Voglio un figlio....che non arriva!

In questa sezione puoi ottenere informazioni generali di carattere psicologico dal moderatore o da membri autorizzati, psicologi o psicoterapeuti, dalle Pagine Blu. Gli psicologi possono fornirti tutte le informazioni necessarie per offrire un contributo in merito alla prevenzione del disagio mentale, familiare e sociale ma in nessun caso possono fornire diagnosi o indicazioni sui trattamenti da effettuare.

Moderatore: Dr.ssa Eleonora Arduino

Avatar utente
Batik
Messaggi: 111
Iscritto il: 8 dicembre 2005, 18:04

Messaggio da Batik » 29 gennaio 2008, 19:27

i figli si fanno in due... se tuo marito non è pronto allora è evidente che per ora è destino che il figlio non arrivi... Chiaritevi le idee!
Fare ulteriori esami medici non serve a nulla.
moon ha scritto:Inizio a pensare che sto perdendo tempo e che se non mi sbrigo forse non sarò mai mamma............come affrontare questo malessere ogni giorno????
Ripeto che hai 30 anni e non 50...Sei giovane e oggi giorno i figli li si fanno tranquillamente anche dopo i 30. Poi se vuoi continuare a stressarti fai pure....il passo per varcare la soglia della follia è breve e dipende solo da te.

minnitop
Messaggi: 17
Iscritto il: 8 gennaio 2008, 11:59

Messaggio da minnitop » 29 gennaio 2008, 22:00

Ho appena letto la NETIQUETTE del forum e mi sembrava di aver capito che prima di "attaccare" bisognerebbe capire lo stato d'animo delle persone.
Io cara moon ti capisco....sto vivendo la stessa situazione e non è facile vedere tanti bimbi intorno e non pensare di averne uno tuo.
so anche che per quanto gli altri dicano di assecondare tuo marito, di capirlo etc etc.....non è facile faro, ci vuole una grande forza d'animo.
In questo periodo sarai confusa, cerca di distrarti e aspetta....è l'unica cosa che puoi fare!
ti sono vicina

Avatar utente
Dr.ssa Eleonora Arduino
Messaggi: 1880
Iscritto il: 2 novembre 2005, 0:28
Località: Torino

Messaggio da Dr.ssa Eleonora Arduino » 30 gennaio 2008, 1:40

Batik, la prego di moderarsi: avrà certo i suoi motivi, ma tanto criticismo e aggressività non sono giustificati, mi pare.
Dr.ssa Eleonora Arduino - psicologa e psicoterapeuta - Torino
moderatore dei forum "consulenza psicologica"
www.eleonoraarduino.it

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 30 gennaio 2008, 12:58

Moon è evidente che tuo marito non vuole se addirittua non vuole fare sesso nei giorni fertili!! più chiaro di così!! noi non possiamo dirti niente di più. O parli con tuo marito ma mi sembra che non voglia ascoltarti, oppure ti rassegni.... cosa vuoi che ti diciamo, che devi cambiare uomo? non sei un contenitore da riempire... scusa la schiettezza! tu stai con lui non perché ti fecondi e tu possa avere un figlio....o sbaglio? se è così allora non so quanto la vostra coppia potrà durare visto che questa sembra la tua preoccupazione più grande, mentre a tuo marito nn interessa più di tanto. Non vedo altra soluzione se non il compromesso!(da parte tua, perché non puoi obbligarlo ad avere figli, ma puoi obbligare te stessa a metterti l'anima in pace.)

Avatar utente
Batik
Messaggi: 111
Iscritto il: 8 dicembre 2005, 18:04

Messaggio da Batik » 30 gennaio 2008, 13:08

ancora una volta non posso che quotare e straquotare Doomgeneration!!!


Per Arduino: scusi ma cosa sta dicendo????? :shock: :shock:
io scrivo in maniera tranquilla e nient'affatto aggressiva e mi pare che ciò che sostengo è stato ampiamente condiviso anche da altri utenti. Ora se volete stigmatizzare ogni mia parole e farmi diventare un capro espiatorio di tutti i vostri mali, io non ci sto. Io sono una persona schietta e dico quello che penso, poi se invece qui bisogna sempre addolcire la pillola con finte parole dolci... evidentemente è un problema vostro e non mio. Nno mi pare che comunque anche gli altri utenti che hanno risposto hanno usato parole tanto diverse dalle mie.

moon
Messaggi: 7
Iscritto il: 28 gennaio 2008, 10:57

Messaggio da moon » 30 gennaio 2008, 13:15

Non mi resta allora che rassegnarmi e sperare che mio marito si sblocchi presto.
Spero che questo mio malessere non si ingigantisca...nonostante i vs messaggi (e ringrazio tutti!)rimangono tanti PERCHE' IRRISOLTI che devo solo trovare dentro me stessa e la mia famiglia!

