Pagina 5 di 7

Re: DIARIO DI UN MANIACO-DEPRESSIVO

Inviato: 1 gennaio 2014, 16:53
da Frà79
MaryNeedsHelp ha scritto:Capisco quanto spaventi, davvero, ma più lo eviti e più ne avrai paura. Parti dal presupposto che qualunque lavoro tu trovi subirai critiche o che comunque anche la più piccola sarebbe per te insopportabile. Ma perché sei ipersensibile? Perché non hai autostima...e perché non hai autostima? Perché non hai avuto prova di quanto vali e di quanta forza hai dentro. Non ne hai prova perché non ti esponi e questo va avanti da troppo tempo, autoalimentandosi. Se riconosci che trovare un lavoro è importante e fondamentale anche come terapia, devi farlo. Devi provarci. Un lavoro può offrirti molto più che del denaro, potresti trovare persone con cui legare, avresti dei contatti sociali, potresti distrarti finalmente dal tuo malessere. Ma non devi affrontarlo con timore, è come se sapessi già che sarai rifiutato da chi incontrerai. Devi metterti in condizioni di far nascere almeno un po' di fiducia in te stesso e piano piano accrescerla, ma se mai ci provi, niente nascerà e la grinta e la determinazione che ti servono non arriveranno da sole. Il problema di trovarlo poi è un altro discorso e purtroppo non so cosa dire visto che io ancora non lavoro, quindi non so come funziona e non so cosa consigliarti.
In ogni caso, questo sembra proprio che sia il passo da fare per sbloccarti.
Grazie Mary, mi sei sempre di grande aiouto! sai, oggi c'è stata una svolta, mi sono addormentato depresso, mi sono svegliato espansivo, noi bipolari siamo cosi! a volte basta una penichella a farci cambiare umore, spero di aver appena salito un gradino verso la guarigione, adesso vedo tutto più ottimisticamente, credo che ce la farò e credo che ripartirò dal lavoro prima e dall'amore dopo ;-)

Re: DIARIO DI UN MANIACO-DEPRESSIVO

Inviato: 2 gennaio 2014, 14:33
da MaryNeedsHelp
Non sai quante volte capita anche a me! :) E bisogna approfittare sempre dei momenti in cui ci sentiamo ottimisti, pensando positivamente e agendo. Ce la fai!

Re: DIARIO DI UN MANIACO-DEPRESSIVO

Inviato: 2 gennaio 2014, 15:02
da Frà79
MaryNeedsHelp ha scritto:Non sai quante volte capita anche a me! :) E bisogna approfittare sempre dei momenti in cui ci sentiamo ottimisti, pensando positivamente e agendo. Ce la fai!
grazie :)

Re: DIARIO DI UN MANIACO-DEPRESSIVO

Inviato: 2 gennaio 2014, 22:03
da Frà79
Il passato mi tormenta, la mia analista mi consiglia di scrivere ed io lo farò
10 anni fà M. mi tradì, per me fu uno schock, l'avevo talmente idealizzata che mi sembrava una santa, però in parte me lo sono meritato, lei voleva delle sicurezze, io quando è rimasta incinta per sbaglio le ho chiesto di abortire e poi in 7 anni non le ho mai chiesto di sposarmi, in più ero inconstante sul lavoro, quindi non le davo nemmeno una sicurezza economica...
Però per me la cosa è stata traumatica per un altro motivo: io, che non avevo mai sentito amore da nessuno, ero stato tradito e quindi pronto ad essere abbandonato dall'unica persona che mi aveva fatto sentire amore...
Avevo gia da prima un ritiro narcisistico, infatti ero un po borderline, ma quell'esperienza ha esasperato la mia personalità, sono diventato borderline conclamato e da li a poco sono entrato in un disturbo bipolare, quanta ansia e quanta angoscia, ancora oggi spesso mi chiedo cosa ho fatto di male per ricevere tanto dolore e non parlo del tradimento ma della mia vita in generale, la risposta è: niente!
Sono nato semplicemente non voluto da una madre distimica e da un padre ossessivo, zero riconoscimento della mia personalità, zero empatia, rinforzi negativi, affettività poca alternata a rabbia immotivata

è brutto sentirsi solo al mondo...

Re: DIARIO DI UN MANIACO-DEPRESSIVO

Inviato: 3 gennaio 2014, 9:04
da Frà79
sono un maniaco-depressivo, un mostro, come nel film di Benigni, ma se la gente sapesse quanta paura e quanto dolore ho dentro...

