Follia quotidiana

In questa sezione puoi aprire un tuo diario per presentarti scrivendo in modo libero quello che ti ha portato qui e, se ti va, cosa fai nella vita, di dove sei, che passioni/hobby hai, cosa ti attira o ti impaurisce dell'introspezione e della psicoterapia..
Sei comunque libero di sbizzarrirti e presentarti come meglio credi.

Moderatore: Elisa Iaffaldano

Avatar utente
Modina
Messaggi: 97
Iscritto il: 9 novembre 2008, 16:28

Follia quotidiana

Messaggio da Modina » 13 gennaio 2009, 23:19

caro diario,
sono d'avanti ai miei appunti universitari, matita evidenziatore e libro... L'argomento e uno dei miei preferiti, e questo lo rende più "leggero", ma stranamente non ho nessuna voglia di cominciare...
Oggi sono andata fare un pò di shopping e sono rientrata a casa mani vuote... avvolte credo di essere l'unica ragazza a cui non piace fare shopping...
Non mi piacciono le luci accecanti delle vetrine, la musica tunz tunz che si sente fin da fuori, e le corte tendine dei camerini!
Fosse per me girerei col pigiama!
Dicono che per le donne fare shopping sia come una valvola di sfogo... o cmq un modo per non pensare e distrarsi... Personalmente non ha funzionato...
Prima dipingevo molto, amo dipingere... A casa ho tele dovunque, il mio ex diceva che parlavano di me, del mio modo di vedere il mondo...
Adesso sarà un mese che non tocco una tela... non so perchè, quando faccio i bozzetti avverto un gran vuoto...
E' questo vuoto che non sopporto! vuoto nelle tele, vuoto nello studio, vuoto nei consigli, vuoto persino nello shopping... il nulla, ecco!
si può essere così morti dentro a 20 anni?
"E se la realtà non fosse altro che una malattia?"

Avatar utente
Modina
Messaggi: 97
Iscritto il: 9 novembre 2008, 16:28

Messaggio da Modina » 23 gennaio 2009, 19:33

Caro diario,
oggi sono stata con un mio ex, cioè più che un ex era un ragazzo col quale mi frequentavo... Mi piacerebbe tornare a uscire con lui, un pò mi distrae...
Però ho una totale sfiducia nell'altro sesso... ho paura di essere usata come ha fatto in passato, ho paura di deluderlo, di non piacergli... soprattutto le mie gambe...
Da una parte vorrei provare... dall'altra lo sconforto totale...
:(
"E se la realtà non fosse altro che una malattia?"

Avatar utente
Modina
Messaggi: 97
Iscritto il: 9 novembre 2008, 16:28

Messaggio da Modina » 5 febbraio 2009, 0:38

scrivo qui perchè nn ho nessuno con cui parlare... e ho una gran voglia di piangere...

Caro diario,
qui va sempre peggio, mi sembra di essere divisa in due: una la me stessa vera e priopria (con il mio carattere i miei sentimenti ecc), l'altra che ha di mio solo l'aspetto fisico... Ora mi sembra che la parte viva di me si pracipiata in un burrone... va giù giù giù... senza raggiungere il fondo.... e l'altra quella priva di emozioni che guarda la sua "sosia" precipitare, senza far nulla, senza provare nulla... osserva e la vede sempre più distante, ma senza sparire... e non può fare niente, solo guardare e capire che sta perdendo la sua sosia, quella valida, quella viva, quella che prova emozioni, quella che parla e sorride oppure è triste...
Caro diario sto pensando di nuovo al suicidio... non ce la faccio più... non ho speranze... cmq vada le cose saranno sempre diverse... sto morendo dentro, vorrei finirla del tutto...
Come si fa a vivere con la costante del suicidio?
"E se la realtà non fosse altro che una malattia?"

