Sentimentalmente, il periodo più brutto della mia vita

Un filo diretto con la direzione delle Pagine Blu degli Psicologi e degli Psicoterapeuti

Moderatore: Dr. Adriano Legacci

Rispondi
Mabi
Messaggi: 2
Iscritto il: 27 luglio 2012, 16:57

Sentimentalmente, il periodo più brutto della mia vita

Messaggio da Mabi » 27 luglio 2012, 18:39

Salve a tutti, sono Mabi e ho 23 anni, dando un occhiata su internet ho trovato questo sito che mi sembra davvero interessante. Essendo impossibilitata ad andare da uno psicologo visto che al momento sto all'estero perun po', ho voluto iscrivermi al forum..a volte le consulenze oggettive, professionali o non, di chi non si conosce, possono aiutare più di quanto non si creda.
Ho sempre avuto difficoltà ad affrontare i problemi relazionali con i ragazzi della mia vita, sono una persona sentimentalmente rigida anche a causa di traumatici precedenti familiari che hanno lasciato una grande insicurezza dentro di me, soprattutto per quanto riguarda il futuro. Ho sempre sofferto di ipocondria con attacchi d'ansia, che avverto soprattutto nei periodi difficili della mia vita e questo è uno di quelli.
Cercherò di essere breve non voglio annoiare nessuno, ma è un po' difficile da spiegare saltando dei passaggi...
Come ho già scritto vivo all'estero..già da mesi e ne ho ancora uno davanti. Sono venuta qui a gennaio, a studiare inglese per poche settimane durante le quali ho conosciuto un ragazzo. Sono molto razionale e nn mi lascio facilemente trasportare dai sentimenti..ma visto il clima rilassato di vacanza..visto come lui ha perso la testa per me, mi ha trasportata..mi sono lasciata andare ai sentimenti ed stata un'infatuazione, anzi posso senza esitazioni dire un amore che per quanto strano sia, è nato in pochi giorni..una storia simbiotica e bellissima in cui nessuno dei due poteva fare a meno dell'altro. Passate quelle poche settimane arriva il momento di tornare in Italia, e se già la mia intenzione era quella di tornare a marzo per continuare qualche settimana di corso e rivedere alcuni amici..con la sua presenza si è intensificata tanto da avere voglia di trasferirmi a tempo indeterminato..nonostante in italia abbia un lavoro e una vita che mi piace..e della quale adesso più che mai mi sono resa conto, non posso fare a meno. Il mese di febbraio viene lui ospite a casa mia, e passiamo una settimana meravigliosa in cui totalemente lo rendo parte della mia vita. Torno io nel paese dove lui vive, e nonostante avessi una casa mia, iniziamo una convivenza..e qui iniziano i problemi..
Ho sempre sofferto di una fortissima gelosia retroattiva in tutte le mie storie, cosa che a volte me le ha anche fatte rovinare..ed è stata la prima cosa che gli ho detto...visto che lui all'inizio della nostra relazione si era lasciato da tre settimane..ma che non ha voluto affatto recepire. La sua ex, che l'aveva lasciato, viene a sapere di me e riprende a farsi sentire..ammette gelosia nei miei confronti..e che qnd si erano lasciati lo amava ancora ( cosa che lo debilita ma lui sostiene sia un fatto dovuto a dolori che lei gli aveva dato nel passato e che avrebbe potuto evitargli.. e non a sentimenti presenti)..inizia a inviare messaggi e a chiamare. Premetto che lei vive in Russia, noi da tutt'altra parte.. il giorno che mi collego su facebook per i nostri due mesi..per scrivergli qualcosa..notouno stato di lei del tipo "la gente che hai amato te la porterai sempre nel cuore..anche quanto tutto passa e non era mai sato amore" e il suo commento "concordo". L'inferno comincia li. Gliene parlo e lui sminuisce molto, ma questo non mi aiuta. Inizio a diventare fredda sentendomi tremendamente gelosa e insicura per la sua precedente storia. Metto i miei amici in primo piano, la vita notturna, riprendo a sentire un amico che frequentavo quando avevo iniziato la storia con lui,ancora innamorato di me, focalizzando su questo amico la sua gelosia..quasi per un senso di vendetta. Lui, non comprende proprio da dove vengono e mie insicurezze e si allontana ancora più di quanto avessi fatto io sentendosi messo da parte. In questo periodo di crisi va tre giorni nel suo paese, la Spagna, nei quali lei..venendo al corrente della mia assenza, prende il primo volo per adare a piangere di fronte a lui, il quale la invita a cena e in famiglia..sostenendo che comunque lo ha fatto considerandola solo e soltanto un amica, che effettivamente ha rimandato a casa nonostante lei volesse disperatamente tornare con lui. Tornato qui, mi racconta, e ci lasciamo. Nel periodo in cui siamo lasciati invito qui il mio amico, fonte della sua gelosia, torniamo insieme ma per questa causa e per problemi ancora causati dalla sua ex ci lasciamo di nuovo (nonostante il mio amico, deluso dal fatto che ancora pensavo a lui, fosse andato via due giorni prima). Questa volta sembra per sempre, l'intenzione era quella di rimanere amici, ma venuta a sapere che la sua ex doveva venire qui in vacanza, ospite da lui, gli dico che nn voglio