L'amore

Un filo diretto con la direzione delle Pagine Blu degli Psicologi e degli Psicoterapeuti

Moderatore: Dr. Adriano Legacci

tesoro
Messaggi: 42
Iscritto il: 3 marzo 2012, 14:25

Re: L'amore

Messaggio da tesoro » 5 marzo 2012, 15:16

Eddd, sono dolci i pensieri che esprimi. Mi piaci.

Posso dedicarti anch'io questa canzone? Spero ti piaccia. :)

http://www.youtube.com/watch?v=dlXan54K ... re=related

Ciao...

tesoro
Messaggi: 42
Iscritto il: 3 marzo 2012, 14:25

Re: L'amore

Messaggio da tesoro » 11 marzo 2012, 18:25

tesoro ha scritto:
Eddd ha scritto: Credo che i sentimenti c'entrano sempre, come li si fa a tenere fuori?
Se qualcuno ci riesce davvero a metterli da parte amore magari ci dice che sistema usa :mrgreen:.
Quando ti trovi in intimità con una persona mica la puoi usare davvero come, che so, un vibratore, o una bambola gonfiabile, inizierai a pensare quel che pensa e prova l'altro/a e così resti coinvolto/a.
Insomma i sentimenti non sono una malattia da cui costringersi a guarire per me, ci si innamora e si rischia di non essere ricambiati (a me è capitato certe volte questo, certo non spessissimo, ma fa male anche prima che inizi quel che potrebbe finire), io non credo che sia proprio una buona soluzione togliere quel che si prova, meglio forse tenerselo così com'è.
La sintesi di quello che hai scritto tu e ciò che ha scritto Amore mi fa venire in mente la canzone che ho linkato nel post precedente, che, se il link non funziona, riporto qui il testo:

Non ti dirò che è stato subito amore,
che senza te non riesco neanche a dormire,
ma sarò sincero quanto più posso:
Con te vorrei una notte a tutto sesso.
La tua eleganza non è un punto cruciale,
la classe poi non mi sembra affatto essenziale
c’è che sei un animale da guerra:
Con te vorrei una notte terra-terra.
Dimmi di sì, che si può fare
senza sparare parole d’amore.
Perché ci prende e perché vogliamo.
Perché viviamo.
Tanto l’amore a volte fa un giro strano
ti prende dal lato umano
che è quello che anch’io vorrei adesso...
...per prenderti più che posso.
Dentro noi facciamo grandi disegni,
ma se si accende un desiderio lo spegni,
è così che rinunciando moriamo,
ma noi stavolta no, non ci caschiamo.
Dimmi di sì, senza promesse,
senza studiare le prossime mosse.
Perché ci piace, perché ci incanta.
Perché sei tanta.
Solo per noi, senza limiti né rispetto,
stanotte qui vale tutto,
facciamo che allora sia speciale.
Tanto l’amore se passa si fa sentire,
parcheggia dove gli pare,
magari ci cascherà addosso...
...ma intanto ti voglio, adesso.
Dimmi di sì, che si può fare
senza sparare parole d’amore.
Perché ci prende, perché vogliamo.
Perché viviamo.
Dimmi di sì, senza promesse,
senza studiare le prossime mosse.
Perché ci piace, perché ci incanta.
Perché sei tanta.

tesoro
Messaggi: 42
Iscritto il: 3 marzo 2012, 14:25

Re: L'amore

Messaggio da tesoro » 12 marzo 2012, 2:11

Povero amore
Quante volte lo nominiano invano senza neppure conoscerlo.
Quante volte crediamo di averlo incontrato per accorgerci poi che era solo un miraggio.
È bello sognarlo ma è difficile capirlo veramente.
A volte ci sembra assurdo o, semplicemente, non siamo in grado di comprenderlo.
Povero amore, chissà quante e quante volte lo scambiamo per qualcos'altro, per altri sentimenti, magari pure belli, che gli somigliano, ma che certo amore non è.
Quante volte ci illudiamo di possederlo e di viverlo... ed invece, chissà dove vive veramente... Dove abita? Dov'è la sua dimora?
Povero, bistrattato amore, spesso crediamo di averlo racchiuso nel nostro cuore...
ma tante volte il nostro cuore è troppo gretto e meschino perché possa ospitarlo.
Povero amore; chi lo conosce veramente?

