Discussione X (fuori tema)

In questa sezione puoi parlare di tutto cio' che desideri, a ruota libera.

Avatar utente
Eddd
Messaggi: 644
Iscritto il: 11 agosto 2007, 16:26

Discussione X (fuori tema)

Messaggio da Eddd » 18 febbraio 2013, 14:25

Qua possiamo riprendere la discussione iniziata in quella relativa al significato del suicidio, si può andare fuori tema così possiamo continuare anche se prende un'altra piega il discorso :mrgreen:. Riporto l'ultimo messaggio dopo... Se volete potete citare anche quelli precedenti sempre fuori tema presenti qua http://www.psicologi-psicoterapeuti.it/ ... &start=300

Ultimo messaggio...
amore ha scritto:Se è anche questione di fortuta la vita, non bisognerebbe mai dire mai. Tersite una donna può trovarla ,ma perché più giovane? Perché avete ancora (per poco) il mito della donna più giovane? Perché partire già con dei preconcetti ? È qui il primo errore. Non so quando, ma prima o poi anche quest'altro mito crollerà. Si salvano i più capaci all'adattamento dell'ambiente circostante, e siccome l'ambiente cambia ormai velocemente, occorre essere altrettanto capaci di cambiare. e pure con una certa celerità .Vabbè, Tersite, vuol dire che farà parte della schiera dei vecchietti che alla fine si fan sposare dalla badante straniera.
Magari sarà rumena e gli piacerà pure, son bionde (spesso tinte) dagli occhi neri :lol:
Nulla a che vedere con le svedesi eh! Tutta un'altra pasta .... :lol:

Ma dai, potremmo aprire un nuovo topic e discuterne tranquillamente.
Romena meglio di no, forse son più tranquille le russe, comunque perché no? Non è mica detto Tersite che non ci sarà più nulla per noi, io mi lamento e mi lamento e mi lamento, ma se proprio devo dire la verità la speranza nel colpo di fortuna continua sempre ad esserci :mrgreen:, io sono un depresso che proprio a rassegnarsi non si riesce mai a rassegnare a niente di niente.

Comunque amore ho detto così, non perché le donne con un'età maggiore son meno attraenti (non lo penso questo), ma perché in genere sono quelle un po' più giovani che si sentono più attratte dall'uomo che ha più anni, non ne ho idea del perché preciso, ma è così (forse pensano che sia più affidabile, bo), spesso noi sfigatielli :mrgreen: facciamo meno presa sulle donne più mature, soprattutto quando c'è poca esperienza, queste (le mature) forse idealizzano meno.
Solo questo. Ancora più fuori topic... Uffa volevo vincessero loro!

http://www.youtube.com/watch?v=O7XaLPFL ... r_embedded
Su suggerimento di amore sposto qua la discussione, se anche tu tersite vuoi intervenire... Così lasciamo libera la discussione sul senso del suicidio... Anche se per me tutto è un po' collegato al senso della morte e poteva starci una divagazione sull'amore e le relazioni sentimentali "Eros e Thanatos" :mrgreen:.
La nostra vita contiene tutti i mali della tragedia, mentre noi non riusciamo neppure a conservare la gravità di personaggi tragici, e siamo invece inevitabilmente, nei molti casi particolari della vita, goffi tipi da commedia.

Avatar utente
Eddd
Messaggi: 644
Iscritto il: 11 agosto 2007, 16:26

Re: Discussione X (fuori tema)

Messaggio da Eddd » 20 febbraio 2013, 16:22

tersite ha scritto:Allora molta carne a l fuoco...e sono stato chiamato in causa
Anch'io penso come Edd che l'uomo maturo sia più interessante
del ragazzo giovane , almeno nel mio caso è stato così
Nell'episodio che ho riportato a Minorca avevo già 51 anni , quindi più che maturo
la ragazza Sara ne aveva 23 ... Magari ero io che in vacanza e libero dai pensieri
e magari un pochino più sicuro di me (ma molto poco in effetti...)
avrò mandato dei segnali positivi chissà :D
Ma tutti questi discorsi di uomini maturi o addirittura vecchi con ragazze giovani
mi lasciano abbastanza indifferente e cerco di spiegare il perché, pur (forse) desiderando le donne
non lascio che succeda nulla , diciamo per dire che Edd gioca la partita e perde
ma io non scendo nemmeno in campo! Forse per dire che magari potevo vincere?
E' una possibilità , ma credo che sia una gran paura , probabilmente ho avuto esperienza
con la sola donna della mia vita (mia madre) una brutta esperienza ...Non nel senso sessuale ovvio
E temo che tutte le donne siano così , possessive , castranti, ossessive , dominatrici
C'è un film bellissimo di Claude Sautet
"un cuore in inverno" di un uomo che si innamora (o finge di innamorarsi il film sta tutto lì )
di una bellissima donna che ricambia e quando lei si rivela a lui gli offre il suo amore
lui la rifiuta , dice che si era sbagliata , un impotente a livello psichico
e forse anche fisico ...oppure un film sulla paura dia amare , perché amare vuol dire vivere
e non soltanto sognare o chattare dietro ad uno schermo del pc

http://www.youtube.com/watch?v=hog2mntptRQ
Un cuore in inverno l'ho visto molto tempo fa anche io.
Ma amare, come ho detto altre volte, può significare qualcosa di diverso per ognuno di noi. Nessuno ha mai avuto paura d'amare secondo me, quel di cui si ha davvero paura è di non essere amati, di vivere male all'interno di una relazione, e in fondo per me la paura, questa paura, deve pure restare rispetto a quel che non si desidera e non si vuole.

