Ehm... ma per andare da uno psi bisogna stare troppo male?

In questa sezione puoi ottenere informazioni generali di carattere psicologico dal moderatore o da membri autorizzati, psicologi o psicoterapeuti, dalle Pagine Blu. Gli psicologi possono fornirti tutte le informazioni necessarie per offrire un contributo in merito alla prevenzione del disagio mentale, familiare e sociale ma in nessun caso possono fornire diagnosi o indicazioni sui trattamenti da effettuare.

Moderatore: Dr.ssa Eleonora Arduino

abc
Messaggi: 172
Iscritto il: 4 novembre 2004, 20:11

Messaggio da abc » 13 gennaio 2008, 19:35

Merak ha scritto:Signori, non stiamo parlando di chiaroveggenti o santoni ciarlatani. Stiamo parlando di professionisti ed a loro va tutto il rispetto che meritano.
Ma... non ho detto nulla contro gli psicologi, io. :roll:
Sono d'accordo con te.

Avatar utente
Batik
Messaggi: 111
Iscritto il: 8 dicembre 2005, 18:04

Messaggio da Batik » 13 gennaio 2008, 20:58

Merak guarda che gli psicologici sono esseri umani!!!! Perchè mai devo portargli rispetto incondizionato e non si può mettere in discussione la loro professione e il loro metodo di lavoro? E poi la psicologia è una scienza esatta, è un dogma, è qualcosa di puro??? Non mi pare proprio.

Io metto in luce i lati negativi, e lo faccio solo per far capire che non si può patologizzare e psicologizzare sempre tutto. Siamo sicuri che per ogni incertezza e per ogni frustrazione, per ogni debolezza ci voglia per forza l'aiuto dello psicologo?
Molte cose della vita quotidiana sono spesso portate all'estremo e molto spesso si induce la persona a interrogarsi troppo su se stesso quando basterebbe semplicemnete rincuorarlo. Molte volte la depressione, la tristezza, l'ansia sono indotte dall'esterno e per motivi futili.
Se io incominciassi a fare delle domande esistenziali e un po' maliziose giusto per il gusto di provocare, sarei in grado di mettere in crisi anche il più felice degli uomini...gli incomincio a indurre il dubbio di questo e quest'altra cosa e il gioco è fatto. Lui cade in mio potere, è sottomesso e dipende da me. Questo giochetto viene fatto spesso dagli psicologi. Vai da loro perchè ti senti un pochino ansioso, siccome non sanno da dove viene fuori l'ansia che tu hai in quel determinato momento (che magari è legata solo a per esempio a un esame universitario) lo trasformano in chissà quale dramma. Si incomincia a scavare e ti induco dubbi su tutto... La prima imputata è sempre la mamma!!! La psicologa ha messa in croce miaa madre un miliardo di volte...ogni cosa (anche la minima stronzata) tirava fuori l'ipotesi di qualche trauma infantile irrosolto. Ma non sarà che i traumi infantili sono solo una scusa del cavolo perchè non sai proprio a cosa appigliarti???

Merak
Messaggi: 149
Iscritto il: 1 giugno 2006, 13:18

Messaggio da Merak » 13 gennaio 2008, 21:58

Batik ha scritto:Merak guarda che gli psicologici sono esseri umani!!!! Perchè mai devo portargli rispetto incondizionato e non si può mettere in discussione la loro professione e il loro metodo di lavoro?
Appunto, proprio perchè sono esseri umani al massimo puoi mettere in discussione la persona e non l'intera categoria professionale.
Per il resto delle cose che hai scritto, che peraltro non condivido, sarebbe più opportuno che ti rispondesse uno psicologo, cioè un addetto ai lavori.
Se io incominciassi a fare delle domande esistenziali e un po' maliziose giusto per il gusto di provocare, sarei in grado di mettere in crisi anche il più felice degli uomini...gli incomincio a indurre il dubbio di questo e quest'altra cosa e il gioco è fatto. Lui cade in mio potere, è sottomesso e dipende da me.
Se fosse così facile sottomettere le persone, provaci tu personalmente con chiunque ti capiti a tiro e vediamo se accade davvero quello che asserisci con tanta sicurezza :D