Avatar utente
Modina
Messaggi: 97
Iscritto il: 9 novembre 2008, 16:28

Messaggio da Modina » 19 agosto 2009, 11:12

Caro diario,
ovviamente tutte le cose che son successe prima non bastavano da sole...
Mi ha lasciata il mio ragazzo...
Sto malissimo, vorrei sparire, vorrei essere priva di emozioni... Invece mi sento così sola...
Mi mancano i suoi abbracci, mi manca il suo corpo, mi manca il fatto che lui credeva in me! Speravamo insieme che un giorno mi sarei liberata dai tormenti passati, per vivere una nuova vita insieme...
Prima di dare qualche esame all'università era lui che mi stava accanto che mi diceva "non temere ce la farai" è stato lui a trattenermi dal suicidio...
Ora sono qui, da sola... con il chiodo fisso della sua assenza...
Prima uscivamo insieme la sera (non sempre ma spesso), ora esco vado al bar bevo, bevo e bevo; ho sempre bevuto molto, ma diciamo che conoscevo una sorta di limite per non arrivare al vomito, ora non mi interessa, finchè mi reggo in piedi bevo.... L'alcol è un buon amico da cui diffidare è d'obbligo, ma per ora mi aiuta almeno a sorridere...
Voglio ritornare in terapia, sto così male...
Avvolte scoppio a pinagere senza motivo, e ora non c'è lui che mi dice "non piangere"
:(
"E se la realtà non fosse altro che una malattia?"

Avatar utente
allegra
Messaggi: 1585
Iscritto il: 9 dicembre 2005, 21:11

Messaggio da allegra » 22 agosto 2009, 12:21

Ciao modina mi spiace per la tua situazione attuale. Ricordati che non sei sola perchè ci siamo noi utenti del forum a consolati, almeno ci sono io. Sai a me manca l’abbraccio della mia psicoterapeuta. Io credo in te, spero che tu c’è la fai a superare questo lutto.Non rifugiarti nel alcol, peggiori la tua situazione invece prova a consultare uno psicoterapeuta, lui ti può aiutare molto.
Se vuoi sfogarti io sono qua pronta ad ascoltarti. Ti abbraccio allegra

Avatar utente
Modina
Messaggi: 97
Iscritto il: 9 novembre 2008, 16:28

Messaggio da Modina » 23 agosto 2009, 15:46

Ciao allegra,
che dirti... mi sento perduta, non c'è più niente... Oggi ho un gran dolore alle ossa per quel maledetto incidente...
Col tempo sto peggiorando, e so che le mie ossa non torneranno a posto "uno di questi giorni"
Il pensiero di farla finita è sempre lì, sono io che non ho del tutto il coraggio e mi fa stare ancora più male....
Non ce la faccio più :(
non riesco a trovare un motivo per tirare vanti fingendo un sorriso
"E se la realtà non fosse altro che una malattia?"

Avatar utente
allegra
Messaggi: 1585
Iscritto il: 9 dicembre 2005, 21:11

Messaggio da allegra » 23 agosto 2009, 16:45

Ciao modina io spero che ti farai aiutare da uno specialista, solo lui ti può aiutare concretamente. Dai non fare così, non pensare al suicidio, non è la soluzione dei tuoi problemi. Pensa che io sono vicina a te e ti vorrei consolarti attraverso un abbraccio.
:wink: :wink:

Avatar utente
Modina
Messaggi: 97
Iscritto il: 9 novembre 2008, 16:28

Messaggio da Modina » 26 agosto 2009, 13:25

Ciao allegra,
grazie, sei sempre così dolce...
Oggi sto un pò meglio, sarà anche merito della tua vicinanza :)
"E se la realtà non fosse altro che una malattia?"

Avatar utente
allegra
Messaggi: 1585
Iscritto il: 9 dicembre 2005, 21:11

Messaggio da allegra » 27 agosto 2009, 18:43

Ciao modina sono contenta che stai meglio, sai anch’io oggi mi sento meglio. Forse a rendermi serena sono stati i parenti di mia mamma provenienti da torino, i quali ieri sera hanno mangiato a casa mia, peccato che oggi sono partiti. Grazie a te cara modina anche i tuoi interventi mi provocano felicità.