Una donna dirà e sosterrà spesso che sta facendo quel che vuoi tu, ma quando dice questo non sarà completamente sincera, e un uomo non stupido, inconsciamente o più o meno coscientemente lo afferra questo (pure le madri spesso si comportano così, dicono di fare quello che desideri, ma mica si preoccupano mai di chiedertelo tu cosa desideri).
Ognuno ha i propri desideri e sogni e non è detto che possano incontrarsi in una relazione, se fiuti che una relazione non può darti quel che vuoi, per quale motivo dovresti andarti a ficcare in un casino che ti è già chiaro fin dall'inizio che è un casino?
Se una donna desse a un uomo davvero quello che quell'uomo desidera e sogna, nessuno scapperebbe via, si scappa sempre da quel che non si vuole, e quando lo si fiuta questo, anche inconsapevolmente, si scappa.
Ad esempio questa qua (proprio la protagonista del film, che ricordo meglio in quell'altro film con Michel Piccoli dove recita senza veli, abbiate pazienza ma questa attrice qua, Emmanuelle Béart, è davvero una bella donna :mrgreen:) non è che si sia comportata proprio così bene. Si è chiesta cosa cercava quest'uomo da lei? A me sembra di no, non le è passato nemmeno per l'anticamera del cervello di chiederselo e di aspettare un po' prima di rivelare tutto al compagno (che questo compagno, il protagonista, lo conosceva pure).

http://www.youtube.com/watch?v=-1tNd2ZErGQ#t=3m55s

E' come se una donna dicesse al suo amante "ho mollato mio marito e gli ho detto tutto di noi perché io so cosa desideri, desideri vivere con me e lasciare anche tu tua moglie, ma ti sei costruito un muro attorno a te e non lo vuoi ammettere" e questo qua magari poi scappa via perché non è questa la relazione che vorrebbe davvero instaurare con questa donna adesso.

Ma è davvero matta o da biasimare una persona che si comporta così? :?

Se questa qua (la protagonista) invece di parlare con l'attuale compagno si fosse concessa all'altro frequentandolo (che magari questo desiderava, una relazione non troppo impegnativa e che non smuovesse troppo certe cose) forse questo non avrebbe iniziato ad aver paura (perché di sicuro ha pensato: mo questa chissà cosa pretende da me, cosa si è messa in testa, di andare a vivere insieme, di far questo e quell'altro... E gli sarà venuta pure l'ansia da prestazione).

Ad esempio lei dice di accettarlo questo uomo in questo dialogo e poi sostiene subito dopo che questo uomo s'è costruito un muro. Ma se accetti davvero una persona, di quel muro (che in buona misura è la sua vita, e sei tu ad interpretarla come un muro) dovresti tenerne conto come di una parte dell'altro e non necessariamente come qualcosa di estraneo alla sua personalità da dover modificare e buttare giù (soprattutto se quella persona in fondo non lo desidera): E' un muro divisorio come quelli che stanno in una casa, se dici di accettare l'architettura di una casa, poi per per quale motivo vuoi metterti a cambiarla?
Per me in questo dialogo è racchiuso bene quel che prova quest'uomo... Lui Le dice:

"Camille io non credo di poterti dare quello che cerchi"
E lei "Lo cerchi anche tu e io te lo sto offrendo, so come sei fatto e ti accetto per quello che sei"

...
"Non puoi vivere più così devi accettare che qualcosa cambi dentro di te"

Prima gli dice di accettarlo e poi già si insinua un discorso sul cambiamento, addirittura sul come si dovrebbe vivere. Ma cosa dovrebbe cambiare nella sua vita quest'uomo? Quel che desidera lei ovviamente :mrgreen:... Roba da doppio vincolo.
Ecco qua riassunto il vero problema di fondo per me... Qua secondo me lui è sincero:

"Vuoi a tutti i costi che io sia come tu immagini, ma io sono un'altra persona, io sono come sono"

Per questo scappa via. La cosa del gioco se la inventa per rendersi più antipatico e passare per cinico (questo lo si capisce chiaramente), ma la verità è questa per me. Buttarsi in una situazione che si ha la quasi certezza che non funzionerà e non si troverà quel che si desidera davvero (nemmeno in una misura marginale) non è un qualcosa da matti, là dove si è abbastanza incerti si può provare di sicuro a barcamenarsi, ma dove le cose già si vede lontano un miglio che non possono funzionare, già da come sono impostate a monte, che si prova a fare?

Pure a me quella ragazza con cui sono stato mi diceva sempre a parole "mi piaci come sei, mi piaci come sei" e poi in pratica voleva rovesciare tutta la mia esistenza e me stesso come un calzino :) sostenendo pure che in fondo lo desideravo anche io (ma tu cosa ne sai di quel che desidero, perché non lo chiedi a me? :?), io non le ho permesso di far questo e lei è andata per la sua strada (mi ha fatto un po' male perché in parte ci avevo creduto d'essere accettato). Se 'sto discorso me l'avesse fatto subito, pure io sarei scappato via o glielo avrei detto: guarda che ti sei innamorata di qualcos'altro non certo di me. Però rispensandoci bene pur sapendolo avrei provato lo stesso a starci insieme, tanto cosa avrei avuto da perdere? Se vedevo che questa donna iniziava a prender troppo spazio, e non mi andava, potevo sempre non starci più insieme, non c'è nessun obbligo, e forse sarei stato anche meglio dopo. Se proprio vuoi renderti latitante, ti puoi rendere latitante anche dopo aver vissuto certe cose :), tu prova, se ti piacciono continui, se no no.

