Interrogazione

In questa sezione puoi ottenere informazioni generali di carattere psicologico dal moderatore o da membri autorizzati, psicologi o psicoterapeuti, dalle Pagine Blu. Gli psicologi possono fornirti tutte le informazioni necessarie per offrire un contributo in merito alla prevenzione del disagio mentale, familiare e sociale ma in nessun caso possono fornire diagnosi o indicazioni sui trattamenti da effettuare.

Moderatore: Dr.ssa Eleonora Arduino

Rispondi
profondo21
Messaggi: 2
Iscritto il: 6 novembre 2012, 16:00

Interrogazione

Messaggio da profondo21 » 7 novembre 2012, 18:03

Salve,

Vorrei dei consigli su come poter evitare l'ansia e la paura che percepisco quando devo essere interrogato,ogni volta che devo essere interrogato mi prende la paura di poter andare male e tutta questa paura si concentra dentro di me..

Davide

Avatar utente
francesca
Messaggi: 1132
Iscritto il: 24 aprile 2006, 15:45

Re: Interrogazione

Messaggio da francesca » 9 novembre 2012, 15:57

In attesa di altre risposte più competenti,non so, potresti provare delle tecniche, dei pensieri che ti tranquillizzano, per esempio "che cosa succederebbe di tanto brutto se l'interrogazione va male", oppure, "l'interrogazione è un colloquio, una normalissima conversazione con l'insegnante, che non è lì per farmi qualcosa, magari durante il colloquio integra la spiegazione"
"L'argomento di cui devo parlare è piacevole, tutto sommato, è una bella materia, ho imparato un sacco di cose interessanti, però"
" Se non so le cose, provo ad arrivarci per logica, e non per memoria"
" Non sono infallibile, come tutti, se sbaglio rifarò l'interrogazione"

E così via, oppure caricarsi : "Sto per affrontare la battaglia finale, venderò cara la pelle" :mrgreen:

Io facevo tutti sti rigirii mentali, e poi quando arrivavo lì, pensavo solo a quel che stavo dicendo e a come ragionavo.
in pratica l'insegnante non esisteva più come persona giudicante, esisteva solo la domanda, il nemico da aggirare era una domanda posta al mio cervello, una cosa aleatoria, campata in aria, esistevano solo me e l'argomento in questione, come nel momento dello studio. Studio meditato fra me e me, masticato.

:mrgreen: ( scusa per la risposta "fai da te")

Avatar utente
Dr.ssa Eleonora Arduino
Messaggi: 1880
Iscritto il: 2 novembre 2005, 0:28
Località: Torino

Re: Interrogazione

Messaggio da Dr.ssa Eleonora Arduino » 10 novembre 2012, 1:12

forse la questioen sta proprio lì: l'insegnante conme persona giudicante. Allora ci si potrebbe chiedere perchè si ha così paura di essere giudicati, e come si giudica se stessi e perchè, e se tutto questo ha un senso oppure è un fantsma.
Nel frattempo tutte le tecniche vanno bene, come quelle suggerite da francesca
Dr.ssa Eleonora Arduino - psicologa e psicoterapeuta - Torino
moderatore dei forum "consulenza psicologica"
www.eleonoraarduino.it

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Re: Interrogazione

Messaggio da Davide49 » 10 novembre 2012, 15:25

Dr.ssa Eleonora Arduino ha scritto:forse la questioen sta proprio lì: l'insegnante conme persona giudicante.
non confondiamo giudizio e valutazione.
il giudizio è sulla persona, la valutazione su ciò che essa fa o non fa, sa o non sa.
gli insegnanti non giudicano, valutano delle abilità più o meno acquisite, delle conoscenze più o meno raggiunte, e valutano non per il gusto di farlo, ma per essere di aiuto ai ragazzi, per cercare di aiutarli a pervenire a esiti migliori e abituare gli studenti a tirare fuori il meglio di sè, e non il peggio o il minimo. guai se gli insegnanti venissero meno a questa funzione, verrebbero meno a un loro dovere professionale, e soprattutto tradirebbero i loro studenti (e quanto sarebbe più comodo per loro, tante contestazioni ingiuste o polemiche e polemichette e amarezze in meno, e vissero tutti felici e contenti)
valutare è necessario, non tantio per abituare i giovani a essere valutati, ma per educarli ad autovalutarsi in modo obiettivo e critico.
fuori della scuola i giovani troveranno un contesto sociale e un ambiente di lavoro molto meno comprensivi, e, questo sì, giudicanti, eccome giudicanti, spesso senza pietà.

Avatar utente
francesca
Messaggi: 1132
Iscritto il: 24 aprile 2006, 15:45

Re: Interrogazione

Messaggio da francesca » 10 novembre 2012, 16:33

questo è verissimo, e in linea di massima è così, a noi è vietato eticamente esprimere giudizi sulla persona, infatti una volta un Direttore Didattico fece rifare tutti i giudizi sulle pagelle da capo alle insegnanti della Scuola Primaria, perchè vi erano espresse appunto, valutazioni in merito alla persona.
Casomai si può dire : "L'alunno appare, sembra" ma mai l'alunno "è così"
Anche in consiglio di classe diciamo " con me appare in questo modo, con te?" e poi soppesiamo le opinioni di tutti.

Pur tuttavia, l'ansia per l'interrogazione è molto umana, e va al di là dei ragionamenti sensati.

Uno si sente giudicato lo stesso, e si giudica da sè, spesso, molto duramente, e questo dipenderà da tanti fattori psicologici che può sapere solo lui.

Rispondi

Torna a “Forum di consulenza psicologica”