avere più alcun rapporto con lui, di nessun tipo. Io torno in Italia una settimana, bacio questo ragazzo..torno qui e ho un firt con un altro..ma nulla di più..era una ferita ancora troppo fresca per poter lasciar invadere la nostra intimità da qualcun'altro. Arrivo quasi ad odiarlo, soffro al pensiero dell'arrivo di lei, convinta che tra di loro sarebbe accaduto qualcosa. E dopo un mese, nel momento in cui stavo riprendendo in maniera tranquilla e decisa la mia vita, passiamo una notte insieme. Lui riprende ad avere speranze che io invece non sentivo più, soprattutto spaventata e non disposta ad accettare l'arrivo di lei qui. Dopo qualche giorno, mi vede ballare con amici in discoteca e la sua reazione di gelosia è tale da avere crisi di pianto, da volermi cancellare totalemente dalla sua vita e da esternare un dolore estremo..i miei sensi di colpa vedendo come stava sono fortissimi e faccio di tutto per farmi perdonare, promettendogli una nuova vita. Gli dico che il mio comportamente dipendeva dalla paura del suo arrivo..e lui mi dice che era già stata qui. Alla mia domanda se era successo qualcosa mi risponde a getto di no, ma poi non riesce a mentirmi, mi dice se dobbiamo ricominciare dobbiamo farlo sinceramente..e ammette di essere stato a letto con lei, una sola notte. Mi uccide. Sostiene di averlo fatto per rabbia, dolore per la sensazione che non gli avrei mai dato possibilità di tornare insieme e gelosia che ancora avvertiva per il mio amico. Dice che ciò che l'ha fatto impazzire sono state le foto di me e l'amico pubblicate su internet (foto di gruppo e tra amici), che per lei ha provato solo rifiuto togliendosela letteralmente di dosso e che lei è andata via stando male, e che ha rotto ogni contatto. Ha una reazione di dolore incredibile, piange si sente male, dice che sono la donna della sua vita e avermi persa una volta gli ha aperto gli occhi, e che è stato un errore che se non gli perdono, lo punisco con la vita. Dopo queste parole nonostante il mio dolore sia tanto da diventare fisico, cerco di perdonarlo e di tornare con lui. Dedica ogni momento libero e tutto se stesso a me, lo vedo, mi convinco che posso andare oltre. Ma io sono una persona che queste cose non le può superare, è passato quasi un mese e il dolore è ancora fisico. E ho capito di non potercela fare qualche settimana fa, tornando in vacanza in Italia, parlando con chi mi conosce veramente e analizzando la mia vita passata, io so che a distanza di anni, al pensiero di un initmità violata, con la persona che per mesi mi ha fatto soffrire, continuerei a stare male. Torno dall'Italia e glielo dico, cerco di farglielo capire (lui soffre anche per i miei flirt che non sono stati nulla, si sveglia la notte piangendo, e non credo avrebbe potuto accettare una cosa così se l'avessi fatta) ma non ce la fa, piange si distrugge e di consegueenza anch'io..dice che gli distruggo i sogni i progetti, che sono la donna della sua vita, e adesso un macigno enorme..che vuole lasciare il lavoro perchè li mi ha conosciuta e non può continuare, che vuole lasciare la sua vita qui per andare chissà dove, e lui questa vita quando l'ho conosciuto, e questo posto, li amava.
E' qui che chiedo aiuto..se qualche temerario è arrivato a leggere tutto quello che ho scritto..! vedo il suo amore, mi ama da impazzire adesso più che mai, ma quello che ha fatto e tutto il dolore passato mi ha allontanata, non riesco a recuperare il sentimento che avevo io..in Italia ero più che decisa e chiudere..tornata qui non posso ignorare il suo dolore, non voglio avere una resonsabilità così grande, che lui cambi una vita che gli piaceva per me. Ma non riesco ad ignorare il mio, la nostra intimità era troppo importante..e lei è la persona che per mesi ha cercato di intromettersi. Non capisco se sono esagerata,se è dovuto al mio passato o al mio carattere sentimentalmente duro ma non ce la faccio..soffro tantissimo e ancor di più per come vedo lui. Sono di nuovo tremendamente ipocondriaca, l'altra notte non riuscivo a dormire perchè sentivp il cuore uscirmi dal petto..o sento dolori al braccio sinistro o momento che mi manca l'aria e penso che vorrei correre in ospedale. La mattina non mi sveglio continuo a vivere la vita di vacanza che ormai faccio qui ma senza alcuna voglia..a volte sento interesse per altri ragazzi e mi sento in colpa tremendamente..mi ritrovo a pensare a un mio ex e non capisco se è una reazione a quello che ha fatto lui. Ma so che andando avanti così entrambi finiremo per ammalarci o distruggerci o non so..mai ho vissuto una sensazione così brutta per qualcuno a vui tengo e che mi ama. Avrei davvero bisogno di un sostegno psicologico perchè lo sto somatizzando fisicamente..sono andata vicina ad attacchi di panico anche in sua presenza..non respirare tremare e graffiarmi da sola.. Ho bisogno di aiuto..se solo fossi una persona più forte..
Chiedo scusa per la lunghezza del messaggio, se qualcuno avrà abbastanza animo da arrivare fino in fondo:)

