Tragressione,una domanda molto chiara.Rispondete numerosi..?

Un filo diretto con la direzione delle Pagine Blu degli Psicologi e degli Psicoterapeuti

Moderatore: Dr. Adriano Legacci

Rispondi
Mar.CI
Messaggi: 9
Iscritto il: 5 settembre 2008, 22:35

Tragressione,una domanda molto chiara.Rispondete numerosi..?

Messaggio da Mar.CI » 7 settembre 2008, 16:27

Se per una sera una qualsiasi persona NON trasgressiva,decidesse di trasgredire,farà tutto ci che è trasgressivo o ci saranno alcune cose trasgressive che anche in una serata dove decidesse di trasgredire non farebbe mai?

Avatar utente
Giulia
Messaggi: 583
Iscritto il: 1 febbraio 2005, 22:51

Messaggio da Giulia » 7 settembre 2008, 20:24

Ti ripeto, come nel precente postit, che la tua domanda è mal posta. Cosa vuol dire TRASGREDIRE?

Esiste forse una persona che non è trasgressiva, che non lo è mai stato e mai lo sarà? Esiste forse una persona che in vita sua non ha mai trasgredito una regola, un comando o un precetto?

Leggiti l'etimologia di trasgredire e capirai da te che non è per niente legata al sesso. Perchè tu ti riferisci al sesso, giusto?

Se vuoi che le persone rispondano alla tua domande, allora, impara a porla correttamente. Non tutti alludono subito al sesso.

Quindi, cosa intendi col termine trasgredire? Andare al di là di cosa e di chi?

Ripeto. Anche mangiare una torta è trasgredire, qualora sia stato comandato di non mangiarla.

Mar.CI
Messaggi: 9
Iscritto il: 5 settembre 2008, 22:35

Messaggio da Mar.CI » 7 settembre 2008, 21:07

Giulia ha scritto:Ti ripeto, come nel precente postit, che la tua domanda è mal posta. Cosa vuol dire TRASGREDIRE?

Esiste forse una persona che non è trasgressiva, che non lo è mai stato e mai lo sarà? Esiste forse una persona che in vita sua non ha mai trasgredito una regola, un comando o un precetto?

Leggiti l'etimologia di trasgredire e capirai da te che non è per niente legata al sesso. Perchè tu ti riferisci al sesso, giusto?

Se vuoi che le persone rispondano alla tua domande, allora, impara a porla correttamente. Non tutti alludono subito al sesso.

Quindi, cosa intendi col termine trasgredire? Andare al di là di cosa e di chi?

Ripeto. Anche mangiare una torta è trasgredire, qualora sia stato comandato di non mangiarla.

Forse non hai letto bene,io parlo di trasgressione in generale,cioè tutto ciò che è trasgressione!E' quello che chiedo è..Una persona non trasgressiva
se una sera decide di trasgredire non si porrà limiti alla trasgressione o alcune cose trasgressive non le farà mai?

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 7 settembre 2008, 21:41

Ma che domanda è?????????? Secondo te noi possiamo rispondere???Dovresti chiederlo direttamente a quella persona che ha intenzione di "trasgredire", se esiste. Se sei tu quello che deve trasgredire allora puoi risponderti da solo su cosa ha o meno valore per te.

Avatar utente
Giulia
Messaggi: 583
Iscritto il: 1 febbraio 2005, 22:51

Messaggio da Giulia » 7 settembre 2008, 21:42

Per Mar.CI


Trasgredire cosa?

Trasgredire a una regola autoimposta o eteroimposta?

Quando intervergono i limiti?
Esistono forse dei limiti? Se si, di che tipo? E chi li impone?

Esempio. Non uccidere è un una regola. Quindi chi uccide trasgredisce alla regola del non uccidere?
Forse. Magari questa regola può valere per me, ma non per te. La norma di non uccidere esiste per la nostra cultura, magari non esiste per un'altra cultura. Il concetto di trasgressione è molto relativo.

