DIARIO DI UN MANIACO-DEPRESSIVO

In questa sezione puoi aprire un tuo diario per presentarti scrivendo in modo libero quello che ti ha portato qui e, se ti va, cosa fai nella vita, di dove sei, che passioni/hobby hai, cosa ti attira o ti impaurisce dell'introspezione e della psicoterapia..
Sei comunque libero di sbizzarrirti e presentarti come meglio credi.

Moderatore: Elisa Iaffaldano

Avatar utente
Frà79
Messaggi: 185
Iscritto il: 8 settembre 2013, 18:46

Re: DIARIO DI UN MANIACO-DEPRESSIVO

Messaggio da Frà79 » 8 gennaio 2014, 17:07

dicono che noi bipolari abbiamo un dono, la creatività, chissà se è vero?...
Amati! è alla base di tutto.

Dionisia
Messaggi: 68
Iscritto il: 20 settembre 2013, 23:56

Re: DIARIO DI UN MANIACO-DEPRESSIVO

Messaggio da Dionisia » 9 gennaio 2014, 15:59

Disturbo di personalità antisociale? Beh, chiamiamoli come vogliamo, ma i delinquenti sono pazzi, e pure tra i più dannosi alla società. Solo che non pensano neppure di suicidarsi perché sono convinti di essere dei "dritti". Una volta poteva pure esserci come causa principale la miseria, ma oggi è prevalentemente il disagio mentale in sé. Inoltre la società più diventa complicata e complessa e più partorisce mostri di quel tipo.

La creatività? Io trovo che sia una gran bella cosa! Provaci, può darsi che tu abbia questa capacità, al di là di essere bipolare o meno. Tu sei quello che sei "tu", sei Frà, con i suoi pregi e i suoi difetti, coi suoi problemi e la sua voglia di risolverli. Lascia stare le etichette.

Avatar utente
Frà79
Messaggi: 185
Iscritto il: 8 settembre 2013, 18:46

Re: DIARIO DI UN MANIACO-DEPRESSIVO

Messaggio da Frà79 » 10 gennaio 2014, 23:10

Amati! è alla base di tutto.

Dionisia
Messaggi: 68
Iscritto il: 20 settembre 2013, 23:56

Re: DIARIO DI UN MANIACO-DEPRESSIVO

Messaggio da Dionisia » 13 gennaio 2014, 0:05

QUELLO "HAI" TU !
è diverso... :)

Avatar utente
Frà79
Messaggi: 185
Iscritto il: 8 settembre 2013, 18:46

Re: DIARIO DI UN MANIACO-DEPRESSIVO

Messaggio da Frà79 » 13 gennaio 2014, 8:09

Dionisia ha scritto:QUELLO "HAI" TU !
è diverso... :)
si, ma è complicato venirne fuori lo stesso...
Amati! è alla base di tutto.

Dionisia
Messaggi: 68
Iscritto il: 20 settembre 2013, 23:56

Re: DIARIO DI UN MANIACO-DEPRESSIVO

Messaggio da Dionisia » 13 gennaio 2014, 16:00

Ma invece di rimuginare su come sei, su cosa hai, se e quanto sei bipolare, borderline e quant'altro, perché non cerchi di VIVERE normale? Ti cerchi e ti dedichi ad una attività, fai qualcosa di UTILE a te o ad altri: uscire, farsi una passeggiata, fare la spesa, cucinare, rassettare e pulire la casa, ordinare la propria camera, far visita agli amici o parenti, riparare qualche oggetto rotto di casa... insomma, la vita di persone "normali"! Ti è proprio difficile? Cosa fai durante il giorno? Sempre a letto o a leggere e studiare tutto ciò che riguarda i disturbi psicologici? Insomma devi condurre una vita normale, comincia dalle cose semplici di ogni giorno, e fai, fai, in modo da non lasciare spazio alla noia, alla pigrizia, a quel vuoto che lascia la mente senza briglie, in balia di sé stessa e che dà adito a pensieri e pensieri sempre più senza briglie con troppa fantasia che porta all'assurdo, quindi alle fissazioni, ai deliri, alla follia.