Avatar utente
Haries Cavalier
Messaggi: 304
Iscritto il: 30 agosto 2011, 17:24

Re: Sentimentalmente, il periodo più brutto della mia vita

Messaggio da Haries Cavalier » 1 agosto 2012, 21:20

Ciao Mabi,
piacere di conoscerti e ben arrivata !

Mi chiamo Haries e sono più giovane di te di qualche anno quindi sono più inesperta; inoltre non ho mai avuto storie d' amore spero che, accetterai lo stesso queste parolo d' inchiostro tecnologiche ma con dentro qualche sentimento ...
Davvero lunga la tua lettera, vedo che qualche uno mi supera :P

Una relazione quando incomincia non è semplice, inoltre ci deve essere Sicurezza tra la coppia . Come tu, anch' io sono insicura di me e del Futuro, che sembra un nemico troppo potente per indebolirlo ... ma la nostra insicurezza non ci aiuta con Noi Stessi, nè con gli Altri e quindi immagino che da cui, derivi l' agitazione : è normale .
La Gelosia. la tua comapagna rinforza ancor di più il non saper come Stare con gli altri, e il Conflitto con te stessa e da cui poi ovviamente, con frustazioni, domande, immagino mal di testa ec. si creano gli Attacchi di Panico e di Ansia ...
La Vita è come un fiore ed esso farà sì che potrà Respirare aria pulita ...
Non è semplice e poi l' Amore è una ricerca continua come l' Amicizia .
Prova solo anche riflettere e capire cosa vorresti dalla tua Vita ...
Spero di non aver scritto in modo offensivo, non è questo che vorrei ma solamente far capire che c' è qualche uno che ti ascolta .

