Io 30 anni, lui 20.

In questa sezione puoi ottenere informazioni generali di carattere psicologico dal moderatore o da membri autorizzati, psicologi o psicoterapeuti, dalle Pagine Blu. Gli psicologi possono fornirti tutte le informazioni necessarie per offrire un contributo in merito alla prevenzione del disagio mentale, familiare e sociale ma in nessun caso possono fornire diagnosi o indicazioni sui trattamenti da effettuare.

Moderatore: Dr.ssa Eleonora Arduino

Rispondi
shineflower
Messaggi: 12
Iscritto il: 16 gennaio 2009, 15:55

Io 30 anni, lui 20.

Messaggio da shineflower » 16 gennaio 2009, 17:09

Salve a tutti.
Mi sono registrata perchè ho bisogno di capire in modo meno superficiale quello che mi sta succedendo.
Ho 30 anni e un passato particolare alle spalle. Infanzia caratterizzata da trauma da abbandono da parte dei miei genitori e doppio legame con mia madre, padre narcisista patologico.
Poi da 16 anni ho sviluppato bulimia, tossicodipendenza, anoressia, BDP,...
Mi sono curata e ora sto bene, non prendo neanche farmaci. Sono felice, mi sto realizzando e ancora mi dedico alla mia crescita personale. I medici che mi hanno seguita sono "esaltati" per come sono riuscita a venirne fuori.
---
Domanda: come fa una donna di 30 anni a scegliere di stare con un ragazzo di 20?
Ringrazio anticipatamente per la disponibilità alla condivisione di pensiero...
---
sono a disposizione per approfondimenti.

shineflower
Messaggi: 12
Iscritto il: 16 gennaio 2009, 15:55

Re: Io 30 anni, lui 20.

Messaggio da shineflower » 16 gennaio 2009, 18:46

Ok, forse non riesco a farvi capire, scusate!
Io lo amo tantissimo, ma mi rendo conto che non è "normale" che io stia con un ragazzo che ha 10 anni meno di me.
Quello che sto cercando sono input su cui riflettere.
Vorrei capire se ci sono altre ragioni (psicologiche) che mi spingono a volere un ragazzo di 20 anni.... oltre ciò che provo.

lelewriter
Messaggi: 40
Iscritto il: 28 novembre 2008, 23:06

Messaggio da lelewriter » 16 gennaio 2009, 22:55

Scusa ma...premesso che psicologa non sono e parlo da esterna...perchè dovrebbe essere così sbagliato stare con un uomo che ha dieci anni di meno? Così come ci sono donne che stanno con uomini che hanno dieci anni di più, perchè secondo te non può essere anche il contrario? Ti vedo dare per scontato il fatto che il tuo rapporto sia innaturale. Se tu lo ami e lui fa altrettanto...dov'è il problema?

shineflower
Messaggi: 12
Iscritto il: 16 gennaio 2009, 15:55

Messaggio da shineflower » 20 gennaio 2009, 15:50

lelewriter ha scritto:Scusa ma...premesso che psicologa non sono e parlo da esterna...perchè dovrebbe essere così sbagliato stare con un uomo che ha dieci anni di meno? Così come ci sono donne che stanno con uomini che hanno dieci anni di più, perchè secondo te non può essere anche il contrario? Ti vedo dare per scontato il fatto che il tuo rapporto sia innaturale. Se tu lo ami e lui fa altrettanto...dov'è il problema?
Sono solo preoccupata... visto che in passato ho fatto tanti errori!
Non vorrei essermi innamorata di lui per altri motivi... psicologici appunto.

Avatar utente
Joshua
Messaggi: 236
Iscritto il: 23 ottobre 2008, 21:26
Località: Torino

Messaggio da Joshua » 20 gennaio 2009, 23:31

Errori ne facciamo tutti
E sottolineo tutti!!
Ci si innamora per provare delle emozioni: gioia, serenità, abbandono (nel senso di lasciarsi andare), ecc. ecc. che non mi viene in mente tutto quello che vorrei.
Se le sue emozioni son le stesse che provi tu, dov'è il problema, come scrive lele?
L'importante è che parliate la stessa "lingua", che vi basti uno sguardo per capirvi, che non dobbiate fingere di essere con l'altro ciò che non siete.
E questo non è affatto questione di età.
Ciao e goditela, finalmente, questa vita! :wink:
55 anni e credo che ancora non bastino per definirmi adulto...

lelewriter
Messaggi: 40
Iscritto il: 28 novembre 2008, 23:06

Messaggio da lelewriter » 21 gennaio 2009, 21:20

shineflower ha scritto: Sono solo preoccupata... visto che in passato ho fatto tanti errori!
Non vorrei essermi innamorata di lui per altri motivi... psicologici appunto.
Forse dovresti cercare di vivere il vostro rapporto con più tranquillità...se continui a temere che sia un errore stare con lui, o che sia una conseguenza di chissà quale sintomo psicologico, finirai per perderti l'amore vero, quello di ogni momento e quello che magari lui prova per te. Ma lui sa di questa tua paura? Se lo sapesse, probabilmente avrebbe paura di perderti e magari si sentirebbe morire pensando che tu pensi sia "strano" amarlo. Che ne pensi?

