DICO - cosa ne pensate?

In questa sezione puoi parlare di tutto cio' che desideri, a ruota libera.

Dicoi (diritti e doveri delle persone stabilmente conviventi) - cosa ne pensi?

1) sono favorevole, il governo ha «fatto bene a portare avanti la proposta» nonostante l'aperta contrarietà del Vaticano
7
35%
2) sono contrario. I dico costituirebbe “un matrimonio di serie B che minaccia l'integrità dell'istituto familiare”. Trovo «giusto» che la Chiesa cerchi di «condizionare le leggi dello Stato»
1
5%
3) indeciso, nè favorevole e nè contrario
1
5%
4) favorevole a concedere alle coppie di fatto solo alcuni diritti
4
20%
5) favorevole e lo vorrei valido per “tutte le coppie”, dunque senza discriminazioni basate sull'orientamento sessuale
7
35%
6) favorevole ma lo vorrei valido solo per le coppie etero
0
Nessun voto
 
Voti totali: 20

wely
Messaggi: 104
Iscritto il: 10 marzo 2007, 18:27

Messaggio da wely » 16 marzo 2007, 14:32

la Costituzione Italiana tutela le "formazioni sociali" in cui si esplica la personalità dell'individuo in quanto "luogo" di proiezione e di attuazione dei diritti inviolabili dell'uomo (art. 2).
Nulla quaestio, dunque, acciocchè vengano tutelate forme di convivenza stabile intese in senso lato. Tuttavia ogni forma di tutela che si riveli un tentativo surrettizio di equiparazione alla famiglia legittima è, a mio modo di vedere, anche incostituzionale posto che è la stessa Costituzione (art. 29) che nomina espressamente e definisce in modo peculiare la famiglia quale "società naturale fondata sul matrimonio" destinandole una privilegiata e assolutamente irripetibile, nell'ordinamento giuridico, dignità e tutela tra le formazioni sociali di cui sopra. Dunque la famiglia non è una formazione tra le altre, questo ne garantisce e legittima un trattamento di favore anche sul piano legislativo. Può non piacere al popolo dei DICO ma il dato costituzionale è indiscutibile in tal senso.

wope

Messaggio da wope » 16 marzo 2007, 15:02

:D Ecco, se fosse così, un punto sul quale varrebbe la pena fare la riforma costituzionale!
Ma in realtà NON credo che, nelle intenzioni del legislatore, l'art. 2 si riferisse a formazioni sociali basate sulla convivenza. Penso si riferisse a formazioni sociali come associazioni varie, partiti, sindacati, volontariato, o con altre finalità.

Comunque personalmente sono per l'estensione del concetto di famiglia, basata sul principio della reciproca assistenza e solidarietà materiale e morale nella convivenza. Non è la stessa cosa che essere solidali in una formazione sociale come un'associazione di volontariato.

:roll: Però wely non hai risposto alla mia domanda. Tecnicamente, secondo te la formulazione dei DICO esclude i fratelli? E perché nonno-nipote no, e zia-nipote sì?