Ad amore,
nella vita tutti siamo immaturi specie noi giovani, il tuo modo di scrivere alla gente è schietto,
freddo, diretto : poche persone sanno scrivere i veri concetti in modo chiaro !
Guarda che è una specie di complimento, visto che tanti del forum sanno dirti solo cose negative .
Una cosa che ritengo un po' ingiusto è che dici alle persone, in quale sezione sarebbe meglio andare ...Dai il tempo agli arrivati di capire com' è il forum, come è suddiviso ...

Con sommo piacere a Mabi

Haries Cavalier
La gente ha dimenticato l' Arte del saper Ascoltare ma ha imparato in modo crudele a Giudicare senza conoscere chi, gli sta difronte ...

Avatar utente
Haries Cavalier
Messaggi: 304
Iscritto il: 30 agosto 2011, 17:24

Re: Sentimentalmente, il periodo più brutto della mia vita

Messaggio da Haries Cavalier » 3 agosto 2012, 12:31

Cara amore,

ho capito, grazie della risposta ...

Mabi, gurda che non c' è niente di male a continuare ascrivere, siamo qui .

Haries C.
La gente ha dimenticato l' Arte del saper Ascoltare ma ha imparato in modo crudele a Giudicare senza conoscere chi, gli sta difronte ...

Avatar utente
Haries Cavalier
Messaggi: 304
Iscritto il: 30 agosto 2011, 17:24

Re: Sentimentalmente, il periodo più brutto della mia vita

Messaggio da Haries Cavalier » 5 agosto 2012, 17:13

Cara amore,

sì, ho inteso .
Giustamente come scrivi dovrebbe essere così ...
Come va ?


Come va Mabi ?

Haries C.
La gente ha dimenticato l' Arte del saper Ascoltare ma ha imparato in modo crudele a Giudicare senza conoscere chi, gli sta difronte ...

Mabi
Messaggi: 2
Iscritto il: 27 luglio 2012, 16:57

Re: Sentimentalmente, il periodo più brutto della mia vita

Messaggio da Mabi » 6 agosto 2012, 3:24

Ringrazio entrambe per le risposte, nonostante non abbia scritto nella sezione adatta, ma appena entrata nel sito avevo solo bisogno di uno sfogo in un brutto momento, ho aperto la prima sezione che ho trovato senza rendermi conto che ce ne fossero tante altre..sto notando solo adesso quanto sia ricco e frequentato questo forum, per i miei prossimi post saprò indirizzarmi meglio..grazie dell'avviso :)
Immaturi si, lo siamo senz'altro, ma credo anche che quando in un rapporto entra in gioco la gelosia o un insicurezza derivante da problemi personali come quelli che ho io a causa del mio passato, è difficile ragionare con lucidità e conseguente maturità..solo in seguito ci si rende conto di quanto stupidi siano stati certi atteggiamenti..e arriva il pentimento per aver avuto la possibilità di evitare tante situazioni e non averlo fatto.
Haries non sei stata per niente offensiva, anzi ti ho sentita vicina con le tue parole, credo tu sia davvero una bella persona ricca di sensibilità, si scorge da ciò che hai scritto.
Io sto un po' meglio, abbiamo momenti davvero bui..ma la persona che ho accanto mi sta davvero vicina, ogni giorno di più..anche nei momenti di crollo..sa mostrarmi quanto tiene a me, quanto si pente per ciò che ha fatto..per una situazione nata da rabbia e confusione che ho contribuito io a creare. A volte penso di non potercela fare, preferisco non scrivere riguardo al mio passato ma ho avuto traumi che porto dentro e che non mi fanno credere in un futuro accanto ad una persona se non mi trovo in un presente di totali sicurezze..ma il presente di cui ho bisogno io per poter credere, è quasi utopico..devo rendermi conto che la realtà è un atra cosa e che non sempre se nella vita abbiamo avuto esperienze difficili queste debbano ripetersi..nonostante ci segnino per sempre..
Lui sa del mio passato, mi vede nel presente e sa quanto vorrei poter andare avanti ma non riesco.. vuole buttare giù questo muro..e anche lui ne ha da abbattere.. una sua amica, una bella persona piena di vita, si fa seguire da una persona che si occupa di psicologia, ma un ramo particolare un po' alternativo..e andremo insieme..non sono molto convinta ma tentar non nuoce..vedremo...