Avatar utente
Batik
Messaggi: 111
Iscritto il: 8 dicembre 2005, 18:04

Messaggio da Batik » 13 gennaio 2008, 22:40

Già sperimentato e ti assicuro che è una cosa facile facile, ognuno di noi ha il suo tallone d'achille e basta toccare i propri punti e argomenti dolenti per far piangere anche il più felice degli uomini. Insinuare il tarlo del dubbio è cosa assai più facile a farsi che a dirsi.
Per esempio basta far inziare ogni domanda con "perchè?" "sei sicuro di...?" "è la cosa giusta fare...?" "come fai a dire che le cose stanno proprio cosi e non...?" ecct. Domande, pure semplici domande formulate con l'intonazione giusta della voce (seria, indagatrice e a tratti finto preoccupata).

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 13 gennaio 2008, 23:47

trovo che discutere con chi ha deciso che la psicoterapia non serve a niente sia pressoché inutile. batik avrà i suoi buoni motivi, purtroppo gli sfugge solo un dettaglio... come è stato detto esistono persone piu brave e persone meno brave a svolgere il proprio lavoro. questa è la verità. fin'ora (non so se per ignoranza o dimenticanza o è qualcosa fatto di proposito) Batik ha nominato solo gli Psicologi,in un discorso che di psicologia ha poco a che vedere(hai parlato di traumi irrisolti, figure di madre padre, analisi interiore,cammino interiore...insomma volevi dire una psicoanalisi???). gli psicologi non sono in grado (per la loro professione) di svolgere un lavoro come una analisi profonda che va a scavare dentro la persona e che appunto per questo è una terapia che non ha bisogno di poche sedute,ma molte di piu. per questo tipo di terapia ci sono gli psichiatri,gli psicoanalisti, e tutti coloro che sono abilitati a fare psicoterapia. il semplice psicologo non può e quindi è anche stupido,Batik, pensare di rivolgersi a uno psicologo quando il malessere interiore è tale che invece andrebbe analizzato in un'altra sede(es. una psicoterapia analitica).
quindi se vogliamo limitarci alla figura degli psicologi la dottoressa nelle pagine precedenti ha dato una possibile spiegazione del perché molti psicologi non sembrano essere adatti e quindi non svolgono bene il loro lavoro. andatevelo a rileggere.
Batik, se sei convinta di non aver tratto alcun beneficio i casi sono due. o i professionisti a cui ti sei rivolta non erano abbastanza bravi, o tu davvero non hai dei problemi tali per cui puoi vivere bene anche senza terapia.in questo caso hai provato e va bene, ti è andata male e hai capito che non fa per te.
detto questo tu devi parlare SOLO PER TE, perché non puoi sapere se chi si rivolge a un professionista, che sia psicologo o psichiatra o quello che vuoi , si inventa o meno i problemi. TI ASSICURO che chi inizia un percorso di questo genere ha davvero dei problemi che gli impediscono di vivere come vorrebbe ed è motivato ad uscire da questa situazione, così si spiega anche l'alto costo della terapia. solo chi è davvero motivato è disposto ad affrontarlo.
in te vedo non una persona che ha risolto i suoi problemi e che è in pace con se stessa anche senza l'aiuto di una terapia, ma una persona arrabbiata che parla agli altri(vuoi aprire gli occhi a chi scusa?) ma che in realtà vuole autoconvincersi di aver fatto la scelta giusta (lasciare la terapia e denigrare di conseguenza chi la pratica..). solo tu puoi saperlo se hai fatto la scelta giusta o no, non serve che vieni a dirci che fai sport e vai a casa sudata, se poi hai tutta questa rabbia tale da dover venire a sfogarti contro la categoria degli psicologi e co. nel forum..