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 30 gennaio 2008, 13:17

Anzi mi sono dimenticata l'ultimo consiglio..... se il malessere che provi è grande allora prova a parlarne con qualcuno che ti può consigliare, prova prima con la tua ginecologa, poi se te la senti con una psicologa donna di cui ti fidi... prima che il tuo malessere si ingigantisca e si trasformi in rancore per tuo marito!

ciccia
Messaggi: 57
Iscritto il: 25 gennaio 2008, 20:53

Messaggio da ciccia » 30 gennaio 2008, 13:21

So perfettamente che i figli non sono solo una questione di pancia ma anche di testa.Il mio compagno non ha ancora il divorzio perchè la sua ex ci mette i bastoni tra le ruote e comunque per l' adozione da quello che so bisogna essere sposati da almeno 5 anni.Non mi fa piacere mettere in croce il mio compagno ma non posso nemmeno fare l'ipocrita e dire che non c'è nessun problema.Secondo me repromere serve solo a far crescere il malessere..

minnitop
Messaggi: 17
Iscritto il: 8 gennaio 2008, 11:59

Messaggio da minnitop » 30 gennaio 2008, 13:37

Senz'altro essere schiette e sincere come Batik è un pregio, io personalmente odio l'ipocrisia ma penso anche che chi si accosta a questo forum per chiedere aiuto debba essere preso un pò con le pinze.

Nel senso che la tattica del "non ossessionarti, alzati e reagisci" può andare bene per certe persone e far + male che bene per altre.

E' vero anche che il problema di moon non può semplicemente essere risolto cosi, con 2 frasette. La motivazione interiore la deve trovare solo lei e il fattore "rancore verso il marito" non è da sottovalutare.

COme ho scritto in un altro post, prima di essere una coppia si è un singolo con aspettative, desideri e progetti personali.
La maggior parte di noi ha voglia di creare una famiglia prima di aver incontrato la persona giusta con cui farla, e per alcune di noi il desiderio di diventare mamma lo si ha ancora prima di conoscere l'uomo giusto.
Questo non significa che andremo col primo che passa, però ci si dice IL MIO SOGNO E' DI AVERE UN FIGLIO CON LA PERSONA CHE AMO!
Ecco...una volta trovata la persona giusta con cui dividere la vita, vien da se la voglia di avere un figlio. E se ti accorgi che per l'altra persona (nonostante le belle parole e i bei propositi) non è ancora arrivato il momento, resti un pò SPIAZZATA.
E non sempre si riesce ad aspettare con calma e tranquillità!

Avatar utente
Batik
Messaggi: 111
Iscritto il: 8 dicembre 2005, 18:04

Messaggio da Batik » 30 gennaio 2008, 14:37

Comunque al di là di tutto, lasciamo un attimo da parte il caso di Ciccia che è un pò complicato e richiederebbe più tempo perchè per lei ci sono prima due problemi grossi da rosolvere: 1) ottenere il divorzio per il suo compagno e 2) far capire alla ex moglie di lui che ora deve farsi da parte e accettare la nuova vita.



Per Moon invece capisco che stia soffrendo ma ha SOLO 30 ANNI!!!!
Voi a 30 anni vi sentite vecchie??? io se una a 30 mi darà della vecchia la mando a cagare... A 30 anni si è stra in tempo per fare i figli e se li si fa a 31 o 32 non vedo qual è il problema. Quindi il fattore età secondo me è un finto problema, ed è bene che Moon lo capisca altrimenti si fa il sangue marcio per niente.

Per quanto riguarda il marito, o accetta il fatto che lui non è pronto altrimenti che fa: gli spacca la testa o lo lega al letto?? Qui combattono 2 volontà, da un lato lei che vuole a tutti i costi il figlio e dall'altro il marito che se la fa sotto dalla paura di diventare padre.
Devono chiarirsi le idee altrimenti scoppiano e si mollano perchè in questo momento stanno andando in due direzioni opposte...uno corre a sinistra e l'altro a destra.
In ultimo, comunque Moon deve calmarsi perchè lo stress non agevola il fatto di essere feconda ma anzi vi ho fatto l'esempio di una mia amica. Entrambi desideravano il figlio e nonostante ci provassero in tutti i modi, niente, lei non riusciva a rimanere incinta. Avevano fatto un sacco di analisi pure lo spermiogramma ed era risultato tutto a posto. Alla fine tutti i medici e persino la ginecologa le avevano detto la stessa cosa: o ti dai una calmata oppure sto figlio non arriverà mai. E infatti detto fatto, dopo due anni quando meno se l'aspettavano zac lei è riuscita a rimanere incinta e vi assicuro che suo figlio è meraviglioso. Lei l'anno scorso quando ha partorito aveva 31 anni. E secondo voi uno a 31 anni è vecchio???

