Un amico troppo invadente

In questa sezione puoi ottenere informazioni generali di carattere psicologico dal moderatore o da membri autorizzati, psicologi o psicoterapeuti, dalle Pagine Blu. Gli psicologi possono fornirti tutte le informazioni necessarie per offrire un contributo in merito alla prevenzione del disagio mentale, familiare e sociale ma in nessun caso possono fornire diagnosi o indicazioni sui trattamenti da effettuare.

Moderatore: Dr.ssa Eleonora Arduino

Rispondi
micetta87
Messaggi: 1
Iscritto il: 9 febbraio 2013, 11:50

Un amico troppo invadente

Messaggio da micetta87 » 9 febbraio 2013, 12:37

Salve a tutti. E' la prima volta che scrivo in un forum, ed anche la prima volta che mi rivolgo a qualcuno per avere un aiuto psicologico. Ho scelto questo sito perché mi è sembrato il più affidabile sul web, e vi faccio i miei complimenti..
Dunque, scrivo per avere una consulenza in merito a degli avvenimenti che riguardano sia me sia il mio uomo(dico uomo perché ha più di 40 anni). Un anno fa il mio compagno (d'ora in poi S) ha conosciuto un ragazzo (di 30 anni) e sono diventati amici. S lo consigliava sulle ragazze, ha contribuito alla relazione che ha avuto con una donna per qualche mese (tra parentesi si è rivelata una brutta storia perché lei mentiva riguardo al suo passato e ha anche detto di essere incinta per non farsi lasciare ma non era così, poi era gelosa dell'amicizia che lui aveva con S e pertanto l'ha fatto allontanare da lui...), quando poi si sono lasciati questo ragazzo ha ricominciato a frequentare S. Il problema è che avendo questo ragazzo perso il padre l'anno prima continua a chiamarlo "papi", ad avere con lui atteggiamenti così affettuosi da destare in me alcuni sospetti. Lui ovviamente dice di non essere omosessuale, e di essere così affettuoso nei suoi confronti perché lo reputa una persona buona, gentile, ecc. Ultimamente si è attaccato anche a me perché sono più spesso con S e questa persona quando usciamo con lui continua a scattarci foto, alcune di cui noi non siamo nemmeno consapevoli. Tutti i giorni manda SMS ad S, facendoci stare in colpa se non rispondiamo subito o se non abbiamo voglia di uscire con lui. Poco fa ha mandato un'animazione con due micetti che rappresentano me ed S (mano nella mano, sposi, mentre ci abbracciamo,... ) con didascalie del tipo "Micetta87 sei il mio amore per tutta la vita", Micetta87 sento il profumo delle tue mani dolci", "S sei mio per sempre". Belle immagini... se le avesse fatte S oppure se gliele avessi mandate io, ma risultano strane perché ricevute da una terza persona! :shock:
Non so se sono io che, non avendo mai vissuto esperienze simili, mi sto preoccupando troppo, oppure se questa situazione non mi fa stare tranquilla perché questo attaccamento eccessivo da parte di questa persona mi sembra poco "sano". Posso capire che questo ragazzo abbia bisogno di affetto anche se a dire la verità è circondato da amici, ha una sorella e un fratello e la madre, tutte persone tranquille e simpatiche. Il fatto che continui a mandare messaggini e che lo chiami a tutte le ore, non mi pare normale.
All'inizio quando io stavo con S dopo che ritornavo da dove solitamente sto per motivi di studio, lui era "geloso", su facebook scriveva ad altri "salutami S perché quando c'è Micetta87 non mi caga", e invece ultimamente, avendo forse capito quanto io ed S ci amiamo, ha iniziato il suo attaccamento anche nei miei confronti, scrive "siete due persone bellissime, per fortuna che ci siete", si è confidato a proposito della sua non accettazione del fatto che il padre sia morto, ecc...
Per concludere, lui ci obbliga a frequentare i posti che vuole lui, ad uscire con lui, perché è solo e triste (e noi siamo buoni e cediamo alle sue insistenze) e facciamo quasi fatica ad uscire da soli. Penso quindi che la mancanza del padre lo porta ad essersi attaccato troppo al mio uomo e a me di riflesso. Vorrei sapere però se questa sua ossessione nei nostri confronti, i messaggi che vertono sull'amore che io ed S proviamo uno nei confronti dell'altro, le innumerevoli foto che ci ritraggono anche in atteggiamenti affettuosi (mentre ci abbracciamo, ci guardiamo negli occhi,...) nascondono qualche tipo di problema psicologico oppure no. Chiedo scusa per la confusione del messaggio :oops: , e ringrazio anticipatamente.

Avatar utente
Dr.ssa Eleonora Arduino
Messaggi: 1880
Iscritto il: 2 novembre 2005, 0:28
Località: Torino

Re: Un amico troppo invadente

Messaggio da Dr.ssa Eleonora Arduino » 12 febbraio 2013, 1:12

mah... più che chiedermi cosa ha lui, mi chiederei cosa sta succedendo a voi... perchè accettate una relazione così invadente e problematica, che mette a disagio? perchè non riuscite a mettere dei limiti e a ottenere dei comportamenti più normali? non ha mai alcun senso accettare cose che non ci piacciono con la motivazione di "fare del bene" . perchè infine fa male a tutti.
Se il ragazzo di cui si parla avesse un qualche problema psicologico in questo modo lo si aggreverebbe. Se non ce l'ha si rischia di entrare in una relazione malata per tutti.
In ogni caso, la domanda riporta a se stessi, al proprio comportamento.
Dr.ssa Eleonora Arduino - psicologa e psicoterapeuta - Torino
moderatore dei forum "consulenza psicologica"
www.eleonoraarduino.it

Rispondi

Torna a “Forum di consulenza psicologica”