vorrei sapere..... APRIAMO LE FAQ DEL FORUM

In questa sezione puoi ottenere informazioni generali di carattere psicologico dal moderatore o da membri autorizzati, psicologi o psicoterapeuti, dalle Pagine Blu. Gli psicologi possono fornirti tutte le informazioni necessarie per offrire un contributo in merito alla prevenzione del disagio mentale, familiare e sociale ma in nessun caso possono fornire diagnosi o indicazioni sui trattamenti da effettuare.

Moderatore: Dr.ssa Eleonora Arduino

Avatar utente
Dr.ssa Eleonora Arduino
Messaggi: 1880
Iscritto il: 2 novembre 2005, 0:28
Località: Torino

vorrei sapere..... APRIAMO LE FAQ DEL FORUM

Messaggio da Dr.ssa Eleonora Arduino » 28 gennaio 2007, 16:46

apro un topic qui, ma varrebbe per ogni forum, credo. Poichè spesso si ripetono domande intorno alla terapia, alla differenza tra psicologo psicoterapeuta e psichiatra, alle diverse scuole e tipi di terapie, alle possibilità di questi forum in termini di consulenza psicologica.
Insomma, mi prendo uno spazietto per dire una serie di cose che mi ritrovo a ripetere spesso, tanto per contribuire alla chiarezza.
Anzi, farò di più. In questo topic vi invito a porre domande intorno a questi temi: secondo le richieste risponderò, magari aprendo dei topic ad hoc, tipo FAQ. Vediamo come viene...
queste FAQ saranno semi-serie. Il che non significa che siano false, l'impegno è di dire sempre quello che si pensa davvero, seppure sono consentite modalità più leggere del trattato di psicologia. anzi, sono auspicate... Così com'è assolutamente auspicabile aggiungere, contestare, integrare da parte di tutti: siamo sempre in un forum... Smile
Quindi questo genere di topic saranno sempre intitolati FAQ N...
cari saluti
:D

IN OGNI CASO PER APPROFONDIMENTI e sgrossamenti: http://it.wikipedia.org/wiki/Pagina_principale e poi la parola desiderata.
Presto anche Pagine Blu aprirà una psico-wiki: idea davvero geniale, vi faremo sapere quand'è attiva.
Ultima modifica di Dr.ssa Eleonora Arduino il 31 gennaio 2007, 17:54, modificato 2 volte in totale.
Dr.ssa Eleonora Arduino - psicologa e psicoterapeuta - Torino
moderatore dei forum "consulenza psicologica"
www.eleonoraarduino.it

Avatar utente
ivy
Messaggi: 2049
Iscritto il: 7 agosto 2005, 17:38

Messaggio da ivy » 28 gennaio 2007, 17:53

Io ne avrei due al momento:
:idea: perchè rivolgersi ad uno psichiatra e non magari ad uno psicoterapeuta? In cosa differiscono? A volte è più utile prendere psicofarmaci piuttosto che iniziare una terapia? Perchè a volte si indirizzano le persone direttamente da uno psichiatra? Che tipo di "consulenza" può dare?

:idea: cosa dobbiamo aspettarci dal primo incontro con uno psicoterapeuta?

(visto che le FAQ sono scritte per non ripetere anche cose già dette, forse si potrebbero poi riunisce in un solo topic con all'inizio le domande una dopo l'altra e poi le risposte, non so se ha mai visto in altri forum, anche se di solito così non si può rispondere e controbattere... o magari segnalare qui domande e link delle relative risposte :roll: )

Thanks!
... ci sono sofferenze che scavano nella persona come i buchi di un flauto, e la voce dello spirito ne esce melodiosa.
Da Paolo il caldo, Vitaliano Brancati

Avatar utente
Dr.ssa Eleonora Arduino
Messaggi: 1880
Iscritto il: 2 novembre 2005, 0:28
Località: Torino

Messaggio da Dr.ssa Eleonora Arduino » 28 gennaio 2007, 18:24

ivy ha scritto:Io ne avrei due al momento:
.........
ok, faqquato :)
Dr.ssa Eleonora Arduino - psicologa e psicoterapeuta - Torino
moderatore dei forum "consulenza psicologica"
www.eleonoraarduino.it

