Crisi universitaria

Un filo diretto con la direzione delle Pagine Blu degli Psicologi e degli Psicoterapeuti

Moderatore: Dr. Adriano Legacci

Rispondi
Neveroclock
Messaggi: 1
Iscritto il: 28 aprile 2015, 0:39

Crisi universitaria

Messaggio da Neveroclock » 28 aprile 2015, 0:59

Ciao a tutti, sono nuovissimo del forum e mi sono iscritto solo per parlare di questo problema, non so benissimo come funziona quindi mi butto dicendo quel che mi passa per la testa. Sono un ragazzo di 22 anni ed il mio problema principale per ora è il percorso universitario: mi sono iscritto circa un anno e mezzo fa (sto alla fine del secondo anno accademico) e non sto bene. Sin da piccolo ho sempre dimostrato di essere piuttosto curioso e sveglio per certi aspetti, anche se non molto scolastico nell'apprendimento, ho avuto per tutto il liceo la passione per il disegno, infatti frequentavo un liceo d'arte, poi a fine quinto ho deciso di darmi allo studio delle lingue, mi sono iscritto e ho visto subito che qualcosa non andava, non ero felice e mi metteva ansia l'università, stare con la faccia sui libri per troppo tempo mi distruggeva interiormente.
Sto al secondo anno e mi sembra di aver buttato via tempo e soldi (dei miei genitori, infatti ho dei gran sensi di colpa) in due anni ho dato solo 6 esami, due dei quali con risultati abbastanza penosi perché mi faceva schifo studiare per certe materie. Purtroppo avendo scelto una facoltà umanistica ma anche "tecnica" come lingue gli esami superflui si sprecano. Quello che studio mi piace solo in minima parte, direi che mi interessano 4/5 esami su 18, l'università mi fa stare male perché non riesco ad entrare nelle dinamiche delle sessioni che qua sono davvero orribilmente disorganizzate, per ogni esame devo studiare un gran carico di libri (non sono abituato a farlo, mi deconcentro molto facilmente davanti ad un libro) e la maggior parte degli esami verte su argomenti del tutto assurdi per uno che ha scelto di studiare lingue. Sento che questo percorso non mi sta rendendo felice ma allo stesso tempo NON SAPREI COS'ALTRO FARE. Sto male qua e se smetto ho paura di stare ancora peggio per l'angoscia dato che non avrei una seconda via da seguire chiara in mente Inoltre mi chiedo cosa sarebbe di me se poi mi pentissi di aver abbandonato gli studi.
In caso ve lo steste chiedendo non mi interessano altre facoltà, lingue era la "meno peggio" che avevo in mente.
Vorrei fare qualcosa di reale, utile, concreto, non voglio essere l'ennesimo parcheggiato in una facoltà universitaria che non si sa cosa vuole fare nella vita ma onestamente non vorrei nemmeno fare un lavoro umilissimo a vita.
Non capisco perché tutti scelgono una strada e la portano a termine ed io invece a tre anni dalla fine del liceo ancora non so cosa fare.
Questa sessione avrei 5 esami da dare, me ne mancherebbero 9 poi, quindi finirei circa un anno fuori corso (se tutto va bene).
Se smettessi oltretutto dovrei tornare alla mia città natale dove davvero NON HO UNA VITA, non so se riuscite a leggere la disperazione che ci metto nel dirlo.
Essendo omosessuale e poco adatto alla provincia per diversi aspetti non riuscirei a viverci anzi da quando ho 14 anni non sogno altro che di andarmene ed ora che sto vivendo quello che sognavo mi dispiace terribilmente che stia andando così male. Vorrei il consiglio di qualcuno, vi prego aiutatemi.

Avatar utente
Dr.ssa Eleonora Arduino
Messaggi: 1880
Iscritto il: 2 novembre 2005, 0:28
Località: Torino

Re: Crisi universitaria

Messaggio da Dr.ssa Eleonora Arduino » 12 settembre 2015, 23:17

LucaMartino ha scritto:Ciao,ti capisco e comprendo le tue perplessità,hai detto qualcosa su di te ma affinchè ti si possa dare delle risposte concise ed efficienti dovresti parlare di più qui del tuo contesto sociale,di chi sei che cosa vuoi.Fallo qui ma se vuoi puoi contattarmi al numero 3295718582,alla mail lucamartino60@libero.it e via skype
http://www.psicologi-psicoterapeuti.it/ ... 32&t=21779
Dr.ssa Eleonora Arduino - psicologa e psicoterapeuta - Torino
moderatore dei forum "consulenza psicologica"
www.eleonoraarduino.it

Rispondi

Torna a “Un nuovo spazio”