Avatar utente
Haries Cavalier
Messaggi: 304
Iscritto il: 30 agosto 2011, 17:24

Re: Sentimentalmente, il periodo più brutto della mia vita

Messaggio da Haries Cavalier » 4 settembre 2012, 15:21

Cara Mabi,

scusa se ho letto solo adesso il tuo mesaggio .

Son felice che stiate meglio.
E' importante rendersi conto quando si hanno momenti in cui non ci si riesce a controllare (io sto imparando questa lezione adesso e mi ferisce ogni volta che non riesco a combinare qualche cosa di positivo, quando certe volte ferisco psicologicamente i miei cari ! )
ed è saggio rendersi conto di ciò che, si può Ricevere dalle persone che, ci stanno vicino : non tutti gli esseri viventi imparano questo e non tutti gli esseri umani sanno anche ammettere i propri errori, i propri limiti, le proprie debolezze ...
Mabi ha scritto:A volte penso di non potercela fare, preferisco non scrivere riguardo al mio passato ma ho avuto traumi che porto dentro e che non mi fanno credere in un futuro accanto ad una persona se non mi trovo in un presente di totali sicurezze..
forse, per motivi diversi, passati che abbiam diversi ma questo concetto espresso da te, lo sento più che mai anch' io ...
è la stessa cosa per me.
Parlare del mio passato non mi va, non sono mai stata felice del mio Passato e tanto meno parlare delle emozioni
eppure mi dicono le persone che il nostro Passato fa parte di noi e questo lo sto capendo ma faccio fatica ad accetarlo ( il mio passato) ed ad esprimere le emozioni, diciamo che sono una persona che si tiene tutto dentro e che cerca di non arrabbiarsi mai ...
ma con tante isicurezze sul Domani che verrà e
con una paura bestiale di iniziare dei rapporti oltre l' Amicizia ...
Mabi ha scritto:sa quanto vorrei poter andare avanti ma non riesco.. vuole buttare giù questo muro..e anche lui ne ha da abbattere..
non saprei darti consigli qua ma ti direi da giovane ragazza che
è bello che qualche uno si preoccupi per qualcun' altro
ma quei Muri son da abattere Insieme ma con Convinzione di entramdi perchè,
secondo me ( poi non so se sbaglio, non vorrei far figura brutta ... )
se uno è poco convinto, incerto o, vuol mollare allora
quella Guarigione che vorreste fare non si concluderà ...

andare da qualche uno, esterno al nucleo familiare fa bene, perchè c' è uno che vede i nostri problemi in modo Oggettivo e quindi non è influenzato dai sentimenti ...
Lo dico questo, per la mia esperienza di paziente che ha deciso di interrrompere le sedute per conto suo ...
sarà complicato all' inizio, se deciderete di andare in terapia,
vi avverto percchè ,
parlare di se non è mai facile, aprirsi è complicato ed aprire nuove porte non è semplice
perchè tendelzialmente è meglio vivere come eravamo abituati, con quelle sofferenze, con cuei pensieri nostri e basta !

però se farete quel passo, di andare in terapia significa che volete veramente Guarire ed avete giò fatto il primo passo di guarigone ...

Per quel poco che so e di ciò che ho vissuto, io ci sono se vuoi sapere qualche cosa di quando si entra in psicoterapia :
semplicemente posso dare la mia Testimonianza
ma ricordati che sono giovane
e che è sempre un mio puntodi vista ma che ce ne possono essere altri .

Un affetuoso abraccio Mabi,

Haries C.
La gente ha dimenticato l' Arte del saper Ascoltare ma ha imparato in modo crudele a Giudicare senza conoscere chi, gli sta difronte ...

Rispondi

Torna a “Un nuovo spazio”