Una persona può non avere limiti?
La domanda a monte è: cosa sono i limiti e chi ce li impone? Chi ci obbliga a rispettarli? Perchè alcune regole possono essere trasgredite e altre no? Forse la paura della sanzione? Sanzione autoimposta o eteroimposta? E chi stabilisce se la sanzione è adeguata alla trasgressione?

Nel momento in cui mi pongo dei limiti so già che sarò un trasgressore. Sto già trasgredendo al principio di libertà.

Come vedi le domande sono infinite...

Tu cosa intendi per trasgressione? Inizia col dire il tuo pensiero. Fai qualche esempio. A te la parola....

Mar.CI
Messaggi: 9
Iscritto il: 5 settembre 2008, 22:35

Messaggio da Mar.CI » 7 settembre 2008, 21:52

Giulia ha scritto:Per Mar.CI


Trasgredire cosa?

Trasgredire a una regola autoimposta o eteroimposta?

Quando intervergono i limiti?
Esistono forse dei limiti? Se si, di che tipo? E chi li impone?

Esempio. Non uccidere è un una regola. Quindi chi uccide trasgredisce alla regola del non uccidere?
Forse. Magari questa regola può valere per me, ma non per te. La norma di non uccidere esiste per la nostra cultura, magari non esiste per un'altra cultura. Il concetto di trasgressione è molto relativo.

Una persona può non avere limiti?
La domanda a monte è: cosa sono i limiti e chi ce li impone? Chi ci obbliga a rispettarli? Perchè alcune regole possono essere trasgredite e altre no? Forse la paura della sanzione? Sanzione autoimposta o eteroimposta? E chi stabilisce se la sanzione è adeguata alla trasgressione?

Nel momento in cui mi pongo dei limiti so già che sarò un trasgressore. Sto già trasgredendo al principio di libertà.

Come vedi le domande sono infinite...

Tu cosa intendi per trasgressione? Inizia col dire il tuo pensiero. Fai qualche esempio. A te la parola....
io per trasgredire indendo fare cose che non farei mai,ad esempio:fare il bagno nudo?

Mar.CI
Messaggi: 9
Iscritto il: 5 settembre 2008, 22:35

Messaggio da Mar.CI » 7 settembre 2008, 22:51

Mar.CI ha scritto:
Giulia ha scritto:Per Mar.CI


Trasgredire cosa?

Trasgredire a una regola autoimposta o eteroimposta?

Quando intervergono i limiti?
Esistono forse dei limiti? Se si, di che tipo? E chi li impone?

Esempio. Non uccidere è un una regola. Quindi chi uccide trasgredisce alla regola del non uccidere?
Forse. Magari questa regola può valere per me, ma non per te. La norma di non uccidere esiste per la nostra cultura, magari non esiste per un'altra cultura. Il concetto di trasgressione è molto relativo.

Una persona può non avere limiti?
La domanda a monte è: cosa sono i limiti e chi ce li impone? Chi ci obbliga a rispettarli? Perchè alcune regole possono essere trasgredite e altre no? Forse la paura della sanzione? Sanzione autoimposta o eteroimposta? E chi stabilisce se la sanzione è adeguata alla trasgressione?

Nel momento in cui mi pongo dei limiti so già che sarò un trasgressore. Sto già trasgredendo al principio di libertà.

Come vedi le domande sono infinite...

Tu cosa intendi per trasgressione? Inizia col dire il tuo pensiero. Fai qualche esempio. A te la parola....
io per trasgredire indendo fare cose che non farei mai,ad esempio:fare il bagno nudo?
Giulia ci sei?

Avatar utente
Giulia
Messaggi: 583
Iscritto il: 1 febbraio 2005, 22:51

Messaggio da Giulia » 8 settembre 2008, 0:17

Mar.CI ha scritto:io per trasgredire indendo fare cose che non farei mai
E quali sono le cose che non faresti mai? Quali sono invece, secondo te, le cose "trasgressive" che violano i tuoi limiti ordinari?