wely
Messaggi: 104
Iscritto il: 10 marzo 2007, 18:27

Messaggio da wely » 17 marzo 2007, 17:19

wope ha scritto::D Ecco, se fosse così, un punto sul quale varrebbe la pena fare la riforma costituzionale!
Ma in realtà NON credo che, nelle intenzioni del legislatore, l'art. 2 si riferisse a formazioni sociali basate sulla convivenza. Penso si riferisse a formazioni sociali come associazioni varie, partiti, sindacati, volontariato, o con altre finalità.
la c.d intenzione del legislatore, in questo caso del Costituente, è solo uno dei criteri interpretativi di una disposizione e di norma nemmeno quello decisivo anzi fondamentalmente quello meno rilevante perchè l'attività dell'interprete è volta all'attualizzazzione del dettato legislativo-costituzionale e non avrebbe senso pertanto vincolarla alla vera o presunta "voluntas legislatoris" anche in considerazione del fatto che il "legislatore" è una figura a dir poco mitica che forse serve solo ad esprimere un dato logico-giuridico questo sì essenziale: che cioè una volta che la legge (o la Costituzione) è entrata in vigore si ipostatizza e vive di vita propria ed allora è solo il Giudice che diviene la "viva vox legis". I c.d. "lavori preparatori" sono solo una traccia di riflessione per l'interprete la cui attività, potremmo immaginare un pò icasticamente, lo vuole con un occhio volto al passato (la mens legisltatoris) ed uno al presente (per tenere in considerazione le esigenze dei consociati nella mutevolezza e nel dinamismo dei tempi e del costume) senza perdere il contatto con i principi fondamentali dell'ordinamento giuridico. E' solo allora che il Giudice può estrarre la ratio legis dalla disposizione. Tutto questo pistolotto sulla teoria dll'interpretazione per dire che fondamentalmente dell'intenzione del legislatore noi ne teniamo conto tanto quanto e che quello che conta davvero è l'attualizzarsi della legge attraverso la giurisprudenza che rende il Giudice unica "os legis" (bocca della Legge).

wope

Messaggio da wope » 18 marzo 2007, 13:59

Comunque il giudice nel corso della sua attività giudicante tiene conto anche dell'intenzione del legislatore, anche se forse è il criterio meno rilevante :wink:

*Meteora*
Messaggi: 31
Iscritto il: 15 marzo 2007, 19:24
Località: on the otherside

Messaggio da *Meteora* » 19 marzo 2007, 13:10

Giulia ha scritto:
*Meteora* ha scritto:sono contraria che si sposino e soprattutto che adottino figli, x ovvie ragioni.
Ciao, innanzitutto benvenuta nel forum ma ti devo subito fare delle domande un pò a brucia pelo. Potresti esplicitare queste ovvie ragioni?
Perchè gli omosessuali non possono convivere ed essere tutelati dalla legge? Hai letto attentamente e sai di cosa parlano i Dico?
Sono un pò prevenuta nei tuoi confronti dato che hai solo 15 anni, magari sbaglio ma a me pare che tui dica di "no" solo perchè te l'hanno inculcato in chiesa, all'oratorio o in famiglia.
Magari sbaglio... Sono aperta al dialogo.

grazie, spero di trovarmi bene :)
ecco, lo sapevo che nn dovevo esplicare l'età, eppure l'ho fatto comunque, confidando nella maturità delle persone iscritte in questo forum, perchè credo che nn esistano limiti d'età x avere idee proprie e maturate nel corso del tempo e non senza difficoltà . Il fatto che ho scritto d'essere legata agli ideali del Cristianesimo vuol dire quello che ho scritto, niente più, niente meno . Non vuol dire abboccare a tutto quello che dice il Vangelo, senza pensarci minimamente su . E se io ho un'idea nn è perchè qualcuno o qualcosa ( un'istituzione ) me l'hanno Inculcata in testa. Sai, nn esistono solo le ragazzine adolescenti che più si ricollegano ai 15 anni, quelle patite x 3metri sopra il cielo e x i programmi di Maria de Filippi . Nel caso m'avessi scambiata x una di quelle, non lo sono .

Le " ovvie ragioni " di cui parlavo in quel post erano riferite all'adozione dei figli x le coppie omosessuali, poichè un bambino che cresce con una coppia d'omosessuali diventerà molto probaBilmente omosessuale anche lui, e credo che mettere su una società di omosessuali nn sia il massimo . Non perchè costoro siano meno intelligenti e nn debbano essere rispettati, ma perchè non sarebbe una società " obiettiva " . Inoltre, non vorrei che codesti bambini soffrino nel sentirsi " anormali ", magari guardando i genitori della maggior parte dei loro amici e compagni e chiedendosi : perchè io ho due papà ? perchè io ho due mamme ? e perchè loro hanno un papà e una mamma ?
Cosa fai ? Medito sui sette stadi di metamorfosi della prugna albina .