tesoro
Messaggi: 42
Iscritto il: 3 marzo 2012, 14:25

Re: L'amore

Messaggio da tesoro » 16 marzo 2012, 1:06

L'AMORE AL PRIMO POSTO



Eddd, non ci sei più? :?: Non ci fai leggere più le tue belle e lunghe disquisizioni ? :(

Ti avevo dedicato pure una canzone nei post precedenti… :(

Adesso te ne dedicono un'altra, :) così, per semplice simpatia ...
http://www.youtube.com/watch?v=RGWt7-vijJs

Dimmi almeno se ti piace ... :(

Avatar utente
Eddd
Messaggi: 644
Iscritto il: 11 agosto 2007, 16:26

Re: L'amore

Messaggio da Eddd » 11 aprile 2012, 16:55

tesoro ha scritto:
tesoro ha scritto:
Eddd ha scritto: Credo che i sentimenti c'entrano sempre, come li si fa a tenere fuori?
Se qualcuno ci riesce davvero a metterli da parte amore magari ci dice che sistema usa :mrgreen:.
Quando ti trovi in intimità con una persona mica la puoi usare davvero come, che so, un vibratore, o una bambola gonfiabile, inizierai a pensare quel che pensa e prova l'altro/a e così resti coinvolto/a.
Insomma i sentimenti non sono una malattia da cui costringersi a guarire per me, ci si innamora e si rischia di non essere ricambiati (a me è capitato certe volte questo, certo non spessissimo, ma fa male anche prima che inizi quel che potrebbe finire), io non credo che sia proprio una buona soluzione togliere quel che si prova, meglio forse tenerselo così com'è.
La sintesi di quello che hai scritto tu e ciò che ha scritto Amore mi fa venire in mente la canzone che ho linkato nel post precedente, che, se il link non funziona, riporto qui il testo:

Non ti dirò che è stato subito amore,
che senza te non riesco neanche a dormire,
ma sarò sincero quanto più posso:
Con te vorrei una notte a tutto sesso.
La tua eleganza non è un punto cruciale,
la classe poi non mi sembra affatto essenziale
c’è che sei un animale da guerra:
Con te vorrei una notte terra-terra.
Dimmi di sì, che si può fare
senza sparare parole d’amore.
Perché ci prende e perché vogliamo.
Perché viviamo.
Tanto l’amore a volte fa un giro strano
ti prende dal lato umano
che è quello che anch’io vorrei adesso...
...per prenderti più che posso.
Dentro noi facciamo grandi disegni,
ma se si accende un desiderio lo spegni,
è così che rinunciando moriamo,
ma noi stavolta no, non ci caschiamo.
Dimmi di sì, senza promesse,
senza studiare le prossime mosse.
Perché ci piace, perché ci incanta.
Perché sei tanta.
Solo per noi, senza limiti né rispetto,
stanotte qui vale tutto,
facciamo che allora sia speciale.
Tanto l’amore se passa si fa sentire,
parcheggia dove gli pare,
magari ci cascherà addosso...
...ma intanto ti voglio, adesso.
Dimmi di sì, che si può fare
senza sparare parole d’amore.
Perché ci prende, perché vogliamo.
Perché viviamo.
Dimmi di sì, senza promesse,
senza studiare le prossime mosse.
Perché ci piace, perché ci incanta.
Perché sei tanta.
Che strano, la conoscevo questa canzone, non ascolto i Pooh ma questa qua la conoscevo :shock:. Scusami se sono sparito Tesoro, certe volte ho anche altre cose da fare e non vengo nel forum per diverso tempo (per questo non ho risposto), ma poi torno sempre a dare un'occhiata :), grazie per la dedica.