Avatar utente
Dr.ssa Eleonora Arduino
Messaggi: 1880
Iscritto il: 2 novembre 2005, 0:28
Località: Torino

Messaggio da Dr.ssa Eleonora Arduino » 30 gennaio 2008, 23:48

ripeto ancora una volta: non contesto il contenuto delle comunicazioni, le opinioni o le convinzioni, ma il tono con il quale ci si rivolge alle persone. Il tono, il senso di critica, l'aggressività. Dopo una serie di post in crescendo leggiamo:
"i figli si fanno in due... .. Chiaritevi le idee! .....
Poi se vuoi continuare a stressarti fai pure....il passo per varcare la soglia della follia è breve e dipende solo da te." e seguita "Qui combattono 2 volontà, da un lato lei che vuole a tutti i costi il figlio e dall'altro il marito che se la fa sotto dalla paura di diventare padre. "
be'...
Quindi, scatta l'invito alla moderazione. Ripeto, ancora e ancora una volta: non per le opinioni, ma per il modo in cui vengono espresse. Mi stupisce davvero che non lo si riconosca e non si possa chiedere semplicemente scusa. Forse è bene imparare a distinguere tra schiettezza e scortesia
Cito dalla netiquette (che tutti dovrebbero leggere prima di postare) e che è regola insindacabile di questi forum:
"TOLLERANZA, TATTO E GENTILEZZA
La psicologia e i problemi ad essa connessi riguardano la sfera più intima delle persone, e questo è un motivo in più per adottare un comportamento comunicativo improntato alla gentilezza, al tatto e al rispetto dell'altro. Invitiamo i nostri utenti a fare sempre molta attenzione a non urtare la suscettibilità degli altri.
Nell'intervenire su questi temi vi invitiamo a dimostrare sempre il massimo dell'apertura mentale e a esprimere le vostre opinioni con toni pacati e rispettosi delle convinzioni e dell'etica altrui."

Il tono pacato e rispettoso non comporta velare con "dolci paroline" la propria opinione, nè distorcerla, nè negarla.
Dr.ssa Eleonora Arduino - psicologa e psicoterapeuta - Torino
moderatore dei forum "consulenza psicologica"
www.eleonoraarduino.it

Avatar utente
Batik
Messaggi: 111
Iscritto il: 8 dicembre 2005, 18:04

Messaggio da Batik » 31 gennaio 2008, 0:45

qual è il problema? vuole citare ogni mia singola frase o pensa che si può fare basta e evitare di aizzare una stupida lite in pieno stile defilippiano?
non capisco dove vuole arrivare...non mi pare di essere su canale 5 e nè tanto meno di partecipare a uno di quei beceri talk show dove più la gente si azzuffa e più sale l'audience. quindi perchè si ostina a fare il pelo e contro pelo a ogni mia singola frase? i suoi due unici interventi in questo topic sono stati solo per ammonire me. perchè piuttosto non dice la sua riguardo al problema posto da Moon e Ciccia visto che lei è l'esperto?

moon
Messaggi: 7
Iscritto il: 28 gennaio 2008, 10:57

Messaggio da moon » 31 gennaio 2008, 9:38

Oh mamma mia, non volevo scatenare questo putiferio....la parola FINE la metto io.
Non so quale conforto volessi trovare in questo sito, in ogni caso... ho solo 30 anni per cui è meglio che torni alla vita vera invece di lamentarmi qui ed essere poi punto e a capo.

Buona continuazione!
ciaooo :)

ciccia
Messaggi: 57
Iscritto il: 25 gennaio 2008, 20:53

Messaggio da ciccia » 31 gennaio 2008, 13:00

Moon non devi preoccuparti di aver scatenato un putiferio,non è colpa tua.Non devi smettere di parlarne solo perchè ti sei sentita dire che sei giovane e non dovresti ossessionarti.Se come me hai bisogno di uno scambio di opinioni per sentirti meno sola in questo nostro malessere continua a parlarne!!!!!!!

Rispondi

Torna a “Forum di consulenza psicologica”