Re: DIARIO DI UN MANIACO-DEPRESSIVO

Inviato: 3 gennaio 2014, 9:23
da Frà79
non ci sono cure per il disturbo bipolare, quello dell'altro giorno, in cui pensavo di stare guarendo, è stato solo un episodio ipomaniacale, mi rimane solo il suicidio, se tutti la smettessero di dire che ci sono possibilità! io non ci credo! io so che non è cosi!

Re: DIARIO DI UN MANIACO-DEPRESSIVO

Inviato: 3 gennaio 2014, 16:54
da MaryNeedsHelp
Lo vedi come sei instabile? Passi da un estremo all'altro molto rapidamente. Ma questo non deve influenzarti, anzi ne devi essere cosciente e non farti travolgere e annebbiare la mente. Per quale motivo l'altro giorno ti sentivi così fiducioso? E cosa è cambiato veramente per farti tornare ad un umore depresso? Forse ti sono tornati in mente tutti i traumi che hai subito?...sono solo pensieri, ricordi e che non devono più avere niente a che fare con il presente, sebbene siano la causa del tuo malessere. Fai bene a scrivere, però se ti concentri troppo sulle cose negative, avrai un effetto negativo. Devi dar sfogo ai tuoi sentimenti scrivendo, ma puoi provare anche a sforzarti di scrivere cose positive, di pensare al lato positivo delle cose. Scriverle potrebbe aiutarti a rafforzare queste idee, potrebbe aiutarti a provare sentimenti positivi, e quanto più li proverai, tanto più riuscirai ad evocarli facilmente nelle cose di tutti i giorni. Non so se ho reso bene l'idea. E' come quando guardiamo un film o leggiamo un libro, se è un horror potremmo provare paura, se è drammatico tristezza, se è comico allegria. :)

Re: DIARIO DI UN MANIACO-DEPRESSIVO

Inviato: 3 gennaio 2014, 18:40
da Frà79
MaryNeedsHelp ha scritto:Lo vedi come sei instabile? Passi da un estremo all'altro molto rapidamente. Ma questo non deve influenzarti, anzi ne devi essere cosciente e non farti travolgere e annebbiare la mente. Per quale motivo l'altro giorno ti sentivi così fiducioso? E cosa è cambiato veramente per farti tornare ad un umore depresso? Forse ti sono tornati in mente tutti i traumi che hai subito?...sono solo pensieri, ricordi e che non devono più avere niente a che fare con il presente, sebbene siano la causa del tuo malessere. Fai bene a scrivere, però se ti concentri troppo sulle cose negative, avrai un effetto negativo. Devi dar sfogo ai tuoi sentimenti scrivendo, ma puoi provare anche a sforzarti di scrivere cose positive, di pensare al lato positivo delle cose. Scriverle potrebbe aiutarti a rafforzare queste idee, potrebbe aiutarti a provare sentimenti positivi, e quanto più li proverai, tanto più riuscirai ad evocarli facilmente nelle cose di tutti i giorni. Non so se ho reso bene l'idea. E' come quando guardiamo un film o leggiamo un libro, se è un horror potremmo provare paura, se è drammatico tristezza, se è comico allegria. :)
-niente, non è cambiato niente per farmi tornare depresso, sono semplicemente andato a dormire e mi sono svegliato depresso.
-l'umore di un bipolare non risponde a cause esterne, ma solamente a meccanismi inconsci.

Comunque c'è dell'altro, sono migliorato tanto da quando ho cominciato la farmacoterapia per il disturbo bipolare, ma non basterà a farmi stare bene nemmeno sufficientemente, perchè sotto c'è una personalità borderline e gli psicofarmaci non funzionano sui disturbi di personalità, la mia unica speranza è la psicoterapia, ma ci vogliono anni.

Re: DIARIO DI UN MANIACO-DEPRESSIVO

Inviato: 4 gennaio 2014, 13:09
da MaryNeedsHelp
La cosa importante è che stai ottenendo comunque miglioramenti e che li riconosci. Ma cosa ti è stato detto riguardo il tuo disturbo? Cioè, quanto è grave secondo lo psichiatra e quali crede possano essere gli sviluppi a breve termine?