Una madre non te la puoi scegliere da bambino né puoi dirle "guarda io cambio casa che con te non vivo bene", ma in queste altre relazioni non c'è vincolo.

In ogni caso se mi trovavo io in auto con una donna così (e mi piaceva davvero, anche nel modo di porsi, che per me è importante), e questa mi diceva "ti desidero" così esplicitamente (è lei che lo ha detto :mrgreen:), mi sarei barcamenato lo stesso, magari l'amore della vita non l'avrei trovato, ma una bella serata forse l'avrei passata. In questo caso, cosa avrei avuto da perdere? Invece di star da solo, magari a casa a contarmi i peli, sarei stato con una bella donna, sarei stato coccolato un po', avrei scambiato effusioni e così via, e non è mica male.
Invece di pensare al futuro, che chissà come sarebbe andato, avrei pensato al presente, e cioé che c'era là in auto una donna bellissima che voleva passare una serata con me, e di fronte a un bel viso, e non solo un bel viso, io devo dire che non riesco più a pensare in modo così distaccato hehe


Di sicuro mi ci sarei attaccato dopo aver passato dei bei momenti insieme, poi se proprio non si fosse riusciti a stare insieme non si si sarebbe stati insieme, ma perché buttare via anche i bei momenti che si potrebbero condividere, in cui c'è più sintonia?
Nessuno è come l'altro desidera che sia, ma se ci sono delle parti che combaciano abbastanza in certi momenti, e facciamole combaciare senza pensarci troppo! Chissà com'è capitato! :mrgreen:
La nostra vita contiene tutti i mali della tragedia, mentre noi non riusciamo neppure a conservare la gravità di personaggi tragici, e siamo invece inevitabilmente, nei molti casi particolari della vita, goffi tipi da commedia.

Avatar utente
Eddd
Messaggi: 644
Iscritto il: 11 agosto 2007, 16:26

Re: Discussione X (fuori tema)

Messaggio da Eddd » 21 febbraio 2013, 11:49

amore ha scritto:Allora Edd, sorvoliamo sulla canzone di Sanremo perché a me il Festival di Sanremo, con tutto il suo carrozzone, mi fa venire da vomitare ... :mrgreen:

Infatti io me la prendo con le donne che, nonostante il femminismo, non hanno capito un cavolo di niente e son rimaste ancora vittime di pregiudizi, altrimenti non si spiegherebbe neppure l’attuale e diffusa violenza sulle donne; e sì, siamo proprio noi donne ad alimentare questa mentalità. Eppure basterebbe poco, basta volersi liberare !
E’ vero che in molti casi fa comodo l’uomo più anziano … però, dovremmo un po’ smetterla se vogliamo sul serio il rispetto e la reale parità con l’uomo.

Come ho già scritto in un altro post:
“culturalmente la donna non è migliorata per nulla, anzi, è peggiorata, perché ha perso, si è disfatta della propria femminilità mascolinizzandosi, divenendo volgare ed aggressiva, assumendo così tutti i difetti dell'uomo, rimanendo al contempo la stessa schiava, oggetto del piacere dell'uomo come lo era prima. Le donne avrebbero invece dovuto rimanere sé stesse, “donne”, e difendere e valorizzare al massimo la loro femminilità liberandola dai tanti pregiudizi culturali che ancora sono presenti; uno tra questi è che l'uomo è senz'altro piacevole anche se molto più anziano, non togliendosi i paraocchi, non vedendo quasi la stragrande differenza che c'è tra un 20, 30 enne ed un 50 enne ed oltre. Io l'ho fatta quest'esperienza, questa osservazione e questo paragone !!!
Provate a baciare la bocca, il viso, a toccare il corpo, la pelle di un uomo giovanissimo prima, e poi un 50/55enne, considerate solo le sensazioni fisiche, senza sentimentalismi, e ditemi se è lo stesso.”
E’ molto più piacevole, attraente il 25, 30enne del 50enne !!!


Con questo non voglio dire che un uomo maturo non meriti amore o considerazione, ma voglio dire che, se si abbandonasse anche questa ipocrisia, quest’altro pregiudizio, diventerebbe più facile, meno conflittuale il rapporto tra l’uomo e la donna, ed anche l’amore stesso ne gioverebbe: sarebbe molto più spesso vero, autentico.
Che poi le donne più mature non si sentano attratte dagli sfigati maturi, non lo so ... :roll:
Forse le donne in generale non sono molto attratti dagli sfigati, a meno che non soffrano della sindrome della "crocerossina" :D
Sindrome e sindrome, dico io sempre a catalogare tutti in modo patologo e lasciamole fare le crocerossine a queste donne che vogliono farlo, se no a uno come me chi mi piglia :mrgreen:. Poi da cosa nasce cosa...
Poi bo, c'è pure chi è attratto da donne anziane e le preferisce alle giovani proprio al livello sessuale, e senza ipocrisia, esistono questo tipo di persone, solo che pure queste persone sono state piazzate in una categoria patologica :?.
Io direi che tu amore preferisci di più un trentenne o un uomo leggermente più giovane, ma non generalizzerei, non tutte le donne è detto che abbiano le tue stesse preferenze. Io pure ho le mie, ma se le confronto con quelle di qualcun altro può darsi che non ci troviamo mica d'accordo in generale su chi è attraente e chi no :).
La nostra vita contiene tutti i mali della tragedia, mentre noi non riusciamo neppure a conservare la gravità di personaggi tragici, e siamo invece inevitabilmente, nei molti casi particolari della vita, goffi tipi da commedia.

