L'ho tradita..ma non riesco a lasciarla

Un filo diretto con la direzione delle Pagine Blu degli Psicologi e degli Psicoterapeuti

Moderatore: Dr. Adriano Legacci

Rispondi
lucio
Messaggi: 2
Iscritto il: 3 agosto 2011, 4:47

L'ho tradita..ma non riesco a lasciarla

Messaggio da lucio » 3 agosto 2011, 6:07

Salve..sono un ragazzo di 35 anni,e da 18 anni vivo una storia molto combattuta,nel senso che io e lei abbiamo caratteri diversi, interessi diversi,e questo ha sempre contribuito a non capirsi,ci siamo lasciati parecchie volte, e nel corso di questi annil'ho gia' tradita,ma questo perche' trovavo nell'altra cose che in lei non trovavo,l'altra era profonda come ragazza mi sapeva capire, mi faceva sentire importante, e io ero molto preso,ma non riuscivo a lasciare lei,la mia donna di sempre...ho sempre pensato che se la lasciassi, ovviamente, un giorno potrebbe essere stata di un altro, e questo mi fa uscire pazzo!! Perche' io e lei abbiamo un forte feeling sessuale...basta che lei mi guarda in un certo modo per farmi cadere..ma lo ammetto caratterialmente non stiamo bene..e mi stranizzo come mai dopo tutti sti anni conserviamo questa passione,ero arrivato a pensare che addirittura non avrei mai incontrato una altra donna che mi desse queste emozioni cosi forti.
Da circa 6 mesi vivo un altra storia di nascosto..questa ragazza e' molto dolce,tenera, e davvero merita tanto! con lei si e' istaurato un bel rapporto, una bella storia d'amore, e anche sotto il profilo intimo ci ritroviamo, ma....
ma...l'idea di dover lasciare la mia donna di sempre..mi blocca..non mi fa' fare il salto,non ho il coraggio! per molti mesi sono stato combattuto, e ultimamente ho realizzato l'idea di stare con la mia compagna di sempre,anche perche' cmq abbiamo un figlio...in questi mesi anche lei ha mostrato disinteresse nei miei riguardi, era anche sul procinto di tradirmi, cosa che per fortuna non ha fatto, perche' cmq non era presa dal tipo..
La cosa mi ha messo in allarme, e comq e' finita da mesi, almeno cosi dice..
Ora ritornando nell'argomento, ho deciso quindi di stare con la mia compagna e cercare di far funzionare il rapporto, per salvare il salvabile,e cercare di essere piu' presente, e piu' premuroso,ma lei mi ha espressamente detto che adesso non sa' piu' se mi ama o meno,non vuole piu' stare con me..o almeno non per ora, vuole del tempo..
Ora sentendo questo, mi viene l'ansia, ho paura che stavolta sia davvero finita, ho paura che non possa piu' esser mia, e questo mi aumenta il desiderio di lei, una forma di sesso e amore fuso, non so' ma mi fa' star male mi impaurisce l'idea che possa essere di un altro...dall'altro lato ce questa ragazza che vorrebbe darmi tutta se stessa, ma che non sa' bene i miei sentimenti,e cosa mi passa per la testa.
So che questa nuova ragazza potrebbe darmi tanto,sarei anche felice,sarei capito, apprezzato in quel che faccio, ma la voglia della mia compagna non passa! e la paura di perderla aumenta, quando realizzo che sto per perderla per sempre...non so' piu' niente adesso,sto davvero male,ho pianto sia per l'una che per l'altra,con la sensazione di aver tradito entrambe.
Davvero non so' che fare, non so' se per la mia compagna e' un sentimento morboso fisico, un senso di possessivita'? e magari paura che sia di un altro cio' che fino a ieri era mio? o nonostante la amo ancora,anche se qualcuno mi ha detto che se l'avessi amata non l'avrei tradita...
Vi prego datemi una risposta al mio caso,se e' il caso di lasciare perdere, e donarmi totalmente alla ragazza stupenda che mi fa' star bene caratterialmente,o seguire i sentimenti interiori e provare ancora a ripristinare il mio rapporto con la mia donna.
Spero in una risposta calorosa e senza riserve, anche di ammonizione...perche' mi sento di aver sbagliato e tanto..
Grazie

