CRISI DI ANSIA E RAPPORTO IN BILICO

Un filo diretto con la direzione delle Pagine Blu degli Psicologi e degli Psicoterapeuti

Moderatore: Dr. Adriano Legacci

Rispondi
francesco10
Messaggi: 8
Iscritto il: 29 luglio 2011, 9:26

CRISI DI ANSIA E RAPPORTO IN BILICO

Messaggio da francesco10 » 29 luglio 2011, 10:14

Ciao a tutti,
vi anticipo già che la mia storia e lunga e complicata, per quanto tutto sia iniziato solo 2 mesi fa.
sono un ragazzo di 31 anni, sono assieme a una ragazza di 23 da 4 anni e convivo da 2. è sempre andato tutto bene, a parte per 2 mesi 1 anno e mezzo fa, dove è andata in crisi lei ,non sapeva più se mi amava, e poi è tornata piangendo e io subito la ho accolta; da li tutto è andato bene. non ho mai avuto alcun tipo di problema fino ad un maledetto giorno di 2 mesi fa.
Lei voleva prendere a tutti i costi un cane, io non volevo subito, volevo apsettare... per farla felice poi, le ho detto ok!. lo prendiamo.
il cane arriva il Sabato. io il Lunedi mi alzo per andare a lavorare, mi sento stanchissimo; prendo un cappuccino per tirarmi un pochino su, e da li parte uno stato di ansia prolungato e mai avuto prima.
Sto malissimo tutta la sera, e il giorno dopo(ero in ferie 3 giorni per il cane) mi alzo in panico completo,non riesco neanche ad alzarmi dal letto. la dott.ssa di base mi prescrive lexotan in gocce 3 volte al giorno. mi passa l' ansia, e arriva la tristezza più profonda.
mi sento inerme e un'ameba,non faccio più niente a casa. la mia ragazza all' inizio mi sta vicino poi invece comincia a innervosirsi, mi dice che devo reagire, che ho tutto! ho casa lavoro donna che mi ama perchè devo stare cosi??.. è proprio quello che le dico io.non lo so ... ho solo bisogno di qualcuno che mi dica:"tranquillo, passerà".
vado dallo psichiatra, il quale per fortuna mi toglie le goccie e mi dice che passerà che non ho nulla di grave. mi da lorazepam per dormire e dei ricostituenti.sto un pochino meglio, ma poi un giorno ricado nella tristezza più profonda.
la mia ragazza mi minaccia di lasciarmi se non mi ripredno, mi da ultimatum, io vado ancora più giù perchè sono pazzamente innamorato di lei. un giorno decido di lasciare casa, perchè sto sempre peggio, perdo del tutto la felicità nelle cose.
vado da mia mamma e dico alla mia ragazza di aspettarmi, che dai mei potrò riposarmi e rilassarmi.
sto li 10 giorni e sto molto molto meglio,trovo qualcuno che mi dice finalmete : "tranquillo, passerà,e mi riposo, e inizio a mangiare regolarmente.
un giorno la mia ragazza mi chiama e dice che vuole parlarmi.dice che nonsa più se mi ama, che vuole un ragazzo felice e non problematico. il giorno dopo mi lascia. io mi rifugio dai miei amici, sono disperato. dopo 3 giorni che mi ha lasciato,
inizia a chiamarmi, si rifa viva, dice che si sente sola che mi ama che le dispiace che vuole che torni.
io vado da lei per parlare, ma solo per parlare, perchè ora si sto meglio, ma non mi sento del tutto "guarito".. la mattina mi sveglio ancora triste... dai miei cmq mi sento più riparato.
lei invece si aspetta che io torni a casa. questo è successo ieri sera... lei ha continuato a piangere per 2 ore finchè io,
non me ne sono andato dicendole che ora io devo pensarci, e che cmq rimango dai miei.
Ora non so più che cosa fare. tornare o no??
non posso tenere 2 piedi in una staffa, non posso stare dai miei e cmq lasciarla da sola a casa con cane gatto e tutto quanto da mandare avanti.
Consideriamo che cmq in tutto sto periodo io ho sempre lavorato, e sempre portato a casa i soldi, come del resto ha fatto lei.
sono cosi indeciso, cosi insicuro di tutto.
vorrei che quel maleddetto giorno di Giugnon non foesse mai arrivato.

francesco10
Messaggi: 8
Iscritto il: 29 luglio 2011, 9:26

Re: CRISI DI ANSIA E RAPPORTO IN BILICO

Messaggio da francesco10 » 29 luglio 2011, 10:41

rispondetemi e datemi qualche consiglio please...