Avatar utente
Frà79
Messaggi: 185
Iscritto il: 8 settembre 2013, 18:46

Re: DIARIO DI UN MANIACO-DEPRESSIVO

Messaggio da Frà79 » 13 gennaio 2014, 16:25

Dionisia ha scritto:Ma invece di rimuginare su come sei, su cosa hai, se e quanto sei bipolare, borderline e quant'altro, perché non cerchi di VIVERE normale? Ti cerchi e ti dedichi ad una attività, fai qualcosa di UTILE a te o ad altri: uscire, farsi una passeggiata, fare la spesa, cucinare, rassettare e pulire la casa, ordinare la propria camera, far visita agli amici o parenti, riparare qualche oggetto rotto di casa... insomma, la vita di persone "normali"! Ti è proprio difficile? Cosa fai durante il giorno? Sempre a letto o a leggere e studiare tutto ciò che riguarda i disturbi psicologici? Insomma devi condurre una vita normale, comincia dalle cose semplici di ogni giorno, e fai, fai, in modo da non lasciare spazio alla noia, alla pigrizia, a quel vuoto che lascia la mente senza briglie, in balia di sé stessa e che dà adito a pensieri e pensieri sempre più senza briglie con troppa fantasia che porta all'assurdo, quindi alle fissazioni, ai deliri, alla follia.
tu non capisci un cazzo di psicosi, vero?....
Amati! è alla base di tutto.

Avatar utente
Frà79
Messaggi: 185
Iscritto il: 8 settembre 2013, 18:46

Re: DIARIO DI UN MANIACO-DEPRESSIVO

Messaggio da Frà79 » 13 gennaio 2014, 16:28

cmq questo è il mio diario, ci tengo i miei pensieri, non siete obbligati a intervenire
Amati! è alla base di tutto.

MaryNeedsHelp
Messaggi: 85
Iscritto il: 13 ottobre 2012, 20:50

Re: DIARIO DI UN MANIACO-DEPRESSIVO

Messaggio da MaryNeedsHelp » 13 gennaio 2014, 22:20

Dionisia ha scritto:Ma invece di rimuginare su come sei, su cosa hai, se e quanto sei bipolare, borderline e quant'altro, perché non cerchi di VIVERE normale? Ti cerchi e ti dedichi ad una attività, fai qualcosa di UTILE a te o ad altri: uscire, farsi una passeggiata, fare la spesa, cucinare, rassettare e pulire la casa, ordinare la propria camera, far visita agli amici o parenti, riparare qualche oggetto rotto di casa... insomma, la vita di persone "normali"! Ti è proprio difficile? Cosa fai durante il giorno? Sempre a letto o a leggere e studiare tutto ciò che riguarda i disturbi psicologici? Insomma devi condurre una vita normale, comincia dalle cose semplici di ogni giorno, e fai, fai, in modo da non lasciare spazio alla noia, alla pigrizia, a quel vuoto che lascia la mente senza briglie, in balia di sé stessa e che dà adito a pensieri e pensieri sempre più senza briglie con troppa fantasia che porta all'assurdo, quindi alle fissazioni, ai deliri, alla follia.
Quello che dici è giusto sì, ma è fin troppo facile a parole soprattutto con chi probabilmente non ha mai vissuto normalmente quindi non sa neanche cosa significhi. E' come dover imparare tutto dall'inizio, come un bambino ma con il peso di esperienze dolorose.
Frà79: certo è che se in qualche modo riuscissi a trovare una qualsiasi attività che ti possa distrarre e far stare in mezzo alle persone, sarebbe di grandissimo aiuto. Ci sono novità?