Avatar utente
Giulia
Messaggi: 583
Iscritto il: 1 febbraio 2005, 22:51

Messaggio da Giulia » 19 marzo 2007, 18:32

Ciao Meteora, rispondo subito al tuo post per esprimerti i miei dubbi e perplessità a riguardo.
*Meteora* ha scritto:ecco, lo sapevo che nn dovevo esplicare l'età, eppure l'ho fatto comunque, confidando nella maturità delle persone iscritte in questo forum, perchè credo che nn esistano limiti d'età x avere idee proprie e maturate nel corso del tempo e non senza difficoltà. Sai, nn esistono solo le ragazzine adolescenti che più si ricollegano ai 15 anni, quelle patite x 3metri sopra il cielo e x i programmi di Maria de Filippi . Nel caso m'avessi scambiata x una di quelle, non lo sono.
Come fa una ragazzina di soli 15 anni a pretendere di sapere cos'è l'amore? Come fa una ragazzina adolescente che si sta affacciando alla vita e che probabilmente non ha mai avuto una storia seria a dire cosa è giusto e cosa è sbagliato? I miei forse sono pregiudizi, ma trovo davvero difficile che tu a soli 15 anni possa già sapere come gira il mondo e cosa sia giusto o sbagliato, non prima di aver assaporato un pò cos'è la vita!
*Meteora* ha scritto: Le " ovvie ragioni " di cui parlavo in quel post erano riferite all'adozione dei figli x le coppie omosessuali, poichè un bambino che cresce con una coppia d'omosessuali diventerà molto probaBilmente omosessuale anche lui, e credo che mettere su una società di omosessuali nn sia il massimo."
E da quale teoria hai dedotto che un bambino che cresce con due mamme o con due papà diventa per forza omosessuale a sua volta?? :shock:
*Meteora* ha scritto: perchè non sarebbe una società "obiettiva". Inoltre, non vorrei che codesti bambini soffrino nel sentirsi "anormali"
Sono sempre più schoccata e mi domando ancora: Quale sarebbe la societta obiettiva? Ne esiste una? Sei forse sociologa?
Un ultimo concetto che mi sa molto di inculcamento da prete/suora: Perchè un omosessaule sarebbe anormale? Che cos'è la normalità? Chi o cosa è deviante in una società?

Se riuscissi a rispondere anche solo alla metà delle domande che ti ho posto... Ho usato toni molto duri, me ne rendo conto, ma sei giovane...anzi giovanissima e vedere che hai idee già cosi rigide, stereotipate e inculcate da Altri mi dà da pensare. Se questi sono i giovani d'oggi... Bè c'è da aver paura!

Avatar utente
Vale
Messaggi: 2903
Iscritto il: 25 gennaio 2005, 19:00
Località: Milano

Messaggio da Vale » 19 marzo 2007, 18:40

concordo con giulia inoltre mi pare che ancora non si sia capito che un omosessuale non diventa così perchè vede altre persone :)
tu sei etero eprchè hai visto altre eprsone etero? ;)
non penso proprio...come hai fatto a farti questa idea?
Tutte le volte che altri sono d'accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.
Più si analizzano gli altri, più scompare ogni ragione d'analisi.
Solo chi è intellettualmente perso si mette a discutere.

wope

Messaggio da wope » 23 marzo 2007, 9:17

*Meteora* ha scritto: Le " ovvie ragioni " di cui parlavo in quel post erano riferite all'adozione dei figli x le coppie omosessuali, poichè un bambino che cresce con una coppia d'omosessuali diventerà molto probaBilmente omosessuale anche lui
Ciao Meteora ... a quanto pare questo è un argomento che preoccupa molto e scalda parecchio gli animi! Infatti si finisce sempre su questo punto, quando si sfiora l'argomento 'omosessualità'. Ne avevamo parlato anche qui (e forse è il luogo migliore per continuare il discorso):
http://www.argonauti.it/forum/viewtopic ... 02&start=0

:) Benvenuta.