francesco10
Messaggi: 8
Iscritto il: 29 luglio 2011, 9:26

Re: CRISI DI ANSIA E RAPPORTO IN BILICO

Messaggio da francesco10 » 1 agosto 2011, 8:29

è un forum morto o vivo questo?
mah

Avatar utente
novembre
Messaggi: 1623
Iscritto il: 30 gennaio 2005, 14:58

Re: CRISI DI ANSIA E RAPPORTO IN BILICO

Messaggio da novembre » 1 agosto 2011, 13:30

Le gocce non risolvono un problema, ma sopratutto non ti aiutano a capirlo. La tristezza profonda, la stanchezza improvvisa..
Ora stai meglio.. ma cosa è successo? Come mai ad un certo punto, e proprio in quel punto, sei "andato in tilt"?
"il passare della morte nel rumore confuso della vita, le gioie insieme alle fitte di dolore, il cuore che invecchia e ringiovanisce all’improvviso..”

Guida autorizzata Pagine Blu

francesco10
Messaggi: 8
Iscritto il: 29 luglio 2011, 9:26

Re: CRISI DI ANSIA E RAPPORTO IN BILICO

Messaggio da francesco10 » 1 agosto 2011, 14:12

grazie per avermi risposto.
non lo so , è questo il problema.
lo psicologo dice che è dovuto al rapporto di coppia, che mi opprimeva, dove le decisioni più importanti le prendeva lei.
io adesso vado a giornate... la mattina è sempre abbastanza tragica poi verso sera tendo a stare meglio.
Solo che non so cosa fare!!!.. non so se tornare da lei, se stare dai miei e quindi lasciarla.
il problema principale è che non sto bene, non trovo la felicità nel fare le cose,
e questo mi porta ad andare sempre più giù.
come faccio a tornare da lei se prima non sto bene con me stesso??
e non posso farla aspettare all' infinito.
non so se sto perdendo l' amore della mia vita... oppure se faccio bene a perderlo.
però è sicuro che se torno come sto adesso, a lei non posso dare niente se non preoccupazioni e abbattimento.
sono molto molto confuso e spaventato, perche a 31 anni avere un problema del genere dopo non aver mai avuto nulla,
di punto e in bianco cosi, mi sembra assurdo. mi sembra un incubo.

Avatar utente
novembre
Messaggi: 1623
Iscritto il: 30 gennaio 2005, 14:58

Re: CRISI DI ANSIA E RAPPORTO IN BILICO

Messaggio da novembre » 2 agosto 2011, 13:45

Forse cercare la soluzione.. non è la soluzione. Immagino la confusione: sto dai miei? Torno da lei? Non torno? Boh!!

Quindi ora stai andando da uno psicologo? Stai ripercorrendo con lui quello che ti è successo?
"il passare della morte nel rumore confuso della vita, le gioie insieme alle fitte di dolore, il cuore che invecchia e ringiovanisce all’improvviso..”

Guida autorizzata Pagine Blu

francesco10
Messaggi: 8
Iscritto il: 29 luglio 2011, 9:26

Re: CRISI DI ANSIA E RAPPORTO IN BILICO

Messaggio da francesco10 » 2 agosto 2011, 16:20

si sto ripercorrendo con lui un pò tutto quanto.
lui ovviamente non mi dice cosa fare, ma mi indica la via giusta da percorrere.
e ora la via giusta è quella di pensare a me, e di lasciar perdere tutto il resto.
infatti ho dovuto lasciare la mia ragazza. ho dovuto prendere questa decisione, che non so sia giusta o sbagliata ma cmq a qualcosa almeno mi porterà.
intanto facciamo ferie separate poi a Settembre se ne riparlerà, anche perchè dobbiamo dividere tutto. casa conto etc etc....
a me basta solo ritrovare la felicità e che mi passi l' ansia....
del resto sinceramnete me ne frega poco. anmche perchè io avanti cosi a lungo non ce la faccio..
non so quanto posso farcela, sono già 3 mesi.