Secondo me devi chiarirti le idee e riformulare la domanda. L'uso di un dizionario etimologico può aiutare...
Mar.CI ha scritto:Se per una sera una qualsiasi persona NON trasgressiva,decidesse di trasgredire,farà tutto ciò che è trasgressivo o ci saranno alcune cose trasgressive che anche in una serata dove decidesse di trasgredire non farebbe mai?


Hai riletto la tua domanda??? Ti pare di essere chiaro ed esaustivo?
:shock:
- Cosa vuol dire una persona "non trasgressiva"?
- Cosa intendi per "fare tutto ciò che è trasgressivo"? Per chi? Per te o per le altre persone? Andare oltre le regole che tu decidi di importi o quelle imposte dagli altri?
- Quali sono le cose trasgressive che una persona non dovrebbe fare mai ma potrebbe essere tentato dal farlo?


Sono trasgressiva se mi tingo i capelli di viola e invece non lo sono se non me li tingo?




Comunque la domanda si pone una volta, inutile postarla trecento volte solo perchè non ti piacciono le risposte che vengono date.

Mar.CI
Messaggi: 9
Iscritto il: 5 settembre 2008, 22:35

Messaggio da Mar.CI » 8 settembre 2008, 0:29

Giulia ha scritto:
Mar.CI ha scritto:io per trasgredire indendo fare cose che non farei mai
E quali sono le cose che non faresti mai? Quali sono invece, secondo te, le cose "trasgressive" che violano i tuoi limiti ordinari?

Secondo me devi chiarirti le idee e riformulare la domanda. L'uso di un dizionario etimologico può aiutare...
Mar.CI ha scritto:Se per una sera una qualsiasi persona NON trasgressiva,decidesse di trasgredire,farà tutto ciò che è trasgressivo o ci saranno alcune cose trasgressive che anche in una serata dove decidesse di trasgredire non farebbe mai?


Hai riletto la tua domanda??? Ti pare di essere chiaro ed esaustivo?
:shock:
- Cosa vuol dire una persona "non trasgressiva"?
- Cosa intendi per "fare tutto ciò che è trasgressivo"? Per chi? Per te o per le altre persone? Andare oltre le regole che tu decidi di importi o quelle imposte dagli altri?
- Quali sono le cose trasgressive che una persona non dovrebbe fare mai ma potrebbe essere tentato dal farlo?


Sono trasgressiva se mi tingo i capelli di viola e invece non lo sono se non me li tingo?




Comunque la domanda si pone una volta, inutile postarla trecento volte solo perchè non ti piacciono le risposte che vengono date.
Non trasgressivo è colui che non è trasgressivo.Se leggi sopra ti ho scirtto un esempio di trasgressione!Cmq tingersi i capelli di viola non è tanto normale!

Avatar utente
Giulia
Messaggi: 583
Iscritto il: 1 febbraio 2005, 22:51

Messaggio da Giulia » 8 settembre 2008, 1:17

Mar.CI ha scritto: Non trasgressivo è colui che non è trasgressivo. Se leggi sopra ti ho scirtto un esempio di trasgressione! Cmq tingersi i capelli di viola non è tanto normale!
:shock: Come volevasi dimostrare... Non sei in grado di spiegare a te stesso il termine trasgressione, indi per cui mi sfugge come pretendi di ottenere risposta da noi altri del forum.

Per quanto concerne i capelli viola, che dirti, dimostri di essere pieno di pregiudizi e stereotipi.

Personalmente considero chiusa la discussione, mi sembra ovvio che la tua domanda è mal posta, sciocca e priva di una qualsivoglia logicità.
Ribadisco, l'uso di un dizionario potrebbe giovare a chiarirsi le idee...

Inutile che ti chieda di fornire una spiegazione a cose intendi con il termine "normale"... Una cosa è nornale se è normale cosi come non trasgressivo è colui che non è trasgressivo :o :lol:

Mar.CI
Messaggi: 9
Iscritto il: 5 settembre 2008, 22:35

Messaggio da Mar.CI » 8 settembre 2008, 1:24

Giulia ha scritto:
Mar.CI ha scritto: Non trasgressivo è colui che non è trasgressivo. Se leggi sopra ti ho scirtto un esempio di trasgressione! Cmq tingersi i capelli di viola non è tanto normale!
:shock: Come volevasi dimostrare... Non sei in grado di spiegare a te stesso il termine trasgressione, indi per cui mi sfugge come pretendi di ottenere risposta da noi altri del forum.