Avatar utente
Batik
Messaggi: 111
Iscritto il: 8 dicembre 2005, 18:04

Messaggio da Batik » 14 gennaio 2008, 0:16

Io arrabbiata? Casomai a tratti annoiata, questo si. Mi spiace che l'hai preso come un attacco personale, ma ognuno ha il suo punto di vista.
Io sostengo che la gente molto spesso si rivolge allo psicologo/psicoanalista/psichiatra perchè spera che egli lo aiuti a guarire e a curarsi da solo, invece lo psicologo molte volte fa credere al soggetto che si è rivolto a lui che per curarsi ha bisogno costantemente e perennemente di una figura esterna guaritrice, rappresentato e incarnata proprio dallo psicologo/psicoanalista/psichiatra: così si instaura un rapporto che dura una vita e anni e anni. Si fa quindi credere al paziente che il terapeuta è insostituibile e irrinunciabile e solo al suo fianco si può trovare la via della guarigione e la perfetta felicità. Inoltre molto spesso per facilitare la via della guarigione va molto di moda lo psicologo/psicoanalista/psichiatra che suggerisce il trattamento faramacologico a base di antidepressivi, ansiolitici ecct. Che lo si voglia o no, questo è il modello terapeutico più usato e abusato dalla maggioranza dei terapeuti (tra l'altro rende benissimo: terapia infinita -> guadagno infinito). Poi per carità c'è anche la remota possibilità di trovare un terapeuta che propone che sia il paziente a diventare il terapeuta di se stesso e a far si che non si generi la perenne dipendenza. Casi rari e più che eccezionali.

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 14 gennaio 2008, 0:36

Oddio mi sa che tu hai trovato proprio i classici esempi di terapie che creani dipendenza perche appunto il terapeuta non è bravo.
il vero terapeuta E' SEMPRE E SOLO QUELLO CHE PROPONE AL PAZIENTE DI DIVENTARE TERAPEUTA DI SE STESSO, come hai detto tu appena adesso!!
i casi che hai citato sono proprio quelli che una buona terapia si scongiura di produrre, cioè la dipendenza infinita dal terapeuta,
ahimè se pensi così quanto sei lontana dall'aver conosciuto un buon terapeuta e ad aver sperimentato una vera psicoterapia, mi dispiace per te :cry:
non puoi conoscere la gioia e allo stesso tempo la sensazione di speranza (e a tratti fiducia in se stessi, che per me è una novità..) che una persona prova quando incontra un terapeuta di quel genere...mi viene da piangere solo a pensarci, da quanto Gli sono grata......e ho iniziato solo da pochi mesi....

Merak
Messaggi: 149
Iscritto il: 1 giugno 2006, 13:18

Messaggio da Merak » 14 gennaio 2008, 9:51

A questo punto la domanda mi sorge spontanea: ma che ci fai tu, Batik, in un sito di psicologia?

Se non hai la benchè minima fiducia nella categoria di psicologi e similari, perchè frequenti questo sito specializzato proprio in questa tematica?

Avatar utente
Batik
Messaggi: 111
Iscritto il: 8 dicembre 2005, 18:04

Messaggio da Batik » 14 gennaio 2008, 10:46

Sito specializzato? Avrei da ridire anche su questo...Spesso purtroppo le risposte che vengono date sono alla stregua di simil barzellette o favolette, non c'è un vero dibattito su niente. La gente arriva, vomita i suoi problemi e se va.
Cosa ci faccio qui? Ho sempre leggiucchiato qui e là cosa si dice in giro e mi pare che la formula da me descritta non è poi cosi sbagliata: sempre e comunque i moderatori quando rispondono consigliano in un modo o nell'altro il fatto di intraprendere una terapia...Poi noto che in home page in bella mostra c'è proprio un link dedicato alla ricerca degli psicologi, che ovviamente trova terreno fertile con gente come voi disposta a immolarsi pur di difendere gli psicologici di cui voi stessi siete vittime paganti.
Chi viene qui dentro, se è minimamente titubante circa cosa vuol fare della sua vita esce convinto solo di una cosa: fare una bella terapia!! Di quale orientamento, di quanto tempo e di quanti soldi si spende poco importa, l'importante è andare in cura. Non è mai minimante menzionata la possibilità che dopotutto certi problemi che sembrano cosi grossi non sono nè unici e nè rari, ma anzi tipici di una certa età.
Pare che tutta la popolazione se non si sottopone a una terapia non sarà mai in grado di capire sè stesso. Ma insomma ma che ci raccontiamo? Le barzellette?
Anch'io potrei farvi la stessa domanda: cosa ci fate qui? Sperate di trovare la soluzione qui dentro, vi affannate a scrivere i vostri problemi e a che pro? Qualcuno vi ha mai dato una soluzione vera e concreta?