P.S. Sì, forse la prossima volta è meglio non specificare l'età, almeno non subito :wink:

*Meteora*
Messaggi: 31
Iscritto il: 15 marzo 2007, 19:24
Località: on the otherside

Messaggio da *Meteora* » 1 aprile 2007, 23:34

Giulia ha scritto:Ciao Meteora, rispondo subito al tuo post per esprimerti i miei dubbi e perplessità a riguardo.
*Meteora* ha scritto:ecco, lo sapevo che nn dovevo esplicare l'età, eppure l'ho fatto comunque, confidando nella maturità delle persone iscritte in questo forum, perchè credo che nn esistano limiti d'età x avere idee proprie e maturate nel corso del tempo e non senza difficoltà. Sai, nn esistono solo le ragazzine adolescenti che più si ricollegano ai 15 anni, quelle patite x 3metri sopra il cielo e x i programmi di Maria de Filippi . Nel caso m'avessi scambiata x una di quelle, non lo sono.
Come fa una ragazzina di soli 15 anni a pretendere di sapere cos'è l'amore? Come fa una ragazzina adolescente che si sta affacciando alla vita e che probabilmente non ha mai avuto una storia seria a dire cosa è giusto e cosa è sbagliato? I miei forse sono pregiudizi, ma trovo davvero difficile che tu a soli 15 anni possa già sapere come gira il mondo e cosa sia giusto o sbagliato, non prima di aver assaporato un pò cos'è la vita!
*Meteora* ha scritto: Le " ovvie ragioni " di cui parlavo in quel post erano riferite all'adozione dei figli x le coppie omosessuali, poichè un bambino che cresce con una coppia d'omosessuali diventerà molto probaBilmente omosessuale anche lui, e credo che mettere su una società di omosessuali nn sia il massimo."
E da quale teoria hai dedotto che un bambino che cresce con due mamme o con due papà diventa per forza omosessuale a sua volta?? :shock:
*Meteora* ha scritto: perchè non sarebbe una società "obiettiva". Inoltre, non vorrei che codesti bambini soffrino nel sentirsi "anormali"
Sono sempre più schoccata e mi domando ancora: Quale sarebbe la societta obiettiva? Ne esiste una? Sei forse sociologa?
Un ultimo concetto che mi sa molto di inculcamento da prete/suora: Perchè un omosessaule sarebbe anormale? Che cos'è la normalità? Chi o cosa è deviante in una società?

Se riuscissi a rispondere anche solo alla metà delle domande che ti ho posto... Ho usato toni molto duri, me ne rendo conto, ma sei giovane...anzi giovanissima e vedere che hai idee già cosi rigide, stereotipate e inculcate da Altri mi dà da pensare. Se questi sono i giovani d'oggi... Bè c'è da aver paura!
ringrazio x i benvenuti!

anzitutto come vi permettete di attaccarmi così solo xkè ho 15 anni? mi riferisco soprattutto a giulia. abbiate rispetto che nn mi faccio mettere i piedi in faccia da nessuno e se avete da contestualizzare fatelo civilmente, nn aggredendo.

1. c'è un limite di età x conoscere l'amore ? tu l'hai mai conosciuto ? hai mai provato l'ebrezza di sentirti felice e protetta ? di sentirti sciogliere al solo pensare a lui ? di vivere in un mondo vostro ? di condividere le tue paure con qualcuno ? di aprirti veramente con una persona e di poterti fidare di questa completamente ? di conoscere alcune sue "prove d'amore" talmente forti che ti si stringe il cuore...che nn hai mai visto nemmeno nei film ? Bhè...io si . E x me la puoi pensare come vuoi, ma io sono convinta . E non è solo attrazione fisica, solo divertimento, solo serenità . E' tutto . E' amore . Vero, profondo, puro, audace . Solo io so ciò che sono e quello che proviamo io e lui, quello che abbiamo passato, i brividi che ci hanno scosso e tormentato, i momenti che ci hanno fatto sorridere . E forse credi che una ragazza a quindici anni sia per forza stupida ? Io sono ingenua e ovviamente nn ho l'esperienza che può avere un adulto, e nn posso avercela ( ! ), ma ne ho viste tante, davvero. Sono rimasta scossa da tante cose, ma sono state proprio queste che mi hanno aiutato a crescere, a maturare..si, più della maggior parte delle ragazze della mia età . Non pretendo di sapere come gira il mondo e nessuno dovrebbe mai farlo, perchè nessuno è in grado si saperlo . Ognuno ha la sua fetta di mondo, ognuno è una fetta di mondo .


