senso di colpa

In questa sezione puoi parlare di tutto cio' che desideri, a ruota libera.

Avatar utente
LEFTFIELD
Messaggi: 402
Iscritto il: 26 luglio 2006, 23:52

senso di colpa

Messaggio da LEFTFIELD » 5 marzo 2007, 20:49

sono separato da tre anni ma ancora non riesco a liberarmi da quel terribile senso di colpa .
soprattutto nei confronti di mio figlio al quale ho consegnato una realtà spezzata fatta di separazione di abbandoni di sfaldamento ..
tutto questo perchè io non ho retto il peso della situazione e me ne sono andato ..
come potro' mai lenire questo dolore costante come una fitta che mi fa stringere il cuore.. ogni volta che penso a mio figlio ?.
Ultima modifica di LEFTFIELD il 6 marzo 2007, 0:42, modificato 1 volta in totale.

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 5 marzo 2007, 22:56

amandolo, credo. Se lo ami, crescerà bene lo stesso.
e arrivando a perdonarti e a volerti bene ("uno su mille ce la fa" dice una canzone). Più difficile perdonare se stessi che un'altra persona.
Magari pesando meglio la tua parte di colpa e non addossartela tutta.

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 5 marzo 2007, 23:00

hai una sensibilità non comune e una bontà d'animo che non ho visto spesso fra gli uomini, né nella vita né in questo forum.
E nessuno mi venga a dire che queste cose sono doni di natura. Si pagano in vulnerabilità, dolore....

Avatar utente
Biancaneve
Messaggi: 83
Iscritto il: 9 gennaio 2007, 14:36
Località: Veneto

Re: senso di colpa

Messaggio da Biancaneve » 6 marzo 2007, 10:20

Qualche tempo fa mi è stato detto che i sensi di colpa in realtà sono desideri di onnipotenza. Non so se sia vero o no. Difficile lenire il dolore, ma il pensiero di tuo figlio ti deve dare la forza di ricucire un po' la realtà con il tuo amore per lui.

GiuliaTess
Messaggi: 105
Iscritto il: 6 aprile 2006, 11:30
Località: Padova

Messaggio da GiuliaTess » 7 marzo 2007, 0:43

Non puoi stare con tuo figlio anche se sei separato?
Aiutare gli altri è un po' come aiutare noi stessi

Avatar utente
LEFTFIELD
Messaggi: 402
Iscritto il: 26 luglio 2006, 23:52

Messaggio da LEFTFIELD » 7 marzo 2007, 2:11

ci sto .. da separato, poi lui torna dalla mamma .

io mi sento in colpa per non avergli dato una famiglia e per il fatto di costringerlo a questa doppia vita .

Avatar utente
ivy
Messaggi: 2049
Iscritto il: 7 agosto 2005, 17:38

Messaggio da ivy » 7 marzo 2007, 2:15

Io non parlerei di doppia vita. Capisco sia difficile per te e per lui, non è sicuramente una situazione facile, ma se riuscirai a dimostrargli cmq il tuo amore e la tua presenza, anche se non è costante nello spazio, lui capirà.
Lo verificherai mano a mano che cresce.
Ho sempre pensato che piuttosto che far crescere i figli in un ambiente pieno di tensioni e negatività sia meglio la separazione.
... ci sono sofferenze che scavano nella persona come i buchi di un flauto, e la voce dello spirito ne esce melodiosa.
Da Paolo il caldo, Vitaliano Brancati

Avatar utente
LEFTFIELD
Messaggi: 402
Iscritto il: 26 luglio 2006, 23:52

Messaggio da LEFTFIELD » 7 marzo 2007, 2:23

anche io lo credevo .. ma quando lo so da solo a casa mi si stringe il cuore.
quando lo saluto e vado via .. credo che lo faccio soffrire.

i sensi di colpa sono irrazionali .. è un dolore che si prova .
tutto qua '

Avatar utente
ivy
Messaggi: 2049
Iscritto il: 7 agosto 2005, 17:38

Messaggio da ivy » 7 marzo 2007, 2:37

Ma quando vi salutate non vi lasciate per sempre... poi sapete che vi rivedrete.

