Momento difficile

In questa sezione puoi ottenere informazioni generali di carattere psicologico dal moderatore o da membri autorizzati, psicologi o psicoterapeuti, dalle Pagine Blu. Gli psicologi possono fornirti tutte le informazioni necessarie per offrire un contributo in merito alla prevenzione del disagio mentale, familiare e sociale ma in nessun caso possono fornire diagnosi o indicazioni sui trattamenti da effettuare.

Moderatore: Dr.ssa Eleonora Arduino

Rispondi
Vespa-px
Messaggi: 1
Iscritto il: 28 novembre 2012, 14:34

Momento difficile

Messaggio da Vespa-px » 3 dicembre 2012, 23:18

Salve.
Ho venticinque anni, e a causa del mio carattere non ho mai avuto rapporti con le ragazze.
A febbraio, con molta fatica, ho confessato ad una mia amica delle scuole superiori, che i miei sentimenti erano cambiati. Lei mi ha rifiutato, anche se io glielo dissi non perché volevo degli sviluppi (sono stato sempre disilluso e sapevo che sarebbe andata male), ma perché pensavo mi avrebbe sollevato. Io, le sono rimasto vicino, e ho fatto delle cose per lei, perché ci tenevo tanto alla sua amicizia.Diciamo che dopo il rifiuto le sono stato vicino come non mai avevo avuto occasione in passato e lei in alcuni casi ha apprezzato dimostrandomi affetto.
Tuttavia, non la vedo da più di due mesi, e mi sento l'ultimo dei suoi amici, non si è mai aperta e questa cosa mi intristisce.
Oltre al rifiuto, che non ho ancora razionalizzato, senza motivo alcuno vedo che lei non ha più interesse alla mia amicizia, nonostante mi abbia detto di non aver mai conosciuto una persona come me.
Mi sento debole, è come se tutte le mie insicurezze stessero riaffiorando assieme, compresa una forte timidezza e insicurezza.
Mi hanno sempre definito una persona pesante, che si fa troppi problemi.
Spesso mi sento triste, sconfortato e ho poco entusiasmo verso le cose, non ho voglia di uscire e concentrarmi nello studio è diventato difficile. A volte mi viene da piangere.
Ultimamente, dato che sono fuoricorso, mi sono focalizzato sugli studi, ma i risultati sono poco soddisfacenti e manco di metodo.
Avevo pensato a contattare il consultorio vicino casa, per prendere un appuntamento. Volevo chiedere un consiglio da parte di uno psicologo, sulla opportunità di fare questa scelta.
Chiedo scusa per la mia esposizione, ringraziando in anticipo quanti vorranno indicarmi suggerimenti.

Avatar utente
Dr.ssa Eleonora Arduino
Messaggi: 1880
Iscritto il: 2 novembre 2005, 0:28
Località: Torino

Re: Momento difficile

Messaggio da Dr.ssa Eleonora Arduino » 17 dicembre 2012, 11:12

certamente un consulto psicologico può aiutarla a chiarire il suo momento di vita e a darle indicazioni sul da farsi.
Nel merito di quanto dice, è un mecanismo sferquente quello di cercare nell'amicizia quanto non si ottiene nell'amore, ma è un po' un auto-inganno a cui raramente la persona consente. Cioè l'altro sente che c'è una tensione amorosa e se la respinge, respinge ogni contatto se non utilitaristico.
Quindi è sempre molto critico pensre di volgere l'amore in amicizia, primo perchè non è vero che è l'intento reale, secondo perchè infinde tra amicia e amore non c'è questa grande differenza: l'una è priva di quel "quid" emotivo, attrattivo, passionale che fa la differenza, ma hanno una radice molto simile. Quindi se un rapporto non funziona come amore difficilmente può funzionare come amicizia vera e profonda. Tenendo da parte quel tipo di rapporto che chiamiamo "amicizia" ma che consiste in un rapporto simpatico ed occasionale, in cui si condivide poco di sè.
Dr.ssa Eleonora Arduino - psicologa e psicoterapeuta - Torino
moderatore dei forum "consulenza psicologica"
www.eleonoraarduino.it

Rispondi

Torna a “Forum di consulenza psicologica”