superare un lutto

Un filo diretto con la direzione delle Pagine Blu degli Psicologi e degli Psicoterapeuti

Moderatore: Dr. Adriano Legacci

Rispondi
tamar
Messaggi: 3
Iscritto il: 28 novembre 2011, 13:18

superare un lutto

Messaggio da tamar » 28 novembre 2011, 13:43

buongiorno,
sono una ragazza di 22 anni. Due anni fa ho perso mia mamma, che era malata di cancro. Da allora vivo sola con mia sorella gemella, con cui ho un rapporto molto stretto. I miei genitori si sono separati quando ero piccola e mio padre vive da 11 anni all'estero, con sua moglie e la mia sorellastra. Con loro non ho un brutto rapporto, ma ci vediamo e sentiamo molto poco. Diciamo che abbiamo degli incontri cordiali e affettuosi, in vacanza ecc. ma nulla di più, non parliamo certo dei nostri problemi. All'inizio, quando mia mamma è morta, pensavo che l'avrei superata. tutti ci facevano i complimenti per quanto io e mia sorella fossimo forti, indipendenti e coraggiose. Abbiamo affrontato molti problemi da sole, all'inizio abbiamo avuto dei mesi frenetici, pieni di impegni da notai ecc e quindi forse non abbiamo avuto modo di pensare davvero a quello che era successo. Inoltre devo dire che, anche se mi sento un po' in colpa ad ammetterlo, la vita era più tranquilla. Quando c'era mia madre c'erano molti problemi, per il suo compagno che era una persona cattiva e irrispettosa, per la sua malattia che ci teneva costantemente in ansia e perchè anche lei era sempre un po' triste. Non fraintendetemi, io adoravo mia mamma. solo che mi sembrava di aver superato la sua morte. é successo poi che ho conosciuto un ragazzo, ci siamo fidanzati, poco dopo la morte di mia mamma. Con lui ho avuto molti problemi (tra cui un aborto) e non mi ha reso per nulla la vita facile, così l'ho lasciato e ho cercato di concentrarmi sulla mia vita; così è stato: ho finito gli esami all'università e mi sono laureata, vivo tranquilla...apparentemente. Infatti è adesso che sto male. Ho paura di tutto: dal mio futuro perchè non so cosa fare, di ammalarmi, di perdere le poche persone a cui sono legata, che nessuno mi amerà mai. e vivo costantemente spaventata e triste, e nervosa. Non so cosa fare e non so con chi parlarne, perchè sembra che tutti pensino che ormai è passato del tempo ed è come se si fossero lasciati tutto alle spalle, come se la morte di mia mamma fosse ormai acqua passata. anche mia sorella mi sembra si sia realizzata: ha ritrovato la passione per la sua facoltà, ha un ragazzo che la ama molto, mi sembra felice. Invece io non ci riesco. Cosa posso fare?

Rispondi

Torna a “Un nuovo spazio”