autolesionismo

Un filo diretto con la direzione delle Pagine Blu degli Psicologi e degli Psicoterapeuti

Moderatore: Dr. Adriano Legacci

Rispondi
floflo
Messaggi: 37
Iscritto il: 27 aprile 2009, 11:28

autolesionismo

Messaggio da floflo » 17 ottobre 2009, 11:41

buon giorno, vi scrivo perchè da ormai 11 anni soffro di autolesionismo. A fasi alterne ma è lì sempre pronto a saltare fuori ad ogni delusione, lite, o solo un trip mentale. Non scrivo perché ne voglio uscire, a me va bene così, ma perché nel sito non c'e una sezione apposita... Potrebbe aiutare molte persone...

Avatar utente
Modina
Messaggi: 97
Iscritto il: 9 novembre 2008, 16:28

Messaggio da Modina » 17 ottobre 2009, 14:59

Ciao Floflo,
ti capisco anche io sono autolesionista da diversi anni...
Io però non sto bene così, nel senso: litigi o situazioni spiacievoli mi portano a targliarmi, mi taglio, poi mi sento meglio (l'angoscia che avevo prima sparisce) poi poco dopo mi sento in colpa per averlo fatto e sto così male che poi lo rifaccio e il ciclo continua...
E' un circolo vizioso, starci bene dentro è dura.
"E se la realtà non fosse altro che una malattia?"

floflo
Messaggi: 37
Iscritto il: 27 aprile 2009, 11:28

Messaggio da floflo » 17 ottobre 2009, 15:22

modina, anche io mi taglio, son arrivata al punto anche di ustionarmi con un accendino....
non contenta mi gratto anche via le crosticine, ma a me diverte... ogni cicatrice è un ex, o un amico perso....

Teresa65
Messaggi: 2
Iscritto il: 16 novembre 2009, 21:50
Località: Milano

Crosticine........non ci posso credere???

Messaggio da Teresa65 » 16 novembre 2009, 22:34

Anche io, anche io da 30 anni mi gratto via le croticine, ma certe volte riesco a fare certi veri guai, delle piaghe ed anche in viso. E quindi sono un'autolesionista? Non l'avrei mai pensato? Certo che non era normale fin qui c'ero arrivata da me!
Grazie per aver trovato qualcuno che capisce il piacere di tirarsi via quelle crosticine, le amiche mi trovano matta per questo!
Ciao, Teresa.
Non le rubate l'allegria......e quando vuole piangere........non le aprite quei pugni chiusi, non la cacciate via............
datele un amore......felice o infelice ma.......che sia amore!

Avatar utente
Modina
Messaggi: 97
Iscritto il: 9 novembre 2008, 16:28

Messaggio da Modina » 24 novembre 2009, 20:10

Ciao Teresa65
che dirti io ho scoperto di esserlo dopo qualche tempo... Però non l'ho mai detto a nessuono e ho sempre cercato di coprirle per evitare il giudizio di altre persone estranee al problema (per paura di essere considerata malata o pazza).
Il tuo può essere un problema di autolesionismo, dipende se provi piacere nel farti del male, o se ne ricorri quando hai un problema (di tipo emotivo) che non sai come gestire come puoi vedere dalle testimonianze mie e di floflo...
"E se la realtà non fosse altro che una malattia?"

aspire
Messaggi: 6
Iscritto il: 5 gennaio 2010, 18:02

Messaggio da aspire » 5 gennaio 2010, 18:48

chiedo a voi perchè mi sembrate ormai "esperte".. come si fa a conviverci? ormai io sono due persone.. quella che lo fa e se ne frega delle conseguenze, e quella che ne è allibilta e perciò fa finta di nulla.. mi spaventa abbastanza, a voi non capita?

Avatar utente
Modina
Messaggi: 97
Iscritto il: 9 novembre 2008, 16:28

Messaggio da Modina » 29 gennaio 2010, 18:11

come si fa a conviverci?
Quello sinceramente è un mistero anche per me... Però credo che sia anche grazie a questa domanda, che le persone non autolesioniste ci considerino matte...
quella che lo fa e se ne frega delle conseguenze, e quella che ne è allibilta e perciò fa finta di nulla
Io mi spavento perchè mi chiedo come possa farMI un lavoro del genere, mi sembra impossile... Eppure sono sempre io...
"E se la realtà non fosse altro che una malattia?"

Borderline89
Messaggi: 13
Iscritto il: 30 aprile 2010, 17:45
Località: ROMA

Messaggio da Borderline89 » 30 aprile 2010, 17:55

:roll: Io non sò se definirmi Autolesionista,nonostante a volte mi sia fatta molto male e mi è capitato di non riuscire a fermare quell'impulso...
Adesso riesco a conviverci,anche se penso spesso di rifarlo..quello che mi spaventa è la consapevolezza che non ci vorrebbe poi molto ad andare oltre e superare quel'limite..che a volte ho tanto desiderato.. Anchio spesso ho avuto la sensazione per niente piacevole di essere spezzata a metà..una parte di me è piena di rabbia,vorrebbe mostrarne i segni e far capire alle persone che l'anno causata quello che mi hanno provocato dentro... mentre un'altra parte di me resta a guardare in silenzio non riesce nemmeno a piangere dalla vergogna e vorrebbe nascondersi sotto terra..perchè non sà spiegarlo nemmeno a se stessa..
e continuo a chiedermi
"STUPIDA MALATA,PERCHE' LO FAI??":cry:
(IL COLORE NON è CASUALE)

pippus
Messaggi: 126
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 19:03

Messaggio da pippus » 30 aprile 2010, 18:08

il farsi del male è solo : "visto che non posso picchiare, spaccare le cose, torturarti,ucciderti, mi sfogo su di me. tanto non me lo puoi vietare."

:shock:

Avatar utente
Modina
Messaggi: 97
Iscritto il: 9 novembre 2008, 16:28

Messaggio da Modina » 3 giugno 2010, 14:28

STUPIDA MALATA,PERCHE' LO FAI??
non sai quante volte me lo son chiesta anch'io....

il farsi del male è solo : "visto che non posso picchiare, spaccare le cose, torturarti,ucciderti, mi sfogo su di me. tanto non me lo puoi vietare."
concordo, ma più che "solo", come dici tu, è semmai "anche"... Personalmente dietro ci sono moltre alte cose...
"E se la realtà non fosse altro che una malattia?"

Rispondi

Torna a “Un nuovo spazio”