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 14 gennaio 2008, 13:33

lasciati dire una cosa........fai ridere!!
tu pensi di essere l'unica intelligente, ma sappi che ognuno qui più o meno ha le sue ragioni e le sue motivazioni, non è né piu né meno stupido di te quindi non permetterti di venire a dire agli altri qui nel forum frasi di questo tipo, ad esempio
"Poi noto che in home page in bella mostra c'è proprio un link dedicato alla ricerca degli psicologi, che ovviamente trova terreno fertile con gente come voi disposta a immolarsi pur di difendere gli psicologici di cui voi stessi siete vittime paganti. "
non sai quel che dici...stai combattendo una battaglia che non interessa a nessuno, perché per fortuna le persone sono intelligenti piu di quanto credi e prima di farsi abbindolare da ciarlatani(si perche alla fine li definisci così gli psicoterapeuti tutti)ci pensano due volte, e se succede (come ripeto esistono sempre persone poco brave a fare il mestiere che svolgono, sia nella psicologia come negli altri campi), se capita di andare da una persona sbagliata si può sempre cambiare e farsi consigliare meglio,con la speranza di trovare qualcuno di serio. di sicuro ce ne sono tanti di professionisti validi, al contrario di quanto credi.
comunque mi dispiace che tu sia stata "vittima pagante" come ti autodefinisci (si perche fai tanto la predica ma stai descrivendo te stessa anche se non lo sai, e sei arrabbiata e delusa con te stessa per aver creduto a qualcuno che evidentemente non era abbastanza bravo...quindi quella che vomita i suoi problemi sei tu mia cara,quello che vomiti è la tua frustrazione per aver fallito, ma sai, ci sono anche molte persone che hanno e stanno traendo vantaggio dalla terapia,quindi non pensare di avere la verità in tasca perché non è così..anzi, quella che ha la visione piu distorta rispetto alla realtà sei tu.)
ciao.
ps...evidentemente hai leggiucchiato proprio, senza interesse, perche se avessi seguito piu attentamente avresti visto MOLTI messaggi che narrano altroché di problemi che non esistono, ma di situazioni veramente pesanti e gravi, che non hanno niente a che vedere con i tipici problemi "dell'età" come li chiami tu. se non fosse esistito questo spazio probabilmente quei messaggi (e le persone che li scrivono)non avrebbero trovato ascolto.
cerca di essere 1 po meno superficiale per favore, la soluzione "vera e concreta" ai problemi non esiste da nessuna parte, e se tu credi che esista...rimarrai sempre delusa.

Merak
Messaggi: 149
Iscritto il: 1 giugno 2006, 13:18

Messaggio da Merak » 14 gennaio 2008, 14:58

Batik ha scritto:Cosa ci faccio qui? Ho sempre leggiucchiato qui e là cosa si dice in giro e mi pare che la formula da me descritta non è poi cosi sbagliata: sempre e comunque i moderatori quando rispondono consigliano in un modo o nell'altro il fatto di intraprendere una terapia...
Sta di fatto che ancora non hai dato alcuna motivazione valida della tua presenza in questo forum di psicologia.

PS: concordo ed approvo quanto scritto da Doom.

Avatar utente
Batik
Messaggi: 111
Iscritto il: 8 dicembre 2005, 18:04

Messaggio da Batik » 14 gennaio 2008, 17:45

Io non sono interessata alle vostre fantasticazioni... Buon per voi se vi faccio ridere, del resto si sà che il riso abbonda sulla bocca degli sciocchi...
Io sono interessata all'opinione di gente più esperta nel campo, quindi mi apetto una risposta dalla Dott.Arduino (se avrà voglia di rispondere alle mie domande) e da Abc che è la diretta interessata del postit. Poi star qui a litigare con voi due (Merak e Doomgeneration) francamente mi interessa meno di zero. Cosi come voi difendete a spada tratta le vostre idee, io ho scritto le mie idee senza avere la pretesa di convincere nessuno. La verità in tasca non ce l'ha nessuno, nè io e nè voi. Siamo uomini e non Dei scesi in terra!!! Io ho solo scritto il lato B (quello perplesso e negativo), visto che molti si preoccupano di far apparire solo il lato A (bello e positivo). Ognuno tragga le su e conclusioni.