Avatar utente
Eddd
Messaggi: 644
Iscritto il: 11 agosto 2007, 16:26

Re: Discussione X (fuori tema)

Messaggio da Eddd » 24 febbraio 2013, 11:23

amore ha scritto::D beh ma io dico in generale, considerando l'aspetto esclusivamente fisico.
Non ho capito di chi sono le parole scritte in corsivo; mi sembrano del classico narcisista :mrgreen: (mi son fissata col narcisismo :) ) Accipicchia, e se le donne bellissime si concedono a voi così facilmente, in auto, belle e pronte ... e che ci state a fare qua a perdere tempo in ciance ? :lol:
E io ti dico che davvero esistono uomini che si sentono attratti sessualmente più da donne con la pelle raggrinzita che da quelle con la pelle liscia (considerando l'aspetto esclusivamente fisico), ma hanno patologizzato pure questa tendenza.
Io ad esempio preferisco le donne ma ci sono anche uomini che preferiscono gli uomini.

Ma perché amore devi pensare che avere queste preferenze sia un qualcosa di sbagliato o da narcisisti? Io avevo citato quella frase non per dire che è illegittimo avere quelle preferenze, sono preferenze come altre. Menomale che ce l'hai questo istinto chiaro, ho conosciuto anche persone che hanno le idee confuse e non sanno nemmeno se gli piacciono gli uomini o le donne.

Io e tersite comunque siamo fuori dal tuo target :mrgreen:.

Le donne che si concedono in auto belle e pronte (però non di certo bellissime, normalmente belle) in genere le devi pagare, questo lo sappiamo anche io e tersite :).
Io comunque ormai non penso di poter trovare quel che desidero, le relazioni con l'altro sesso per me sono irrimediabilmente conflittuali e come risolvere la cosa non lo so (ammesso che si possano trovare compromessi migliori per me).
Chi non si barcamena magari pensa che barcamenandosi risolve i problemi, ma alla fine spesso manco si risolvono così, perché stare con gli altri poi ha sempre un costo di impegno, e questo costo poi quando non lo si sente ripagato abbastanza (con quel che si cerca) si resta frustrati comunque.
La nostra vita contiene tutti i mali della tragedia, mentre noi non riusciamo neppure a conservare la gravità di personaggi tragici, e siamo invece inevitabilmente, nei molti casi particolari della vita, goffi tipi da commedia.

Avatar utente
Eddd
Messaggi: 644
Iscritto il: 11 agosto 2007, 16:26

Re: Discussione X (fuori tema)

Messaggio da Eddd » 25 febbraio 2013, 1:19

amore ha scritto:Per narcisismo mi riferivo alla storia dell'auto con la donna bellissima che si offre ma la si rifiuta (c'è scritto questo), seguendo quella modalità di reazione. Poi è ovvio che tutti noi, specie in certi momenti, potremmo trovarci anche di fronte all'essere più bello che possa capitare, ma se non ci dice e non ci stimola altro, non ci suscita neanche la voglia di fare l'amore.
Ah ti riferivi alla scena del film :mrgreen:.
amore ha scritto:Comunque mi sa che davvero tendiamo ormai a patologizzare tutto.

A proposito, mia zia mi dice spesso che una volta la timidezza era considerata soltanto un aspetto del carattere, col tempo si è cominciato a sentir parlare di timidezza come malattia, e lei, che era ed è timida, ha cominciato a sentirsi "malata" e per questo la sua timidezza è in seguito peggiorata in quanto si è sentita sempre più osservata, giudicata, "malata" appunto, si è innescato quindi un circolo vizioso: temere, aver paura di manifestare la timidezza fa a sua volta diventare ancor più timidi.

Anch'io ricordo la stessa cosa con la depressione. Una volta "depresso" era uno stato d'umore non grave, poi ne ho sempre sentito parlare in maniera sempre più pesante, di patologia legata anche al suicidio; poi come patologia legata anche a tanti omicidî. Allora le cose sono due: o le patologie mentali tendono ad aumentare, a moltiplicarsi col tempo, oppure la psicologia sfocia spesso in psicologismo ed ha "patologizzato" anche quegli aspetti normali dell'essere umano. Se pur l'intento fondamentale della psicologia è anch'esso quello di liberare l'uomo dal male, dalla sofferenza.
Ho quotato solo Amore, non ho nulla da aggiungere :). Ma Tersite? Chissà...
In ogni caso... 'Notte.
La nostra vita contiene tutti i mali della tragedia, mentre noi non riusciamo neppure a conservare la gravità di personaggi tragici, e siamo invece inevitabilmente, nei molti casi particolari della vita, goffi tipi da commedia.

Avatar utente
Eddd
Messaggi: 644
Iscritto il: 11 agosto 2007, 16:26

Re: Discussione X (fuori tema)

Messaggio da Eddd » 25 febbraio 2013, 16:26

amore ha scritto:Tersite lo invitiamo a partecipare; esternare pensieri e sentimenti non fa male.


