Proposta di esperimento

In questa sezione puoi ottenere informazioni generali di carattere psicologico dal moderatore o da membri autorizzati, psicologi o psicoterapeuti, dalle Pagine Blu. Gli psicologi possono fornirti tutte le informazioni necessarie per offrire un contributo in merito alla prevenzione del disagio mentale, familiare e sociale ma in nessun caso possono fornire diagnosi o indicazioni sui trattamenti da effettuare.

Moderatore: Dr.ssa Eleonora Arduino

come moderare questo forum?

con intransigenza
5
14%
con una certa tolleranza
18
50%
tolleranza fino all'insulto
7
19%
tolleranza totale
6
17%
 
Voti totali: 36

Avatar utente
Dr.ssa Eleonora Arduino
Messaggi: 1880
Iscritto il: 2 novembre 2005, 0:28
Località: Torino

Proposta di esperimento

Messaggio da Dr.ssa Eleonora Arduino » 16 febbraio 2008, 12:28

Le ultime tornate di post hanno visto svilupparsi sgradevoli (secondo me) conflitti e battibecchi. Naturalmente è normale che accada, a volte può essere persino stimolante, altre divertente (alla defilippi, per l'appunto)... naturalmente per chi si diverte.
Ho sempre pensato - soprattutto in considerazione dell'utenza media di questo forum (vedi faq 16 http://argonauti.it/forum/viewtopic.php?t=4917) - che innanzi tutto si dovesse salvaguardare il clima accogliente e rispettoso, auto-censurando gli scoppi emotivi spontanei, anche se assolutamente NON a scapito delle proprie opinioni. Operazione non sempre facile, da cui l'ausilio del moderatore per garantirlo. Ma ora ho alcuni dubbi, e poichè il forum è innanzi tutto vostro, lancio questo sondaggio che spero abbia riscontro.
Tenete conto che le varie opzioni di voto comportano alcune conseguenze:

1) "con intransigenza": i post disturbanti vengono cancellati all'istante, dopo la prima ammonizione. Il ban segue a ruota. Il clima è salvaguardato secondo come lo intende il moderatore, non sempre condivisibile, ma inappellabile. Le persone possono sentirsi censurate anche sulle opinioni e non solo sui modi. Oneroso per il moderatore in termini di presenza costante, più facile rispetto alle scelte comportamentali.

2)"con una certa tolleranza": si veda come esempio la discussione "domande, domande" e "voyeurismo" . Il clima può essere disturbato, si possono generare lunghi battibecchi, ma non si stronca la parola a nessuno. Le persone più sensibili e sofferenti possono non intervenire o ritirarsi spaventate dal timore di poter essere attaccate, le più "tranquille" resistono anche se con fastidio. Molto oneroso per il moderatore che deve continuamente valutare e soppesare i suoi interventi, con ampio margine di errore e di discutibilità

3) "tolleranza fino all'insulto" : viene accettata ogni forma emotiva di espressione, anche aggressiva, salvo gli insulti espliciti. Le persone partecipano quando hanno voglia di litigare, quando amano il confronto accalorato, quando hanno un peso aggressivo da smaltire (e cose simili), quando possono tollerare a loro volta lo stress. Le altre tacciono o si fanno trascinare dal clima. Chi vive problemi angosciosi fugge o non si esprime per nulla. Molto "comodo" per il moderatore, non sempre gradevole neppure per lui.

4) tolleranza totale: in verità non è tanto previsto nel forum consulenza, appartiene più al forum "liberamente", tuttavia era giusto inserire l'opzione. Il moderatore non ha oneri di sorta, comodissimo dal punto di vista dell'impegno. C'è anche una certa eguaglianza di ruoli tra moderatore e utenti, anche il mod. può con più libertà decidere di rispondere o meno, secondo il suo estro del momento. Esiste solo il ban, ma in condizioni davvero reiterate e macroscopiche
Ultima modifica di Dr.ssa Eleonora Arduino il 19 febbraio 2008, 1:40, modificato 1 volta in totale.
Dr.ssa Eleonora Arduino - psicologa e psicoterapeuta - Torino
moderatore dei forum "consulenza psicologica"
www.eleonoraarduino.it

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 16 febbraio 2008, 12:44

come definire l'insulto?anche senza arrivare alla parolaccia si può insultare.L'insulto può anche essere subdolo e nascosto. si può lanciare il sasso e nascondere la mano (si veda weely).
Immagine
Croccante fuori, toffoletta dentro