Avatar utente
Frà79
Messaggi: 185
Iscritto il: 8 settembre 2013, 18:46

Re: DIARIO DI UN MANIACO-DEPRESSIVO

Messaggio da Frà79 » 13 gennaio 2014, 23:43

MaryNeedsHelp ha scritto:
Dionisia ha scritto:Ma invece di rimuginare su come sei, su cosa hai, se e quanto sei bipolare, borderline e quant'altro, perché non cerchi di VIVERE normale? Ti cerchi e ti dedichi ad una attività, fai qualcosa di UTILE a te o ad altri: uscire, farsi una passeggiata, fare la spesa, cucinare, rassettare e pulire la casa, ordinare la propria camera, far visita agli amici o parenti, riparare qualche oggetto rotto di casa... insomma, la vita di persone "normali"! Ti è proprio difficile? Cosa fai durante il giorno? Sempre a letto o a leggere e studiare tutto ciò che riguarda i disturbi psicologici? Insomma devi condurre una vita normale, comincia dalle cose semplici di ogni giorno, e fai, fai, in modo da non lasciare spazio alla noia, alla pigrizia, a quel vuoto che lascia la mente senza briglie, in balia di sé stessa e che dà adito a pensieri e pensieri sempre più senza briglie con troppa fantasia che porta all'assurdo, quindi alle fissazioni, ai deliri, alla follia.
Quello che dici è giusto sì, ma è fin troppo facile a parole soprattutto con chi probabilmente non ha mai vissuto normalmente quindi non sa neanche cosa significhi. E' come dover imparare tutto dall'inizio, come un bambino ma con il peso di esperienze dolorose.
Frà79: certo è che se in qualche modo riuscissi a trovare una qualsiasi attività che ti possa distrarre e far stare in mezzo alle persone, sarebbe di grandissimo aiuto. Ci sono novità?
si, ci sono novità, di giorno riesco a giocare col mio nipotino, a tenerlo impegnato e ad essere affettuoso con lui, mi costa una fatica tremenda, perchè devo mascherare il dolore, non capirebbe, ha solo 2 anni, ma per me riuscire ad essere uno zio sufficiente è tanto.
Amati! è alla base di tutto.

Dionisia
Messaggi: 68
Iscritto il: 20 settembre 2013, 23:56

Re: DIARIO DI UN MANIACO-DEPRESSIVO

Messaggio da Dionisia » 14 gennaio 2014, 2:59

Frà79 ha scritto:
tu non capisci un cazzo di psicosi, vero?....
Beh la prendo come un incoraggiamento e una speranza!
dato che anch’io mi chiedo "cosa ho"(da una vita), se non capisco un cazzo di psicosi, chissà, forse vuol dire che almeno psicotica non sono … :D (lasciami almeno questa speranza!)
MaryNeetsHelp ha scritto:Quello che dici è giusto sì, ma è fin troppo facile a parole soprattutto con chi probabilmente non ha mai vissuto normalmente quindi non sa neanche cosa significhi. E' come dover imparare tutto dall'inizio, come un bambino ma con il peso di esperienze dolorose.
Perché “noi” pensi che abbiamo mai vissuto normalmente? :oops:
Mah, io certamente no, altrimenti non starei a chiedere pareri su questo forum. Però non per questo non capisco cosa sia normale e cosa non lo è, in linea generale. Anch'io ho un vissuto più doloroso che altro...

MaryNeedsHelp
Messaggi: 85
Iscritto il: 13 ottobre 2012, 20:50

Re: DIARIO DI UN MANIACO-DEPRESSIVO

Messaggio da MaryNeedsHelp » 14 gennaio 2014, 17:18

Dionisia: bhe ci sono alcune persone che fino ad un certo punto hanno potuto godere di un'esistenza normale, e per normale non intendo per forza felice. Ma ad un certo punto, più o meno tardi nella vita, c'è stato qualcosa che pian piano (o improvvisamente come avviene in seguito a traumi) ci ha portati ad essere così. C'è invece chi la normalità non l'ha mai vissuta, forse sa in cosa consiste in teoria, attraverso l'osservazione della vita altrui, ma in pratica non riesce a metterla in atto perché non ne ha avuto esperienza. Non so se mi sono espressa in modo chiaro.
Frà79: che rapporto hai con i tuoi familiari? A parte tua madre intendo. Ah, se i nostri interventi ti infastidiscono o non sono graditi dillo! :)