Avatar utente
novembre
Messaggi: 1623
Iscritto il: 30 gennaio 2005, 14:58

Re: L'ho tradita..ma non riesco a lasciarla

Messaggio da novembre » 3 agosto 2011, 20:05

L'aspetto secondo me rilevante, che mi è balzato all'occhio, è il tuo riattivarti emotivamente quando il senso di perdita si fa reale e concreto. Mi è sembrato di capire che fino a quando la tua compagna non ha espresso alcun segno di malessere, tu non abbia avuto queste difficoltà a stare in entrambi i rapporti. ( Non c'è alcun giudizio nelle mie parole.. ci tengo a sottolinearlo perchè le sole parole scritte rischiano di essere mal interpretabili).
Da ciò che scrivi sembra proprio che tu riesca a prendere da queste persone aspetti molto diversi: passione e ragione, caos e quiete, direi..
"il passare della morte nel rumore confuso della vita, le gioie insieme alle fitte di dolore, il cuore che invecchia e ringiovanisce all’improvviso..”

Guida autorizzata Pagine Blu

lucio
Messaggi: 2
Iscritto il: 3 agosto 2011, 4:47

Re: L'ho tradita..ma non riesco a lasciarla

Messaggio da lucio » 4 agosto 2011, 2:13

Si in effetti e' cosi, quando avverto che sto per perderla davvero,scatta come un meccanismo..come un voler ripristinare tutto, venendomi in mente cio' che eravamo un tempo la coppia che tutti ammiravano,i nostri primi 5,6 anni, dopo di cio' abbiamo vissuto a causa di fattori esterni non al meglio,includiamo anche una componente caratteriale, col risultato che sapete,credetemi quando mi unisco a lei non e' solo sesso, do tutto me stesso,ce passione, eros, e voglia di amarla, ma dopo ritornando alla quotidianita' mi manca il dialogo con lei, la complicita' il sorridere magari di cose fatte insieme,cose anche piccole ma che contornano la vita,cose che ho con la nuova ragazza,ma che vorrei avere con la mia compagna quando sento di perderla..e quando con lei tutto e' stabile si instaura un rapporto piatto, morto,(cavolo! lei lavora la mattina, al pomeriggio dorme,la sera al pc o qualche serie tv, e se le propongo un uscita manco a pensarci perche' devo dirlo almeno un giorno prima!!) ma nonostante tutto adesso non vorrei perderla sulserio..
ma la cosa piu' forte che non sopporto e' il pensiero di lei con un altro che non sono io!! premetto che io sono stato il suo primo uomo e unico, e lei fu la mia prima donna..chissa' forse per questo..
cmq intanto fino a stasera ho cercato di riallacciare ma niente, vuole del tempo, 1,2 mesi anche,ma non capisco il senso..anzi ho paura che intanto possa vedere un'altro..e tutto questo adesso e' come se annebbiasse il rapporto con la nuova ragazza... che vedo sempre piu' piccola.. non voglio che stia male , non lo merita, non lei, ma mi scatta sta cosa,a volte mi chiedo se sono propio un verme, o questa situazione e' causata da tanti fattori scatenanti,il vivere male per esempio in questi anni..quindo le cose sono due o butto tutto alle spalle e cerco di riallacciare con la mia compagna,(lasciando la ragazza a prescindere da come vada), e cercare che questo rapporto sia duraturo,o mollare tutto e vivere con la nuova ragazza la serenita' che si crea, non guardandomi mai indietro, e scacciando ogni pensiero che non mi riguarda sulla vita della mia compagna.
Grazie per il suggerimento nicia..sono un amante di film specie quelli dove vengono raccontati i sentimenti...

Rispondi

Torna a “Un nuovo spazio”