Re: DIARIO DI UN MANIACO-DEPRESSIVO

Inviato: 4 gennaio 2014, 15:02
da Frà79
MaryNeedsHelp ha scritto:La cosa importante è che stai ottenendo comunque miglioramenti e che li riconosci. Ma cosa ti è stato detto riguardo il tuo disturbo? Cioè, quanto è grave secondo lo psichiatra e quali crede possano essere gli sviluppi a breve termine?
il mio disturbo è cronico, non c'è possibilità di guarire

anche perchè sono uno schizoide:

http://www.mauroscardovelli.com/PNL/Con ... zoide.html

Re: DIARIO DI UN MANIACO-DEPRESSIVO

Inviato: 5 gennaio 2014, 14:31
da MaryNeedsHelp
Ho letto la pagina che hai linkato e sono molto confusa. Hai parlato di disturbo borderline, bipolare, schizoide, di psicosi maniaco depressiva, mi ritrovo disorientata! Anche perché hai tentato più volte di dar prova del fatto che sei incurabile e a questo punto non riesco a far altro che provare grande tristezza. :(

Re: DIARIO DI UN MANIACO-DEPRESSIVO

Inviato: 5 gennaio 2014, 17:40
da Frà79
MaryNeedsHelp ha scritto:Ho letto la pagina che hai linkato e sono molto confusa. Hai parlato di disturbo borderline, bipolare, schizoide, di psicosi maniaco depressiva, mi ritrovo disorientata! Anche perché hai tentato più volte di dar prova del fatto che sei incurabile e a questo punto non riesco a far altro che provare grande tristezza. :(
il disturbo di personalità borderline, come quello schizoide, come la psicosi maniaco-depressiva, detta anche disturbo bipolare, hanno tutti una radice in comune
il bambino non si sente ne voluto ne amato ancora prima della nascita
poi il disturbo borderline e lo schizoide sono due disturbi della personalità che possono presentarsi in contemporanea con la psicosi maniaco-depressiva

io ufficialmente sono uno schizoide bipolare
anche se per la mia analista sono un borderline, ma gli analisti quando parlano di borderline, parlano di organizzazione borderline, una serie di disturbi della personalità che va dal borderline + tutti quelli del cluster B al paranoico + tutti quelli del cluster A

ho passato 35 anni della mia vita da malato di mente, per me la vita ormai non ha più senso, se non quello di guarire ed aiutare gli altri malati di mente.

Re: DIARIO DI UN MANIACO-DEPRESSIVO

Inviato: 7 gennaio 2014, 18:48
da Frà79
Che senso ha vivere da pazzi?...
Su questo forum, ci sono persone disturbate, si, ma non pazze...
io sono un maniaco-depressivo, la massima forma di follia, ho pure un'organizzazione borderline di personalità, passerò il resto della mia vita a curarmi e morirò per effetto degli psicofarmaci, non ha senso.

Re: DIARIO DI UN MANIACO-DEPRESSIVO

Inviato: 7 gennaio 2014, 21:15
da Dionisia
Ma chissà quanti sembrano normali e sono pazzi da legare e danneggiano pure gli altri, prendiamo per esempio i delinquenti... e quanti ce ne sono! Il "delinquente" non è certo una persona normale, come minimo è uno psicopatico. E quale vita ha poi davvero senso di fronte alla morte? No, piuttosto credo che se accetti il tuo stato con tranquillità e ti dedichi, per esempio, come hai detto, ad aiutare altre persone che vivono in situazione di disagio psicologico, è una gran cosa e credo che tu ne sia capace perché mi sembri anche preparato.

Re: DIARIO DI UN MANIACO-DEPRESSIVO

Inviato: 8 gennaio 2014, 7:14
da Frà79
Dionisia ha scritto:Ma chissà quanti sembrano normali e sono pazzi da legare e danneggiano pure gli altri, prendiamo per esempio i delinquenti... e quanti ce ne sono! Il "delinquente" non è certo una persona normale, come minimo è uno psicopatico. E quale vita ha poi davvero senso di fronte alla morte? No, piuttosto credo che se accetti il tuo stato con tranquillità e ti dedichi, per esempio, come hai detto, ad aiutare altre persone che vivono in situazione di disagio psicologico, è una gran cosa e credo che tu ne sia capace perché mi sembri anche preparato.
si, in 10 anni mi sono fatto una cultura, spesso sulla mia stessa pelle, la tua è una buona idea.
PS: i delinquenti spesso hanno un disturbo di personalità antisociale.