Saluti
La nostra vita contiene tutti i mali della tragedia, mentre noi non riusciamo neppure a conservare la gravità di personaggi tragici, e siamo invece inevitabilmente, nei molti casi particolari della vita, goffi tipi da commedia.

panorama
Messaggi: 744
Iscritto il: 17 maggio 2008, 16:23
Località: Roma

Re: L'amore

Messaggio da panorama » 30 aprile 2012, 18:35

amore. ha scritto:Se l'amore è fondamentalmente gratuità, dono di sé senza pretendere nulla, nella piena libertà, allora si dovrebbe poter amare chiunque e si dovrebbe accettare l'amore di chiunque?
Si !

Ma le modalità per amare sono diverse.

Gli antichi Greci utilizzavano differenti termini per esprimere il diverso modo di amare. La scelta della parola dipendeva dal contesto. Questi erano i lemmi più usati:

agàpe: per indicare l’amore fraterno, l’amore verso gli altri che sono al di fuori del legame matrimoniale.
La parola àgape (notare l'accento sulla prima vocale anziché sulla seconda) è presente anche nel Nuovo Testamento. Veniva utilizzata dalle comunità paleocristiane per indicare il convivio sacrale in ricordo dell’ultima cena. La parola greca agàpé fu poi scelta per tradurla nella lingua latina con il termine “charitas” (dal latino carus = caro, amato), che esprime meglio l’amore cristiano, ma spesso nel linguaggio comune è assente la sua specificità teologica e la carità viene collegata all’atto dell’elemosina.

Philia: esprime un rapporto affettivo di tipo amicale, senza il coinvolgimento sessuale.

Storghé: indica l’affettività parentale o verso un gruppo di sodali.

Thelema: nella lingua greca significa volontà, anche di amare in modo armonico.

Eros: l'amore erotico evoca l’ellenico dio dell’amore e del desiderio sessuale. Da alcuni mitografi Eros venne considerato figlio di Zeus e di Afrodite, dea dell'amore.
Nelle raffigurazioni artistiche Eros veniva rappresentato come un bimbo nudo e alato, spesso bendato per simboleggiare la cecità dell'amore, munito di faretra, arco e frecce d'argento, frecce di desiderio, che lanciava in modo indiscriminato nel petto degli dei e degli uomini facendoli innamorare.

Eros è anche il personaggio principale nella favola allegorica di “Amore e Psiche”, narrata dallo scrittore latino Lucio Apuleio. Amore (=Eros) s’innamora della bellissima Psiche (nome che nella lingua greca significa anima). La loro relazione viene contrastata da Venere e si svolge tra avventure e magie con l’intervento di altre divinità.
Dall’unione tra Amore e Psiche nacque una figlia che venne chiamata Voluttà (dal latino “voluptàs”), parola che evoca il desiderio ma anche il piacere che deriva dal soddisfacimento degli impulsi sessuali.

Eros aveva tre fratelli: Anteros, Himeros e Pothòs.

Anteros fu considerato patrono del reciproco amore ma anche il vendicatore dell’amore disprezzato.
Il mito narra che Eros ed Anteros stavano sempre insieme. Se Anteros si allontanava, Eros, per magia, ritornava bambino. Tale allegoria vuol significare che l'amore (Eros) per crescere ha bisogno di essere corrisposto (Anteros).

Himeros simboleggiva il desiderio sessuale, la lussuria, lo stimolo sessuale che chiede di essere subito soddisfatto.

Pothòs nella lingua greca significa “luce” e rappresenta la componente spirituale dell’amore. Nell’iconografia è raffigurato su una rupe davanti al mare in attesa dell’amore che non gli arriverà mai. Pothòs fa veleggiare il marinaio verso l’”isola che non c’è”, verso ciò che non può essere raggiunto . Questo dio romantico e malinconico simboleggia il desiderio struggente, l’idealizzazione

gufo
Messaggi: 186
Iscritto il: 26 aprile 2012, 10:49

Re: L'amore

Messaggio da gufo » 13 maggio 2012, 4:17

Cos'è l'amore?
La più grossa fergatura che l'essere umano ha inventato.
L'unico gioco nel quale vince chi si impegna di meno.
Meno ti fai coinvolgere e meno male stai quando finisce.
Una serie di illusioni che ci creiamo perchè non ci piace stare soli.
Solo una parola, probabilmente inventata da una donna assieme alla frase "si sempre te stesso".
Si vivrebbe meglio senza.

gufo
Messaggi: 186
Iscritto il: 26 aprile 2012, 10:49

Re: L'amore

Messaggio da gufo » 13 maggio 2012, 20:51

Amore c'è poco da risolvere disgraziatamente, non siamo fatti per stare soli.
Ci si riduce male se si tenta.

