Il mio ragazzo minaccia di suicidarsi

Un filo diretto con la direzione delle Pagine Blu degli Psicologi e degli Psicoterapeuti

Moderator: Dr. Adriano Legacci

Post Reply
erin.28
Posts: 1
Joined: 4 May 2021, 22:02

Il mio ragazzo minaccia di suicidarsi

Post by erin.28 »

Ciao a tutti!

Non so se scrivere qui c’è la cosa giusta ma per ora non so cosa fare.
Ho 21 anni e sto vivendo la mia prima relazione con il mio ragazzo che ne ha 18.
Siamo davvero molto innamorati entrambi nonostante stiamo insieme da cinque mesi ma comunque ci conosciamo da quasi un anno.

Io ho delle amiche che sono come delle sorelle e con loro ho un rapporto davvero molto particolare... ammetto che fino ad un punto po' di tempo fa.. ovviamente quando c'erano meno restrizioni io le ho sempre viste.

[La mia famiglia è un po' divisa in due perché i miei si stanno separando e mio padre vive con una nuova donna ma viene spesso a vederci e salutarci e mia sorella più piccola e anche la media diciamo lo vedono spesso e vanno da lui..io nonostante non voglia avere rapporto con lui, sono costretta ad averlo per questioni di lavoro ma non ho mai utilizzato precauzioni per il periodo nonostante non viva più con me...e tra mia mamma e le mie sorelle non funziona diversamente...vedono il ragazzo e qualche amica lo stesso.
Io mi sono ritrovata in una situazione molto particolare...il mio ragazzo e la sua famiglia che sono super attenti e in ansia per tutto..la mia famiglia invece non è molto propensa e fa un po' come vuole...io non so cosa fare.. perché mi ritrovo comunque che io stia attenta o meno sempre a rischio e continuamente a rischio che il mio ragazzo si arrabbi...o che faccia peggio se dovessi farlo prendere a lui e la sua famiglia.]

Da quando sto con lui ho molto trascurato le mie amiche e comunque loro si sono un po’ allontanate e questo mi ha fatto stare male parecchio:
lui crede che in questo periodo io debba concentrarmi di più a conoscere lui che a stare con loro perché già abbiamo poco tempo ma io ho bisogno di stare con loro e non accetta questa cosa.
Lui fino ad ora ha rinunciato a molto tempo con i suoi amici perché a detta sua per evitare il rischio in questo periodo e per starmi accanto in quanto sto vivendo una situazione molto complicata con la mia famiglia in questo periodo...e io davvero lo apprezzo un sacco, ma se io dico di aver bisogno di stare anche con loro lui dice che non è abbastanza per me..che non gli basto, quando io invece gli ho detto che le cose che mi da lui loro non me le possono dare e la stessa cosa viceversa.

Quando sto con loro mi scrive ogni tot e mi chiede se sto bene e se non gli rispondo pensa che io sia arrabbiata con lui o che sia successo qualcosa e quindi comincia a chiamarmi e se capita che non gli rispondo o gli rispondo raramente lui si arrabbia e dicendomi che non sono importante per lui...ovviamente a me fa vivere il tempo con loro sempre in continua ansia perché so che potrebbe preoccuparsi..anche se per niente ma per evitarlo cerco di rispondergli ogni volta perdendo però la testa da dove sono.

Quando capitano questi episodi di minaccia di andarsene lui non ragiona più, mi dice di vivermi la mia vita, che non merito di stare male con lui, che non accetta il mio modo di vivere..poi mi dice :

Se non ti rispondo sai il perché…passo a salutarti dopo per l’ultima volta…l’ultima volta che mi vedrai sarà lì.

Poi quando ogni volta io faccio il gesto estremo di correre li da lui comincia sempre la stessa storia: lui è freddo, si allontana e non vuole farsi toccare, passano a volte delle ore e poi io cerco di fargli capire che non è la cosa da fare, e che ci sono cose peggiori nella vita, che deve pensare anche a se stesso, che vale la pena vivere ma lui dice di non voler vivere con l'ansia tutti i giorni che possa capitare qualcosa. Io gli rispondo che appunto dovrebbe vivere giorno per giorno, e prendere in mano le situazioni quando capitano e non pensarci sempre prima perché non si può vivere di ansia costantemente. Poi gli dico che il rischio c'è sempre per quanto anche magari uno possa stare attento o io posso stare attenta. Ma se sono solo io a stare attenta vivendo con persone che non lo sono, allora non ha senso comunque continuare a vivere così.

Ora che c'è la possibilità di fare attività sportiva all'aperto lui qualche sera va a giocare con i suoi amici e io sono contenta perché questa cosa gli fa bene e sono stata io la prima a dirgli di farlo...solo che lui dice che ha diritto di prendersi questa libertà nonostante il rischio ancora che potrebbe creare in casa con il virus..i suoi genitori non sono molto tranquilli anzi...ogni volta un casino per ogni cosa che succede...lui 14 giorni in casa non riuscirebbe a farli a detta sua...si sentirebbe in caso colpa e impazzirebbe.

Io davvero non so più cosa fare..non capisco se davvero potrebbe farlo.. perché lui mi ha detto che già un po’ di anni fa aveva avuto questi pensieri soprattutto dopo la morte di un nonno che davvero lo ha devastato..ma non so se lui ci abbia mai provato. Poi l'ultima volta che mi ha promesso che non lo avrebbe fatto mi dice:" ma davvero pensi che io lo avrei fatto davvero?" ...poi però mi dice che non lo sa..in quei momenti non ragiona e quindi io ovviamente penso che lui potrebbe farlo benissimo.

Sono consapevole del fatto che io non posso salvarlo se capita...e che non posso continuare a vivere così…
Ma ho paura che provando a parlarne con i suoi la situazione peggiori.. per il fatto di come loro si comportano nei suoi confronti..non prenderebbero sul serio la cosa perché io gli avevo già proposto di provare con uno psicologo/ psicoterapeuta perché anche io ho iniziato un percorso ma lui dice che non gli serve..che è un periodo e che i suoi non possono pagarlo e nemmeno lui....e che direbbero che è inutile e lo dice anche lui

Esistono psicologi che fanno sedute gratuitamente? Vorrei provare a capire se esiste...ma questa cosa lui assolutamente non ne vuole sapere.
Ha un atteggiamento di rifiuto come se fosse la cosa più sbagliata per lui...si sentirebbe diverso..ma dice non per gli altri ma è lui stesso che si giudicherebbe.

Se potete consigliarmi al più presto ve ne sarei grata.
Post Reply

Return to “Un nuovo spazio”