Avatar utente
Eddd
Messaggi: 644
Iscritto il: 11 agosto 2007, 16:26

Messaggio da Eddd » 11 gennaio 2008, 11:32

1) Cos'è la psicoterapia? (lo so anche io che si svolge praticamente tramite colloqui che si tengono con un'altra persona, ma vorrei informazioni più dettagliate)
2) A cosa serve? Quali sono i suoi obiettivi? (vorrei una risposta abbastanza precisa)
3) Perché funziona o perché dovrebbe funzionare?

Se non potete rispondermi direttamente cortesemente potreste indicarmi qualche testo? Esistono manuali in commercio che spieghino grosso modo cos'è la psicoterapia, a cosa serve e perché dovrebbe funzionare? Vorrei poter leggere però qualcosa di comprensibile, ho letto ultimamente "l'azione terapeutica" sperando che potesse chiarirmi le idee ma ho trovato che questo libro è soltanto estremamente confuso.

Avatar utente
Dr.ssa Eleonora Arduino
Messaggi: 1880
Iscritto il: 2 novembre 2005, 0:28
Località: Torino

Messaggio da Dr.ssa Eleonora Arduino » 11 gennaio 2008, 19:44

credo che una ricerca su internet potrebbe essere molto soddisfacente. sia la wikipedia che siti vari danno un'idea. Personalmente ho trovato abbastanza condivisibile quanto detto qui:
http://www.salus.it/psicologia/psicologia2.htm
Dr.ssa Eleonora Arduino - psicologa e psicoterapeuta - Torino
moderatore dei forum "consulenza psicologica"
www.eleonoraarduino.it

Avatar utente
Eddd
Messaggi: 644
Iscritto il: 11 agosto 2007, 16:26

Messaggio da Eddd » 18 gennaio 2008, 23:56

Dottoressa Arduino i libri che ho riportato di seguito non sono proprio recenti ma volevo sapere se sono buoni manuali che spieghino approssimativamente il funzionamento rispettivamente della psicoterapia e della psicoanalisi:

Come funziona la psicoterapia
di Weiss Joseph

L' esperienza della psicoanalisi. Storia del pensiero psicoanalitico moderno
di Mitchell Stephen A., Black Margaret

Non sono libri recenti, volevo sapere però se pensa che siano libri ancora validi su questi argomenti. Ultimamente l'ho tartassata di domande :D lo so, ed ho capito che comunque in un forum non posso pretendere più di tanto, perciò ho riportato questi testi che così, ad occhio, mi sembravano abbastanza seri. Io da solo però non so orientarmi, volevo sapere se pensa che siano buoni libri, insomma che facciano afferrare a chi non opera nel settore qualcosa in più (per usare una analogia so bene che c'è una bella differenza tra chi ha imparato a dipingere effettivamente e chi ha capito grosso modo cosa significa dipingere, ecco non ho certo la pretesa di diventare io stesso psicoterapeuta leggendo qualche testo :D, voglio soltanto comprenderne a grandi linee il meccanismo). E' soltanto per eliminare alcuni miei dubbi. Può anche cancellare questo messaggio se lo ritiene opportuno (insomma se sono andato di nuovo fuori argomento) e rispondermi in privato ma mi farebbe piacere se lei ed altri segnalassero altri libri per chiarire un po' le idee a chi è confuso come me.