Avatar utente
Dr.ssa Eleonora Arduino
Messaggi: 1880
Iscritto il: 2 novembre 2005, 0:28
Località: Torino

Messaggio da Dr.ssa Eleonora Arduino » 16 febbraio 2008, 12:52

in questo caso intendo proprio la parolaccia, diversamente entriamo nell'opzione "con una certa tolleranza"
Dr.ssa Eleonora Arduino - psicologa e psicoterapeuta - Torino
moderatore dei forum "consulenza psicologica"
www.eleonoraarduino.it

Avatar utente
novembre
Messaggi: 1623
Iscritto il: 30 gennaio 2005, 14:58

Messaggio da novembre » 16 febbraio 2008, 20:46

Ho votato per "con una certa tolleranza", ma rileggendo attentamente le indicazioni opterei più per "con intransigenza".
Sono per la cancellazione del post dopo la prima ammonizione. Sarà la mia formazione da arbitro... per me al secondo cartellino giallo si è fuori!
Sarebbe davvero troppo oneroso per il moderatore dover continuamente sedare le risse verbali, che ovviamente non si estinguono 'naturalmente' senza un intervento mirato, di punizione. Anzi, la tolleranza può rappresentare un buon rinforzo positivo!
Non è possibile che in un forum il moderatore tolleri gli insulti e l'aggressività cercando di comprenderne le motivazioni. O meglio, può comprendere, ma non giustificare.
"il passare della morte nel rumore confuso della vita, le gioie insieme alle fitte di dolore, il cuore che invecchia e ringiovanisce all’improvviso..”

Guida autorizzata Pagine Blu

Avatar utente
Batik
Messaggi: 111
Iscritto il: 8 dicembre 2005, 18:04

Messaggio da Batik » 16 febbraio 2008, 22:44

Se le sanzioni vengono applicate a tutti indistantamente allora ben venga anche il fascismo e l'intolleranza totale ma se ciò deve avvenire solo per certe persone e non per tutti allora non ci sto. Per certe persone si passa subito alla censura e alla continua e pressante minaccia di ban. Chissà perchè invece il messaggio aggressivo di certe altre persone viene reputato come ironico nonostante la presenza inequivocabile di parolacce. Non è ammissibile che vengano applicati due pesi e due misure... E se volete degli esempi ce nè uno fresco fresco accaduto ieri.

Avatar utente
tersite
Messaggi: 573
Iscritto il: 16 dicembre 2005, 12:25
Località: pianeta terra

Messaggio da tersite » 17 febbraio 2008, 14:42

in generale sono contrario ad ogni forma di censura
ma trattandosi di un forum di psicologia e sopratutto di AIUTO x chi e' in difficolta' (non ce ne dimentichiamo)
scelgo la seconda opzione "con una certa tolleranza" anzi direi con una tolleranza spinta :D
gli insulti veri e propri invece non possono essere tollerati, non per bieco moralismo ma proprio in relazione al tipo do forum in cui stiamo scrivendo
e anche per quel rispetto umano che mai dovrebbe mancare :(

OT: batik mi 6 molto simpatica e mi ricordi una ragazza incontrata in un forum diverso tempo fa... aveva il tuo stesso modo anarchico di porsi
ma credo che tu abbia esagerato
ciao :)