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 14 gennaio 2008, 18:02

noi non vogliamo litigare, ma semplicemente ci sentiamo presi in causa perché hai offeso piu volte anche noi oltre che la categoria degli psicologi e psicoterapeuti e co...e credimi fa molto male sentire che qualcuno giudica così un lavoro che x molti di noi significa sofferenza e dolore ma anche speranza,forse per questo ci sentiamo presi in causa....e siccome c'è un errore di fondo, ovvero che tu vuoi far passare per dato di fatto ciò che dici, siamo interessati a discutere perché non venga fuori un'idea completamente lontana dalla realtà di ciò che è una psicoterapia(fatta bene,si intende)
se tu avessi subito iniziato il discorso non traendo conclusioni generalizzate, per quanto la tua esperienza possa essere negativa, e avessi letto piu attentamente tutto quello che c'è scritto in questo topic...sarebbe piu semplice discutere...perché è sempre facile incolpare gli altri e l'esterno dei nostri mali,ed è ancora piu facile generalizzare e puntare il dito contro l'intera categoria degli psicoterapeuti piuttosto che provare a vedere al di là del proprio naso ed ammettere che sì, si è buttato via tempo e denaro, ma evidentemente si è capitati dalla persona sbagliata,o comunque si è avuta una esperienza che per quanto negativa deve rimanere tale, una ESPERIENZA che non per forza deve connotare di negatività tutte le altre relative ad altre persone. è come dire che sono andata dall'avvocato e ho perso la causa, allora tutti gli avvocati fanno schifo!!o dal medico che mi ha curato male e ho ancora i miei dolori quindi i medici sono degli impostori. capisci che il tuo ragionamento è quello di una persona arrabbiata che fa di tutta un'erba un fascio e cerca di riportare tutto sotto il proprio punto di vista,distorto?
ps la dottoressa è intervenuta in questo e in altri post, basta aver seguito,..e comunque tanto meglio se di nuovo vorrà intervenire..
per concludere tu non mostri il lato B, ma mostri un'esperienza che non è delle migliori , per un insieme di cose , non credere di essere l'unica perché ho conosciuto persone a cui è capitata la stessa cosa ma non per questo denigrano l'intera categoria, anzi poi hanno trovato qualcuno di piu valido quindi hanno imparato dall'errore...(bisogna stare attenti a scegliere il terapeuta per evitare cose spiacevoli come è successa a Batik.,..questa è una delle regole fondamentali)
così come noi non mostriamo il lato A, perché ogni psicoterapia ha un lato A e un lato B, e spesso il lato B fa molto male, perché è solo mettendosi in gioco profondamente ed essendo disposti a tirare fuori "dall'armadio" scheletri che avevamo nascosto per stare bene(apparentemente) che avviene un cambiamento. quindi come vedi non ha nemmeno senso stare a dire che noi li difendiamo senza mostrarne i lati negativi.,...

non capisco cosa ci sia di tanto difficile per te,Batik, nell'accettare che si è avuta una esperienza molto negativa, che invece moltre altre persone non hanno avuto(per fortuna). non è detto che tu non possa provare in futuro una esperienza diversa ..qualora avessi bisogno di tornare da un esperto!! è così difficile ridimensionare il tutto, senza prendersela con il mondo degli psicoterapeuti?