Avatar utente
Modina
Messaggi: 97
Iscritto il: 9 novembre 2008, 16:28

Messaggio da Modina » 1 settembre 2009, 12:14

Finalmente il forum funziona di nuovo, mi sono sentita perduta in questi giorni...
X allegra: non so come tu stia adesso, però mi fa molto piacere che i tuoi parenti ti abbiano fatto trovare, almeno per un giorno, un pò di serenità....

Caro diario,
mi sento una stupida, mi faccio schifo, ho deciso di lasciare l'università perchè sto troppo male e non riesco a fare niente...
Tutte, e dico tutte le notti faccio sempre incubi: sogno di impazzire, sogno che resto per anni e anni a chiedermi cosa sia giusto, sogno di avere amici e di essere tradita, sogno l'università che va male...
Forse sono già impazzita e non lo so...
"E se la realtà non fosse altro che una malattia?"

Avatar utente
allegra
Messaggi: 1585
Iscritto il: 9 dicembre 2005, 21:11

Messaggio da allegra » 2 settembre 2009, 13:12

Cara modina mi spiace che stai così male, inoltre non mi sembra una buona soluzione lasciare l’università. Sai anch’io faccio fatica a studiare perché innanzitutto provengono dalla russia e per questo motivo ho difficoltà a esprimermi correttamente nella lingua italiana, secondo perché spesse volte sto male per colpa della allucinazioni, le quali sono diminuite perché prendo gli psicofarmaci che però hanno degli effetti collaterali come rendermi grassa e mi portano sonnolenza. Ma nonostante queste difficoltà cerco di andare avanti, di stringere i denti e tento di superare i vari esami universitari, so che non è facile sia nelle mie condizioni sia nelle tue.
Tu non sei una persona matta ma hai bisogno di un sostegno psicologico, il quale ti potrebbe aiutare molto. Secondo me i tuoi incubi sono le paure che hai dentro e purtroppo ti fanno stare male. Cara modina io ti consiglio di andare da uno psicoterapeuta, lui ti aiuta a superare le varie difficoltà che incontri nella vita quotidiana. Magari parlane prima con i tuoi genitori del fatto che stai così male. In bocca a lupo. Fammi sapere se hai cambiato idea. Un abbraccio allegra

Avatar utente
Modina
Messaggi: 97
Iscritto il: 9 novembre 2008, 16:28

Messaggio da Modina » 8 settembre 2009, 21:54

Ciao allegra, grazie... Oggi sto un pò meglio, sarà che ho capito che mollare l'università non era cioò che cercavo, proverò a cambiare città, magari ricominciare mi farà bene...
Un grosso abbraccio :)


(come si fa ad inserire un'immagine???)
"E se la realtà non fosse altro che una malattia?"

Avatar utente
Modina
Messaggi: 97
Iscritto il: 9 novembre 2008, 16:28

Messaggio da Modina » 9 settembre 2009, 14:18

Immagine

:(
"E se la realtà non fosse altro che una malattia?"

Avatar utente
allegra
Messaggi: 1585
Iscritto il: 9 dicembre 2005, 21:11

Messaggio da allegra » 11 settembre 2009, 18:42

Brava!
:D :D :D

Avatar utente
Modina
Messaggi: 97
Iscritto il: 9 novembre 2008, 16:28

Messaggio da Modina » 11 settembre 2009, 20:59

Grazie
speriamo bene! un pò mi spiace per la mia famiglia, economicamente siamo messi parecchio male e le mie condizioni di salute non agevolano,
in più l'università è una spesa grande, e un grande sogno per me...
I miei genitori hanno un sacco di difetti, ma in questo li stimo molto.
Spero solo di farcela sta volta!
"E se la realtà non fosse altro che una malattia?"

Rispondi

Torna a “Il tuo diario”