Mah per quanto riguarda il film " Il cuore d'inverno.sì Stefan sembra quasi un autistico, un anaffettivo, anche nel rapporto di amicizia con Maxime. Ma anche Camille sembra più presa dall'orgoglio ferito, non accetta il rifiuto, ma subito dopo torna fredda, distaccata, inaccessibile,in realtà non ama neppure lei. Non dà neppure una un'altra possibilitá a Stefan di capirsi e capire, non dà tempo affinché possa fare chiarezza ed eventualmente sviluppare ed esprimere l'amore. Sono tutti e tre incapaci di comprenderegli altri due . Tutti e tre Mi pare chel'incapacitàiamare è in tutti e tre i personaggi; troppo egocentrici per dar spazio all'amore. Sembra che l'amore non riesca a farsi breccia tra il tessuto relazionale dei tre. Nessuno dei tre si sforza minimamente per comprendere gli altri due e la situazione. Sentimenti superficiali, d'amicizia e d'amore, e che tali restano fino alla fine. Potrebbe essere la rappresentazione un pò troppo esasperata, certo, però è l'emblema di un modo molto attuale, moderno, di intraprendere le relazioni. A volte l'amore ha bisogno di tempo per completarsi e poterlo esprimere. Abbiamo bisogno di più tempo di quello che ci concediamo e che concediamo per far maturare le cose. Siamo spesso frettolosi o superficiali. Tutto questo è riconducibile primario egoismo che è racchiuso in tutti noi. Amare veramente non è facile; a volte non è per niente facile neppure farsi amare.
Sai amore ho avuto la stessa impressione guardando il film "un cuore in inverno", veramente sembra non esserci calore umano nei personaggi, nemmeno un po' di empatia, per questo secondo me Tersite forse sbaglia ad identificarsi tanto con questi personaggi qua poco empatici, a me ha dato sempre un'altra impressione (io sono iscritto da molto a questo forum).
Non so perché ma dopo che ho letto questo messaggio mi è venuto in mente questo film qua (in italiano il titolo era "Lezioni di felicità").

http://www.youtube.com/watch?v=_DqTA4ZlHXM

In cui mi piacevano tantissimo questi siparietti che intervallavano la storia un po' come in "The Hole"

http://www.youtube.com/watch?v=ZIfpCLrjXVU

Il primo film non è di certo un capolavoro, però la protagonista affascina perché non è la solita ottimista ingenua o forzata da chissà quale movimento. Lei legge o ascolta la musica e sogna, e i suoi sogni in un modo o nell'altro vengono poi fuori nel suo modo di essere che riesce a coinvolgere il cupo pessimismo dello scrittore.

Un saluto
La nostra vita contiene tutti i mali della tragedia, mentre noi non riusciamo neppure a conservare la gravità di personaggi tragici, e siamo invece inevitabilmente, nei molti casi particolari della vita, goffi tipi da commedia.

Avatar utente
Eddd
Messaggi: 644
Iscritto il: 11 agosto 2007, 16:26

Re: Discussione X (fuori tema)

Messaggio da Eddd » 26 febbraio 2013, 14:19

amore ha scritto:E che so' quei film che hai linkato? Non dirmi che ti guardi quei film demenziali ! :lol: Meglio guardarsi i cartoni animati :D
Però quelli demenziali (tipo quelli di Go Nagai alla Mazinga dove ci sono i robot dalle sembianze femminili che sparano missili a forma di seni), se no a che serve usare il disegno animato? :mrgreen:
Eh, ci hai preso comunque amore... A me piacciono pure questi, hehe...

http://www.youtube.com/watch?v=EsgaxGhrX1I

Più che altro non dormo per linkarli... Ecco qua comunque la canzone adatta x chi non ama molto il "demenziale"

http://www.youtube.com/watch?v=K3yz2KTfL6Y

Questa direi che di sicuro è demenziale... :mrgreen:
Tanto qua in Italia chi è un po' cialtrone e si dichiara tale nella misura in cui lo è vien preso per matto (io non direi a nessuno che lo tirerò fuori dai guai, se non per scherzo o per farlo un po' sognare), chi invece comunque lo è parecchio (cialtrone) e si dichiara perfettamente normale, anzi capace di guidare un paese, di toglier tasse a destra e manca, viene preso pure sul serio e raccoglie consenso.
Allora di fronte a tutto questo direi che l'unica arma che resta è un demenziale e un assurdo all'ennesima potenza...
Poi insomma se almeno l'arte, (e tutto il resto che ha a che fare con questa) non è inutile, un po' assurda e insensata, a cosa può mai servire? :)
Portare un'orinatoio ad una mostra non è assurdo? Questo sì che è demenziale... :mrgreen:

Immagine

Di cose sensate e utilissime ne siamo circondati, anzi siamo assediati dall'"utile".
La nostra vita contiene tutti i mali della tragedia, mentre noi non riusciamo neppure a conservare la gravità di personaggi tragici, e siamo invece inevitabilmente, nei molti casi particolari della vita, goffi tipi da commedia.

Avatar utente
tersite
Messaggi: 573
Iscritto il: 16 dicembre 2005, 12:25
Località: pianeta terra

Re: Discussione X (fuori tema)

Messaggio da tersite » 28 febbraio 2013, 20:18

amore ha scritto: Mette molta carne al fuoco anche Tersite, per sintetizzare direi: non è che c’è desiderio o bisogno di dominare a tal punto da non rischiare nemmeno il rifiuto o l’abbandono ?
Ma se già da ragazzo rinunciava ad avere un legame con una donna, posso capire che a maggior ragione lo faccia adesso.

