Ipocondria e stato d'ansia

In questa sezione puoi ottenere informazioni generali di carattere psicologico dal moderatore o da membri autorizzati, psicologi o psicoterapeuti, dalle Pagine Blu. Gli psicologi possono fornirti tutte le informazioni necessarie per offrire un contributo in merito alla prevenzione del disagio mentale, familiare e sociale ma in nessun caso possono fornire diagnosi o indicazioni sui trattamenti da effettuare.

Moderatore: Dr.ssa Eleonora Arduino

Rispondi
Schillo96
Messaggi: 1
Iscritto il: 19 settembre 2017, 14:43

Ipocondria e stato d'ansia

Messaggio da Schillo96 » 19 settembre 2017, 14:52

Salve,
Da un mese a questa parte partendo da un mal di testa ho iniziato a cercare il sintomo su internet dato che il dolore persisteva da circa una settimana e lo straordinario mondo digitale non ha fatto altro che aumentare l'ansia (oltre altre esperienze famigliari), una rapida visita dal medico di famiglia e successivamente dall'otorino ha diagnosticato una sinusite allergica acuta da curare con cortisone (spray e a compresse) e antibiotico; alla fine della cura ancora dolori e di nuovo ricerche Online senza sosta fino alla seconda visita otorinolaringoiatrica dopo aver effettuato emocromo (nella norma tranne i globuli bianchi dovuti al cortisone ancora da smaltire completamente) e tac alla testa dopo una forte nevralgia entrambi negativi, altra cura di 8 giorni con antibiotico e cortisone ridotto al minimo essenziale; fine della cura mal di testa passato ma muchi ancora presenti ed ecco che ricominciano le ricerche online per la presenza di linfonodi nel collo; adesso sto aspettando i test allergici e la visita allergologica ma durante questi giorni di stallo continuo a logorarmi di ricerche online e continuo imperterrito a tastare i linfonodi del collo. L'ansia aumenta sempre di più quando mi trovo in situazioni di affollamento (metro o in università) ma questo lo collego all'episodio vissuto in piazza San Carlo per la finale di Champion's, nonostante il medico di famiglia dica che dalle analisi tutto sia nella norma continuo il testamento dei linfonodi sperando scompaiano in maniera autonoma ma tutto questo continua a farmi fare ricerche sul web autodiagnosticandomi malattie anche rare e questo non mi aiuta a restar tranquillo e pensare al futuro o a godermi dei semplici momenti in compagnia! Non so più come tranquillizzarmi e tornare a vivere la vita appieno

Rispondi

Torna a “Forum di consulenza psicologica”