Pagina 1 di 1

Richiesta aiuto scelta psicologo/psicoterapeuta

Inviato: 28 agosto 2014, 13:41
da Vittoria-
Buongiorno a tutti, sono nuova in questo forum. L'ho trovato oggi navigando in rete e ho subito pensato che fosse molto interessante e facesse al caso mio.
Sto attraversando un periodo parecchio complesso, per varie motivazioni, periodo che dura da troppo tempo e dal quale non riesco ad uscirne da sola. Ho quindi pensato di chiedere aiuto ad una persona qualificata e competente che mi possa instradare per iniziare un nuovo sentiero.
Chiedo l'aiuto di uno psicologo o di un professionista competente per la scelta della persona alla quale rivolgermi.
Abito in provincia ovest di MIlano, sono una ragazzi di 30 anni. Il mio dubbio principale sta nella scelta del sesso della persona a cui rivolgermi. Vicino a casa pare ci sia una psicologa psicoterapeuta donna molto brava di cui mi ha parlato molto bene il mio medico di base in quanto la conosce personalmente, ma sono perplessa perchè è una donna.
A causa del rapporto non proprio facile e piacevole con mia mamma fin dall'infanzia, da sempre ho problemi a relazionarmi con le donne,non che non ci riesca per nulla, ma ho delle difficoltà soprattutto a fidarmi al 100% di loro e a credere nella loro buona fede. Purtroppo ho avuto anche una serie di vicende sfortunate in amicizia sempre con le donne quindi questo non fa che peggiorare la situazione. Due anni fa mi sono rivolta per qualche seduta ad una psicologa della ASL con la quale non mi ero trovata bene per altri motivi, ma nelle poche sedute fatte mi aveva fatto notare appunto che io ho un difficoltà con le donne, tendo sempre ad incolparle mentre difendo il maschio (ad esempio sul lavoro dove ho un capo uomo e un capo donna). Tenderei quindi a scegliere uno psicologo uomo: avendo però un grosso problema "di cuore", motivo principale che mi spinge a chiedere un supporto psicologico, ho paura di potermi legare troppo se scegliessi un uomo, o peggio ho paura di innamorarmene. Il rapporto con mio padre è praticamente inesistente quasi da sempre quindi tendo molto a legarmi alla persona di cui sono innamorata forse anche per sopperire alle mancanze del padre.
Chiedo quindi ad un esperto di aiutarmi a capire quale sia la scelta migliore per me. In generale tendo a fidarmi più degli uomini e quindi credo che sarei più a mio agio con un uomo. Vorrei però valutare attentamente pro e contro e qualora i contro superassero i pro, farò uno sforzo e mi adatterò per il mio bene.
Grazie per avermi letta e per aiutarmi se possibile
Buona giornata.