Non continuo a parlare di Tersite perché se non vuole non mi permetto di farlo.
accidenti avete scritto parecchio... mi metto in pari a leggere tutto :D
su di me puoi parlare ne hai facoltà...
Ho citato il film "Un cuore in inverno" perché mi sembra emblematico
di un certo modo di rapportarsi alle donne o anzi di non rapportarsi
io credo che la protagonista Camille abbia fatto bene ad avere quella scena di rabbia
la trovo molto umana , mentre capisco benissimo anche Stephan (mi somiglia poi è ovvio io sono io e non lui...)
Sì amore da ragazzo non ho avuto nessun legame con una donna/ragazza
ma allora gli impulsi sessuali erano molto forti, ora sono moderati
anche per quello parlavo di serenità , da non confondersi con felicità
il solo non sentire quell'impulso verso le ragazze e la impossibilità di soddisfarlo
che ha segnato molti anni d ella mia adolescenza è motivo di conforto
che mi senta realizzato questo è un'altra cosa
Provate a baciare la bocca, il viso, a toccare il corpo, la pelle di un uomo giovanissimo prima, e poi un 50/55enne, considerate solo le sensazioni fisiche, senza sentimentalismi, e ditemi se è lo stesso.”
E’ molto più piacevole, attraente il 25, 30enne del 50enne !!!
ciò è certamente vero! MA vale anche per noi uomini , la pelle fresca di una ragazza giovane
è ben diversa da quella di una donna matura , per tacere della implicazione biologica (inconsciamente cerchiamo una donna giovane e fertile)
mi piacerebbe sapere la tua età , se vuoi o ritieni di poterlo dire, solo per capire meglio cosa vuoi dire :D

Avatar utente
tersite
Messaggi: 573
Iscritto il: 16 dicembre 2005, 12:25
Località: pianeta terra

Re: Discussione X (fuori tema)

Messaggio da tersite » 6 marzo 2013, 20:25

amore ha scritto: Però, come si fa ad innamorarsi di uno che non sorride mai, sempre con la faccia da funerale ! L’unico accenno di sorriso di Stephan avviene nella scena finale quando rimane solo con la sua tazzina di caffè … quasi come volesse dire: Meno male va, mi è andata bene ! Ahahah
Ciao amore, sì Stephan è veramente antipatico nel film il regista ce lo fa quasi odiare , bellissima la scena di Camille al ristorante
ma (purtroppo) mi rispecchia molto , anzi io sono peggio perché credo che Stephan abbia amato in passato , e magari è stato deluso
e/o forse amerà di nuovo in futuro , per me è diverso ...Magari ho amato boh non l oso neppure, ma è rimasto tutto dentro di me.
Mi sto sempre più convincendo di essere un narcisista rimasto bloccato da un complesso di Edipo che non riesco a superare
e non parlatemi di volontà perché non c'entra niente ... Io faccio l'esempio del salto in alto, o lo salti o non lo salti
non ci sono vie di mezzo e io non ho saltato , sono rimasto al di qual e non parlo solo dell'essere vergine (che per un uomo è solo un fatto psicologico)
ma sono rimasto al di qua un po' per tutto e come direbbe Leopardi la vita mi ha illuso , ahi natura natura perché di tanto inganni i figli tuoi?

Avatar utente
tersite
Messaggi: 573
Iscritto il: 16 dicembre 2005, 12:25
Località: pianeta terra

Re: Discussione X (fuori tema)

Messaggio da tersite » 7 marzo 2013, 13:12

amore ha scritto:
Eddd ha scritto:direi che tu amore preferisci di più un trentenne o un uomo leggermente più giovane, ma non generalizzerei, non tutte le donne è detto che abbiano le tue stesse preferenze. Io pure ho le mie, ma se le confronto con quelle di qualcun altro può darsi che non ci troviamo mica d'accordo in generale su chi è attraente e chi no :).
:D beh ma io dico in generale, considerando l'aspetto esclusivamente fisico.
Non ho capito di chi sono le parole scritte in corsivo; mi sembrano del classico narcisista :mrgreen: (mi son fissata col narcisismo :) ) Accipicchia, e se le donne bellissime si concedono a voi così facilmente, in auto, belle e pronte ... e che ci state a fare qua a perdere tempo in ciance ? :lol:
Guarda che non hai capito, parlo per me ovvio, io non ne cerco proprio di donne
a parte non ci sono oggi queste donne bellissime e non ci sono state ieri , ma in diversi decenni qualche occasione forse l'ho avuta
ma sono scappato o meglio ho fatto come Stephan -magari un pochino più simpatico mi illudo- ho accettato il gioco purché rimanesse un gioco
senza mai passare a qualcosa di concreto , insomma mai un bacio mai un abbraccio, roba da tredicenni di una volta :roll:
a proposito mi ricordo di una ragazzina che ho amato a 13 anni , ne ero proprio preso , andavamo insieme a braccetto , incideva il cuore sugli alberi
era "frizzante" stare insieme a lei... Poi tutto finì . Credo che lei si aspettasse qualcosa di più , cosa che io non ero in grado di dare
insomma non l'ho mai baciata :oops:

Avatar utente
Eddd
Messaggi: 644
Iscritto il: 11 agosto 2007, 16:26

Re: Discussione X (fuori tema)

Messaggio da Eddd » 13 marzo 2013, 10:59

Guarda che non hai capito, parlo per me ovvio, io non ne cerco proprio di donne
a parte non ci sono oggi queste donne bellissime e non ci sono state ieri , ma in diversi decenni qualche occasione forse l'ho avuta
ma sono scappato o meglio ho fatto come Stephan -magari un pochino più simpatico mi illudo- ho accettato il gioco purché rimanesse un gioco
senza mai passare a qualcosa di concreto , insomma mai un bacio mai un abbraccio, roba da tredicenni di una volta :roll:
a proposito mi ricordo di una ragazzina che ho amato a 13 anni , ne ero proprio preso , andavamo insieme a braccetto , incideva il cuore sugli alberi
era "frizzante" stare insieme a lei... Poi tutto finì . Credo che lei si aspettasse qualcosa di più , cosa che io non ero in grado di dare
insomma non l'ho mai baciata :oops:
E' vero tersite che tu in pratica non la cerchi una donna, però poi non è che non desideri stare con una donna. Ecco io quello che non riesco ad afferrare è perché dici che non sei in grado di dare un bacio o un abbraccio.
Quando dici che non sei in grado di fare queste cose è perché non ne senti proprio la voglia, o che so, non lo fai per altri motivi?
La nostra vita contiene tutti i mali della tragedia, mentre noi non riusciamo neppure a conservare la gravità di personaggi tragici, e siamo invece inevitabilmente, nei molti casi particolari della vita, goffi tipi da commedia.