Avatar utente
Eddd
Messaggi: 644
Iscritto il: 11 agosto 2007, 16:26

Messaggio da Eddd » 14 gennaio 2008, 18:38

Ci sono una serie di cose che però non sono affatto chiare. Una qualsiasi cura medica mette in chiaro cosa la persona deve fare per seguire la cura e mette in chiaro anche cosa si dovrebbe ottenere.
Parlare di scheletri nell’armadio però è qualcosa di molto vago doomgeneration, io in sostanza cosa devo fare? Quali operazioni dovrei eseguire per essere collaborativo con la psicoterapeuta? Queste cose andrebbero chiarite all’inizio, se una cura medica prevede certe pratiche alle quali per certi motivi non voglio sottopormi deciderò poi io cosa fare. In passato le operazioni venivano effettuate senza anestesia ed a ragione molti decidevano di tenersi il loro male piuttosto che sottoporsi a quelle pratiche, se la psicoterapia è una pratica che mi provocherà un certo tipo di sofferenza voglio esserne informato prima. A me è tutta questa vaghezza che un po’ mi infastidisce, “cambiamento profondo” ed espressioni simili io non le riesco a comprendere, in fin dei conti non so nemmeno bene di cosa parlate, io ho i miei problemi esistenziali, questi voglio risolvere (con sforzi che siano per me ragionevoli) e potrei anche non essere affatto interessato a cambiare profondamente. Però dovreste fare tutti uno sforzo e chiarire dal punto di vista concettuale cosa intendete dire, sembra quasi che vi riferiate ad una sorta di esperienza mistica, ma chi non condivide le vostre esperienze come dovrebbe fare per poter disporre di informazioni concrete?
Le perplessità di abc le ho anche io, e vi chiedo a questo punto davvero dove io possa trovare informazioni corrette riguardo alla psicoterapia. Di libri ce ne sono tanti in giro ma dicono tutto ed il contrario di tutto, dove devo cercare? E cosa devo cercare per avere informazioni?
Indicatemi qualche testo, qualche manuale che mi aiuti a comprendere.

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 14 gennaio 2008, 19:11

Edd sei troppo razionalista, come dice Tersite.................Non c'è niente di CONCETTUALE da spiegare. la psicoterapia non è una scienza esatta, è una scienza umana, relativa a qualcosa di talmente impalpabile come la MENTE UMANA , il cervello, le emozioni, talmente intrinseca al modo di relazionarsi di ognuno e che, proprio per la sua natura essenzialmente personale (è per questo che gli psicologi qui sul forum non possono rispondere concretamente a nessun tipo di problema, perché prima bisogna conoscere la persona che si ha davanti, il suo vissuto, la sua "soggettività"..) è impossibile darti una definizione di cos'è o dello scopo che si propone. è un salto nel vuoto, nel buio della tua persona, nella tua "ombra".... se non sei disposto ad accettare questo, temo che tu sia ancora troppo ancorato alla tua parte razionale che non vuole mollare la presa. io capisco i tuoi dubbi, ma ai tuoi dubbi nessuno può dare una risposta certa ed esauriente. nessuno psicoterapeuta propone di svelare il segreto mistico della vita (ahah) e se lo fa allora non è un bravo psicoterapeuta. come hai capito da molto non ci sono punti fermi nella vita , non c'è nessuna verità dall'alto (tranne per chi ha Fede in qualche Dio..), nessuna legge certa che governa il comportamento dell'individuo e per questo un bravo psicoterapeuta lascia cadere tutte le definizioni, che vanno tanto di moda, non ti da' nessuna etichetta, non ti dice : "tu sei affetto da..." (a parte casi gravi psichiatrici dove è chiaramente riscontrabile 1 disturbo). Non clinicizza niente e nessuno, ma ascolta e ascolta..ogni tanto dice qualcosa per stimolare il paziente a una nuova riflessione, ma niente di piu...e già questa è una cosa positiva(l'ascoltare senza giudicare,l'empatizzare,così che si crei una situazione di fiducia tra paziente e terapeuta)

EDD se non sei disposto ad accettare questa cosa ti batterai inutilmente perché le risposte ai tuoi dubbi non esistono. te ne sono state date tante, ma non ti vanno bene, io ti continuo a rispondere perche in qualche modo mi fa piacere trasmettere una esperienza positiva agli altri, di qualunque tipo sia(e anche perche sono a casa a studiare e non posso uscire quindi ogni tanto vago su internet :wink: ). di piu non so che dirti. ti saluto. ps t ho scritto un mp

Rispondi

Torna a “Forum di consulenza psicologica”