Mutismo selettivo a 20 anni

In questa sezione puoi ottenere informazioni generali di carattere psicologico dal moderatore o da membri autorizzati, psicologi o psicoterapeuti, dalle Pagine Blu. Gli psicologi possono fornirti tutte le informazioni necessarie per offrire un contributo in merito alla prevenzione del disagio mentale, familiare e sociale ma in nessun caso possono fornire diagnosi o indicazioni sui trattamenti da effettuare.

Moderatore: Dr.ssa Eleonora Arduino

Rispondi
marcella9319
Messaggi: 1
Iscritto il: 27 marzo 2014, 11:54

Mutismo selettivo a 20 anni

Messaggio da marcella9319 » 27 marzo 2014, 15:08

Ciao a tutti, ho 20 anni (quasi 21) e dall'età di 6 anni credo di soffrire di mutismo selettivo.
Quando avevo 6 anni è mancata mia mamma per un tumore al seno, dopo la sua morte ho vissuto con mia nonna materna e con una vicina di casa che era un'amica di famiglia, mentre mio padre ha vissuto invece con l'altra mia nonna.
Mio padre non è mai stato molto presente, lo vedevo solo al mattino per portarmi a scuola e la domenica che pranzavamo tutti insieme.
Per quanto riguarda la scuola mi aiutava a studiare la mia vicina di casa, mentre mio padre non era molto interessato (poi non so, magari gli importava).
All'età di 12 anni è mancata anche la mia vicina di casa per un tumore al fegato e così ho dovuto arrangiarmi da sola a studiare e a fare i compiti.
Dopo 3 anni mia nonna si è ammalata di alzheimer, ed ero l'unica ad averlo notato; per esempio se lo dicevo ai miei zii (suoi figli) non ci credevano e pensavano che ero io che inventavo storie.
L'anno scorso è peggiorata tantissimo e si sono decisi a portarla in una casa di riposo, ma questo gennaio è mancata e ora mi trovo a vivere da sola, ma tutte le sere viene mio padre a mangiare da me.
Però non sono sola, sono fidanzata da 5 anni e mezzo e ho un' "amica" (lo scrivo tra virgolette perché mi cerca solo quando lei ha bisogno, però se ho qualche problema mi aiuta).
Questa è la mia storia, ma ora vi racconto come mi comportavo.
All'asilo ero timida, ma comunque degli amici li avevo, ed avevo anche una migliore amica con cui ho continuato l'amicizia fino alle elementari.
Alle elementari andavo male, non mi piaceva parlare davanti a tutta la classe quando venivo interrogata e non mi piaceva fare lavori di gruppo; ogni tanto venivo presa in giro da dei miei compagni.
Aggiungo che avevo solo amiche femmine e che parlavo solo con loro, e a volte anche con alcuni maschi.
Durante le elementari ho iniziato ad andare da una psicologa che mi faceva disegnare e parlare, però mio padre non ha più voluto portarmi perché per lui sembrava una cosa inutile e diceva che quello era il mio carattere e che non si poteva cambiare.
Con gli estranei o anche con i miei zii, cugini, amici di famiglia non parlavo e muovevo solo la testa per dire si e no, oppure parlavo con qualcuno che potesse fare da interlocutore perché mi vergognavo, cioè provavo vergogna se mio padre mi vedeva parlare con altre persone.
La mia vicina di casa cercava di forzarmi a parlare, e diceva che se io non parlavo diceva a tutti che ero sordomuta; poi quando ero con mio zio e non parlavo mi tirava gli schiaffi in faccia e se piangevo me ne dava ancora.
Durante le medie, invece avevo sempre le stesse amiche (perché avevo fatto asilo/elementari/media sempre nella stessa scuola), ma loro avevano formato i gruppetti e non riuscivo ad inserirmi; con i maschi non parlavo, e spesso mi prendevano in giro chiamandomi "mummia, tomba".
In questi anni di medie ho iniziato ad avere degli "amici immaginari" con cui parlavo di tutto, li ho tutt'ora e me ne vergogno moltissimo.
I primi anni delle superiori sono stati bruttissimi perché non avevo amici e tutti mi prendevano in giro, alcune mie compagne mi dicevano "riprenditi, sei in botta", però per quanto riguarda lo studio, andavo bene ed ero la "secchiona" della classe.
Poi con gli estranei mi sono sbloccata e ho iniziato a parlare e ho anche conosciuto il mio ragazzo.
La sera poi capitava di uscire anche con gli amici del mio ragazzo, ma non parlavo mai con loro, perché in gruppo non riesco a parlare e non so mai cosa dire (mi sento impacciata).
In quegli anni non ho mai fatto niente, come per esempio ubriacarmi, andare a ballare (si questo lo facevo ma non ballavo mai), andare alle giostre o fumare...si alcune cose le volevo fare ma mi sentivo bloccata dentro al mio corpo.
Adesso frequento il secondo anno di università e di amici non ne ho; i primi giorni parlavo con tutti ed ero sciolta anche perché studio in una città diversa dalla mia e non conoscevo nessuno; però dopo mesi si sono formati dei gruppetti e io non sapevo con chi stare e così mi sono chiusa, parlo solo in presenza di una o massimo due persone.
I miei discorsi tutt'ora con le mie compagne di università sono "limitati" infatti con loro parlo solamente di quello che studiamo.
Speravo che andando all'università dove non conoscevo nessuno, potevo superare questo blocco che mi porto dietro da quando ero bambina, ma ora è troppo tardi.
Aggiungo due ultime cose e poi ho finito, giuro :lol: ...cioè che io ho sempre la stessa espressione in viso, non si capisce mai quando sono contenta o triste.
Con il mio ragazzo parlo tranquillamente e più o meno mi sto sbloccando ad essere me stessa

Scusate se ho scritto tantissimo, ma sono veramente molto triste e sono stanca di non mostrare il mio vero carattere perché io a casa da sola, canto, ballo, sono una persona completamente diversa...
Grazie mille a chi mi risponderà

Izziely
Messaggi: 19
Iscritto il: 25 marzo 2013, 11:16

Re: Mutismo selettivo a 20 anni

Messaggio da Izziely » 27 marzo 2014, 22:31

Ciao!
...ti capisco, sai...
...io sono stata bloccata x anni...
Nel mio caso nn posso parlare di mutismo, ma ho sempre fatto fatica a parlare con gli altri... sia amici, che estranei...
Poco alla volta avevo costruito un muro, attorno al mio cuore... e attorno a me...
Nn dicevo mai veramente quello che pensavo... tanti sorrisi finti...
Un anno fa una persona saggia mi ha aperto gli occhi... e a distanza di un anno esatto ti posso dire che se vuoi veramente cambiare, niente è impossibile!
Ce la farai! Fatti aiutare :o e ti accorgerai che è meraviglioso!
"We're heading for something
somewhere I've never been
sometimes I am frightened but I'm ready to learn
'bout the power of love"
-Andrea Bocelli - The power of love -

Avatar utente
Dr.ssa Eleonora Arduino
Messaggi: 1880
Iscritto il: 2 novembre 2005, 0:28
Località: Torino

Re: Mutismo selettivo a 20 anni

Messaggio da Dr.ssa Eleonora Arduino » 30 aprile 2014, 0:44

be', non è mai troppo tardi...
sta fiorendo tramite il rapporto col suo ragazzo? Allora dia tempo a se stessa
Dr.ssa Eleonora Arduino - psicologa e psicoterapeuta - Torino
moderatore dei forum "consulenza psicologica"
www.eleonoraarduino.it

Rispondi

Torna a “Forum di consulenza psicologica”