasse con un altra persona che bene o male trova piacevole chi potrebbe impedire ad una o altre persone di intervenire?
E poi proprio a causa dell'anonimato della situazione sarebbe terreno fertile per poter dire qualunque cosa, impunemente. Senza contare che potrebbe essere uno sprone a creare nuovi nick solo per il gusto di dire qualcosa di sgradevole, credo che difficilmente una persona scriverebbe col proprio nick sapendo che comunque questo influirebbe su come è visto fuori da quella sezione.

Ci sono forum con sezioni simili, ma son pur sempre moderate per evitare certe situazioni esagerate/esasperate, quindi delle regole ci devono sempre essere ed a quel punto non si è comunque liberi di dire sempre tutto ciò che si vuole ne tanto meno come lo si vorrebbe.
Una sezione del genere funzionerebbe, a parer mio, solo se all'interno del "gruppo" che partecipa al forum ci fosse comunque una sorta di "amicizia/rispetto" anche in mancaza di simpatia reciproca.

Credo che per un gestore di forum sia una grossa seccatura gestire una sezione simile, proprio perchè dando più libertà deve garantire più vigilanza.

Avatar utente
Dr.ssa Eleonora Arduino
Messaggi: 1880
Iscritto il: 2 novembre 2005, 0:28
Località: Torino

Re: Troll , OT e metodiche di disturbo

Messaggio da Dr.ssa Eleonora Arduino » 19 ottobre 2012, 12:04

blackbird ha scritto:Si potrebbe costituire una "zona" poco controllata in cui ci si può dire di tutto?
Le regole per entrarvi sarebbero che non ci sono regole, se non quelle di accettare i possibili insulti!
Un luogo in cui, in maniera virtuale, si subisce ma a sua volta si inveisce..Ma non è detto!
Cosa genererebbe?... Malesseri?...Turbamenti?...Risate?..Non saprei! Curioso esperimento!
Della serie: Scateniamo qui tutta la nostra rabbia, tutti i dissapori, tutte le questioni irrisolte senza troppo filosofeggiare.. Strilliamo. Capiamo. Piangiamo. Intuiamo.... E, forse, domani potremo (ri)vederci dopo una metamorfosi. Più consapevoli. Piu' sereni..
Esperimento balzano?
esiste già da tempo, è il forum "liberamente" che non è neppure moderato e non ha neppure un tema predefinito: più libero di così... se girate per pagine blu, o per altri forum, troverete senz'altro ogni genere di impostazione. Lasciamo ad ogni forum i suoi caratteri. Nel "mio" forum ho definito più volte l'impostazione che richiama ai modi dell'auto mutuo aiuto di cui sono appassionata. Questo ha le sue "regole" che rendono possibile realizzare quello spirito.
Uno degli errori più frequenti che si fa nei forum è di fermarsi in una sezione e pretendere che lì ci sia ogni genere di possibilità, e quindi si fanno immense discussioni tra opposti punti di vista ed esigenze. Perchè invece non recarsi nelal sezione adatta ai propri bisogni e inclinazioni?
Ho notato che molti di voi utilizzano diverse sezioni: con quali criteri? Pagine Blu ha creato molte sezioni (cioè molti forum diversi), come si vede dall'indice, proprio per comodità dei suoi utenti: perchè non usarle correttamente?
Dr.ssa Eleonora Arduino - psicologa e psicoterapeuta - Torino
moderatore dei forum "consulenza psicologica"
www.eleonoraarduino.it

Rispondi

Torna a “Forum di consulenza psicologica”