Avatar utente
Frà79
Messaggi: 185
Iscritto il: 8 settembre 2013, 18:46

Re: DIARIO DI UN MANIACO-DEPRESSIVO

Messaggio da Frà79 » 14 gennaio 2014, 18:04

MaryNeedsHelp ha scritto:Dionisia: bhe ci sono alcune persone che fino ad un certo punto hanno potuto godere di un'esistenza normale, e per normale non intendo per forza felice. Ma ad un certo punto, più o meno tardi nella vita, c'è stato qualcosa che pian piano (o improvvisamente come avviene in seguito a traumi) ci ha portati ad essere così. C'è invece chi la normalità non l'ha mai vissuta, forse sa in cosa consiste in teoria, attraverso l'osservazione della vita altrui, ma in pratica non riesce a metterla in atto perché non ne ha avuto esperienza. Non so se mi sono espressa in modo chiaro.
Frà79: che rapporto hai con i tuoi familiari? A parte tua madre intendo. Ah, se i nostri interventi ti infastidiscono o non sono graditi dillo! :)
il rapporto con la mia famiglia era pessimo fino a qualche settimana fa, adesso va bene, segno che le terapie funzionano, quello che non va bene è che mi sento spento e allo stesso tempo molto introverso, faccio fatica ad esternare il mio mondo interiore, soprattutto quello che vorrei.
Amati! è alla base di tutto.

Dionisia
Messaggi: 68
Iscritto il: 20 settembre 2013, 23:56

Re: DIARIO DI UN MANIACO-DEPRESSIVO

Messaggio da Dionisia » 14 gennaio 2014, 22:16

MaryNeedsHelp ha scritto:Dionisia: bhe ci sono alcune persone che fino ad un certo punto hanno potuto godere di un'esistenza normale, e per normale non intendo per forza felice. Ma ad un certo punto, più o meno tardi nella vita, c'è stato qualcosa che pian piano (o improvvisamente come avviene in seguito a traumi) ci ha portati ad essere così. C'è invece chi la normalità non l'ha mai vissuta, forse sa in cosa consiste in teoria, attraverso l'osservazione della vita altrui, ma in pratica non riesce a metterla in atto perché non ne ha avuto esperienza. Non so se mi sono espressa in modo chiaro.
Frà79: che rapporto hai con i tuoi familiari? A parte tua madre intendo. Ah, se i nostri interventi ti infastidiscono o non sono graditi dillo! :)
Ma è appunto quello che volevo dire, Mary! Neppure io credo di essere mai stata “normale”, ma almeno in passato mi sono sforzata di esserlo. E per un breve periodo forse ci sono riuscita proprio facendo così come ho suggerito a Fra. Ma poi c’è stato tutto un contesto familare non favorevole… A volte è meglio non avere familiari!
Ma forse tra “malati” non sempre ci si intende e diventa un dialogo tra sordi.

Avatar utente
Frà79
Messaggi: 185
Iscritto il: 8 settembre 2013, 18:46

Re: DIARIO DI UN MANIACO-DEPRESSIVO

Messaggio da Frà79 » 15 gennaio 2014, 8:39

Dionisia ha scritto:
MaryNeedsHelp ha scritto:Dionisia: bhe ci sono alcune persone che fino ad un certo punto hanno potuto godere di un'esistenza normale, e per normale non intendo per forza felice. Ma ad un certo punto, più o meno tardi nella vita, c'è stato qualcosa che pian piano (o improvvisamente come avviene in seguito a traumi) ci ha portati ad essere così. C'è invece chi la normalità non l'ha mai vissuta, forse sa in cosa consiste in teoria, attraverso l'osservazione della vita altrui, ma in pratica non riesce a metterla in atto perché non ne ha avuto esperienza. Non so se mi sono espressa in modo chiaro.
Frà79: che rapporto hai con i tuoi familiari? A parte tua madre intendo. Ah, se i nostri interventi ti infastidiscono o non sono graditi dillo! :)
Ma è appunto quello che volevo dire, Mary! Neppure io credo di essere mai stata “normale”, ma almeno in passato mi sono sforzata di esserlo. E per un breve periodo forse ci sono riuscita proprio facendo così come ho suggerito a Fra. Ma poi c’è stato tutto un contesto familare non favorevole… A volte è meglio non avere familiari!
Ma forse tra “malati” non sempre ci si intende e diventa un dialogo tra sordi.
é ovvio Dionisia che la mia situazione è diversa dalla tua

tu di cosa soffri?
Amati! è alla base di tutto.

Rispondi

Torna a “Il tuo diario”