Sono insoddisfatto perenne

TI SEI APPENA ISCRITTO E:
non sai come funziona il forum, non sai che fare e non sai a chi chiedere.

SEI GIA' UN UTENTE ESPERTO, E:
hai un dubbio, hai una domanda,
hai notato messaggi importanti, oppure ambigui, offensivi o che comunque desideri segnalare all'amministratore.

Scrivi qui. Le Guide autorizzate Pagine Blu ti forniranno una risposta o saranno il tuo celere intermediario con l'amministratore del forum


Moderatori: novembre, nikiland, Sergio67, Elisa Iaffaldano

Rispondi
Tommaso
Messaggi: 1
Iscritto il: 1 gennaio 2018, 16:50

Sono insoddisfatto perenne

Messaggio da Tommaso » 1 gennaio 2018, 17:08

Buonasera,
Mi presento sono Tommaso e ho 28 anni. Da qualche mese la mia vita è cambiata radicalmente. Vengo da una situazione stabile, vivevo in casa con mia madre e mio fratello, avevo un gruppo con cui suonavo anche nei locali, e una relazione di 8 anni.
A giugno ho voluto dare una svolta, lasciando la mia ragazza, cambiando lavoro, e andando a vivere da solo.
E da qui i problemi.
Parto però dal fatto che subito dopo il liceo mi sono iscritto all’università che ho lasciato dopo un anno, poichè iniziai a lavorare nell’attività di famiglia che purtroppo due anni dopo la mia decisione, fallì per dinamiche familiari.
Mi sono sempre cercato altri lavori e ho tentato di non guardare mai indietro (stavo molto bene economicamente) ed ora ho trovato un lavoro che per quanto privo di stimoli mi ha permesso di andare a vivere da solo. Carico i distributori automatici e lavoro 12 ore al giorno, alzandomi alle 4 di mattina.
Ad oggi vivo un forte rimpianto per non aver continuato gli studi ma non è solo questo il problema.
Qui dove mi sono trasferito ho trovato gente molto alla mano e dei buoni amici, oltre che una nuova relazione, ma loro sono tutti professionisti ed ovviamente ex universitari. Io sento che mi manca qualcosa: non sono alla loro altezza. Anche questa ragazza con cui mi frequento è molto intelligente e anche se lei pensa lo stesso di me io so che non è così. Inoltre da poco sto vivendo una fortissima possessività che non è mai stata mia. Ho gelosia della sua socialità e forte invidia per un passato che lei ha vissuto e ha permesso lei di conoscere tante persone con cui ha un legame strettissimo (che io non sopporto).
Non è possibile essere gelosi del passato di qualcuno eppure per me lo è.
Quando sono in loro compagnia mi sento un pesce fuor d’acqua, l’amico “stupido”, eppure cerco di non parlare troppo per non dare a vedere la mia inesistente cultura.
Il lavoro mi prende molto tempo e l’idea di reiniziare gli studi mi ha sempre allettato ma so che non potrei per orari e per mancanza di determinazione.
Sono attualmente in un vicolo cieco e non so come uscirne, ho compromesso la mia nuova relazione soprattutto per questa mia gelosia, nonostante lei sia carinissima e comprensiva, io sono testardo e non mi do per vinto nelle mie convinzioni ed alzo continuamente delle barriere attorno a me. Credo seriamente di averla persa.
Ho lasciato da poco il gruppo perchè le cose si stavano facendo troppo elevate e nonostante abbia una buona tecnica nel mio strumento, non ho voluto confrontarmi con la novità della cosa.
Non riesco a sviscerare il nocciolo del problema, anche se a primo impatto può essere una mancanza di realizzazione, credo che ci sia dell’altro.
Ringraziandovi anticipatamente vi auguro un buon 2018.
Tommaso

Rispondi

Torna a “Come muoversi nel forum: chiedilo alla Guida!”