Avatar utente
Eddd
Messaggi: 644
Iscritto il: 11 agosto 2007, 16:26

Messaggio da Eddd » 17 febbraio 2008, 20:16

Io non saprei dare bene una regola generale, le parolacce rivolte ad altre persone no, non mi piacciono, se le ho usate io stesso in qualche discussione censuratemi :).
Ho votato per la tolleranza totale, però diciamo che ci si può esprimere con diversi termini in modo appassionato e si può evitare di arrivare al turpiloquio, a me questo dà fastidio.
L'aggressività in una discussione aperta su certi temi io direi che è inevitabile, fa parte del dibattito, dello scontro di idee diverse, di modi differenti di pensare e di avvicinarsi a certi problemi, eliminarla in una certa misura è un po' come voler cercare di evitare di confrontarsi con punti di vista molto diversi dal nostro. Si possono non rispettare le idee degli altri non soltanto aggredendo ma anche usando stratagemmi più subdoli, e perciò in un dibattito ognuno deve poter disporre delle armi che sa maneggiare meglio, sia per difendere le proprie idee che per attaccare quelle che non condivide.
Invece in certe circostanze in cui un utente parla di certi suoi problemi e difficoltà io direi di smorzare i toni, io stesso ammetto di poter fare errori, e là dove non dovessi accorgermi del mio atteggiamento aggressivo in queste circostanze chiedo ai moderatori ed agli altri utenti di intervenire ed ammonirmi, credo che mi renderei conto in questo caso dell'errore o, se volete, dell'inadeguatezza di un intervento di questo tipo in quel contesto ed eviterei ulteriori polemiche.
Siccome questo è un forum in cui in certe circostanze si parla di certi temi mentre in altre alcuni utenti cercano aiuto e sostegno psicologico direi che a seconda del contesto un certo atteggiamento può essere tollerato o meno.
Ovviamente anche i moderatori possono sbagliare, e perciò anche gli utenti possono ammonirli :).
Avevo già votato per la tolleranza totale, ma praticamente sono d'accordo con quello che ha scritto tersite.

Avatar utente
novembre
Messaggi: 1623
Iscritto il: 30 gennaio 2005, 14:58

Messaggio da novembre » 17 febbraio 2008, 22:12

tersite ha scritto: scelgo la seconda opzione "con una certa tolleranza" anzi direi con una tolleranza spinta :D
gli insulti veri e propri invece non possono essere tollerati,
Trovo molto più disturbante un determinato atteggiamento "ostruzionistico", ma costante, piuttosto che la parolaccia.
"il passare della morte nel rumore confuso della vita, le gioie insieme alle fitte di dolore, il cuore che invecchia e ringiovanisce all’improvviso..”

Guida autorizzata Pagine Blu

Avatar utente
Giulia
Messaggi: 583
Iscritto il: 1 febbraio 2005, 22:51

Messaggio da Giulia » 17 febbraio 2008, 23:52

Dottoressa mi trovo impossibilitata a rispondere al "sondaggio" perchè contiene macroscopici errori nella sua formulazione...
Non credo che lei riuscirà a elaborare correttamente i dati. Nel fare il passaggio dai concetti alle variabili non ha operativizzato, inoltre sono mal poste le stesse risposte ed esse risultano essere viziate e contengono un suo giudizio personale (vedi soprattutto il post di spiegazione correlato alle risposte e alla compilazione del sondaggio stesso).
Per fare correttamente questo sondaggio bisognerebbe operare una pulizia dei dati.

Forse lei intendeva fare una sorta di focus group...o forse intendeva proprio sottoporci un questionario ma...Davvero andrebbe riformulato perchè contiene troppi giudizi e induce inevitabilmente già in una direzione (e lei sa quanto è forte anche la desiderabilità sociale).

Scusi se mi sono permessa di farle le pulci ma non ho potuto fare a meno di notare questi errori, ve ne sarebbero anche altri ma... Credo di averglielo già smontato abbastanza :wink:

Avatar utente
Dr.ssa Eleonora Arduino
Messaggi: 1880
Iscritto il: 2 novembre 2005, 0:28
Località: Torino

Messaggio da Dr.ssa Eleonora Arduino » 18 febbraio 2008, 23:54

Vi ringrazio soprattutto per le precisazioni e gli interventi, a parte il voto. Il votare può essere uno stimolo e non ha certo la pretesa di un'indagine impeccabile dal punto di vista metodologico. Del resto alcune dichiarazioni di voto sono già diverse dal voto appena inserito, com'è naturale che sia, e com'è interessante rilevare rispetto a come si può integrare e diversificare con un po' di riflessione e di scambio. Spero che continuiate.
Per Giulia: sarei più lieta di sapere il suo parere in merito! :D
Dr.ssa Eleonora Arduino - psicologa e psicoterapeuta - Torino
moderatore dei forum "consulenza psicologica"
www.eleonoraarduino.it

Avatar utente
Giulia
Messaggi: 583
Iscritto il: 1 febbraio 2005, 22:51

Messaggio da Giulia » 19 febbraio 2008, 14:27

A parte gli errori metodologici nell'impostare questo specifico "sondaggio", comunque a lei vanno i complimenti in termini di presenza. L'impegno che riversa in questo forum è notevole ImmagineImmagine