Avatar utente
tersite
Messaggi: 573
Iscritto il: 16 dicembre 2005, 12:25
Località: pianeta terra

Messaggio da tersite » 19 gennaio 2008, 3:47

In realtà sono solo persone sofferenti, vittime di “gabbie” mentali di cui nessuno ha veramente colpa, ma così potenti e interiorizzate che sfuggirne da soli è impossibile. Loro stessi fanno fatica a vederle e spesso attribuiscono la loro sofferenza a tutt’altro. Lo psicoterapeuta è la persona che ancora non hanno incontrato.
riporto solo questo paragrafo ... interessante che io non ho mai dato la colpa ad altri ma appunto a me stesso, forse cio' ha reso la ricerca d'aiuto psicoterapeutico piu' facile!
Cmq qui la tirano giu' un po' semplice il cammino è lungo é faticoso, ma non cosi' sgradevole come pensavo... anzi :wink:

spero di non essere OT (caso mai cancelli il mio post)

Avatar utente
Dr.ssa Eleonora Arduino
Messaggi: 1880
Iscritto il: 2 novembre 2005, 0:28
Località: Torino

Messaggio da Dr.ssa Eleonora Arduino » 19 gennaio 2008, 14:08

tersite: di chi è la citazione?

eddd: allora... confesso l'abisso della mia ignoranza. Ho letto e leggo relativamente poco, ho sempre privilegiato la pratica (seminari, confronti, gruppi di studio e scambio) alla teoria. Non conosco questi testi: forse potrebbe rivolgersi al forum di studenti di psicologia? senz'altro sono più aggiornati di me sul piano bibliografico.
Dr.ssa Eleonora Arduino - psicologa e psicoterapeuta - Torino
moderatore dei forum "consulenza psicologica"
www.eleonoraarduino.it

Avatar utente
tersite
Messaggi: 573
Iscritto il: 16 dicembre 2005, 12:25
Località: pianeta terra

Messaggio da tersite » 20 gennaio 2008, 17:04

dott Arduino la citazione e' dal link che lei stessa ha indicato... :D

Marta
Messaggi: 517
Iscritto il: 10 ottobre 2007, 17:30

Messaggio da Marta » 27 gennaio 2008, 16:23

cara dottoressa, la psicoterapia è una cura vera e propria? andare dallo psicoterapeuta è come recarsi da un medico per farsi curare? coloro che si recano dallo psicoterapeuta sono considerati suoi pazienti, ovvero persone che hanno bisogno di essere curate?
mica tutti quelli che si recano dallo psicoterapeuta sono nevrotici o psicotici!!! molti hanno problematiche che si trascinano da tempo e che non riescono a risolvere! ma non sono malati o diversi dagli altri!
quello che c'è scritto sul sito da lei indicato (salus.it) è un po fuorviante!
TAEDIUM VITAE

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 27 gennaio 2008, 19:53

parli degli nevrotici o psicotici come qualcosa di cui vergognarsi... come qualcosa che sia lontanto dalla realtà. tutti in realtà siamo un po' nevrotici, soprattutto chi si reca da uno psicoterapeuta c'è buona probabilità che quei "problemi che uno si trascina da tempo" come dici tu siano in qualche modo delle nevrosi. dovresti cercare di evitare di dare tutte queste definizioni, lo fai per sentirti anche tu "Normale" e non "malata" come hai definito chi va da uno psicoterapeuta... ma alla fine chi è normale? nessuno. cos'è la normalità? non saprei rispondere.... ci vuole umiltà per riconoscere di avere dei problemi e farsi "curare" come dici tu, solo che non è una cura a senso unico, è una forma di collaborazione fra due persone, non è come il medico che ti da' la ricetta e stai a posto. la psicoterapia non è questo tipo di cura.

Marta
Messaggi: 517
Iscritto il: 10 ottobre 2007, 17:30

Messaggio da Marta » 27 gennaio 2008, 21:04

intendo dire che dividere coloro che intraprendono una psicoterapia in nevrotici e psicotici è riduttivo!!! non tutti quelli che si rivolgono allo psicoterapeuta sono affetti da una patologia!!! e so benissimo cos'è una psicoterapia, visto che la seguo da due mesi!
TAEDIUM VITAE