2. Ho compiuto accurate ricerche assieme ad alcuni compagni lo scorso anno . Non mi invento ciò che scrivo, prima ci rifletto sopra . Lo sai che l'ambientazione dei Promessi Sposi nn è frutto della fantasia del Manzoni, ma di anni e anni di ricerche storiche, culturali e sociali ? Bene , ora Pensaci .


3. Secondo te, un bambino che sa di avere due genitori omosessuali e in giro vede x la maggior parte dei casi coppie etero, crederà mai che questi siano normali ? Non credo .

Come vedi , ho risposto a tutte le tue domande .
Una cosa nn capisco proprio : la tua ultima affermazione, che mi fa capire quanto poco pensi a cià che scrivi, e quanto poco tu sia aggiornata sui giovani, dato che io sono in quasi tutto il contrario dei "giovani tipo" di oggi . Non mi conosci, non giudicarmi . Non sopporto la superficialità . La detesto . Da quello che mi hai scritto, sembri superficiale . Ma la differenza tra me e te è che io non mi permetto di giudicare , tu si . E con quale faccia vorrei sapere...

Chi vi ha detto che le mie idee mi sono state inculcate ? Non è assolutamente vero . Sono cristiana e profondamente credente x idee mie, maturate nel corso del tempo, non xkè me l'hanno detto . Ma che razza di ragionamenti fate ??! Nessuno mi ha mai imposto di andare in chiesa, di frequentare l'oratorio, di credere in Dio, di pregare . Sono stata io a decidere . Se le mie idee sono troppo rigide è x merito mio, di nessun altro . Non mi faccio influenzare da nessuno . E premetto che il mio ragazzo e cioè la persona a me più cara è ateo . Ma nn mi hai mai influenzato nelle mie scelte di cristiana, lui può pensare quello che vuole, io nn mi discosto da ciò che penso .

Imparate ad essere meno superficiali per favore .
Cosa fai ? Medito sui sette stadi di metamorfosi della prugna albina .