Avatar utente
tersite
Messaggi: 573
Iscritto il: 16 dicembre 2005, 12:25
Località: pianeta terra

Re: Discussione X (fuori tema)

Messaggio da tersite » 13 marzo 2013, 13:00

Eddd ha scritto:
Guarda che non hai capito, parlo per me ovvio, io non ne cerco proprio di donne
a parte non ci sono oggi queste donne bellissime e non ci sono state ieri , ma in diversi decenni qualche occasione forse l'ho avuta
ma sono scappato o meglio ho fatto come Stephan -magari un pochino più simpatico mi illudo- ho accettato il gioco purché rimanesse un gioco
senza mai passare a qualcosa di concreto , insomma mai un bacio mai un abbraccio, roba da tredicenni di una volta :roll:
a proposito mi ricordo di una ragazzina che ho amato a 13 anni , ne ero proprio preso , andavamo insieme a braccetto , incideva il cuore sugli alberi
era "frizzante" stare insieme a lei... Poi tutto finì . Credo che lei si aspettasse qualcosa di più , cosa che io non ero in grado di dare
insomma non l'ho mai baciata :oops:
E' vero tersite che tu in pratica non la cerchi una donna, però poi non è che non desideri stare con una donna. Ecco io quello che non riesco ad afferrare è perché dici che non sei in grado di dare un bacio o un abbraccio.
Quando dici che non sei in grado di fare queste cose è perché non ne senti proprio la voglia, o che so, non lo fai per altri motivi?
beh hai ragione quando dici che una donna la desidero , anche se dovrei dire l'ho desiderata in passato
quando ero giovane 18-20 anni il sesso era una forza che premeva forte , molto forte
ma forse ero troppo timido per avvicinare una ragazza , ecco perché non mi ritrovo fra gli asessuali
sono andato sul loro sito anni fa, ma ho letto di persone che non hanno difficoltà ad avere relazioni
coll'altro sesso , purché non siano sessualizzate ..insomma a loro f are sesso non interessa
il contrario di quello che è accaduto a me , per me era un problema non avere sesso
e non avevo facilità ad avere un rapporto con le ragazze
ma sono cose che appartengono al passato oggi sono più tranquillo, per questo ho parlato di serenità
è la serenità che proviene non da un raggiunto equilibrio psicologico bensì da un declinare
degli istinti :D

Avatar utente
Eddd
Messaggi: 644
Iscritto il: 11 agosto 2007, 16:26

Re: Discussione X (fuori tema)

Messaggio da Eddd » 14 marzo 2013, 0:10

tersite ha scritto:beh hai ragione quando dici che una donna la desidero , anche se dovrei dire l'ho desiderata in passato
quando ero giovane 18-20 anni il sesso era una forza che premeva forte , molto forte
ma forse ero troppo timido per avvicinare una ragazza , ecco perché non mi ritrovo fra gli asessuali
sono andato sul loro sito anni fa, ma ho letto di persone che non hanno difficoltà ad avere relazioni
coll'altro sesso , purché non siano sessualizzate ..insomma a loro f are sesso non interessa
il contrario di quello che è accaduto a me , per me era un problema non avere sesso
e non avevo facilità ad avere un rapporto con le ragazze
ma sono cose che appartengono al passato oggi sono più tranquillo, per questo ho parlato di serenità
è la serenità che proviene non da un raggiunto equilibrio psicologico bensì da un declinare
degli istinti :D
Comunque un passato così l'ho vissuto anche io, non sei il solo. Però vedi come non sei poi tanto simile al personaggio del film... Questo non era poi così timido, non era mica impacciato con l'altro sesso?
Quando un timido ci prova non riesce mica ad essere così "elegante" come Stephan... Eccolo qua uno timido in azione...

http://www.youtube.com/watch?v=dSuBkdnLtD8

e menomale che questa qua è una donna che prende l'iniziativa :mrgreen:
La nostra vita contiene tutti i mali della tragedia, mentre noi non riusciamo neppure a conservare la gravità di personaggi tragici, e siamo invece inevitabilmente, nei molti casi particolari della vita, goffi tipi da commedia.