Per quanto concerne i capelli viola, che dirti, dimostri di essere pieno di pregiudizi e stereotipi.

Personalmente considero chiusa la discussione, mi sembra ovvio che la tua domanda è mal posta, sciocca e priva di una qualsivoglia logicità.
Ribadisco, l'uso di un dizionario potrebbe giovare a chiarirsi le idee...

Inutile che ti chieda di fornire una spiegazione a cose intendi con il termine "normale"... Una cosa è nornale se è normale cosi come non trasgressivo è colui che non è trasgressivo :o :lol:
per te magari i capelli viola non sono trasgressivi,per magari lo sono,non credi?

Avatar utente
Giulia
Messaggi: 583
Iscritto il: 1 febbraio 2005, 22:51

Messaggio da Giulia » 8 settembre 2008, 1:45

Il concetto di trasgressione è del tutto relativo a un contesto, a una situazione e a una cultura (o subcultura).
Esempio. All'interno di un gruppo è stabilita la regola che bisogna indossare la maglietta rossa. Tutti coloro che appartengono a quel gruppo e indossano la maglietta blu sono trasgressori, cioè trasgrediscono a quella determinata regola. Io che sono esterna al gruppo, se indosso la maglietta blu non sono trasgressore. Trasgredirei a cosa e a chi? Non sono di certo obbligato a rispettare quella regola.

Quindi non esiste la persona "non trasgressiva" in assoluto, ma esiste una persona "non trasgressiva" all'interno di un contesto ben preciso.

Quindi, ripeto, la tua domanda cosi come è posta non ha senso.

La tua domanda avrebbe senso se la contestualizzassi all'interno di un'ottica ristretta e ben delimitata. Esempio: una persona sempre rispettosa del codice della strada italiano potrebbe una sera decidere di infrangere una regola e violare il limite di velocità in autostrada?
A questa domanda potrebbero seguire dei si o dei no con relative motivazioni.

Per inciso. Se sei all'interno di un gruppo punk è del tutto normale avere i capelli viola, e sarebbe anormale non averli perchè non saresti conforme al gruppo.
Se sei all'interno di un campo nudisti è del tutto normale fare il bagno nudi, diventa anormale se sei in una spiaggia pubblica in cui vige la regola di divieto balneazione senza costume.

Avatar utente
Aikiko
Messaggi: 198
Iscritto il: 12 giugno 2008, 21:52

Re: Tragressione,una domanda molto chiara.Rispondete numeros

Messaggio da Aikiko » 8 settembre 2008, 2:46

Mar.CI ha scritto:Se per una sera una qualsiasi persona NON trasgressiva,decidesse di trasgredire,farà tutto ci che è trasgressivo o ci saranno alcune cose trasgressive che anche in una serata dove decidesse di trasgredire non farebbe mai?
Perché proprio la sera?

lefolie
Messaggi: 2
Iscritto il: 25 settembre 2008, 18:42

Re: Tragressione,una domanda molto chiara.Rispondete numeros

Messaggio da lefolie » 25 settembre 2008, 18:50

Mar.CI ha scritto:Se per una sera una qualsiasi persona NON trasgressiva,decidesse di trasgredire,farà tutto ci che è trasgressivo o ci saranno alcune cose trasgressive che anche in una serata dove decidesse di trasgredire non farebbe mai?
Uno che trasgredisce solo una sera a mio avviso ha cmq dei limiti e non può quindi trsgredire in tutto e per tutto... poi dipende da cosa si vuole trasgredire, è difficile generalizzare...
non smettere mai di sognare

verità
Messaggi: 322
Iscritto il: 24 settembre 2008, 20:45

Messaggio da verità » 26 settembre 2008, 11:56

cancellato

Rispondi

Torna a “Un nuovo spazio”