shineflower
Messaggi: 12
Iscritto il: 16 gennaio 2009, 15:55

Messaggio da shineflower » 26 gennaio 2009, 12:52

lelewriter ha scritto: Se lo sapesse, probabilmente avrebbe paura di perderti e magari si sentirebbe morire pensando che tu pensi sia "strano" amarlo. Che ne pensi?
"Purtroppo" lui sa tutto di me... e io di lui.
Stiamo cercando di basare il nostro rapporto sulla sincerità e sulla condivisione di tutte le problematiche che per forza di cose dobbiamo affrontare anche prima del tempo (perchè lui ha solo 20 anni)... e comunque sa tutto. Questo complica notevolmente la situazione perchè ho scelto di aprirmi con lui perchè mi sento compresa e perchè è molto intelligente e sensibile e mi chiede di provare a vivere in pieno il nostro amore senza alcun blocco o insicurezza, mi chiede chiarezza, ma parlargli così (anche dei residui comportamentali della mia EX patologia - tipo problemi di affettività) è stata un'arma a doppio taglio perchè ora gli ho fatto crollare tutte le sicurezze su cui poggiava la sua fiducia nei miei confronti, specie in considerazione di quello che si dice, cioè che da questa patologia non si esce... io sono un caso un pò sui generis... ho buttato il sangue x migliorarmi.... ma abbiamo deciso di darci tempo e vedere se si possono superare queste difficoltà.
Me questo argomento (si può amare una [EX] borderline?) necessiterebbe un thread a parte....

Non ho risposto.... lui dice che avrei tutte le ragioni per lasciarlo, perchè a 30 anni ho esigenze che lui a breve non può soddisfare (ancora studia) nonostante mi ami in modo incommensurabile e sia disposto a fare tutto x me.

Avatar utente
sarina85
Messaggi: 499
Iscritto il: 31 ottobre 2005, 16:11
Località: Italia

Messaggio da sarina85 » 26 gennaio 2009, 15:07

Il fatto che in passato tu abbia fatto degli errori non significa che ne rifarai altrettanti in futuro.
Non c'è nulla di sbagliato nell'amore, soprattutto quando avviene tra due persone adulte e vaccinate.

Avatar utente
Dr.ssa Eleonora Arduino
Messaggi: 1880
Iscritto il: 2 novembre 2005, 0:28
Località: Torino

Messaggio da Dr.ssa Eleonora Arduino » 26 gennaio 2009, 16:40

facciamoci una domanda che può essere risolutiva: se anche qualcuno mi dicesse che è un errorre, sarei per questo disposta a rinunciare? Spero che la sua risposta sia no, perchè se è sì, non ha bisogno di ulteriori consigli.
Osserviamo quindi questa presunta risposta: "no, non rinuncerei". Si vede che si è innamorati e quindi qualcosa ci spinge verso questa esperienza di incontro. Un bene? un male? solo un bene, e per questi motivi:
- se tutto funziona e l'età anagrafica non ha davvero perso, ovviamente è un bene
- se non funziona capirò vivendolo perchè. Non potrò capirlo a priori. E' quindi comunque un bene.
Capisco che ci si voglia proteggere da errori e sofferenze, tuttavia non possiamo controllare tutto, tanto meno i nostri bisogni e sentimenti. Ci sono esperienza, anche negative, che è necessario fare perchè sempre ci fanno crescere e quindi superare eventuali problemi che possiamo portarci dentro. auguri! :)
Dr.ssa Eleonora Arduino - psicologa e psicoterapeuta - Torino
moderatore dei forum "consulenza psicologica"
www.eleonoraarduino.it

shineflower
Messaggi: 12
Iscritto il: 16 gennaio 2009, 15:55

Messaggio da shineflower » 26 gennaio 2009, 19:47

Dr.ssa Eleonora Arduino ha scritto:facciamoci una domanda che può essere risolutiva: se anche qualcuno mi dicesse che è un errorre, sarei per questo disposta a rinunciare? Spero che la sua risposta sia no, perchè se è sì, non ha bisogno di ulteriori consigli.
Osserviamo quindi questa presunta risposta: "no, non rinuncerei". Si vede che si è innamorati e quindi qualcosa ci spinge verso questa esperienza di incontro. Un bene? un male? solo un bene, e per questi motivi:
- se tutto funziona e l'età anagrafica non ha davvero perso, ovviamente è un bene
- se non funziona capirò vivendolo perchè. Non potrò capirlo a priori. E' quindi comunque un bene.
Capisco che ci si voglia proteggere da errori e sofferenze, tuttavia non possiamo controllare tutto, tanto meno i nostri bisogni e sentimenti. Ci sono esperienza, anche negative, che è necessario fare perchè sempre ci fanno crescere e quindi superare eventuali problemi che possiamo portarci dentro. auguri! :)
Grazie mille della risposta.
Io ho già scelto di non rinunciare a priori e provare a dare tutta me stessa (o quanto al massimo posso) perchè ci amiamo moltissimo.
Ma il conflitto inevitabilmente scoppia con la mia famiglia quando mi fanno "notare" che lui ora non può darmi nulla (matrimonio e figli) e che mentre aspetto che sia pronto a darmi queste cose io avrò perso tante occasioni e sarò arrivata ai 40.
Al che mi viene da pensare che forse potrei capire già ora A PRIORI se funzionerà, esaminando bene tutte le criticità della nostra relazione.... come matrimonio e figli.... e confrontarmi ipoteticamente già ora con lui.

Mi rendo conto ora che in effetti dai miei post non si capisce che ci faccio qui, perchè scrivendo: Quello che sto cercando sono input su cui riflettere, può significare tutto e niente.
Vorrei solo essere sicura di aver guardato le CRITICITA' della relazione in ogni direzione e con lungimiranza.

... ovviamente non è una questione di controllo perchè le cose con il tempo cambiano, lo so bene, ma vorrei non dare nulla per scontato e non dimenticare di pensare a qualche dettaglio...

Rispondi

Torna a “Forum di consulenza psicologica”