Avatar utente
tersite
Messaggi: 573
Iscritto il: 16 dicembre 2005, 12:25
Località: pianeta terra

Re: Discussione X (fuori tema)

Messaggio da tersite » 16 marzo 2013, 20:30

sì sono stato da uno psicologo quando avevo 20 anni , uno psicologo classico
più che altro perché ero entrato in crisi con gli studi all'università
Poi sono stato in analisi in un periodo recente 2007-2008 : psicoterapia analitica junghiana
molto interessante m a non mi ha portato molti cambiamenti , ancora una volta il momento
(forse) era sbagliato ero in una situazione depressiva ...
Quanto alle occasioni con le ragazze non sono state moltissime nella mia vita
parlo di quelle reali e non -sognate a 10 metri di distanza-
anch'io mi sono chiesto sempre il perché e non mi so dare una risposta certa
ho pensato pure di essere gay :D , cosa che peraltro la mia psicoanalista ha escluso
fra l'altro un mio amico prevalentemente etero ma che non disdegnava anche i ragazzi
ci provò con me , la cosa non mi provocò eccitazione o paura, ma mi dette fastidio e
basta Quindi .ho concluso che appartengo ad una categoria non ancora catalogata , probabilmente
non mi sento per così dire all'altezza , ho riscontrato questi atteggiamenti a chi ha un complesso di
inferiorità es. i mini-dotati , ma loro da quel che scrivono un approccio cole sesso femminile l'hanno
avuto, ma la reazione delle donne è stata tragica
Posso dire di me stesso quello che ho espresso più indietro nel thread : io nella partita del sesso
non scendo neanche in campo... Di più non saprei che dire
@Edd è vero che Stephan non sono io, perché credo che lui abbia amato in passato
tuttavia ci sono delle somiglianze e anch'io ho vissuto una "Storia" simile , ma la mia lei
era una ragazza come me cioè "una vergine terribile" e io giocavo proprio su quello
potevo corteggiarla senza rischiare nulla (sapevo per fonti certe che non aveva mai avuto ragazzi
e aveva problemi simili ) la cosa è andata avanti per degli anni, ma non pensate a chissà che
le facevo dei regalini ero gentile con lei..ma niente di più , ero in una botte di f erro
potevo dire "vedete io la amo, ma lei mi respinge , non vuole nessun uomo"
un ottimo alibi anche per me stesso :mrgreen:

Avatar utente
Eddd
Messaggi: 644
Iscritto il: 11 agosto 2007, 16:26

Re: Discussione X (fuori tema)

Messaggio da Eddd » 19 marzo 2013, 20:10

tersite ha scritto:sì sono stato da uno psicologo quando avevo 20 anni , uno psicologo classico
più che altro perché ero entrato in crisi con gli studi all'università
Poi sono stato in analisi in un periodo recente 2007-2008 : psicoterapia analitica junghiana
molto interessante m a non mi ha portato molti cambiamenti , ancora una volta il momento
(forse) era sbagliato ero in una situazione depressiva ...
Quanto alle occasioni con le ragazze non sono state moltissime nella mia vita
parlo di quelle reali e non -sognate a 10 metri di distanza-
anch'io mi sono chiesto sempre il perché e non mi so dare una risposta certa
ho pensato pure di essere gay :D , cosa che peraltro la mia psicoanalista ha escluso
fra l'altro un mio amico prevalentemente etero ma che non disdegnava anche i ragazzi
ci provò con me , la cosa non mi provocò eccitazione o paura, ma mi dette fastidio e
basta Quindi .ho concluso che appartengo ad una categoria non ancora catalogata , probabilmente
non mi sento per così dire all'altezza , ho riscontrato questi atteggiamenti a chi ha un complesso di
inferiorità es. i mini-dotati , ma loro da quel che scrivono un approccio cole sesso femminile l'hanno
avuto, ma la reazione delle donne è stata tragica
Posso dire di me stesso quello che ho espresso più indietro nel thread : io nella partita del sesso
non scendo neanche in campo... Di più non saprei che dire
@Edd è vero che Stephan non sono io, perché credo che lui abbia amato in passato
tuttavia ci sono delle somiglianze e anch'io ho vissuto una "Storia" simile , ma la mia lei
era una ragazza come me cioè "una vergine terribile" e io giocavo proprio su quello
potevo corteggiarla senza rischiare nulla (sapevo per fonti certe che non aveva mai avuto ragazzi
e aveva problemi simili ) la cosa è andata avanti per degli anni, ma non pensate a chissà che
le facevo dei regalini ero gentile con lei..ma niente di più , ero in una botte di f erro
potevo dire "vedete io la amo, ma lei mi respinge , non vuole nessun uomo"
un ottimo alibi anche per me stesso :mrgreen:
Ma tersite che rischio correvi se ti avesse ricambiato? Cioé in pratica cosa ti faceva paura?
Mica un abbraccio o un bacio può spaventare davvero? A me in genere scoccia quello che pretende una donna poi in cambio di un abbraccio, e quindi a questo livello potrei riuscire a capire, ma se si abbraccia per essere abbracciati penso che non si debba aver paura di nulla.
In un modo o nell'altro basta farlo capire all'altra persona che non si è disposti a dare in cambio chissà che: ed in genere con me lo capiscono subito :), sono morbido sotto molti aspetti ma se le cose non mi stanno bene, non mi stanno bene, per questo (al di là dell'aspetto) faccio una cattiva impressione.
Se un tipo di relazione proprio non ti piace puoi sempre lasciar perdere, non credo sia possibile stare con una donna proprio perché ci respinge. In genere capita che certi tipi di donne (che risultano più attraenti) respingono più facilmente perché ricercano chissà quali sacrifici in nome dell'"amore", ma non è certo il fatto che trattano gli uomini come cani ad attrarre, sono ben altri gli attributi che attirano :mrgreen:.

Ciao :)
La nostra vita contiene tutti i mali della tragedia, mentre noi non riusciamo neppure a conservare la gravità di personaggi tragici, e siamo invece inevitabilmente, nei molti casi particolari della vita, goffi tipi da commedia.

Rispondi

Torna a “Libera/Mente, Inaspettatamente”