Aiuto mi sento impotente davanti al problema della mia donna

In questa sezione puoi ottenere informazioni generali di carattere psicologico dal moderatore o da membri autorizzati, psicologi o psicoterapeuti, dalle Pagine Blu. Gli psicologi possono fornirti tutte le informazioni necessarie per offrire un contributo in merito alla prevenzione del disagio mentale, familiare e sociale ma in nessun caso possono fornire diagnosi o indicazioni sui trattamenti da effettuare.

Moderatore: Dr.ssa Eleonora Arduino

Rispondi
metalflame89
Messaggi: 1
Iscritto il: 4 dicembre 2012, 21:47

Aiuto mi sento impotente davanti al problema della mia donna

Messaggio da metalflame89 » 4 dicembre 2012, 22:07

Ciao a tutti,
Sono un ragazzo di 23 e mi sono sempre dato da fare in tutto, ottenendo ottimi risultati (sono laureato e maestro di musica). Ora però mi trovo in una situazione in cui mi sento veramente impotente nonostante i miei sforzi: sto con una ragazza meravigliosa da 3 anni e lei ha sempre avuto dei momenti di difficoltà (va da psicologi da molto), anche a seguito del passato doloroso che ha avuto (abbandono e uno stupro), però una settimana fa ha avuto una crisi pazzesca in cui non riusciva quasi a respirare, non vedeva, aveva il cuore a mille e rischiava di avere pure reazioni violente.. insomma è finita in psichiatria ed è ancora lì. Inizialmente sembrava si stesse riprendendo molto bene nonostante le avessero cambiato notevolmente la terapia farmacologica, sembrava fosse sempre la solita persona a parte qualche crisi simile a quella che l'ha portata al ricovero, ma molto meno intensa.. poi ieri è diventata improvvisamente fredda (quando prima era invece molto calorosa e dolce), un muro di ghiaccio. Non una parola dolce, non un ringraziamento per quello che continuo a fare per lei, niente. Cerca di allontanarmi e non mi cerca se non che con qualche messaggio brevissimo. Allontana tutte le persone che le vogliono bene. Oggi sono andato a trovarla (come ogni giorno) e mi ha chiesto se potevo andarmene prima, mentre nei giorni precedenti voleva quasi che restassi più di quanto consentito. Mi ha detto anche che probabilmente non mi ama più, che devo lasciarla perdere, che si è innamorata di un infermiere (e che lui ricambia...mah), che ha solo pensieri negativi, che non riesce a pensare a cose belle. Era molto giù di morale e alla fine me ne sono andato, come voleva lei. Poi, sempre in toni gelidi, mi ha chiesto scusa. Ormai ho capito che ha dei problemi molto seri, ma voglio lo stesso aiutarla in tutti i modi possibili, non voglio arrendermi mai, anche se i miei sforzi si infrangono come le onde sugli scogli. Però ho bisogno di una mano, di qualcuno che mi dia un consiglio su come comportarmi, qualcuno che ne sappia qualcosa.. non so proprio a chi rivolgermi, perchè in famiglia mi dicono di lasciarla perdere e non voglio che questi problemi vadano troppo in giro perchè potrebbero creare intorno a lei l'idea che sia pazza, cosa che la devasterebbe. Per questo sto scrivendo qui. Qualsiasi consiglio è ben accetto. Grazie

Avatar utente
Dr.ssa Eleonora Arduino
Messaggi: 1880
Iscritto il: 2 novembre 2005, 0:28
Località: Torino

Re: Aiuto mi sento impotente davanti al problema della mia d

Messaggio da Dr.ssa Eleonora Arduino » 17 dicembre 2012, 11:22

capisco il suo stato d'animo, è molto difficile avre una relazioen amorosa (anche amicale) con una persona che ha tanti problemi così pesanti da risolvere. Tenga conto che se il vostro rappporto ha preso la piega per cui la ragazza la respinge, non c'è molto da fare se non acconsentire. Infatti non possiamo aggiungere difficoltà a difficoltà, prendendo poco sul serio questa decisione della ragazza.
In merito a come comportarsi, può anche provare a chiedere un colloquio con lo psichiatra e/o psicologo che la cura, in modo da avere da loro qualche indicazione più congrua
Dr.ssa Eleonora Arduino - psicologa e psicoterapeuta - Torino
moderatore dei forum "consulenza psicologica"
www.eleonoraarduino.it

Rispondi

Torna a “Forum di consulenza psicologica”