Avatar utente
Giulia
Messaggi: 583
Iscritto il: 1 febbraio 2005, 22:51

Messaggio da Giulia » 2 aprile 2007, 1:39

*Meteora* ha scritto:1. c'è un limite di età x conoscere l'amore ? tu l'hai mai conosciuto ? hai mai provato l'ebrezza di sentirti felice e protetta ? di sentirti sciogliere al solo pensare a lui ? di vivere in un mondo vostro ? di condividere le tue paure con qualcuno ? di aprirti veramente con una persona e di poterti fidare di questa completamente ? di conoscere alcune sue "prove d'amore" talmente forti che ti si stringe il cuore...che nn hai mai visto nemmeno nei film ? Bhè...io si . E x me la puoi pensare come vuoi, ma io sono convinta . E non è solo attrazione fisica, solo divertimento, solo serenità . E' tutto . E' amore . Vero, profondo, puro, audace . Solo io so ciò che sono e quello che proviamo io e lui, quello che abbiamo passato, i brividi che ci hanno scosso e tormentato, i momenti che ci hanno fatto sorridere . E forse credi che una ragazza a quindici anni sia per forza stupida ? Io sono ingenua e ovviamente nn ho l'esperienza che può avere un adulto, e nn posso avercela ( ! ), ma ne ho viste tante, davvero. Sono rimasta scossa da tante cose, ma sono state proprio queste che mi hanno aiutato a crescere, a maturare..si, più della maggior parte delle ragazze della mia età . Non pretendo di sapere come gira il mondo e nessuno dovrebbe mai farlo, perchè nessuno è in grado si saperlo . Ognuno ha la sua fetta di mondo, ognuno è una fetta di mondo . .
E tutto questo a 15 anni???
Un pò arrogante e presuntuoso da parte tua dire e pretendere di conoscere cos'è l'Amore a 15 anni (quello vero con la A maiuscola e non una semplice infatauzione adolescenziale!!!).
E sentiamo da quanti anni sei fidanzata con il tuo ragazzo??? Adesso non mi si venga a dire da 2 o 3 anni perchè scusa proprio non ci credo.
Io l'Amore vero l'ho conosciuto e vissuto e lo vivo, non a caso mi devo sposare. E di situazioni strane, sfido che ne hai conosciute tante...a 15 anni! Il mondo è ancora tutto da scoprire. Se va bene, frequenti si e no la seconda media superiore.
*Meteora* ha scritto:2. Ho compiuto accurate ricerche assieme ad alcuni compagni lo scorso anno . Non mi invento ciò che scrivo, prima ci rifletto sopra . Lo sai che l'ambientazione dei Promessi Sposi nn è frutto della fantasia del Manzoni, ma di anni e anni di ricerche storiche, culturali e sociali ? Bene , ora Pensaci ..
E cosa c'entra con i Dico??? Cosa c'entra il Manzoni con i Dico??? Non colgo il nesso con le tue ricerche. Non mi pare che la storia di Renzo Tramaglino, Lucia Mondella, Don Rodrigo, Monaca di Monza (et cetera abbia a che fare con coppie di fatto e coppie omosessuali, ma semmai con un altro problema e cioè i matrimoni combinati e la stratificazione sociale (ma qui si apre tutto un altro discorso). Piuttosto parlami delle tue ricerche fatte in passato e parlami di un'opinione tua (tutta tua).
*Meteora* ha scritto: 3. Secondo te, un bambino che sa di avere due genitori omosessuali e in giro vede x la maggior parte dei casi coppie etero, crederà mai che questi siano normali ? Non credo .
Questa è una tua opinione non si sa bene dedotta da cosa. Puoi citarmi cortesemente la fonte e la ricerca scintifica che dimostra tutto ciò?
*Meteora* ha scritto:Come vedi , ho risposto a tutte le tue domande .
Una cosa nn capisco proprio : la tua ultima affermazione, che mi fa capire quanto poco pensi a cià che scrivi, e quanto poco tu sia aggiornata sui giovani, dato che io sono in quasi tutto il contrario dei "giovani tipo" di oggi . Non mi conosci, non giudicarmi . Non sopporto la superficialità . La detesto . Da quello che mi hai scritto, sembri superficiale . Ma la differenza tra me e te è che io non mi permetto di giudicare , tu si . E con quale faccia vorrei sapere....
*Meteora* ha scritto:Imparate ad essere meno superficiali per favore .
Supponenza, arroganza, faccia tosta...tipico da 15 enne ignorante, cioè che ignora e non conosce.
Possiedi forse una laurea e una specializzazione come me?? Fai volontariato da 5 anni a contatto con giovani abusati sessualmente e psicologicamente e con ragazze madri e con ex prostitute?? Sei un operatore sociale volontario come me, che oltre a lavorare per circa 12 ore in azienda poi ha anche la forza di fare volontariato durante la settimana???
Allora forse chi si deve permettere di non giudicare forse sei tu!!! Cribbio.
Superficiale io? Non direi proprio. Quando avrai accumulato la mia esperienza ci confronteremo serenamente e ricordati che non si finisce mai di imparare.
Mi spiace, ma hai scelto come bersaglio da criticare la persona sbagliata. :evil:
Di solito sono una che non rinfaccia mai nulla a niente e nessuno, ma sono piuttosto umile. Ma quando perdo la pazienza con una piccola adolescente arrogante come te... E cribbio!

Avatar utente
Giulia
Messaggi: 583
Iscritto il: 1 febbraio 2005, 22:51

Messaggio da Giulia » 2 aprile 2007, 1:46

*Meteora* ha scritto:perchè non sarebbe una società "obiettiva".
Giulia ha scritto:Quale sarebbe la societta obiettiva? Ne esiste una? Sei forse sociologa?
Perchè un omosessaule sarebbe anormale? Che cos'è la normalità? Chi o cosa è deviante in una società?
Non hai risposto a queste domande.