A me piace sempre partire dalle definizioni per poi arrivare a definire le sottili differenze che possono intercorrere da caso a caso...
Sono andata in giro per il web a documentarmi un po' e stando a quanto ho letto in molti regolamenti di altri forum, in linea teorica il moderatore è colui che all'interno dei forum controlla l'andamento generale e specifico dei topics a lui affidati come moderatore. Il suo compito è quello di avvertire l'eventuale mal andamento, cancellare, modificare, bloccare i vari topics o singole risposte nei topics. Il compito del moderatore inoltre è soprattutto quello di controllare il linguaggio degli utenti poichè va rispettata una certa decenza e una certa educazione. In particolare se un utente scrive argomenti offensivi o che incitano a violenza o non rispettano i singoli utenti nella loro persona, il moderatore procedere direttamente alla cancellazione di tali topics o risposte. Se è grave, si rivolge all'admin per eventuali provvedimenti più seri.
Il Regolamento è uno degli strumenti principali del moderatore. Il regolamento (o netiquette) è una serie di norme comportamentali che un forum chiede di rispettare alla propria utenza; la sua applicazione va in ogni caso valutata di caso in caso, e va applicato con la giusta dose di tolleranza e di rigore.


Questo è il mio pensiero...
Partendo dal presupposto che ognuno ha un proprio concetto di volgarità, rispetto e offese, la tendenza dovrebbe essere quella di cancellare o ammonire solo qualora non vengano rispettare le più "strette" esigenze di ordine. Il mio consiglio è di lasciare una certa libertà e di non essere troppo restrittivi ma di usare quindi con parsimonia gli strumenti di "cancellazione" o "ban". Il moderatore non è un poliziotto, ma è un responsabile, come per esempio il capitano in una squadra di calcio... Bisogna evitare di cancellare troppe cose, anzi, cercare a parole (con la massima disponibilità al dialogo) di esprimere i motivi per i quali certe cose non vanno fatte o dette (che poi è quello che lei ha fatto in generale finora :wink:).
Un moderatore in fin dei conti è un utente come gli Altri a cui viene affidata la responsabilità di mantenere ordine in una o più sezioni del forum. Solitamente viene scelto per le sue competenze o per il suo particolare status (se siamo in un forum di psicologia vien da sè che i moderatori saranno psicologi...).
Se mi posso permettere... un altro suggerimento nello specifico per lei, Dott.Arduino: non agisca d'istinto, so che il suo lavoro (che poi è un hobby) è duro perchè deve fare i conti con tante persone e questo vuol dire tante teste, però abbia il polso fermo e non si faccia prendere dalle emozioni o dall'irritazione del momento (mi riferisco al precedente caso di Batik). Inoltre buona regola dovrebbe essere che ciò che si applica a un utente deve essere poi applicato anche per Altri in maniera equanime. Spesso ho notato che molti messaggi velatamente ironici contengono un'alta carica di aggressività e, secondo me, è scorretto farli passare in sordina perchè essi poi segnano il passo per ulteriori messaggi e fungono da modello per altri utenti che hanno il vizietto di scrivere con veemenza i loro pensieri (il ragionamento che poi scatta è: "Se lo ha concesso a lui/lei allora è concesso anche a me" e quindi poi si crea un vortice dal quale è diffile uscirne).

Avatar utente
Dr.ssa Eleonora Arduino
Messaggi: 1880
Iscritto il: 2 novembre 2005, 0:28
Località: Torino

Messaggio da Dr.ssa Eleonora Arduino » 20 febbraio 2008, 1:20

ringrazio ancora, la discussione si fa molto proficua, almeno per me. Spero vivamente che altri vogliano intervenire.
Approfitto per precisare alcune cose:
- come dico nella faq 16, questo forum è un po' diverso dagli altri forum, perchè è nato per attingere all'esperienza dei moderatori, seppure affiancata dai pareri di tutti. Quindi interpreto che il ruolo del moderatore sia un po' più complesso.
- naturalmente (come dice Eddd) anche il moderatore è criticabile e moderabile! :) tuttavia il suo giudizio deve essere finale per motivi di organizzazione e di ruolo
- le regole che ho applicato, e più volte ricordato, mi sembrano semplici e chiare e non mi sembra di essere stata parziale: due ammonimenti, cancellazione (successiva) dei post, ban. Se uno è stato ammonito una volta non viene cancellato... Ma non so, forse mi è sfuggito qualche passaggio.
- sono in dubbio sulla cancellazione, certo sarebbe più comodo porsi come si fa negli altri forum, dove magari si tollera di più ma non viene data la chance della cancellazione procedendo subito al ban

