Inompresioni

In questa sezione puoi ottenere informazioni generali di carattere psicologico dal moderatore o da membri autorizzati, psicologi o psicoterapeuti, dalle Pagine Blu. Gli psicologi possono fornirti tutte le informazioni necessarie per offrire un contributo in merito alla prevenzione del disagio mentale, familiare e sociale ma in nessun caso possono fornire diagnosi o indicazioni sui trattamenti da effettuare.

Moderatore: Dr.ssa Eleonora Arduino

Rispondi
Elenasoru14
Messaggi: 1
Iscritto il: 2 dicembre 2018, 15:42

Inompresioni

Messaggio da Elenasoru14 » 2 dicembre 2018, 15:57

Salve io ho bisogno di parlare di quello che mi sta accadendo e di un aiuto sul come gestirlo. Brevemente racconto. Io sono una ragazza etero ma negli ultimi mesi mi sono invaghita una una ragazza lesbica. I nostri problemi sono nati quando lei mi ha detto di aver bisogno di continuare a mantenere i rapporti con le sue ex perché sono persino importanti per lei. Io non ero d'accordo a me questo faceva stare male. Abbiamo discusso e ridiscusso lei per mio amore ha deciso di allontanarsi un po' ma a tempo determinato perché comunque le avrebbe volute frequentare. Siamo partite il 20 ottobre io in inghilterra da un amica e lei in Australia con la ex e altre due amiche. Lei ha cercato di rassicurarmi ma comunque dentro di me ero arrabbiata volevo non trovarmi in quella situazione ma comunque chiari amo sempre. Dopo un mese di vacanza lei è tornata ed io dovrei tornare questo giovedì, avevamo fantasticato tutte il tempo sul momento in cui ci saremo viste. Entrambe innamorate l'una dell'altra. Ieri abbiamo discusso per l'ennesima volta a punto che io ho deciso di chiuderla. Pentendo e e subito dopo perché sapevo che questa volta avrei rischiato davvero di perderla. Le ho riscritto subito e siamo rimaste sino alle 6 del mattino a discutere, io ho dovuto pensare velocemente ed ho preso la decisione di accettare la sua frequentazione con la ex pur di non perderla ma lei non ha intenzione di cambiare idea. Dice di essersi giurata che non sarebbe tornata nei suoi passi che è rassegnata che sarà sempre lo stesso. Io sono molto delusa perché mancavano solo 4 giorni al mio rientro e l'unica persona che avrei voluto vedere è lei. Ma niente continua a stare della sua idea. Infine mi ha detto che se avessi avuto bisogno di un confronto lei ci sarebbe stata e che aveva una fottuta paura ma che non vedeva altra via. Io ho deciso di non risponderle a questi due messaggi e mi dico di cosa dovrei confrontarmi? Se ci fosse una possibilità di chiarire si ma se lei rimane dei suoi passi non ha senso che mi faccia ripetere in faccia per l'ennesima volta che ormai è tardi. Non so quindi se dovrei sfruttare questa occasione per parlare o se dovrei aspettare e lasciare che sia lei a prendere una decisione e scrivermi. Infondo io ci ho provato tutta la notte e la mattina, le ho promesso le cose più belle che una persona potrebbe promettere. Perché N fare altri gesti estremi? Come andare sotto casa sua per parlarle? Se lei mi desidera davvero sarà lei a tornare? Mi potete aiutare a capire cosa dovrei fare?

Rispondi

Torna a “Forum di consulenza psicologica”