Ho bisogno di un consiglio

Questa sezione del forum è riservata a comunicazioni di carattere professionale, informativo, culturale e scientifico, tra operatori della salute mentale.

Moderatori: Luca Esposito, Redazione Pagine Blu

Rispondi
kess_77
Messaggi: 38
Iscritto il: 27 ottobre 2008, 19:06

Ho bisogno di un consiglio

Messaggio da kess_77 » 16 gennaio 2012, 16:39

Buongiorno, io vi scrivo perché avrei un quesito da porre. Sto per laurearmi in psicologia (magistrale) e mi sto chiedendo quanto conta davvero il voto finale? Io mi sono iscritta tardi (a 28 anni) sono a 3 esami dalla fine e di uno di questi 3 esami ho preso un 19 che non so se accettare oppure no. Ho una media del 27 e il voto finale sarebbe 97 che con 5 punti di tesi arriverebbe a 102, questo 19 mi farebbe scendere addirittura a 94 (ho fatto i conti)… quindi anche se prendessi 30 dei due esami mancanti il voto finale probabilmente sarebbe inferiore a 100.
Il mio quesito nasce dal fatto che sono davvero molto stanca, ho avuto un calo di concentrazione e riesco solo a pensare che non vedo l’ora di finire, perché tra la famiglia, la casa, la memoria che non è più quella di quando avevo 20 anni, non ce la faccio più e voglio chiudere il capitolo università per aprire quello del tirocinio/lavoro, esame di stato e scuola di psicoterapia. Il mio progetto è aprire uno studio privato affiancato da attività di volontariato. Non ho scelto questa professione per i soldi, ma per una soddisfazione e realizzazione personale, quindi non ho intenzione di mettermi a cercare un lavoro da dipendente, ma di tentare la strada dello studio privato, senza partire con la diffusa idea “tanto non ci riesco”. Io voglio pensare di poterci riuscire.
Considerando tutto ciò vi chiedo, quando conta veramente, nel concreto e nelle eventuali opportunità, il voto finale? Se dipendesse solo da me io lo accetterei subito, perché non considero il voto una misura oggettiva della preparazione di una persona in quanto le variabili che entrano i gioco quando si viene valutati sono tante, stanchezza, sfortuna, simpatia del professore, magari non si sta tanto bene quel giorno, rumore di sottofondo che deconcentra, etc…perché parliamoci chiaro il voto che viene assegnato non dipende solo da quanto si sa e da come si espone, ma anche da altri fattori.
Come ho scritto sopra a me non interessa il voto quindi lo accetterei, ma non posso fare a meno di chiedermi…ma poi? Non è che il voto viene considerato importante in questa professione e potrebbe sbarrarmi delle strade? Quindi chiedo a chi ne sa più di me…quanto è importante questo numerino che chiamiamo voto?

Rispondi

Torna a “Forum per psicologi e psicoterapeuti”