In quanto all'impulsività, Giulia, non sono d'accordo: se avessi agito d'impulso avrei fatto molto diversamente... :D :D Tuttavia non è importante, accetto e rifletto. (a proposito: hobby???? :shock: )
Dr.ssa Eleonora Arduino - psicologa e psicoterapeuta - Torino
moderatore dei forum "consulenza psicologica"
www.eleonoraarduino.it

Avatar utente
Giulia
Messaggi: 583
Iscritto il: 1 febbraio 2005, 22:51

Messaggio da Giulia » 20 febbraio 2008, 2:02

Moderare il forum per lei non è un hobby...
Forse è più un ossessione, una mania oppure dipendenza da internet....Mmm...Aspetti, aspetti che sfoglio il DSM e vedo cosa posso attribuirle di bello...


Guardi tramite forum non posso proprio farle la diagnosi però in ogni caso le consiglierei una terapia. Male non le fa!
Poi alla sua età, più passa il tempo e più si potrebbe peggiorare...Son cose che vanno curate subito, sa! Prenda un appuntamento con un buon terapeuta e vedrà che la saprà aiutare a risolvere ogni problema.

Come dice?
Lei non ne ha bisogno?
Ma non si spaventi, dicono tutti cosi...Poi ci si abitua, vedrà che le piacerà.

Su, su non faccia quella faccia. Lo dico per il suo bene.


Le di dov'è?
Torino?
Ah, Torino è proprio una bella città... Gente simpatica. Anch'io sono di Torino.

Mmm...aspetti aspetti che consulto la mia agenda blu e le indico un buon terapeuta...

Allora...Vediamo...


Abate...no, no!
Alessio...no, no!
Antonelli...no, no!
Ard...Arduino. Ecco!! Questa potrebbe andar bene. Vedrà si troverà benissimo!!


Come dice?
Non è convinta?


Su, su...Vedrà che non è difficile. Prenda coraggio e telefoni, un volta che l'ha fatto poi si toglierà un peso.


:D :D :D :D :D
Naturalmente si scherza! Non mi banni, eh?
O forse è il caso che vado a fare le valigie? :wink:

Avatar utente
Dr.ssa Eleonora Arduino
Messaggi: 1880
Iscritto il: 2 novembre 2005, 0:28
Località: Torino

Messaggio da Dr.ssa Eleonora Arduino » 20 febbraio 2008, 11:50

quanto veleno, Giulia... non bastano alcune faccine a celarlo....
Non sono questi i termini di ban, la rabbia contro il moderatore ha un altro significato e un'altra gestione: finchè non innesca reazioni a catena e zuffe collettive, non è oggetto di ban, almeno non per me. O almeno finchè resisto! :D
ho già spiegato in altro post perchè sono così spesso qui, se riesco a ritrovarlo ve lo segnalo. E - credo nello stesso post - ho già detto la mia su questa presunta volontà di accaparramento degli psicologi di pagine blu. Se qualcuno ha sottomano quella discussione ce la linka?, mi risparmia del tempo e quindi mi fa un grande favore.

Ma non è questo che è importante, ora. C'è una possibilità oltre il puro scatenamento di aggressività? Magari non su questo 3D, magari ricominciando da capo.
Dr.ssa Eleonora Arduino - psicologa e psicoterapeuta - Torino
moderatore dei forum "consulenza psicologica"
www.eleonoraarduino.it

Avatar utente
Giulia
Messaggi: 583
Iscritto il: 1 febbraio 2005, 22:51

Messaggio da Giulia » 20 febbraio 2008, 11:58

La mia era satira... Ironia... Ho fatto il verso a quanti dicono che la psicologia non serve o criticano le pagine blu oppure criticano la sua presenza costante e volenterosa. Eppure lei ha frainteso tutto, non si è fatta di certo una bella risata come me mentre scrivevo il testo comico.

Ora capisce cosa intendo quando uno ha una sua personale soglia di giudizio?

Scommetto che lei ha giudicato il mio testo aggressivo. Mi spiace, se è fastidioso lo tolgo.

Rispondi

Torna a “Forum di consulenza psicologica”