Avatar utente
Giulia
Messaggi: 583
Iscritto il: 1 febbraio 2005, 22:51

Messaggio da Giulia » 2 aprile 2007, 1:51

*Meteora* ha scritto:Come vedi , ho risposto a tutte le tue domande .
No, no. Ti sei dimenticata di rispondere anche a queste:
Giulia ha scritto:E da quale teoria hai dedotto che un bambino che cresce con due mamme o con due papà diventa per forza omosessuale a sua volta??

wope

Messaggio da wope » 2 aprile 2007, 2:22

x Meteora: sinceramente mi dispiace che tu abbia ricevuto questa accoglienza. Oltre a questo vorrei dirti solo due cose.
La prima è che hai scritto delle cose bellissime sulla tua esperienza d'amore. Ed è probabile che tu sappia cos'è l'amore molto meglio di tante persone molto più grandi di te. Non è l'età che conta per conoscere l'amore, ma la spontaneità dei sentimenti e l'attenzione e la cura per l'Altro.
Riguardo all'adozione di bambini da parte di coppie omosessuali, posso capire le tue preoccupazioni. Sono preoccupazioni diffuse, ma infondate.
L'adozione da parte di coppie omosessuali è diffusa in moltissimi paesi al mondo (nella discussione che ti avevo linkato puoi trovare maggiori dettagli); moltissimi studi condotti da psicologi, pediatri e psichiatri non hanno evidenziato alcuna differenza, neppure minima, tra i figli di genitori omosessuali e quelli eterosessuali. Significa che mediamente, in percentuale, i figli di genitori omosessuali non sono né più né meno sereni ed equilibrati degli altri, e né più né meno omosessuali.

Comunque siamo OT (off topic: fuori argomento). Qui si parlava dei DICO.

:) E scusate se ve lo dico, ma il fatto che questa sezione del forum non sia moderata non significa che non valgano le regole generali del forum, e che non valga la pena di rimanere IT (in topic: in tema). Per la conoscenza reciproca e i confronti personali ci sono i PM o si possono aprire 3d appositi. E comunque, cercate di non farvi male :wink:
Ultima modifica di wope il 2 aprile 2007, 8:34, modificato 4 volte in totale.

wope

Messaggio da wope » 2 aprile 2007, 2:29

Aiuto! C'è un avvocato o qualcuno che mastica un po' di diritto o che comunque lo sa che può rispondere a questa domanda?
Tecnicamente ... la formulazione dei DICO esclude i fratelli? E perché nonno-nipote no, e zia-nipote sì?
Il dubbio nasce da questi punti:

Amici e parenti. «I Dico non sono né matrimoni di serie B, né piccoli Pacs — ha detto Rosy Bindi — tant’è che diritti e doveri sono riconosciuti non solo a coppie, etero o omosessuali, legati da un vincolo d’amore ma anche alle persone che convivono per un legame d’affetto o solidarietà come un nipote che assiste la zia anziana».

Nullità della dichiarazione. E' nulla la dichiarazione di convivenza se è resa da persone sposate; vincolate da un'altra dichiarazione di convivenza; con condanne (o rinvio a giudizio) per omicidio consumato o tentato sul coniuge dell'altra o sulla persona con la quale l'altra era 'convivente'; legate da rapporti di lavoro che obblighino ad abitare insieme, da vincoli di parentela o affinità, di adozione o affiliazione.
Non possono sottoscrivere i Dico coloro che hanno vincoli di parentela diretta (genitori-figli, nonni-nipoti), i tutori, chi ha rapporti di adozione o affiliazione. Escluse anche badanti o perpetue: qualunque vincolo contrattuale vieta la dichiarazione di convivenza.

Avatar utente
francesca
Messaggi: 1132
Iscritto il: 24 aprile 2006, 15:45

Messaggio da francesca » 2 aprile 2007, 15:43

Le norme dei Dico sono integrative, rispetto al Codice Civile.
Laddove esistano già nel Codice obblighi di assistenza reciproca, esse non si applicano.

Rispondi

Torna a “Libera/Mente, Inaspettatamente”