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 27 gennaio 2008, 21:21

ribadisco quello che ho scritto... è riduttivo voler dare a tutti i costi una diagnosi e dire che uno ha una determinata patologia... evidentemente chi si rivolge allo psicoterapeuta qualche problema ce l'ha, ma non per forza bisogna trovare un "nome" al suo problema.
intendo che spesso si parla di nevrosi e si mettono due paletti dicendo che cosa è e che cosa non è. tutti secondo me siamo affetti da nevrosi, ognuno a modo suo. se tu senti di avere dei problemi che trascini da tempo e non sai come risolvere, può darsi che anche tu abbia una forma di nevrosi e non lo sai.
il mio psico non mi ha mai dico mai detto che cosa "dovrei avere", non ha mai tirato fuori una definizione, anzi si rifiuta di farlo, ed è la cosa migliore secondo me. (eppure io a una ricerca su internet potrei attribuirmi numerose "patologie" che corrispondono ai miei comportamenti).
ps. Come mai sei sempre così agitata? non hai mai chiuso una frase con un punto..usi troppi punti esclamativi di conseguenza le tue affermazioni risultano essere sempre "combattive", quindi ti si risponde a tono anche senza volerlo...

Marta
Messaggi: 517
Iscritto il: 10 ottobre 2007, 17:30

Messaggio da Marta » 27 gennaio 2008, 22:33

io penso che non tutti quelli che si rivolgono allo psicoterapeuta sono da considerarsi affetti da una patologia. anzi molti di coloro che iniziano una terapia stanno affrontando un momento particolarmente difficile o hanno problemi che condizionano la loro vita e che non sono in gradi di risolvere da soli, quindi cercano un aiuto esterno, l'aiuto di uno specialista!
evidentemente il tuo psico non ti ha mai detto cosa dovresti avere perchè probabilmente non hai niente di patologico, niente che possa trovarsi su un manuale psicodiagnostico! capita a tutti quelli che fanno ricerche su internet di attribuirsi le più svariate patologie (capita anche a me e a moltissimi altri), per cui sconsiglio vivamente queste ricerche per evitare di autoconvincersi di avere qualcosa o suggestionarsi o addirittura auto diagnosticarsi qualche malattia!
l'utilizzo dei punti esclamativi è un vizio che non riesco a togliermi, mi viene spontaneo metterne anche più di uno alla fine di ogni frase, ma credimi, non sono affatto agitata!!!
TAEDIUM VITAE

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 27 gennaio 2008, 23:35

Beh potresti cominciare con il mettere meno punti esclamativi...
Il mio psico sa benissimo cos'ho. Io so che alcuni miei comportamenti sono tipici di una determinata "patologia", o di più "patologie"...ma non per questo io mi definico una "ossessivo-compulsiva" o una "depressa". si può benissimo vivere senza il "manuale psicodiagnostico" una volta che si riesce a cogliere il nocciolo del problema... quello che ti voglio far capire che che il manuale che citi tu è utile a fini interpretativi ma certamente una persona non si può ridurre a una patologia. Spesso una persona è un complesso di situazioni che si mescolano e non sempre è facile orientarsi all'interno di questa confusione... uno può avere atteggiamenti da nevrotico, presentare sintomi depressivi, e così via....... il mio messaggio è che secondo me il manuale non serve a niente per un bravo psicoterapeuta... se mai serve nei casi di disturbi psichiatrici gravi. Cara le nevrosi sono pane quotidiano per tutti. Non è una vera e propria "patologia"... tu dici che non tutti quelli che vanno in terapia ne sono affetti è vero ma la stragrande maggioranza di quelli che hanno questo tipo di disturbi non ci va proprio in terapia perché pensa che sia normale in quanto è talmente abituato alla "sua" nevrosi che non la considera come un problema finché non è causa di gravi disagi psicologici... il bello è accorgersi in tempo che invece le cose possono cambiare e certi comportamenti che abbiamo non sono affatto "normali"....ciao
ps "molti di coloro che iniziano una terapia stanno affrontando un momento particolarmente difficile o hanno problemi che condizionano la loro vita e che non sono in gradi di risolvere da soli, quindi cercano un aiuto esterno, l'aiuto di uno specialista!"
per quanto riguarda il momento particolarmente difficile, se non ci sono problemi più "arretrati" dietro basta anche andare da uno psicologo..
i problemi di secondo tipo poi che citi tu...beh potrebbe essere una definizione di nevrosi.. :)

Rispondi

Torna a “Forum di consulenza psicologica”