(cmq capisco...l'irrazionalità di alcuni sentimenti e pure la difficoltà di sentirsi vicini a un figlio anche vedendolo poco)
... ci sono sofferenze che scavano nella persona come i buchi di un flauto, e la voce dello spirito ne esce melodiosa.
Da Paolo il caldo, Vitaliano Brancati

wope

Messaggio da wope » 7 marzo 2007, 10:12

Se c'è una cosa di cui ringrazio i miei genitori è di essersi separati, e così messo fine a litigi invivibili, insostenibili e del tutto incomprensibili per me.
Mi è spiaciuto che abbiano continuato a odiarsi e farsi un po' di guerra a distanza per anni, fin'anche oltre ai miei trant'anni...ma vabbè ... non si può avere tutto dalla vita, e anche i genitori sono esseri umani! :wink:

Casi personali a parte ...

Left, comprendo molto bene il tuo dolore; ma probabilmente è soprattutto un dolore tuo. Non dare per scontato che lui soffra come soffri tu.

E' chiaro, in qualche modo i bambini possono risentire delle separazioni, così come possono risentire delle tensioni presenti in famiglia; ma ciò che fa la differenza è il modo in cui vengono aiutati a comprendere, tenendo conto della loro età, ciò che vivono, comprese le scelte dei propri genitori.

Forse una buona cosa che puoi fare per te stesso e per lui, oltre a starci assieme serenamente quando ci stai assieme, è dare un senso, dentro di te, alla tua esperienza di separazione... in modo da essere pronto a rispondere alle sue domande, se e quando te ne farà ... o in modo da essere tu a raccontare quando lui avrà l'età per capire, e tu sentirai quest'esigenza ...

GiuliaTess
Messaggi: 105
Iscritto il: 6 aprile 2006, 11:30
Località: Padova

Messaggio da GiuliaTess » 7 marzo 2007, 14:09

Sì anche io ho i genitori separati e anche io sono stata contenta della loro separazione! Per me è stato un sollievo vero e proprio e dopo 10 anni se mi chiedessero se potessi scegliere, credo che sia stato un bene per loro e per me e non vorrei che tornassero insieme o fossero rimasti insieme.
Ma questa è solo la mia storia...
L'importante per me è sapere che loro mi vogliono bene e che non ho sensi di colpa per la loro separazione.
Certo, so che la mia famiglia è diversa da quelle in cui i genitori stanno insieme, ma per la mia esperienza e quelle delle persone che conosco, non la cambierei con altre situazioni. A volte all'apparenza va tutto bene, invece poi vieni a sapere di situazioni di gran lunga peggiori!!
Per il fatto che tuo figlio stia solo... so di tanti i cui genitori avevano libera professione e li vedevano pochissimo anche se loro vivevano nella stessa casa ed erano "felicemente" sposati. La maggiorparte di questi stavano solo e sempre con baby-sitters o nonni e dei genitori neanche l'ombra, nemmeno durante le vacanze (che facevano per ifatti loro) o week end...
Secondo me lui sa che quando non vi vedete è solo per un po' ma poi tornate a stare insieme...
Aiutare gli altri è un po' come aiutare noi stessi

wope

Messaggio da wope » 7 marzo 2007, 15:11

LEFTFIELD ha scritto: i sensi di colpa sono irrazionali .. è un dolore che si prova .
tutto qua '
Infatti. E' cosi' ...

Avatar utente
novembre
Messaggi: 1623
Iscritto il: 30 gennaio 2005, 14:58

Messaggio da novembre » 7 marzo 2007, 17:06

wope ha scritto: ma probabilmente è soprattutto un dolore tuo. Non dare per scontato che lui soffra come soffri tu.
Secondo me Wope ha detto una cosa molto importante su cui dovresti riflettere.
"il passare della morte nel rumore confuso della vita, le gioie insieme alle fitte di dolore, il cuore che invecchia e ringiovanisce all’improvviso..”

Guida autorizzata Pagine Blu

Avatar utente
LEFTFIELD
Messaggi: 402
Iscritto il: 26 luglio 2006, 23:52

Messaggio da LEFTFIELD » 7 marzo 2007, 22:55

in effetti cosa gli diro' quando dme lo chiederà ??.
la verità ? .. papa' se ne andato perchè non ha retto il peso della responsabilità ...

no . saro' sempre evasivo ...

io non mi sento all' altezza della situazione ecco tutto .

GiuliaTess
Messaggi: 105
Iscritto il: 6 aprile 2006, 11:30
Località: Padova

Messaggio da GiuliaTess » 8 marzo 2007, 0:44

in realtà io non ho capito perché te ne sei andato....
Però penso che se tuo figlio se lo chiederà un giorno, si sarà già fatto un idea sua, magari con l'aiuto di sua madre...
Aiutare gli altri è un po' come aiutare noi stessi

Rispondi

Torna a “Libera/Mente, Inaspettatamente”