sessualità: dove collocarmi

Un filo diretto con la direzione delle Pagine Blu degli Psicologi e degli Psicoterapeuti

Moderatore: Dr. Adriano Legacci

Rispondi
wurzburg
Messaggi: 4
Iscritto il: 31 agosto 2008, 23:31

sessualità: dove collocarmi

Messaggio da wurzburg » 12 gennaio 2009, 23:57

Ciao a tutti, sono un ragazzo di 21 anni... il problema che mi affligge da un bel pò di tempo è il seguente: sono in certo sulla mia sessualità..anche se questo non è una cosa costante, nel senso ha come un andamento ciclico..alcune volte mi sento pienamente eterosessuali, atre volte mi sorgono dubbi...Nella mia adoloscenza (circa 11 anni) ho passato una fase in cui sentivo una sorta di eccitazione anche verso i ragazzini del mio stesso sesso (non che abbia combinato qualcosa..ero solo un bambino)...il mio impattocon la scuola media è stato tremendo, un gruppo di bulli mi aveva preso di mira ripetendomi all'infinito che ero un "frocio"..ero solo un bambino timido a cui non piaceva giocare a calcio ma era bastato per avere la nomina in classe..Questo ha generato in me una sorta di chiusura in me stesso reprimendo completamente ogni forma della mia sessualità...sono stato molto male i quel periodo..Oggi ho 21 anni ed a dire il vero tutto questo non sono riuscito a superarlo..ho gli amici ma nn sono riuscito ad avere esperienze di nessun tipo con ragazze..poche volte ho tentato di corteggiare delle ragazze a cui ero interessato ma nn sono mai riuscito ad andare fino in fondo..mi vengono dei momenti in cui rifletto sulla mia sessualità e vedo che non c'è nulla di particolarmente lampante che mi spinge verso uno dei due sessi..non ho la certezza assoluta di dove collocarmi....le ragazze mi piacciono, mi eccitano, ma non so se la mia attrazione dovrebbe essere più forte..dall'altro lato ci sono i ragazzi per cui provo una sorta di apprezzamento estetico ma il pensiero del contatto mi infastidirebbe...se vede un ragazzo che ammetto sia carino mi vengono una sorta di sensi di colpa..mi ripeto ma allora sei gay visto che apprezzi l'estetica di un ragazzo? La mia sessualità non devrebbe respingere quei pensieri?..questo mi mette una sorta di ansia..nella mia testa mi faccio dei film mentali in cui mi vedo approcciarmi con un ragazzo per cercare di capire se mi eccita, ma questo pensiero nn mi fa stare bene..mi sento portato spontaneamente verso il sesso femminile ma ho sempre quel tarlo in testa..Tutto questo mi fa sentire profondamente insicuro nell'approcciarmi con le ragazze, un po come se perdessi la mia virilità ai loro occhi (o almeno e quello che penso io)..mi sento di aver represso completamente la mia sessualità non so dove collocarmi..forse ho ancora le vocine di quei bulli i testa
Grazie della vostra attenzione

lelewriter
Messaggi: 40
Iscritto il: 28 novembre 2008, 23:06

Messaggio da lelewriter » 21 gennaio 2009, 21:13

Ciao wurzburg! Che dire? Mi sa tanto che ti sei risposto da solo!!
nella mia testa mi faccio dei film mentali in cui mi vedo approcciarmi con un ragazzo per cercare di capire se mi eccita, ma questo pensiero nn mi fa stare bene..mi sento portato spontaneamente verso il sesso femminile ma ho sempre quel tarlo in testa..
Ti senti portato spontaneamente verso il sesso femminile! Io penso che sia abbastanza lampante, allora, ed è inutile che cerchi di tormentarti per capire se sei gay o no.
Io non ho nulla contro i gay, ma capisco quello che intendi e penso che tu non lo sia. Piuttosto magari sei un pò incerto solo perchè non hai ancora avuto l'opportunità di avere un rapporto di coppia con una ragazza che ti abbia tolto questi dubbi.
Anch'io (sono una ragazza) a volte apprezzo il fisico di una bella ragazza che mi passa davanti. Ma penso che sia un interesse soltanto formale. Insomma...chi ha detto che per essere eterosessuale devo disprezzare per forza il mio stesso sesso?
Stai tranquillo e non pensarci troppo. E' inutile dubitare di essere gay, quando ti senti naturalmente portato per l'altro sesso. Non complicarti la vita!!!
Spero di esserti stata d'aiuto in qualche modo...
Ciao ciao, Vale! (etero) :wink:

wurzburg
Messaggi: 4
Iscritto il: 31 agosto 2008, 23:31

Messaggio da wurzburg » 31 gennaio 2009, 16:16

Mi rimane però sempre il problema di unirmi a gruppi di persone nuove perchè mi sento sempre giudicato in qualche modo..ho i miei amici e mi tengo unito a loro senza cercare di creare nuovi legami..ed inoltre con le ragazze che conosoco e magari vorrei provarci mi irrigidisco non riesco ad essere molto sciolto e spontaneo e probabilmente loro se ne accorgono..così finisco sempre a gettare la spugna ed aspeetare l'occasione successiva e poi quella ancora successiva e così via..vorei errase come tutti gli altri ragazzi che si mettono la faccia di bronzo e fanno i simpaticoni sciolti e sicuri di se

Rispondi

Torna a “Un nuovo spazio”