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Re: L'amore

Messaggio da Davide49 » 13 maggio 2012, 22:08

gufo ha scritto: non siamo fatti per stare soli.
Ci si riduce male se si tenta.
sembrerebbero parole dette per esperienza personale

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Re: L'amore

Messaggio da Davide49 » 13 maggio 2012, 22:11

gufo ha scritto:Cos'è l'amore?
La più grossa fergatura che l'essere umano ha inventato.
L'unico gioco nel quale vince chi si impegna di meno.
Meno ti fai coinvolgere e meno male stai quando finisce.
Una serie di illusioni che ci creiamo perchè non ci piace stare soli.
Solo una parola, probabilmente inventata da una donna assieme alla frase "si sempre te stesso".
Si vivrebbe meglio senza.
mi verrebbe da dire spontaneamente: concordo.
e al tempo stesso, altrettanto spontaneamente, non riesco a trovare qualcos'altro, fuori del'amore, per cui valga la pena di affrontare la fatica vivere.

gufo
Messaggi: 186
Iscritto il: 26 aprile 2012, 10:49

Re: L'amore

Messaggio da gufo » 14 maggio 2012, 3:36

Amore, non concordo, non credo che che quando usciamo dal dolore di un fallito amore siamo già inconsapevolmente pronti ad innamorarci nuovamente, o almeno non tutti.
Credo che ogni volta, ad ogni nuova delusione, il "cuore" diventi sempre più duro fino al punto che alla fine spesso si cambia modo di comportarci.
Ad esempio c'è chi parte con l'idea di dedicarsi ad una sola compagna o compagno e si finisce invece col tritrovarsi, dopo troppe delusioni, a considerare che non ne vale la pena a causa del rischio troppo elevato.

Forse, amore, è questa la soluzione alla tua domanda.
Forse sarebbe meglio non dare mai troppo di se stessi ad un unica persona e tenersi sempre più strade aperte per evitare di starci troppo male.
Alla fine è più semplice dire "ma si chi sene frega" se abbiamo già chi ci può far dimenticare chi ci fa del male.

gufo
Messaggi: 186
Iscritto il: 26 aprile 2012, 10:49

Re: L'amore

Messaggio da gufo » 14 maggio 2012, 17:57

ahahahahah e si la incontrerò certamente.
Dovesse accadere di vederla, la metto sotto con la macchina e mi levo il pensiero.
Almeno resterà il pensiero "si era lei di certo".
A quale domanda non ho risposto?

gufo
Messaggi: 186
Iscritto il: 26 aprile 2012, 10:49

Re: L'amore

Messaggio da gufo » 14 maggio 2012, 22:50

Non credevo fose una domanda; comunque mi sembra scontata la risposta. Si, lo dico per esperienza personale.

Le storie di questo genere sono sempre più o meno dello stesso tipo non c'è molto da raccontare.
Non mi va proprio ne di ripensare ne di raccontare quindi evito la domanda, di proposito questa volta.
Comunque la carta di credito non ha avuto modo di portarsela. :lol:

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Re: L'amore

Messaggio da Davide49 » 14 maggio 2012, 23:01

gufo ha scritto:Non credevo fose una domanda
infatti la mia non era una domanda.

gufo
Messaggi: 186
Iscritto il: 26 aprile 2012, 10:49

Re: L'amore

Messaggio da gufo » 15 maggio 2012, 0:27

Quanti anni ho? Sono maturo. :lol:
La carta di credito la ho.
E mi dispiace non sono interessato a farmi recuperare o "recuperarmi". :lol:
Amore hai istinti suicidi, vuoi finire spalmata sotto la macchina?

Rispondi

Torna a “Un nuovo spazio”