Bea65
Messaggi: 19
Iscritto il: 21 giugno 2011, 14:31

Re: CRISI DI ANSIA E RAPPORTO IN BILICO

Messaggio da Bea65 » 2 agosto 2011, 17:13

ciao Francesco,
ho letto la tua storia, io non sono una psicologa, ma con l'esperienza di qualche anno in più e il carico e le responsabilità di una famiglia e di una professione ho cercato di immedesimarmi in te per cercare di capire cosa può essere scattato in te. E' comprensibile che a volte si avverta il peso di un monotono menage familiare che ci manda in tilt e faccia vacillare tutte le nostre certezze. E' sintomatico il tuo esserti rifugiato dai tuoi; quel senso di protezione, di serenità che si avverte nella propria casa paterna, ci fa sentire quasi più leggeri, meno esposti a tutti i rischi della vita, anch'io in tante occasioni ho avvertito un disperato bisogno di un supporto psicologico, ma ha cercato di cavarmela sempre da sola, cercando dentro di me le risposte che cercavo, perchè dietro ad ogni emozione, bella o brutta o ad uno stato d'animo c'è sempre un pensiero che lo provoca. Allora chiedi a te stesso ma cos'è che mi fa star male, cos'è che non mi piace, se può aiutarti prova a scrivere, sfoga la tua rabbia, i tuoi risentimenti i tuoi rimpianti, insomma tutto ciò che ti passa per la testa su questa storia e lascia perdere i farmaci, innescano quasi sempre un circolo vizioso dal quale poi è difficile uscire. Dai !!!coraggio!!!!, trova in te la forza di reagire, non mentire a te stesso e affronta la vita, hai solo 31 anni e se questo ti può aiutare dedicati a qualcosa che ti piace davvero, fallo per te stesso e ripeti sempre a te stesso "io mi voglio bene e questo lo faccio solo ed unicamente per me". I problemi, caro Francesco, devono sempre essere affrontati e risolti e ricorda che ogniqualvolta ne avrai risolto uno ce n'è subito un altro da risolvere. Fa parte della vita e non dobbiamo lasciarci sopraffare anche quando sembrano più grandi di noi. Non dire mai "non riesco", forza e coraggio e non lasciarti prendere dallo sconforto. Ok? Ciao a presto

francesco10
Messaggi: 8
Iscritto il: 29 luglio 2011, 9:26

Re: CRISI DI ANSIA E RAPPORTO IN BILICO

Messaggio da francesco10 » 3 agosto 2011, 8:23

grazie a tutti... ancora non credo di esser depresso.. o almeno non voglio esserlo!!!.. la sera se mi sforzo riesco a uscire,
e nel momento in cui sono fuori sto anche bene.
la mattina è il momento più difficile, mi sveglio in un misto tra agitato e stanco, e ho momenti di ansia inspiegabile che durano anche 5 /10 minuti.poi , per fortuna passano.
solo di una cosa sono sicuro. adesso io devo ritovare me stesso, la felicità nel far le cose .. e tutto il resto.
solo da quel momento in poi potrò pensare ad altro.di una cosa sono felice, che sono sempre andato a lavorare e ho sempre lavorato bene.
ho dato tutto per questo, perchè vorrei tanto uscire da questo incubo per poi cmq avere sempre il mio lavoro.
per adesso, sarà egoistico, sarà brutto, ma alla mia ragazza non ci posso pensare.
ci penserò quando starò meglio, spero prima possibile.
Vi ringrazio ancora tanto tutti per le parole, anche se solo che chi ha avuto distrubi d'ansia può capire quello che sto provando ora.
reagire non serve un bel niente.

francesco10
Messaggi: 8
Iscritto il: 29 luglio 2011, 9:26

Re: CRISI DI ANSIA E RAPPORTO IN BILICO

Messaggio da francesco10 » 3 agosto 2011, 8:27

le parole di nicla sono fantastiche, perfette.
quelle di bea invece probabilmente di una che queste cose mai le ha sofferte.

francesco10
Messaggi: 8
Iscritto il: 29 luglio 2011, 9:26

Re: CRISI DI ANSIA E RAPPORTO IN BILICO

Messaggio da francesco10 » 4 agosto 2011, 8:20

io ringrazio te... veramente tanto.... spero solo col tempo che tutta questa cosa che ho intorno mi passi al più presto; che questo diavolo se ne vada dal mio corpo. lo psicologo dice che ha già in mente un percorso per me, e che nel giro di poco tempo tornerò come nuovo.
purtroppo faccio sempre fatica a distogliermi dallo stesso pensiero: "ma perchè a me?"
perchè doveva succederemi? io non ho mai fatto niente di male... ero cosi felice!!!
e invece probabilmente non lo ero, inconsciamente ero triste. lo psicologo dice che ho mandato giù troppi troppi rospi, senza mai batter ciglio, e a un certo punto il mio fisico ha detto basta, è come "esploso", e ha detto :"adesso pensi a te, se no qui finiamo male!"
quidni adesso seguo questo percorso, e spero tanto un giorno di tornare "normale"...
grazie ancora un abbraccio

Rispondi

Torna a “Un nuovo spazio”